Napoli-Lecce 2-3. Ospina e l’arbitro inguaiano gli Azzurri

Primi due gol dei pugliesi ampiamente parabili dal portiere del Napoli, tra i peggiori in campo della formazione di Gattuso. Al 72' episodio chiave della gara, sull'1-2 del Lecce l'arbitro Giua decide di non fischiare un rigore solare, scegliendo di non vedere l'azione al Var. Nel finale magia di Mancosu su punizione sulla quale stavolta Ospina non può niente e gol di Callejon al 90' perfettamente inutile. In generale il Napoli però fa troppo poco davanti ai 50mila spettatori di casa NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Lobotka (1' st Mertens), Demme, Zielinski; Politano (17' st Callejòn), Milik, Insigne (32' st Lozano). All. Gattuso LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Donati; Deiola (46' st Paz), Majer (23' st Petriccione),

Sampdoria-Napoli 2-4. Vittoria sofferta ma meritata per gli Azzurri al Marassi

Il Napoli va in vantaggio con Milik a inizio partita e raddoppia con Elmas a poco meno della metà del primo tempo. La Samp accorcia al 26' con una magia dell'ex Quagliarella. A inizio ripresa due gol annullati per parte, uno alla Samp per fallo di mano di Gabbiadini in occasione del gol di Ramirez, l'altro al Napoli per fuorigioco di Zielinski. Poi la Samp trova il pari proprio con Gabbadini su rigore (fallo di Manolas su Quagliarella). All'83' Napoli di nuovo in vantaggio con Demme, chiude i giochi il gol Mertens allo scadere dei minuti di recupero SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Thorsby, Tonelli, Colley, Augello; Ramirez (23' st Maroni), Linetty, Ekdal, Jankto (34' st Vieira); Quagliarella (30' st Bonazzoli), Gabbiadini. All.

Napoli-Inter 1-3. Gli Azzurri regalano la vittoria alla formazione di Conte grazie a errori macroscopici

Doppietta di Lukaku a cui risponde Milik nel finale di primo tempo. Nella ripresa l'Inter chiude i giochi con Lautaro Martinez, tutto solo davanti a Meret grazie a una papera di Manolas NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj (36' st Lozano), Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Allan, Fabian Ruiz (39' st Llorente), Zielinski; Callejon, Milik, Insigne. All. Gattuso. INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva, Gagliardini (11' st Barella), Brozovic, Vecino (28' st Sensi), Biraghi; L. Martinez, R. Lukaku (43' st Borja Valero). All. Conte. MARCATORI: 14' pt Lukaku (I), 33' pt Lukaku (I), 39' pt Milik (N), 17' st L. Martinez (I) ARBITRO: Doveri di Roma. Al San Paolo l'Inter batte il Napoli 3-1 nel posticipo della 18esima giornata del campionato di Serie A grazie

Napoli-Parma 1-2. Inizia male l’avventura di Gattuso sulla panchina degli Azzurri

Al San Paolo i ducali passano in vantaggio a inizio gara con Kulusevski. Il pari del Napoli con Milik al 64'. Poi a fine gara, a pochi secondi dalla fine del recupero, il gol vittoria del Parma in contropiede con l'ex Roma Gervinho NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly (5' Luperto), Manolas, Mario Rui; Fabian Ruiz, Allan (63' Mertens), Zielinski; Callejon, Milik, Insigne (79' Lozano). All. Gennaro Gattuso PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Brugma, Barilla' (66' Grassi); Kulusevski, Cornelius (17' Sprocati, 77' Pezzella), Gervinho. All. Roberto D'Aversa MARCATORI: 4' Kulusevski (P), 64' Milik (N), 90' + 3 Gervinho (P) ARBITRO: Marco Di Bello (Brindisi) Al San Paolo il Parma batte 2-1 il Napoli in uno degli anticipi della sedicesima giornata del

Napoli-Genk 4-0. Gli Azzurri si qualificano agli ottavi di Champions ma Ancelotti viene esonerato

Al San Paolo tripletta di Milik e poker di Mertens su rigore. Diverse le occasioni capitate sui piedi degli avversari, ma la formazione belga non è mai riuscita a centrare la porta. Al termine della gara il comunicato della SSC Napoli con il quale si comunica che Carlo Ancelotti viene esonerato. Decisione forse presa per tentare di sanare i rapporti tra la società e alcuni giocatori. Al posto di Ancelotti arriverà Gennaro Gattuso NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Rui; Callejon (34' st Llorente), Allan, Ruiz, Zielinski (27' st Gaetano); Mertens, Milik (33' st Lozano). Allenatore: Ancelotti. GENK (3-4-3): Vandevoordt; Maehle, Dewaest, Lucumi, De Norre; (37' st Neto) Hrosovsky, Berge, Ito; Paintsil, Onuachu, Samatta (18' st Bongonda). Allenatore: Wolf. MARCATORI: 3' pt

Roma-Napoli 2-1. Continua la striscia di risultati negativi per gli Azzurri

All'Olimpico vantaggio della Roma con Zaniolo. Poi la squadra di Fonseca ha la possibilità di raddoppiare con Kolarov dal dischetto, Meret para. Nel secondo tempo ancora un calcio di rigore per la Roma, Veretout non sbaglia e fa 2-0. Al 72' il Napoli accorcia le distanze con Milik su assist di Lozano ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Spnazzola, Cetina, Smalling, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo (36' st Under), Pastore (44' st Santon), Kluivert (32' st Perotti); Dzeko. All: Paulo Fonseca NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon (13' st Lozano), Ruiz, Zielinski, Insigne (38' st Younes); Milik, Mertens (20' st Llorente). All: Davide Ancelotti MARCATORI: 19' pt Zaniolo (R), 10' st rig. Veretout (R), 27' st Milik (N) ARBITRO: Rocchi di Firenze Allo Stadio

Spal-Napoli 1-1. La formazione di Ancelotti senza idee né grinta non va oltre il pari

Al gol di Milik per il Napoli risponde Kurtic per la Spal. Gli Azzurri perdono l'occasione di recuperare due punti in classifica su Juve e Inter SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor (54' Cionek); Strefezza, Missiroli, Murgia, Kurtic (77' Valoti), Reca; Paloschi (61' Floccari), Petagna. All. Leonardo Semplici NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit (70' Callejon), Koulibaly, Luperto, Di Lorenzo; Zielinski, Allan, Elmas (54' Fabian Ruiz), Insigne; Milik, Mertens (72' Llorente). All. Carlo Ancelotti MARCATORI: 9' Milik (N), 16' Kurtic (S) ARBITRO: Federico La Penna Allo Stadio Paolo Mazza di Ferrara termina sul risultato di 1-1 la gara tra Spal e Napoli valida per la nona giornata del campionato di Serie A. Un gol per parte nel primo tempo, alla rete di Milik al 9' per il

Napoli-Verona 2-0. Gli Azzurri ritornano alla vittoria grazie a una doppietta di Milik

Al San Paolo nel secondo anticipo dell'ottava giornata di Serie A il Napoli batte l'Hellas Verona grazie a doppietta del centravanti polacco. Decisivo anche Meret nel primo tempo, con 3 parate di fila quando il risultato era ancora sullo 0-0 NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Manolas, Koulibaly, Di Lorenzo; Callejòn, Allan, Ruiz, Younes (20' st Zielinski); Milik (36' st Llorente), Insigne (32' st Mertens). All: Ancelotti VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Veloso, Amrabat (35' st Tutino), Lazovic; Pessina, Zaccagni (7' st Salcedo); Stepinski (15' st Di Carmine). All: Juric MARCATORI: 37' pt e 22' st Milik ARBITRO: Piccinini di Forlì Il Napoli torna alla vittoria dopo il pari col Genk in Champions e con il Torino in campionato, battendo al San Paolo 2-0 l'Hellas

Genk-Napoli 0-0. Gli Azzurri in terra belga non vanno oltre il pari

Così come con il Cagliari in campionato continua la “saga degli errori” sottoporta da parte dei giocatori del Napoli anche in Champions. La formazione di Ancelotti, apparsa senza idee, colleziona traverse e manca diverse occasioni per portare a casa i tre punti. Il Genk, mai domo, ha invece il merito di provare a rispondere colpo su colpo e dimostra, se mai ce ne fosse bisogno, che in Champions non esistono “squadrette”. Per il Napoli, che nonostante il pari è ancora al comando del girone E, la qualificazione ora si fa in salita GENK (4-3-3): Coucke; Maele, Lucumì, Cuesta, Uronen; Berge, Hagi (47' st Heynen), Hrsovvsky; Bongonda (44' st Paintsil), Samatta, Ito. All: Mazzù NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui

Juventus-Napoli. Alla seconda di campionato è già tempo della sfida delle sfide

Squadre in campo alle ore 20.45 allo Juventus Stadium. Migliorano le condizioni di Sarri che però non sarà in campo, così come l'infortunato Chiellini. Nel Napoli invece assente Milik Siamo solo alla seconda di campionato ma è già tempo della sfida delle sfide, il big match per eccellenza della Serie A. È tempo di Juventus-Napoli, una delle gare più sentite negli ultimi anni. Presto per parlare di sfida scudetto, ma la partita vedrà sicuramente in campo due delle squadre (insieme all'Inter, ndr) che lotteranno fino alla fine per il titolo. Juventus e Napoli si affrontano all'Allianz Stadium a partire dalle ore 20.45. In campo per la Juve non ci saranno né Sarri né Chiellini. L'allenatore ex Napoli è in miglioramento ma

Fiorentina-Napoli. Al Franchi il primo big match della Serie A 2019/20

Squadre in campo questa sera allo stadio Franchi di Firenze alle ore 20.45 Napoli, 24 agosto – Ritorna il campionato di Serie A e il Napoli sarà di scena allo stadio Franchi con la Fiorentina per il primo grande big match del campionato di Serie A 2019/20. Per gli Azzurri, che anche quest'anno incarnano il ruolo di anti-juve, è necessario partire bene. L'undici di Ancelotti, con il mister al secondo anno sulla panchina azzurra, ha tutte le carte per essere protagonista anche in questo campionato. Il mercato non ha stravolto la formazione del Napoli ma ha garantito degli innesti di qualità dove servivano e qualche altro calciatore, da qui al termine del calciomercato, sicuramente arriverà. Diverso il discorso per quanto riguarda

Chievo-Napoli 1-3. La formazione veneta finisce in B dopo 11 anni consecutivi nel massimo campionato

Al Bentegodi per il Napoli gol di Koulibaly (doppietta) e Milik. Il Chievo risponde nel finale con la rete di Cesar. La formazione di Ancelotti rinvia la festa scudetto della Juve CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Depaoli, Andreolli, Cesar, Barba; Hetemaj, Dioussé, Giaccherini; Vignato (22' st Leris); Stepinski (35' st Kiyine), Meggiorini (29' st Grubac). All: Mimmo Di Carlo NAPOLI (4-4-2): Ospina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam; Callejòn (36' st Verdi), Zielinski, Ruiz (28' st Younes), Insigne (22' st Allan); Mertens, Milik. All: Carlo Ancelotti MARCATORI: 15' pt Koulibaly (N), 19' st Milik (N), 36' st Koulibaly (N), 45' st Cesar (C) ARBITRO: La Penna di Roma Dopo le ultime uscite deludenti ci si aspettava un cambio passo dal Napoli e così è stato: 3-1 al Chievo con

Napoli-Udinese 4-2. Gara di sofferenza per gli Azzurri, che conquistano a fatica i tre punti

Al San Paolo per il Napoli gol di Younes, Callejon, Milik e Mertens. Nei friulani vanno a segno Lasagna e Fofana NAPOLI (4-4-2): Ospina (43'pt Meret); Malcuit (41'st Hysaj), Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Zielinski, Younes (11'st Verdi); Mertens, Milik. All: Ancelotti. UDINESE (3-5-2): Musso; Troost-Ekong; Mandragora, ter Avest (23'st De Maio); Stryger Larsen, Sandro (19'st Ingelsson), Fofana, De Paul, Zeegelar; Pussetto, Lasagna. All: Nicola. MARCATORI: 17'pt Younes (N), 26'pt Callejon (N), 30'pt Lasagna (U), 36'pt Fofana (U), 12'st Milik (N), 24'st Mertens (N). ARBITRO: Valeri di Roma Dopo il successo in campo europeo col Salisburgo, il Napoli torna alla vittoria in campionato rifilando un bel 4-2 all'Udinese, grazie ai gol di Younes, Callejon, Milik e Mertens. Non una partita semplice quella al San Paolo

Salisburgo-Napoli 3-1. Gli Azzurri passano ai quarti grazie al gol di Milik

Con il 3-0 dell'andata e il gol di Milik nel primo tempo, nonostante la sconfitta, il Napoli è ai quarti di Europa League SALISBURGO (4-4-2): Walke; Lainer, André Ramalho, Onguené, Ulmer; Mwepu (14' st Gulbrandsen), Samassekou, Wolk, Szoboszlai (29' st Leitgeb); Minamino (41' st Haland), Dabbur. All: Rose. NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Chiriches (33' st Malcuit), Luperto, Mario Rui; Zielinski (29' st Diawara), Allan, Fabian, Callejon; Milik, Mertens (43' st Younes). All: Ancelotti. MARCATORI: 14' pt Milik (N), 25' pt Dabbur (S), 20' st Gulbrandsen (S), 46' st Leitgeb (S) ARBITRO: Del Cerro Grande (Spagna). Il Salisburgo batte il Napoli 3-1 e va vicino all'impresa di ribaltare il risultato dell'andata e mandare fuori dall'Europa League la formazione di Ancelotti, così com'era riuscito a fare l'anno scorso