Al via i controlli dell’Esercito a Napoli e provincia

Da stamattina i soldati pattugliano strade per verificare assembramenti Napoli, 23 marzo - Sono scattati stamattina a Napoli e in provincia i controlli dell'esercito per il rispetto del decreto contro il coronavirus. Quattro le pattuglie composte da due o tre soldati ognuna impiegate sui diversi turni nell'arco della giornata. I militari dissuadono le persone dallo stare in strada e verificano l'eventuale presenza di assembramenti e gruppi di cittadini. Nel caso ci sia la necessità di verbalizzare comportamenti scorretti si mettono in contatto con la polizia di stato per l'intervento. A Napoli i controlli dell'esercito soni stati effettuati nel quartiere di Pianura, periferia a ovest di Napoli. Controlli anche nell'area nord e in particolare nel Comune di Marano, mentre un'altra pattuglia dell'esercito è

100 militari in arrivo in Campania per rispetto ordinanze

Andranno ad affiancare le Forze dell'Ordine nei controlli sul territorio Napoli, 19 marzo - Alcuni contingenti dell'Esercito sono in arrivo in Campania per affiancare le Forze dell'Ordine nei controlli sul territorio necessari per il rispetto dei divieti sanciti dalle ordinanze nazionali e regionali. Complessivamente saranno impegnate 100 unità per questa prima fase. Poi si procederà a una programmazione più organica. Lo ha comunicato questa mattina al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, secondo quanto riferito dalla Regione. Per definire nei dettagli l'organizzazione della missione, si riunisce oggi il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica con i prefetti della Campania interessati.

Accademia Aeronautica di Pozzuoli, inaugurato il nuovo anno accademico

Presenti alla cerimonia il Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Dott. Federico Cafiero De Raho, ed il Capo di Stato Maggiore dell’AM, generale di squadra aerea Alberto Rosso Pozzuoli, 24 novembre - Si è svolta venerdì mattina a Pozzuoli, presso l’Accademia Aeronautica, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’AM, generale di squadra aerea Alberto Rosso, la tradizionale cerimonia di Inaugurazione dell’Anno Accademico 2018/2019 degli Istituti di Formazione dell’Aeronautica Militare. La cerimonia, a cui hanno preso parte autorità civili e militari ed una nutrita rappresentanza di genitori e familiari dei giovani allievi, si è aperta con un intervento del Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare e della 3^ Regione Aerea, generale di squadra aerea Umberto Baldi. Premi e riconoscimenti. Durante la cerimonia sono state consegnate le aquile da

95° anniversario dell’Aeronautica Militare, cerimonia dell’alzabandiera a Grazzanise

Cerimonia presieduta dal Comandante il 9° Stormo, Colonnello pilota Pasquale Di Palma Grazzanise - Con la cerimonia dell'alzabandiera e della deposizione della corona di alloro è iniziata ieri mattina mattina sul piazzale bandiera dell’Aeroporto Militare “F. Baracca” di Grazzanise (CE), la celebrazione dell’anniversario della costituzione dell’Aeronautica Militare. La cerimonia è stata presieduta dal Comandante il 9° Stormo, Colonnello pilota Pasquale Di Palma che insieme al personale del reparto, congiuntamente a quello del 2nd Nato Signal Battalion, ha voluto condividere il solenne momento celebrativo. Il 9° Stormo con i suoi assetti di volo HH-212 svolge operazioni di supporto alle Operazioni Speciali nonché di ricerca e soccorso di personale sia in Italia che nell’ambito delle missioni internazionali, fornendo il supporto aereo alle forze di superficie e intervenendo, in

Quartiere Vasto, operazione “Strade sicure”: militari assaliti da un gruppo di migranti

Un video amatoriale condiviso su Facebook mostra tutto il degrado di un quartiere che sembra essere sempre più "terra di nessuno" Napoli, 8 agosto - Il video è stato condiviso nel gruppo Facebook "Comitato quartiere Vasto" ed è divenuto virale. A girarlo domenica sera un abitante di via Firenze, strada a ridosso della stazione centrale di Napoli. Il quartiere che registra un'alta percentuale di immigrati cinesi ed africani, anche irregolari, domenica scorsa è stato lo scenario di un assalto ai danni di una pattuglia di militari impegnati nell'operazione "Strade sicure". Il video mostra i militari impegnati in un'operazione di controllo del territorio che si avvicinano ad un immigrato, l'uomo è a terra sul marciapiede davanti ad un negozio, presumibilmente ubriaco. Ed è

Escalation di violenza a Forcella, la Municipalità chiede l’intervento dell’esercito

Dopo i fatti di sangue avvenuti nell'ultimo periodo nel centro di Napoli il presidente della IV Municipalità lancia una provocazione: il ritorno dei militari a presidiare le strade più a rischio di quella zona per combattere la camorra ed evitare che vittime innocenti restino tragicamente coinvolte nelle sparatorie tra clan rivali Napoli, 13 luglio - L'escalation di violenza che nell'ultimo periodo ha caratterizzato il centro storico di Napoli e in particolare i vicoli del quartiere di Forcella preoccupa e non poco Armando Coppola, presidente della IV Municipalità. Numerosi sono stati gli episodi di violenza con sparatorie e agguati che hanno portato al ferimento di minorenni e all'eliminazione di alcuni membri della malavita. La preoccupazione è che la criminalità organizzata stia cercando

Nuova minaccia Isis: “Uccideteli nelle loro terre, decapitateli nelle loro case, pugnalateli a morte”. Pubblicati sul web i nomi di 100 soldati americani da uccidere

Il Pentagono diffonde la notizia di una nuova minaccia terroristica per l'America: il gruppo denominato Islamic State Hacking Division ha pubblicato una lista di militari statunitensi da eliminare New York, 22 marzo -  Solo pochi giorni fa la sanguinosa strage al museo del Bardo, nel cuore di Tunisi, dove molti turisti hanno perso la vita, tra cui 4 italiani. L'attentato è stato poi rivendicato dall'autoproclamato Stato Islamico che continua a seminare terrore. E' di poche ore, infatti, la notizia, diffusa dal Pentagono, di una nuova inquietante minaccia al mondo occidentale. Questa volta nel mirino dei terroristi sono finiti i soldati americani. Sul web è stata pubblicata una lista di 100 nomi con foto e presunti indirizzi di militari statunitensi che avrebbero preso

Terra dei Fuochi, ridotti del 60% gli interventi dei vigili del fuoco rispetto al 2012

707 i siti censiti per lo smistamento dei rifiuti, 14900 le persone identificate 18 novembre -  Dai risultati dei pattugliamenti effettuati nei territori appartenenti alla tristemente famosa “Terra dei Fuochi”, emerge che “Nei primi 9 mesi dell'anno, rispetto all'anno di riferimento 2012, c'è stata una riduzione del 60% degli interventi dei vigili del fuoco per roghi di rifiuti nella provincia di Caserta, mentre nella provincia di Napoli la riduzione è del 40%”. 707 sono i siti per lo smistamento dei rifiuti, mentre sono state identificate circa 14.900 persone. Il commissario Donato Cafagna, ha sottolineato l’importanza della presenza dei militari per contrastare il fenomeno dei roghi tossici: “Sono senz’altro una risorsa aggiuntiva rispetto alla polizia giudiziaria. Il fenomeno di abbandono dei rifiuti su quel territorio

Tenta di uccidere la convivente a martellate davanti ai figli

L'uomo tenta la fuga, l'aggressione al culmine di una lite Napoli, 21 settembre - È accaduto a Giugliano (Napoli), Giuseppe Parola, 47 anni, incensurato, è stato arrestato dai militari del nucleo radiomobile insieme ai colleghi della locale stazione, per il tentato omicidio della convivente di 38 anni. L'uomo ha tentato la fuga dopo aver colpito alla testa la convivente con un martello mentre in casa erano presenti i due figli minori della coppia, una ragazzina di 15 anni ed un bambino di 6. Un'aggressione al culmine di una lite per futili motivi. La vittima è stata soccorsa dal 118 e trasportata all'ospedale di Giugliano, dove i sanitari le hanno riscontrato un trauma cranico. La donna è ora in prognosi riservata, mentre i due

Terra dei fuochi: non servono altri militari, troppi limiti operativi

Associazione Terra Fuochi: "invio altri militari inutile, meglio sentinelle" 24 agosto - Adnkronos - "La nuova promessa dell'invio di altri militari in aggiunta ai 100 già presenti e previsti dal decreto, per noi, non rispecchia quanto finora già discusso e richiesto in tutte le sedi istituzionali". Lo afferma Angelo Ferrillo, presidente Associazione "La terra dei fuochi". "Siamo di fronte all'ennesima contraddizione - aggiunge - Da un lato si implementano misure straordinarie di controllo del territorio (invio di altri militari), mentre dall'altro le forze ordinarie di polizia permangono sotto organico e vincolate alle limitazioni della "Spending Review". In aggiunta, se le modalità operative restano invariate, l'impiego di altri militari con le medesime regole d'ingaggio non porterà ai risultati sperati poiché, che siano 100 o