Caserta, picchia la moglie durante cure oncologiche

Nel mirino dell'uomo anche un figlio minore Un uomo di 38 anni è stato arrestato dalla Squadra mobile di Caserta per i reati di maltrattamenti in famiglia, stalking e lesioni, continuati ed aggravati. Il 38enne è accusato, nell'ambito dell'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, di aver picchiato la moglie per oltre dieci anni, in particolare dall'inizio del matrimonio, e di averlo fatto anche quando quest'ultima era ricoverata perché malata di tumore. In una circostanza avrebbe staccato i drenaggi cui la donna era attaccata per le terapie oncologiche. Le violenze, che hanno coinvolto anche uno dei figli minori della coppia, sono aumentate quando la donna ha deciso di separarsi trovando il coraggio di denunciare il marito violento. Sono

Alunni maltrattati, accusati quattro insegnanti

Gli episodi di violenza in un istituto di Solofra Avellino, 5 giugno - Quattro insegnanti di età compresa tra i 46 ed i 66 anni e residenti nelle province di Avellino e Salerno sono stati accusati di ripetuti maltrattamenti nei confronti di minori. Per uno di loro, l'accusa è anche di violenza sessuale. I Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino sono impegnati ad eseguire nei loro confronti misure coercitive emesse dal gip del Tribunale di Avellino su richiesta della locale Procura della Repubblica. I reati, secondo l’ipotesi accusatoria, sarebbero stati commessi nei confronti dei loro alunni di un istituto di Solofra.

Proteggere i bambini dalla violenza assistita: la presentazione del libro a Napoli

La presentazione dei volumi "Proteggere i bambini dalla violenza assistita" rientra nel calendario eventi letterari organizzato dall'Ordine degli Psicologi della Campania e denominato "Letture in Ordine" Giovedì 15 novembre alle ore 18:30, presso la sede dell'Ordine degli Psicologi della Campania in Piazzetta Matilde Serao 7 a Napoli, si terrà la presentazione dei volumi 1 e 2 di "Proteggere i bambini dalla violenza assistita", di Gloria Soavi, Psicologa Psicoterapeuta Presidente CISMAI (Coordinamento Italiano dei Servizi  contro  il Maltrattamento e l'Abuso all'infanzia) ed Elena Buccoliero, Sociologa e Giudice onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna. Edito da FrancoAngeli, il testo approfondisce le diverse fasi della protezione dei minori grazie al contributo di assistenti sociali, psicologi, magistrati e avvocati che hanno maturato una ricca esperienza in questo settore e che esprimono

Violentata dal padre a 12 anni, aveva tentato il suicidio

Ragazza lo ha denunciato dopo essere finita in ospedale Caserta - Ha abusato della figlia minore, che ha poi tentato il suicidio ingerendo dei farmaci. Una vicenda drammatica, avvenuta a San Potito Sannitico (Caserta), che ha portato agli arresti domiciliari il presunto pedofilo, un uomo di 48 anni. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di S. Maria Capua Vetere, sono state realizzate dai carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, che hanno notificato l'ordinanza. L'uomo risulta già sotto processo per maltrattamenti in famiglia, in quanto accusato di aver sistematicamente picchiato, offeso e umiliato la moglie e le due figlie; per questo motivo, da qualche anno il 48enne non vive più con le familiari. Quello che fino ad oggi non si sapeva, era

Pedofilia in rete, ricattate 26 ragazze

21enne ricattava le sue vittime dopo aver ricevuto filmati e foto hard Napoli, 13 settembre - Si faceva mandare foto intime di minorenni con le quali aveva avviato una relazione via chat. Poi le ricattava: avrebbe diffuso quanto in suo possesso se non gli avessero consegnato altre immagini o filmati. In qualche caso con la minaccia di inviare filmati riconducibili al terrorismo islamico per suscitare timore nelle minorenni. Un 21enne, residente a Prignano sulla Secchia (Modena) è stato arrestato dai Carabinieri di Ischia in collaborazione con quelli di Sassuolo. Decisiva la denuncia del padre di una vittima. Sono 26 i casi di pedofilia in rete accertati dai Carabinieri nell'indagine. L'uomo è indagato per i reati di produzione di materiale pedopornografico e divulgazione di

Abusa della nipotina e altra bimba, fermato 70enne

In carcere anche la figlia dell'uomo, madre di una delle vittime Salerno, 16 agosto - Un uomo di 70 anni è stato arrestato per aver abusato della nipotina e di un'altra bimba che gli veniva affidata dai genitori. In carcere è finita anche la figlia dell'anziano, madre di una delle due vittime, che secondo gli inquirenti sarebbe stata al corrente delle violenze ma non avrebbe fatto nulla per impedire che avvenissero. La vicenda avvenuta nell'Agro Nocerino Sarnese, in provincia di Salerno. I carabinieri della sezione di polizia giudiziaria, a seguito delle indagini delegate dal pm Gaetana Amoruso, hanno tratto in arresto padre e figlia, residenti a Nocera Superiore e Roccapiemonte. L'uomo è accusato di violenza sessuale continuata ai danni delle due minorenni. Gli

Estate a Napoli, coinvolti quasi cinquemila minori nelle attività promosse dal Comune

Bilancio delle attività promosse dall'Assessorato al Welfare Napoli, 30 luglio - “Sono quasi cinquemila, precisamente 4.719 i minori coinvolti nelle attività estive promosse per quest'estate dall'Assessorato al Welfare” questa la dichiarazione dell'Assessore Roberta Gaeta che, a fine luglio, trae un primo bilancio delle attività estive. “L'offerta è stata varia e differenziata e ha coinvolto differenti fasce d'età, dai sei ai diciotto anni, anche disabili, coinvolgendo prevalentemente ragazzi segnalati dai servizi sociali o appartenenti a fasce più fragili della popolazione. Vogliamo che ogni cittadino possa avere risposta ai suoi bisogni e che le famiglie abbiano tutto il supporto necessario, malgrado i pochi mezzi a disposizione. Questo è solo un primo risultato – spiega l'Assessore - ma continueremo a programmare le nostre attività in

Vigilante ucciso da tre minorenni, convalidati i fermi

Convalidato il fermo dei tre accusati dell'omicidio della guardia giurata Francesco Della Corte Napoli - E' stato convalidato dal gip del Tribunale per i minori di Napoli il fermo dei tre accusati dell'omicidio della guardia giurata Francesco Della Corte, ed ha emesso nei loro confronti un'ordinanza di custodia in carcere. I reati dei quali sono stati accusati i tre minori sono omicidio volontario e tentata rapina. I tre indagati hanno risposto alle domande del giudice durante l'interrogatorio svoltosi stamattina. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, a partecipare all'aggressione ai danni della guardia giurata, sarebbero stati in due, mentre un terzo si teneva defilato a poca distanza.

Aggressione ad Arturo, arrestato 17enne con l’accusa di tentato omicidio

Si cercano altri giovani che hanno partecipato aggressione Napoli, 6 marzo - Per l'aggressione ad Arturo, il ragazzo di 17 anni accoltellato lo scorso 18 dicembre, in via Foria, a Napoli, la polizia di Napoli ha arrestato un ragazzo non ancora diciassettenne con l'accusa di tentato omicidio. Il provvedimento è stato emesso dal gip del tribunale dei minorenni su richiesta della Procura della Repubblica. Per la stessa vicenda il 24 dicembre è già stato fermato un 15enne. Altri ragazzi, che avrebbero preso parte all'aggressione sferrando alcune coltellate, ferendo gravemente Arturo, sono ancora in corso di identificazione da parte degli agenti della polizia. Le indagini sono state avviate dalla Squadra Mobile della questura di Napoli, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei

Prevenire il disagio minorile, parte il progetto “PrEmo”

La presentazione del progetto presso l’Istituto Statale “Righi” Napoli, 6 febbraio - Rendere la dimensione emotiva parte integrante della formazione scolastica. E’ l’obiettivo del progetto “L’intelligenza emotiva a scuola ‘Progetto PrEmo’ ”, che presentato oggi presso l’Istituto Statale “Righi”(Viale J. F. Kennedy 112, Napoli), con la partecipazione delle autorità comunali, dell’USR Campania e dell’UNINT. Il progetto, finalizzato alla prevenzione del disagio minorile, ha l’obiettivo di guidare giovani studenti lungo il percorso che li porterà a conoscere e gestire il loro mondo emozionale. E’ promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, in collaborazione con l’Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli di Napoli e l’Università degli Studi Internazionali di Roma, ed è rivolto ad un totale di 100 scuole, 50 scuole secondarie di primo grado e

Polo Territoriale per le Famiglie, alla I Municipalità si discute di sostegno della genitorialità

Assessore Gaeta: "Il contrasto alla violenza minorile parte dalle famiglie" Si terrà domani, alla presenza dell'assessore al Welfare Roberta Gaeta, l'incontro a sostegno della genitorialità presso il Polo Territoriale per le Famiglie della I Municipalità, sito in vico S. Maria Apparente n.12. “L'educazione e la cura per se e per gli altri – spiega l'assessore Gaeta - inizia dalla famiglia: nell'ambito del più ampio progetto di valorizzazione della famiglia in quanto risorsa per il benessere personale e sociale, la Città di Napoli si è arricchita da più di un anno con dieci Poli Territoriali per le Famiglie, uno in ogni Municipalità. E' una rete territoriale stabile e integrata pensata per accogliere i bisogni, sempre più complessi, dei nuclei familiari. Sono luoghi in

Il 65% dei figli assiste alla violenza sulle donne: uno su due sarà vittima o autore di abusi

Appello degli esperti per introdurre il reato di violenza assistita durante il corso di formazione per giornalisti "Stop alla violenza di genere. Formare per fermare" Roma, 13 gennaio – La violenza sulle donne non distrugge solo la vita di chi subisce in prima persona botte, maltrattamenti psicologici, soprusi sessuali. Innesca infatti una spirale di odio che non risparmia i figli, che nel 65% dei casi sono testimoni degli episodi di abuso ai danni della madre e per questo pagano conseguenze che si fanno sentire per tutta la vita. Aumenta infatti molto il rischio di diventare essi stessi autori di reati di violenza o vittime di maltrattamenti. È quanto è emerso durante il corso di formazione per giornalisti "Stop alla violenza di genere. Formare

Gala Solidale “Ancora insieme per accendere una Stella” ottava  edizione, per i minori disagiati di Napoli  

L'appuntamento è per lunedì 27 novembre, alle ore 20.30 presso il teatro Cilea Gala Solidale "Ancora insieme per accendere una Stella", ottava  edizione, dell'associazione Accendiamo una Stella for you, si svolgerà lunedì 27 novembre, alle ore 20.30 presso il teatro Cilea di Napoli. L'evento gode del patrocinio morale del Comune di Napoli e della X Municipalità Bagnoli - Fuorigrotta. Presenta la serata Diego Sanchez. Saranno proiettate le immagini della progettualità solidale denominata “Tutti insieme con lo Sport“ determinata nel corso dell’anno, che consiste nell’attribuzione di borse di studio di sport a minori disagiati e giornate solidali di sport, con particolare attenzione ai minori ospiti della casa famiglia “Piccoli Soli“. Straordinariamente la serata oltre che essere solidale è dedicata al principe della risata Antonio

Ius soli, Gentiloni: “Atto di civiltà”. Di Maio: “Tema riguarda tutta l’Europa”

Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, si è espresso a favore del provvedimento in discussione al Senato nel corso di un'iniziativa organizzata dal quotidiano La Repubblica. Mentre la Lega Nord annuncia l'intenzione di raccogliere firme per il referendum se il ddl dovesse essere approvato, il M5s con Luigi Di Maio ribadisce che il tema va affrontato a livello europeo “È arrivato il tempo di poter considerare a tutti gli effetti i bambini nati qui come cittadini italiani. Glielo dobbiamo, è un atto doveroso e di civiltà. Mi auguro che il Parlamento lo faccia presto nelle prossime settimane”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, durante una manifestazione organizzata a Bologna dal quotidiano La Repubblica. Secondo Gentiloni, il riconoscimento dello ius