“Maradonapoli” al MANN, calcio e memoria

Docufilm dedicato agli studenti il finissage della mostra “Napoli nel Mito” Con una proiezione del docufilm “Maradonapoli”, finissage speciale per la mostra “Napoli nel Mito” che si è chiusa ufficialmente ieri al Museo Archeologico Nazionale di Napoli: oggi al MANN sono state invitate due classi liceali, la 3A del Liceo Caccioppoli e la 4A del Liceo Cuoco di Napoli. Nell'ambito del loro percorso di alternanza scuola-lavoro "Comunicare il Cinema", gli studenti hanno assistito  alla proiezione del film “Maradonapoli”, diretto da Alessio Maria Federici, e incontrato gli sceneggiatori Antonio Di Bonito, Jvan Sica e Roberto Volpe, e alcuni protagonisti del docufilm. “Siamo convinti che la Mostra Napoli nel mito sia stata il risultato di una grande ricerca nel mondo dell'identità di Napoli - ha detto il direttore del MANN Paolo Giulierini incontrando gli studenti - Questa ricerca va trasmessa in primo luogo alle

Malazè, a settembre la XII edizione: quattro itinerari per oltre settanta eventi

Appuntamento con il Gusto, Mito e Storie, Archeologia e Natura tra Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli Pozzuoli, 30 giugno - È stata presentata la XII edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico del territorio flegreo che si terrà dal 2 al 19 settembre prossimi a Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Procida e Napoli. Sabato scorso si è tenuto il tradizionale evento di presentazione: il “Nun vac ‘e Press Tour” che ha avuto come scenario Bacoli. Decine di giornalisti e food blogger hanno avuto modo di visitare alcune delle attrattive archeologiche e naturali più importanti della cittadina flegrea. Tra queste la Piscina Mirabilis e il lago Miseno. Non sono mancati i momenti di assaggio dei prodotti locali. “Quello che è

Il Mito di Teseo e il Minotauro con la partecipazione di Luigi Necco

Complesso museale di San Domenico Maggiore, domenica 5 marzo, 11.30 Napoli, 3 marzo - Proseguono le iniziative culturali realizzate presso il complesso di San Domenico Maggiore ad opera dell’Associazione del Museo del Vero e del Falso nell’ambito della mostra didattica “Con i giochi nun s’pazzea” concepita per sensibilizzare la comunità sui pericoli della contraffazione. Realizzata in continuità con la mostra “Storie di giocattoli. Dal settecento a Barbie” la mostra è arricchita ogni fine settimana dal ciclo di letture “Miti, favole ed altre storie” ideato dall’Associazione italo ellenica “La Stella di Rodi” in collaborazione con l’“Associazione Museo del Vero e del Falso”. L’appuntamento di domenica prossima 5 marzo ore 11 sarà dedicato al mito di “Teseo e il Minotauro” che sarà letto in italiano, inglese e greco moderno dagli

“Miti e favole e altre storie…” al Complesso museale di San Domenico Maggiore

Racconti senza tempo e senza confini. Ciclo di letture promosso dall’Associazione Museo del Vero e del Falso in collaborazione con l’Associazione La Stella di Rodi Napoli, 28 gennaio - Proseguono le iniziative culturali realizzate presso il complesso di San Domenico Maggiore a opera dell’Associazione del Museo del Vero e del Falso. La mostra “Storie di giocattoli. Dal Settecento a Barbie” realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli in cui è presente la mostra didattica “Con i giocattoli nun s’pazzea” realizzata per attenzionare la comunità ai pericoli della contraffazione, verrà ulteriormente arricchita e animata da un ciclo di letture “Miti, favole e altre storie” format ideato e realizzato  dall’Associazione italo ellenica La Stella di Rodi, partner tecnico dell’Associazione Museo del Vero e del Falso. Si inizia oggi,

Parthenope, l’amore ai tempi dei naufragi al Teatro Bolivar

Si parla di Napoli e delle sue origini. Da sabato 7 a domenica 8 gennaio in anteprima nazionale Napoli, 3 gennaio - In anteprima nazionale al Teatro Bolivar, per la stagione teatrale 2016/17 di innovazione teatrale NuoveVele, da sabato 7 a domenica 8 gennaio 2017, debutta la commedia aerea scritta e diretta da Federica Altamura e Biagio Musella. Uno spettacolo esilarante adatto a tutta la famiglia tra mito, danza aerea e sirene, con Federica Altamura, Arianna Dell'Orfano, Federica Natangelo e Viola Russo. Ispirato al mito di Parthenope – sirena dalle cui spoglie si dice sia nata la città di Napoli – lo spettacolo racconta i destini di due figure apparentemente diverse, ma tragicamente simili. L’una, Penelope, moglie fedele, il cui amore

Da Pozzuoli a Monte di Procida, il mito e le storie dei Campi Flegrei da Agrippina a Carlo di Borbone. Ecco il programma degli eventi

Racconti in riva ai laghi, nel centro di Pozzuoli, tra i sentieri di Monte di Procida e nelle necropoli  con Malazè dal 4 al 18 settembre Il mito e le storie raccontati in riva ai laghi, al mare e nei più misteriosi luoghi dei Campi Flegrei. Dal 4 al 18 settembre inizia il lungo mese di settembre dedicato alla XI edizione di Malazè, l’evento enoarcheogastronomico che vede coinvolte associazioni e aziende locali per far conoscere l’immenso patrimonio naturale e storico dell’area nord di Napoli. Di seguito il programma degli eventi della sezione "Storie e miti". Primo appuntamento la sera di domenica 4 settembre con “Stelle e Miti intorno al fuoco” al lago d’Averno a Pozzuoli a cura di GeaVerde Escursioni.  Lunedì 5

Artù dorme fuori, un viaggio surreale alla scoperta di se stessi e dei simboli del mito

Al Nuovo Teatro Sanità, uno spettacolo scritto e diretto da Daniele Marino Dal 29 aprile al 1 maggio la Compagnia Rena Libre presenta, sul palco del Nuovo Teatro Sanità, la sua ultima produzione: Artù dorme fuori. Lo spettacolo, scritto e diretto da Daniele Marino, è tra i vincitori del bando Avviso Pubblico, rivolto alle giovani compagnie under 35, promosso dal collettivo di piazzetta San Vincenzo. In scena, oltre allo stesso Marino, Antonio Agerola, Francesca Bergamo, Cinzia Cordella, Riccardo Sergio e Carlo Verre vestono i panni dei personaggi che ruotano attorno al giovane monarca inglese, Re Artù. Lo spettacolo indaga la leggendaria figura del re, allontanandosi, però, dal quotidiano, per concentrarsi, invece, sull’aspetto mitico della storia. La drammaturgia intinge la penna nel fantastico

Miti e riti campani nell’arte filtrati dagli occhi di due artisti svizzeri, al Pan di Napoli

Il fascino, il mistero dei Riti e dei Miti Campani filtrati dagli occhi di Barbla e Peter Fraefel, artisti svizzeri di fama internazionale Sarà il Pan di Napoli, dal 3 settembre all’11 ottobre 2015, ad ospitare la grande mostra (l’allestimento si estende su tutto il secondo piano del Palazzo delle Arti) “Miti e Riti Campani nell’arte di Barbla e Peter Fraefel”. Uno dei punti di forza di questa esposizione è il suo essere adatta e fruibile ad un pubblico di “bambini dai 3 a 95 anni” perché mentre il bambino va a scoprire gli spazi chiari-oscuri nel labirinto o nell’acqua, il genitore osserva le immagini sacre-profane, il letterato studia i testi, l’amante dell'arte il modo di raffigurare le montagne sacre, la monaca