Movida a Napoli: per evitare controlli investono agente al posto di blocco

E' accaduto a piazza Bellini, il poliziotto è stato ricoverato in ospedale Napoli, 16 ottobre - Per evitare il controllo ad un posto di blocco investono un poliziotto. Protagonisti un ragazzo e una ragazza a bordo di uno scooter che, per non essere fermati, hanno travolto l'agente - in servizio all'Upg della questura di Napoli - e poi sono riusciti a dileguarsi. E' accaduto la scorsa notte, intorno alle 3, in piazza Bellini. Il poliziotto, subito soccorso dai colleghi, è stato ricoverato in ospedale con prognosi di dieci giorni. Sono in corso le ricerche per individuare i due investitori. L'incidente si è verificato nel corso del servizio di controllo della movida.

Movida, nella zona dei “baretti” a Chiaia sanzioni a 6 esercizi commerciali e 27 parcheggiatori abusivi

Elevate sanzioni per 29mila euro. Controlli per occupazione di suolo pubblico e musica senza autorizzazione nel centro di Napoli Napoli, 22 febbraio - Agenti della Unità Operativa Chiaia, coordinati dal Capitano Gaetano Frattini, sono stati impegnati, nello scorso week-end, nella zona denominata dei “Baretti” dove hanno verbalizzato 6 esercizi commerciali che, abusivamente, occupavano con tavolini e sedie il suolo pubblico ai sensi dell’art. 20 C.d.S. Per alcuni di loro sarà fatta anche la comunicazione ai sensi della Legge n. 77 del 1997, poiché dall’inizio dell’anno sono stati già verbalizzati più volte, quindi scatta la sospensione dell’attività. Sono stati verbalizzati 2 esercizi commerciali ai sensi della Legge 447/95 per la diffusione di musica senza autorizzazione o senza rispettare le prescrizioni previste dall’autorizzazione, nello

Movida a Bagnoli: i comitati dei cittadini incontrano l’assessore all’urbanistica Carmine Piscopo

I comitati civici, alcuni residenti del quartiere Bagnoli e l'assessore all'urbanistica Carmine Piscopo si sono incontrati per trovare una soluzione al fenomeno del disturbo della quiete pubblica determinato dai numerosi locali e discoteche presenti in zona. Impegno da parte del comune di Napoli di costituire un tavolo di confronto con le autorità competenti Napoli, 26 maggio - Nella mattinata di ieri, presso la sede della X Municipalità Fuorigrotta-Bagnoli di via Acate, si è svolto l'incontro, annunciato nei giorni scorsi, tra l'assessore all'urbanistica Carmine Piscopo e i comitati dei cittadini. Sul tavolo della discussione la delicata questione del rispetto della quiete pubblica messa a rischio dalla movida, ormai fuori controllo, che si è sviluppata intorno ai tanti locali che sorgono nella zona

Movida a Bagnoli, un quartiere in rivolta: occupata la sede della Municipalità

Stanchi del caos notturno incontrollato che non fa chiudere occhio, alcuni abitanti di Bagnoli hanno occupato la sede del parlamentino della X Municipalità chiedendo l'intervento del sindaco di Napoli. Lunedì l'incontro con l'assessore alle Politiche urbane Carmine Piscopo per discutere della questione Napoli, 23 maggio - L'Estate ormai è alle porte e con essa i numerosi eventi che accompagnano l'arrivo della "bella stagione" ma per gli abitanti di Bagnoli, quartiere di Napoli sito nella splendida zona dei Campi Flegrei, come ogni anno significa l'inizio di un incubo. Sotto accusa la movida notturna che si è sviluppata attorno ai tanti locali e discoteche all'aperto che si concentrano nella zona e che attirano una moltitudine di giovani, con musica ad alto volume fino alle

Stop alla “movida fuorilegge” nel centro storico di Napoli

Situazione incontrollabile quella a piazza Bellini, soprattutto durante la notte: frastuono assordante fino all'alba, vendita di alcolici ai minori, risse continue e spaccio di sostanze stupefacenti. I cittadini della zona, esasperati dalle troppe notti insonni ricorrono ad esposti e petizioni e chiedono di limitare il rilascio delle licenze per bar e locali Napoli, 8 maggio - “La zona è diventata invivibile a causa della eccessiva presenza, assolutamente incontrollata, di migliaia di persone" questa è solo una parte del lungo ed articolato esposto presentato alla Procura e consegnato anche al Prefetto e al Questore da parte dei cittadini residenti nel centro storico di Napoli esasperati da una situazione arrivata al limite del sopportabile e che sta sfuggendo di mano sempre più alle autorità

Sabato di violenza nel centro antico di Napoli, lite tra ragazzi finisce a coltellate

Due gravi episodi di violenza nel centro della città. Tre ragazzi sono stati aggrediti e feriti in due diverse circostanze. Alla base dei litigi ci sarebbero futili motivi Napoli, 3 maggio - Si macchia di violenza la movida napoletana del sabato sera. Infatti nella notte tre giovani sono stati aggrediti e feriti, in due diverse circostanze, nel centro storico di Napoli. Due gravi episodi che vedono, ancora una volta, protagonisti i giovanissimi. Una lite tra ragazzi è addirittura finita a coltellate e poteva avere un tragico epilogo. Piazza Bellini, punto di ritrovo del sabato sera per moltissimi napoletani, è stata lo scenario del primo episodio di violenza. Qui un ragazzo di 19 anni è stato colpito da uno sconosciuto con un pugno

Sequestri e denunce in vista del Capodanno nelle strade della movida partenopea

Napoli, 30 dicembre - Si avvicina la notte di San Silvestro e con essa si intensificano i controlli in città, particolarmente nelle zone della movida napoletana: via Chaia, zona Baretti, Toledo, dove i parcheggiatori abusivi la fanno da padroni e i ragazzetti ancora sbarbati circolano disinvolti in sella ai loro scooter nuovi di zecca o al volante di scattanti Smart e Fiat 500. La situazione, che da anni esaspera i residenti, si acuisce durante le feste, periodo in cui il giro di vite notturno raggiunge il picco. Di ieri appena il bollettino dei Carabinieri che, durante dei controlli avvenuti tra Chiaia e Toledo, hanno sequestrato trentanove scooter per circolazione senza casco e quarantanove veicoli per circolazione senza assicurazione, cui si aggiungono

Piazza Vanvitelli e la movida vomerese, dove la periferia incontra il centro della città

Piazza Vanvitelli è una delle tante piazze di Napoli realizzate successivamente al disastroso colera del 1884 che ha dato avvio ad un nuovo disegno urbanistico della città, con lo sventramento dei vicoli del quartiere Pendino e la costruzione del Corso Umberto (Rettifilo) e di nuove piazze e strade verso il quartiere collinare del Vomero, tra cui Piazza Vanvitelli. Piazza Vanvitelli è caratterizzata da un impianto ottagonale in cui s’incrociano altre due importanti strade cittadine: Via Bernini e Via Scarlatti. Siamo nel cuore del quartiere Vomero, probabilmente nell'area architettonicamente più pregevole del quartiere che si snoda tra strade pedonali,  negozi di firma, splendidi palazzi neorinascimentali nell'ambiente borghese del capoluogo partenopeo. Piazza Vanvitelli è un luogo fortemente dinamico sia di giorno che di notte

Movida a Bagnoli e ansia per gli abitanti del quartiere. L’estate vissuta come dramma da chi non è libero in casa propria di godersela appieno.

Gentile Redazione, volevo commentare quanto accade nel quartiere di Bagnoli, puntualmente, ad ogni estate. Eh si è estate e con l’estate arriva l’ansia per molti degli abitanti di Bagnoli. Sindrome da “movida”. Sorvoliamo di commentare il fenomeno godereccio dei fuochi d’artificio nel quartiere tutte le notti verso l’una, quando c’è il sonno in fase REM, quello profondo, che viene interrotto improvvisamente e sistematicamente. Ma il dramma è che il sonno, quello essenziale, quello che se non lo assecondi alla lunga ti rimbambisce, non lo riacchiappi più. Ci pensa il “TUNF! TUNF! TUNF!” del ritmo serrato e persistente, spesso fino alle quattro del mattino, di musica “dance” sparata a centomila decibel dalla collina al mare nella conca bagnolese. Mentre l’esercito dei teneri virgulti si diverte, l’altro esercito, quello che “’a zupp’e

Movida a Bagnoli senza controllo, i cittadini attendono un concreto intervento dell’amministrazione cittadina.

“Questo week-end vuoi divertirti? Vieni da noi a Coroglio dove balleremo sfrenati come sempre fino all’alba, con Dj XY e la sua musica.” Ecco il tipico annuncio di richiamo alla Movida che gira via Internet attraverso i social network come Facebook o mediante l’apposizione dei volantini sui pali di illuminazione pubblica lungo tutto il tratto del lungomare di Bagnoli. Nulla da eccepire se non fosse per ciò che genera questo tipo di divertimento a coloro che abitano in quella zona del lungomare che va da Pozzuoli a Coroglio. Gli abitanti della zona subiscono da anni le conseguenze di una movida sregolata e violenta dove parcheggiatori abusivi, musica alta, traffico e risse sono all’ordine della.. notte., senza contare la sporcizia e le miriadi di