Coronavirus, salta la sfida tra Napoli e Barcellona. La Uefa impone il rinvio di tutte le gare delle competizioni europee

Il match con i blaugrana in programma per il 18 marzo è rinviato a data da destinarsi, così come le altre di ritorno degli ottavi di finale di Champions, nonché le gare di Europa league e Youth League (competizione delle formazioni giovanili) Barcellona-Napoli, gara valida per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League in programma il 18 marzo, non si giocherà: il match è stato rinviato a data da destinarsi per l'emergenza sanitaria legata al Coronavirus (Covid-19). La Uefa ha infatti disposto lo stop a tutte le competizioni internazionali di Club e quindi oltre alle gare di ritorno degli ottavi di finale di Champions, non verranno disputate le gare di Europa League e quelle di Youth League (competizione dedicata

Coppa Italia, a causa dell’allarme coronavirus rinviata la gara tra Napoli e Inter

La semifinale di ritorno si sarebbe dovuta giocare domani sera al San Paolo. La partita è rinviata a data da destinarsi a causa dell'allarme coronavirus La semifinale di ritorno di Coppa Italia tra Napoli e Inter prevista allo Stadio San Paolo per giovedì ore 20.45 è rinviata a data da destinarsi. È quanto comunicato dalla Lega Serie A dopo l'ordinanza del Prefetto di Napoli Marco Valentini. Decisione prevedibile, ma non scontata, dopo il rinvio dell'altra semifinale tra Juventus e Milan voluto dal Prefetto di Torino. “Il Presidente della Lega Serie A, preso atto dell'ordinanza del Prefetto di Napoli del 4 marzo 2020 n. 0069870 che dispone il differimento a data successiva della gara semifinale di ritorno di Coppa Italia Napoli-Inter in programma

Napoli-Torino 2-1. Al San Paolo decidono i gol di Manolas e Di Lorenzo

Tutto facile per la formazione di Gattuso tra le mura amiche. Peccato solo per il gol di Edera nei minuti finali, che ha permesso al Toro di accorciare e ha mandato su tutte le furie l'allenatore del Napoli NAPOLI (4-1-4-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj; Fabian, Lobotka (35' st Allan), Zielinski; Politano (39' st Elmas), Milik (29' st Mertens), Insigne. Allenatore: Gattuso TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Baselli (21' st Meite), Rincon (38' st Verdi), Lukic, Ansaldi; Belotti, Zaza (38' st Edera). Allenatore: Longo MARCATORI: 19' pt Manolas (N), 37' st Di Lorenzo (N), 46' st Edera (T). ARBITRO: Mariani di Aprilia Al San Paolo il Napoli batte 2-1 il Torino nell'anticipo della 26esima giornata del campionato di Serie A. Partita

Il Napoli ospita il Torino al San Paolo per la 26esima giornata del campionato di Serie A

Dopo l'ottima prova in Champions con il Barcellona per gli Azzurri è tempo della sfida ai granata di mister Longo. Squadre in campo questa sera alle ore 20.45 Napoli e Torino si affrontano questa sera al San Paolo in uno degli anticipi della 26esima giornata del campionato di Serie A. Match importante per tutte e due le formazioni, che stanno vivendo un momento diametralmente opposto. Il Napoli infatti sembra stia uscendo dalla crisi e nelle ultime gare ha collezionato ottimi risultati sia in campionato che nelle altre competizioni (Coppa Italia e Champions). Il Torino invece è una squadra in piena crisi, i granata non sembrano più in grado di vincere e l'ultimo successo risale all'11 gennaio (in pratica 5 sconfitte consecutive

Napoli-Barcellona 1-1. Al gol di Mertens risponde Griezmann

Termina in parità la gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League tra Napoli e Barcellona al San Paolo. L'ex Juve Arturo Vidal espulso nel finale salterà il ritorno, così come il diffidato Busquets NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Ruiz, Demme (34' st Allan), Zielinski; Callejòn (29' st Politano), Mertens (9' st Milik), Insigne. Allenatore: Gattuso BARCELLONA (4-3-1-2): Ter Stegen; Semedo, Piqué (48' st Lenglet), Umtiti, Junior Firpo; De Jong, Busquets, Rakitic (11' st Arthur); Vidal; Griezmann (43' st Ansu Fati), Messi. Allenatore: Setièn MARCATORI: 30' pt Mertens (N), 12' st Griezmann (B) ARBITRO: Brych (Ger) Al San Paolo la gara d'andata degli ottavi di finale tra Napoli e Barcellona termina 1-1. Al gol di Mertens al 30' del primo

Champions League, il Napoli affronta i mostri del Barcellona al San Paolo

Squadre in campo questa sera alle ore 21 per l'andata degli ottavi di finale di Champions League Napoli, 25 febbraio – Sale l'attesa, il giorno di Napoli-Barcellona è finalmente arrivato: questa sera infatti le due formazioni saranno in campo per l'andata degli ottavi di finale di Champions League. È la sfida tra due squadre forti, da una parte il Napoli chiamato all'impresa e che finora ha dimostrato di potersela giocare con tutti (battendo al San Paolo perfino i campioni in carica del Liverpool, ndr), dall'altra parte il Barcellona che dopo un momento no della stagione e il cambio allenatore ha ripreso ad andare forte, conquistando ben quattro successi consecutivi nella Liga. Inutile girarci attorno, il Barcellona parte da favorito ma come

Brescia-Napoli 1-2. La formazione di Gattuso espugna il Rigamonti e conquista tre punti importanti

Al gol di Chancellor per il Brescia nel primo tempo rispondono Insigne (su rigore) e Fabian Ruiz nella ripresa BRESCIA (4-3-2-1): Joronen; Sabelli, Chancellor, Mateju, Martella; Bisoli, Tonali, Bjarnason (65' Skrabb); Dessena (85' Ndoj); Zhmral, Balotelli. Allenatore: Lopez. NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme (86' Allan), Elmas (76' Zielinski); Politano, Mertens (67' Milik), Insigne. Allenatore: Gattuso. MARCATORI: 26' Chancellor (B), 49' Insigne (N), 53' Fabian Ruiz (N) ARBITRO: Orsato della sezione di Schio Il Napoli batte 2-1 il Brescia nell'anticipo della 25esima giornata del campionato di Serie A grazie ai gol di Insigne (su rigore) e Fabian Ruiz nel secondo tempo della gara. Partita non bella quella del Rigamonti, a tratti noiosa specie nella prima frazione di gioco. A

Serie A, il Napoli affronta il Brescia in trasferta per l’anticipo della 25esima giornata del campionato

Squadre in campo al Rigamonti di Brescia a partire dalle ore 20.45. Non ci sarà turnover da parte di Gattuso, che dovrebbe riproporre una formazione simile a quella che ha battuto il Cagliari domenica scorsa. I padroni di casa devono fare a meno dello squalificato Ayè e degli infortunati Torregrossa, Cistana e Romulo ma recuperano Tonali e Joronen Il Napoli sarà impegnato questa sera con il Brescia per l'anticipo della 25esima giornata del campionato di Serie A. Partita insidiosa quella del Rigamonti, anche perché il Brescia è alla disperata ricerca di punti salvezza. Finora i padroni di casa hanno fatto male: appena 2 i punti conquistati da quando è iniziato il 2020. Il cambio allenatore (dopo l'esonero di Corini è arrivato

Cagliari-Napoli 0-1. Gli Azzurri conquistano la vittoria su un campo ostico

A decidere la gara il gol di Mertens al 21' del secondo tempo. L'attaccate belga sale a quota 120 gol con la maglia del Napoli, a -1 dall'ex capitano Marek Hamsik CAGLIARI (4-3-2-1): Cragno; Pisacane, Klavan, Walukiewicz (70' Mattiello), Pellegrini; Nandez, Cigarini (82' Birsa), Ionita; Pereiro (67' Paloschi), Joao Pedro; Simeone. Allenatore: Maran. NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj (79' Rui); Ruiz, Demme (60' Insigne), Zielinski; Callejon (67' Politano), Mertens, Elmas. Gattuso. MARCATORI: 66' Mertens (N). ARBITRO: Doveri. Il Napoli batte 1-0 il Cagliari al Sardegna Arena in gara valida per la 24esima giornata del campionato di Serie A. Partita bloccata sul risultato di parità fino al 65' quando Mertens è andato in gol con un tiro a giro all'interno dell'area di rigore

Serie A, il Napoli affronta il Cagliari in trasferta

Squadre in campo alle ore 18. Gattuso senza Koulibaly, Lozano, Milik e Allan, con quest'ultimo non convocato perché secondo l'allenatore non si è allenato bene Il Napoli quest'oggi affronta il Cagliari al Sardegna Arena in gara valida per la 24esima giornata del campionato di Serie A. Dopo il pesante Ko subito al San Paolo con il Lecce nell'ultima di campionato i ragazzi di Gattuso hanno battuto l'Inter nell'andata dei quarti di finale di Coppa Italia e sono alla ricerca di un po' di continuità. Finora gli Azzurri sono stati belli con le grandi, mentre si sono persi completamente con squadre che lottano per la salvezza o da metà classifica, perché con queste sono chiamati a fare la partita e a

Inter-Napoli 0-1. Gli Azzurri vincono soffrendo per tutta la gara

Prova di sacrificio dei ragazzi di Gattuso, che fanno loro la semifinale d'andata di Coppa Italia grazie alla rete di Fabian Ruiz al 12' del secondo tempo INTER (3-5-2): Padelli; Skriniar (1' st D'Ambrosio), De Vrij, Bastoni; Moses (29' st Sanchez), Barella, Brozovic, Sensi (21' st Eriksen), Biraghi; R.Lukaku, L.Martinez. All: Antonio Conte. NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Elmas, Demme, Fabian Ruiz; Callejon (33' st Politano), Mertens (28' st Milik), Zielinski (37' st Allan). All: Gennaro Gattuso. MARCATORI: 57' Fabian Ruiz (N) ARBITRO: Calvarese di Teramo Il Napoli batte 1-0 l'Inter al San Siro nell'andata delle semifinali di Coppa Italia, il ritorno si giocherà il 5 marzo al San Paolo. A regalare la vittoria agli Azzurri è stato Fabian Ruiz con

Coppa Italia, il Napoli affronta l’Inter al San Siro per l’andata delle semifinali

Squadre in campo questa sera alle ore 20.45 Napoli, 12 febbraio – Il Napoli affronta questa sera l'Inter al San Siro per l'andata delle semifinali di Coppa Italia. I padroni di casa arrivano all'appuntamento con il morale a mille per aver battuto nell'ultima di campionato il Milan nel derby e aver agganciato la Juve in testa alla classifica. Il Napoli invece nell'ultima gara del campionato è scivolato in casa con il Lecce (3-2 dei pugliesi, ndr), dimostrando di non essere ancora tornato ai vecchi splendori. L'annata degli azzurri è di quelle nere: mai in lotta per lo scudetto (al contrario delle previsioni iniziali, ndr) e lontano dai posti che valgono un piazzamento in Europa nella prossima stagione. Con la qualificazione in

Napoli-Lecce 2-3. Ospina e l’arbitro inguaiano gli Azzurri

Primi due gol dei pugliesi ampiamente parabili dal portiere del Napoli, tra i peggiori in campo della formazione di Gattuso. Al 72' episodio chiave della gara, sull'1-2 del Lecce l'arbitro Giua decide di non fischiare un rigore solare, scegliendo di non vedere l'azione al Var. Nel finale magia di Mancosu su punizione sulla quale stavolta Ospina non può niente e gol di Callejon al 90' perfettamente inutile. In generale il Napoli però fa troppo poco davanti ai 50mila spettatori di casa NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Lobotka (1' st Mertens), Demme, Zielinski; Politano (17' st Callejòn), Milik, Insigne (32' st Lozano). All. Gattuso LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Donati; Deiola (46' st Paz), Majer (23' st Petriccione),

Serie A, il Napoli ospita il Lecce al San Paolo davanti a quasi 50mila spettatori

Squadre in campo quest'oggi alle ore 15. Gattuso ritrova Koulibaly in difesa e dovrebbe schierare il nuovo acquisto Politano dal primo minuto, così come Lobotka (al posto di Allan non al meglio) e Demme Napoli, 9 febbraio – Il Napoli ospita il Lecce al San Paolo in gara valida per la 23esima giornata del campionato di Serie A. Allo stadio ci sarà il pubblico delle grandi occasioni, quasi 50mila spettatori a supportare i ragazzi di mister Gattuso complice l'orario favorevole, oltre che l'importanza della gara. Nonostante il Lecce non sia avversario blasonato la gara è di grande interesse, perché il Napoli è impegnato a conquistare quanti più punti possibili per tentare di tornare nella parte alta della classifica (quella che vale