Inchiesta “listopoli” a Napoli, il consigliere Madonna (Pd) avrebbe riferito di aver ricevuto i nomi dal compagno della Valente

Il consigliere comunale Madonna nella giornata di ieri è stato sentito dai pm per tre ore e mezza sul caso dei candidati a loro insaputa nella lista Napoli Vale, a sostegno della candidata sindaco del centrosinistra, Valeria Valente, alle Elezioni comunali dello scorso giugno Napoli, 14 febbraio – Il consigliere comunale del Partito Democratico, Salvatore Madonna, sarebbe stato convinto a effettuare le autenticazioni delle firme dei candidati da compagni di partito i quali lo avrebbero informato che anche altri consiglieri stavano collaborando impegnandosi in tale operazione. Lo avrebbe riferito lo stesso stesso Madonna che ieri è stato sentito dai pm per tre ore e mezza sul caso dei candidati a loro insaputa nella lista Napoli Vale, a sostegno della candidata sindaco

Inchiesta candidati Elezioni a Napoli, il consigliere Madonna (Pd) indagato si sospende dal partito

Il consigliere comunale Salvatore Madonna: “In attesa che la mia posizione venga chiarita mi autosospendo dal Partito Democratico”. La deputata e consigliera Valeria Valente, che oggi è stata sentita dai pm come persona informata sui fatti: “Accertare la verità” Napoli, 8 febbraio – “In relazione alle vicende che mi vedono interessato, pur ritenendo di non aver commesso alcuna irregolarità ed in attesa che la mia posizione venga chiarita, ritengo opportuno autospendermi dal Partito Democratico”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale Pd, Salvatore Madonna, unico indagato al momento sulla vicenda dei candidati a loro insaputa alle Elezioni comunali di Napoli dello scorso giugno (vai all'articolo). Non è indagata la deputata e consigliera comunale Valeria Valente (in foto), che tuttavia oggi è stata sentita

Bagnoli, de Magistris: “Non cantiamo vittoria, ma la sensazione è positiva”

Il sindaco: “Senza la bonifica non si può fare la rigenerazione urbana. Per fare la bonifica c'è bisogno di avere la riconsegna delle aree da parte della magistratura” Napoli, 7 febbraio – “Su Bagnoli non cantiamo vittoria, vittoria la canteremo nel momento in cui si chiuderà l'accordo, ma la sensazione è positiva. Sono soddisfatto perché so la fatica che c'è stata, la difesa della città, le battaglie contro il commissariamento e per l'autonomia. Credo che che finora abbiamo ottenuto un risultato importantissimo”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante un'intervista al quotidiano La Repubblica, riferendosi ai passi avanti fatti per la chiusura di un'accordo sul futuro dell'area ex Italsider a Bagnoli e delle aree circostanti (vai all'articolo). “Ci

Candidati a loro insaputa alle Comunali di Napoli, spunta il primo indagato

Il consigliere comunale che avrebbe avallato le candidature all'insaputa dei diretti interessati sarà ascoltato dai pm in questi giorni Napoli, 7 febbraio – L'indagine della Procura di Napoli sui candidati a loro insaputa alle Elezioni Comunali di Napoli del giugno scorso ha finalmente prodotto un primo indagato: un consigliere comunale che avrebbe avallato le candidature all'insaputa dei diretti interessati. L'uomo è indagato per violazione della legge elettorale. L'indagine, portata avanti dal pm Stefania Buda e coordinata dal procuratore aggiunto Alfonso D'Avino, è nata a seguito della denuncia dei genitori di Federica, una ragazza che ha scoperto di essere stata candidata a sua insaputa quando si è vista recapitare una lettera della Corte d'Appello in cui le veniva chiesto di presentare il

Candidati a loro insaputa: è destinata ad allargarsi l’inchiesta sulle liste al Comune di Napoli

Ad oggi sarebbero nove i candidati a loro insaputa nelle liste della competizione elettorale, sette dei quali in “Napoli Vale”, lista a sostegno di Valeria Valente, candidata sindaco del centrosinistra Napoli, 3 febbraio – L'indagine sui candidati a loro insaputa alle Elezioni Comunali di Napoli del giugno scorso è destinata ad allargarsi sempre più. È quanto emerge da ambienti investigativi della Procura di Napoli, che nelle prossime ore potrebbe notificare i primi avvisi di garanzia. Tra i candidati a loro insaputa non c'è solo Federica, la ragazza affetta da sindrome di down che ha scoperto di essere stata candidata nella lista Napoli Vale, a sostegno della candidata sindaco del centrosinistra Valeria Valente, quando si è vista recapitare a casa la lettera