Grillo minaccia l’impeachment per il Presidente Napolitano

Roma, 25 ottobre - Dopo aver annunciato il terzo V-Day, Beppe Grillo torna all'attacco, stavolta per mettere sotto accusa il Presidente della Repubblica Napolitano. L'episodio che stavolta ha scatenato le ire dell'ex comico è stata la convocazione di un vertice con i soli esponenti dei gruppi di maggioranza da parte

Berlusconi apre la crisi di Governo. Ennesimo tentativo per un salvacondotto politico o elezioni anticipate?

Roma, 29 settembre – Nel pomeriggio di ieri il leader del Popolo della Libertà, Silvio Berlusconi, ha diffuso un comunicato nel quale invitava gli esponenti del suo partito a vagliare l’ipotesi delle dimissioni collettive: "Per non rendere complice il Popolo della Libertà, di una ulteriore odiosa vessazione imposta dalla sinistra

Il Pdl ricatta ancora il Governo e minaccia la diaspora. Letta rilancia con la richiesta di verifica di Governo. Dimissioni bluff?

Roma, 26 settembre - Responsabilità, rispetto del diritto e preoccupazione per le sorti del Paese. Queste le tre motivazioni alla base della dichiarazione del Pdl, rilasciate ieri sera, che minaccia le dimissioni dalle Camere dei suoi esponenti, in caso di decadenza dalla carica di Senatore di Silvio Berlusconi. Allarmato, il Presidente

Vertice di maggioranza, Monti fa la voce grossa ma non spaventa nessuno

4 luglio 2013 – Gli spettri sul governo Letta aleggiano ed hanno nomi e cognomi. Stavolta a prendere posizione è una parte, la più consistente, di Lista Civica, con Mario Monti che ha capeggiato la protesta. Vuole chiarezza l’ex premier, che ha chiesto che vengano attuate le riforme economiche che si erano

Berlusconi barcolla ma non molla, incontri con Letta e Napolitano

27 giugno 2013 – Il “caso Ruby” è costato caro al cavaliere Silvio Berlusconi condannato a 7 anni ed inibito a vita da qualsiasi pubblico ufficio. Un duro colpo per il primo imprenditore d’Italia che con sé ha visto vacillare anche il governo delle larghe intese. Il Premier Letta ha così convocato

Napolitano succede a se stesso. E’ di nuovo Presidente della Repubblica

20 aprile 2013 - Alla sesta votazione fumata bianca. E' Giorgio Napolitano  il Presidente della Repubblica. Così hanno deciso i parlamentari riunitisi a Montecitorio. Proprio stamattina dopo le dimissioni di Bersani a causa del flop di Romano Prodi, qualche timido aveva rilanciato l’idea del mandato bis per l’ex Presidente della Repubblica. Grillini in

Bersani si dimette: “uno su quattro ha tradito”. Renzi: “Inevitabili le dimissioni, ora basta giochini”. Napolitano pronto a succedere a se stesso

Una domanda assordante resta ancora senza risposta. Perché no al professore Stefano Rodotà? 20 aprile 2013 - “Uno su quattro ha tradito, è inaccettabile”. Queste le prime parole di oggi del dimissionario Pierluigi Bersani. Il leader del Pd si è dimesso dall’incarico di segretario del partito perché non ha accettato la dipartita

Governo. L’Italia si affida ai “Saggi” scelti da Napolitano.

Roma, 30 marzo - Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, poco prima delle ore 18, con un comunicato, ha reso noto i nomi dei “saggi”, tra cui spiccano Valerio Onida, Luciano Violante ed Enrico Giovannini. Il Presidente, come anticipato nella conferenza stampa delle ore 13,00 ha definito due gruppi di lavoro istituzionale