Navigator Campania: “Anpal e Regione, quanto vale la vostra parola?”

Ci scrivono i vincitori della selezione Navigator per la Campania. Di seguito il loro comunicato stampa "Il 17 ottobre 2019, con l'accordo tra il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il Presidente di Anpal Domenico Parisi, abbiamo creduto fosse finalmente giunta la fine di un incubo che andava avanti da mesi. Quella stretta di mano rappresentava per la Campania, per i Navigator e per i percettori del Reddito di cittadinanza una nuova pagina per il mondo del lavoro, fatta di speranze, di buoni propositi e diritti finalmente riconosciuti. E invece, dopo le passerelle, i post sui social media e le dichiarazioni rese dai vari interlocutori coinvolti- che con tanta enfasi avevano annunciato il buon esito della questione-abbiamo scoperto amaramente di essere

Colpo di scena per i navigator della Campania, salta l’accordo per l’assunzione raggiunto tra Anpal e Regione Campania

Secondo l'Anpal “all’impegno sottoscritto e diffuso a mezzo stampa sui media non corrisponde la volontà fattuale di far partire le attività”. Ma il vicepresidente della Regione, Fulvio Bonavitacola, non ci sta e accusa: “Diversivi per non assumersi responsabilità” Napoli, 8 novembre – Prosegue lo scontro tra Anpal Servizi e la Regione Campania per l'assunzione di 471 navigator, le figure tecniche vincitrici di concorso che dovranno aiutare i beneficiari del reddito di cittadinanza a trovare un lavoro. Da mesi i navigator sono impossibilitati a entrare in servizio per le resistenze del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. La vicenda sembrava essersi conclusa con la firma da parte di De Luca stesso dell'accordo tra Anpal servizi e Regione (vai all'articolo), oggi invece

Navigator, De Luca firma l’accordo con Anpal

Apprezzamento per la firma di De Luca da parte del ministro per il Sud Giuseppe Provenzano e dal ministro del Lavoro Nunzia Catalfo Anche la Campania avrà i suoi navigator, le figure professionali che dovranno aiutare a trovare un impiego ai beneficiari del reddito di cittadinanza. Dopo tre mesi di attesa per le resistenze del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca (vai all'articolo), quest'oggi è stato infatti firmato l'accordo tra Regione Campania e Anpal servizi. Soddisfazione è stata espressa dal ministro per il Sud e la coesione territoriale Giuseppe Provenzano e dal ministro per il Lavoro Nunzia Catalfo. “Esprimo il mio personale apprezzamento per il raggiungimento dell’intesa – dichiara in una nota Catalfo –. I 471 Navigator vincitori della selezione

Navigator, sciopero della fame contro la decisione di De Luca

Il presidente della Regione non firma la convenzione con Anpal e i navigator scrivono una lettera a Capo dello Stato: "A rischio principio unità nazionale" Napoli, 26 agosto - I navigator della Campania hanno iniziato lo sciopero della fame per protestare contro la decisione del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che non ha firmato la convenzione con Anpal Servizi necessaria affinché i navigator possano iniziare il loro percorso formativo e lavorativo indispensabile per dare il via al 'Patto per il lavoro' che costituisce la fase due delle legge sul reddito di cittadinanza. In rappresentanza dei 471 vincitori del concorso pubblico a fare lo sciopero della fame sono Ilenia De Coro, Fabrizio Greco, Giuseppe Bianco e Carlo De Gaudio. Quest'ultimo nelle settimane

Navigator, scende in campo il Comune di Napoli: “Prospettata al Mise soluzione giuridica alternativa”

Il sindaco de Magistris: “Magari il nostro protagonismo può anche servire a far ripensare la Regione rispetto a un atteggiamento di inerzia assolutamente inaccettabile sul piano giuridico, istituzionale e di rispetto verso persone che hanno vinto un concorso pubblico” Napoli, 7 agosto – “Attendiamo un segnale dal ministro Di Maio per percorrere insieme, qualora il Governo lo voglia, una strada alternativa per sbloccare questa situazione indegna. La Campania è l'unica Regione in cui i navigator non possono iniziare a lavorare”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, incontrando una delegazione dei 471 navigator campani che attendono la firma della convenzione tra Regione Campania e Anpal (vai all'articolo). Il primo cittadino ha spiegato che l'Amministrazione “non si è limitata a

Navigator, De Luca: “Non ci sono le risorse per la stabilizzazione”

Il presidente della Regione Campania torna sul caso dei navigator, a cui è negata l'assunzione per la mancata firma da parte della Regione della convenzione con Anpal “Non so quali notizie abbia il presidente dell'Inps circa la stabilizzazione dei navigator: ad oggi non ci risulta niente di tutto ciò. Quando avremo queste risorse saremo i più felici. Abbiamo fatto una battaglia contro il precariato e per il lavoro stabile, questo significa che prima vanno stabilizzati i 600 precari che lavorano in Anpal e, poi, tutti gli altri selezionati con le procedure pubbliche analoghe a quelle che si seguono anche per i dipendenti della Pubblica Amministrazione”. Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, a margine di una conferenza stampa a

Navigator, Di Maio contro De Luca: “Non li vuole? Spero rinsavisca”

Il vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio, parlando con i cronisti al Giffoni Film Festival, ha commentato il rifiuto da parte della Regione Campania di 471 Navigator, vincitori di concorso, da destinarsi ai centri dell'impiego del territorio regionale “Non avrei mai immaginato si potesse arrivare a un'assurdità tale”. Così il vicepremier e ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, in visita istituzionale al Giffoni Film Festival, ha commentato la scelta della Regione Campania di non sottoscrivere la convenzione con Anpal Servizi necessaria all'assunzione di 471 Navigator da destinare ai centri per l'impiego del territorio regionale (vai all'articolo). “Spero che De Luca rinsavisca, altrimenti la conferenza Stato Regioni dovrà prendere provvedimenti. Per vent'anni – ha aggiunto Di Maio – ci hanno fatto

Navigator e M5s protestano sotto la sede della Regione Campania

La manifestazione di protesta a seguito delle dichiarazioni del governatore di non voler firmare convenzione Napoli, 22 luglio - Protestano davanti alla sede della Regione Campania, a Napoli, per chiedere di poter iniziare il loro lavoro: sono gli idonei del concorso per navigator, coloro che dovranno guidare chi percepisce il reddito di cittadinanza nella ricerca di un lavoro. Protestano davanti alla sede della Regione Campania assieme ai consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle "perché De Luca non vuole firmare" per stipulare la convenzione con l'Anpal, l'Agenzia nazionale per il lavoro, che permetterà ai vincitori del concorso di iniziare a lavorare. Eppure, sottolineano, "in sede di Conferenza Stato-Regione lo stesso De Luca si è impegnato a sottoscrivere lo schema di convenzione per il

Crisi aziendali, richiesto tavolo nazionale. De Luca: “no ad altro precariato”

Il governatore: "La Regione è per la linea della stabilizzazione partendo dai lavoratori precari attualmente in Anpal" Napoli - "La Regione Campania è impegnata concretamente nell'affrontare le vertenze delle aziende in crisi e la grave situazione delle aree di precariato del nostro territorio che si trascinano da decenni. Occorre aprire un tavolo nazionale che dia risposte certe. E' maturo il tempo per una 'Vertenza Campania'. Per questo si chiede l'apertura di un tavolo nazionale per affrontare da subito le gravi vertenze in atto". Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca, il quale - dopo il no della Regione all'intesa con Anpal per i navigator - precisa: "Nell'ambito del tavolo potranno essere affrontate anche le questioni relative ai cosiddetti Navigator. E' noto

Reddito di Cittadinanza: Palmeri, il Governo non dialoga con la Regione

L'Assessore al Lavoro della Regione Campania, nessuna chiarezza su assunzioni Cpi e navigator Napoli - "Al momento non ci sono nuovi appuntamenti con il ministro Di Maio, né c'è un clima di accoglienza per gli emendamenti che gli abbiamo presentato". Così l'assessore al Lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri spiega il clima teso nei rapporti con il governo da parte delle Regioni per l'applicazione del reddito di cittadinanza. "Per la Campania - spiega Palmeri - il governo ha chiaro che ci vuole il raddoppio dei dipendenti dei centri per l'impiego, parliamo di almeno 500 nuove assunzioni, ma su questo nulla si muove. Si deve dare il via libera alle assunzioni, non si può creare un orizzonte parallelo in cui si parla di