Ginnastica, la Fitness Trybe apre l’attività nazionale 2018

A dirigere i lavori la D.T. nazionale Luisa Righetti Il 2 gennaio, al Palazzetto dello Sport di Pomigliano d'Arco (NA), si sono dati appuntamento 58 ginnasti della sezione Ginnastica Aerobica per il Gymcampus Winter della Federazione Ginnastica d’Italia, affidato alla locale società Fitness Trybe. Abbinate ad esso la valutazione tecnica e la selezione della squadra nazionale junior B in vista dei Campionati Mondiali in programma a fine maggio in Portogallo. Presenti 20 società di 8 regioni: Valentia (Piemonte), Aerobica Evolution, Amico Sport, Delfino e Ghisalbese (Lombardia), Sambughè (Veneto), Artistica Porto S. Elpidio e Ginnastica Macerata (Marche), Agorà, Aeros, Fit Together e Be First (Lazio), Mistral (Sardegna), California, Chige, Gylness, Fitness Trybe, Nemo e C.G. Benevento (Campania), Ginnastica Francavilla (Puglia). A dirigere i

Europei 2016. Italia fermata 1-1 dalla Croazia, gol di Candreva e di Perisic

Italia ancora prima nel girone, Conte vuole molto di più ITALIA(3-5-2): Buffon, Darmian, Ranocchia, Chiellini, De Sciglio, Candreva, De Rossi, Marchisio, Pasqual, Zaza, Immobile. CROAZIA (4-2-3-1): Subasic, Srna, Corluka, Vida, Pranjic, Modric, Brozovic, Perisic, Rakitic, Olic, Mandzukic. ARBITRO Kuipers MARCATORI Candreva (11'), Perisic (15') Milano, 16 novembre - 1-1 è il risultato del match con la Croazia al San Siro, un pareggio che frena la corsa dell'Italia per la qualificazione agli Europei 2016. Fin ora nessun insuccesso aveva macchiato la pagina della Nazionale firmata Antonio Conte. E seppur non si possa parlare di una completa sconfitta, la partita contro i croati dà chiari segni del mancato superamento della crisi post mondiali 2014. Gli azzurri non riescono a evitare il gol di Perisic, arrivato in risposta alla rete di Candreva, e accolto da

Azzurri questa sera in campo: Norvegia-Italia, siamo pronti per ricominciare

Parte la nuova avventura calcistica del c.t. Antonio Conte al debutto in una gara ufficiale Dopo il debutto con l’Olanda, battuta a Bari grazie alle reti di Immobile e De Rossi, il nuovo c.t. della nazionale, Antonio Conte, è pronto per affrontare la prima partita ufficiale della sua nuova esperienza in azzurro. Si parte da Oslo: allo Stadio Ullevaal Conte schiera per 9/11 la stessa formazione di Bari per iniziare al meglio il girone di qualificazione degli Europei 2016. Davanti a Buffon, riconfermato il terzetto difensivo composto da Bonucci Ranocchia e Astori. A centrocampo accanto agli inamovibili De Rossi e Giaccherini si dà fiducia a Florenzi;  sulle fasce ancora una volta De Sciglio sulla sinistra,  mentre sulla destra ballottaggio tra Darmian e

Brasile 2014. Ecco gli azzurri che partiranno per il mondiale di calcio, il napoletano Insigne nella rosa

Dopo l’infortunio di Montolivo, mister Prandelli ha preferito portare un centrocampista in più, convocando Parolo Cesare Prandelli ha svelato la lista dei 23 convocati per il Mondiale in Brasile, più il 24esimo uomo, il sostituto Andrea Ranocchia. Il mister ha aspettato fino all’ultimo dei miglioramenti in Giuseppe Rossi, schierandolo titolare contro l’Irlanda, ma il top player della Fiorentina non l’ha convinto. Così Prandelli ha deciso di portare in Brasile Lorenzo Insigne, premiando la sua ottima stagione al Napoli. Il mister ha detto a Rossi esattamente questo: "Ho aspettato fino all’ultimo, ma ora devo fare una scelta secondo la mia coscienza". Anche se chi gli è vicino nega che la reazione sia stata eccessivamente emotiva, per Rossi la delusione è stata davvero

L’Italia al San Paolo tra i fischi, finisce 2-2 contro l’Armenia

Napoli, 15 ottobre - La nazionale italiana a Napoli, al San Paolo, contro l’Armenia, una partita valida per le qualificazioni al mondiale brasiliano del 2014 ma che ai fini della classifica non cambia le carte in tavola, se non per l'Italia che, in virtù del pareggio per 2-2, dovrà aspettare gli altri risultati per sapere se sarà o meno testa di serie. Subito i fischi del San Paolo durante l’inno nazionale che, unito al colore nero delle magliette di alcuni tifosi, rende lo stadio partenopeo quasi ostile agli azzurri di Prandelli. Italia già qualificata che rinuncia al contestatissimo Balotelli per far posto ad Osvaldo, in campo Federico Marchetti al posto del capitano Gianluigi Buffon, ma è Lorenzo Insigne la stella più attesa della

Confederations Cup. Italia da urlo, il Giappone cade 4-3

20 giugno - Italia all’ultimo respiro contro il Giappone di Zaccheroni porta a casa i 3 punti e la qualificazione rifilando un 4-3 ai nipponici. L'Italia guadagna passa il turno in questa Confederations Cup. Comincia male la Nazionale contro il Giappone che spinge per i primi 10 minuti costretto agli straordinari Buffon che para bene respingendo un tiro pericoloso. Sempre Giappone aggressivo che attacca e pressa con grande fisicità e condizione, e trova al 23’ un calcio di rigore. De Sciglio pressato sbaglia il passaggio, Buffon esce in scivolata pende prima il pallone poi l’avversario ma l’arbitro lavora di fantasia e concede ai nipponici il penalty. Dagli undici metri Honda fredda l’estremo difensore della nazionale con un preciso tiro all’angolino basso. Il Giappone non

Balotelli stende Malta, obiettivo Mondiale.

27 marzo 2013 – Super Mario non si ferma più. Da quando è approdato al Milan è un’altra persona, non solo a livello di club e sotto l’aspetto caratteriale ma anche in Nazionale. Grazie ad una sua doppietta l’Italia mette k.o. Malta con un 2-0 secco che non lascia scampo agli isolani. Una grande escalation quella di Mario Balotelli che venerdì aveva segnato un gol fantastico contro il Brasile nel 2-2 amichevole tra le nazionali più titolate al mondo. I verdeoro erano rimasti sorpresi di trovare un’Italia così in forma e determinata, capace di imporre il proprio gioco e recuperare un 2-0. La nazionale di Cesare Prandelli non ha, però, smesso di incantare e si è aggiudicata anche la partita valida per