100 militari in arrivo in Campania per rispetto ordinanze

Andranno ad affiancare le Forze dell'Ordine nei controlli sul territorio Napoli, 19 marzo - Alcuni contingenti dell'Esercito sono in arrivo in Campania per affiancare le Forze dell'Ordine nei controlli sul territorio necessari per il rispetto dei divieti sanciti dalle ordinanze nazionali e regionali. Complessivamente saranno impegnate 100 unità per questa prima fase. Poi si procederà a una programmazione più organica. Lo ha comunicato questa mattina al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, secondo quanto riferito dalla Regione. Per definire nei dettagli l'organizzazione della missione, si riunisce oggi il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica con i prefetti della Campania interessati.

De Luca: quarantena per chi è fuori casa senza motivo

Ordinanza regionale vieta camminare per strada senza motivo di urgenza o sanitario o di approvvigionamento alimentare, sanitario L'Unità di Crisi della Regione Campania comunica che da questa mattina sono stati esaminati 59 tamponi presso il centro di riferimento dell'ospedale Cotugno. 12 di questi sono risultati positivi. Come per tutti gli altri, si attende la conferma ufficiale da parte dell'Istituto Superiore di Sanità. Positivi in Campania: 234, guariti: 5, deceduti: 2. Intanto il presidente della Regione Campania annuncia: "Costringeremo tutte le persone individuate a circolare senza motivo a fare la quarantena di 15 giorni. Se ti trovo a passeggiare sul lungomare o stravaccato sulla panchina, in condizioni non emergenziali ti obbligo a 15 giorni di quarantena, e se la eludi sei passibile di

Regione Campania, chiusura straordinaria delle scuole per 3 giorni

Firmata l'ordinanza dal presidente De Luca. Due test positivi al coronavirus, nel Casertano e Vallo della Lucania Il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha firmato un’ordinanza che dispone la sospensione per tre giorni, a partire da domani 27 febbraio 2020, delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle università della Campania per consentire interventi di disinfestazione straordinaria. Sono due i test probabili positivi al coronavirus inviati a Roma dall'ospedale Cotugno di Napoli. I due pazienti sono provenienti dal Casertano e da Vallo della Lucania, in provincia di Salerno. I tamponi, secondo quando si apprende,'sono stati inviati all'Istituto Superiore di Sanità, per le contro analisi. Secondo quanto si è appreso per entrambi i casi si è ricostruito il

Scuole chiuse a Napoli per allerta meteo arancione

Dalle 12 di domani allerta meteo arancione. Attenzione a zone già interessate da piogge e temporali Napoli, 4 novembre - Scuole e parchi chiusi domani a Napoli, cimiteri aperti solo fino alle 11.30. E' la decisione del comitato operativo comunale riunito a palazzo San Giacomo dopo che l'allerta meteo di livello arancione emesso dalla protezione civile regionale dalle ore 12 di martedì 5 novembre alla stessa ora di mercoledì 6 novembre. Il comitato, sotto il coordinamento degli assessori Clemente, Palmieri e Borriello e con tutti i dirigenti interessati, si è riservato in base alla evoluzione delle previsioni meteo di disporre l'eventuale chiusura delle scuole anche per la giornata di mercoledì 6 novembre. Sulla gran parte del territorio si prevedono precipitazioni e temporali

Movida: divieto per gli alcolici dopo la mezzanotte

Vietata la vendita di bevande. Stretta anche sui decibel Napoli, 10 ottobre - Divieto di vendita a Napoli di bevande in vetro o lattine dopo mezzanotte, orari di chiusura dei locali, obbligo del mantenimento delle condizioni di pulizia e decoro delle aree antistanti per le attività di take away e obbligo, per tutti gli esercizi commerciali, di evitare di produrre suoni e rumori dopo la mezzanotte che siano percepibili all'esterno. Sono alcune delle misure dell'ordinanza sulla 'movida' emessa oggi dal sindaco, Luigi de Magistris. Le misure si collocano nell'ambito delle azioni dell'Amministrazione comunale ''per la tutela della sicurezza urbana e del decoro della città e con il fine di promuovere un'ordinata e civile convivenza, migliorare il livello della qualità della vita ed

Il Tar dà via libera ai macellai per Pasqua: stop al divieto del comune di esporre animali morti in vetrina

Per l'associazione di categoria dei macellai nell'ordinanza "manca l'indicazione di quale sia il motivo irreparabile e imminente per la salute dei cittadini" Napoli - Il 23 marzo scorso l'assessore alle Politiche Sociali con delega alla Tutela della salute e degli Animali Roberta Gaeta firma un'ordinanza per vietare l'esposizione di ovini, caprini e altri animali, in strada e nelle vetrine delle macellerie ma il Tar sospende l'ordinanza. Lo stop del giudice varrà almeno fino alla discussione in camera di consiglio fissata per il 24 aprile. Tirano un sospiro di sollievo i macellai che possono tornare ad esporre agnelli e capretti come è tradizione a Pasqua. L'istanza in opposizione alla decisione del comune era stata presentata dall'avvocato Antonio Messina per conto dell'associazione di categoria dei macellai

Domani scuole chiuse a Napoli, l’ordinanza del sindaco per la nuova allerta meteo

Il comunicato ufficiale del Comune di Napoli che dispone la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado pubbliche e private, compresi gli asili nido Napoli - "Domani giovedì 1 marzo le scuole di ogni ordine e grado pubbliche e private, compresi gli asili nido, insistenti sul Comune di Napoli resteranno chiuse. Lo dispone un’ordinanza del Sindaco de Magistris emessa a seguito di un nuovo allerta meteo (vai all'articolo) - per un’"anomalia termica negativa" - diramato dalla Protezione civile regionale che dalle ore 20.00 di oggi alle ore 10.00 di domani quando si attendono come si legge nell'allerta, "precipitazioni prevalentemente nevose, localmente anche a quote di pianura, quota neve in innalzamento nel corso della mattinata".

Sparatoria a Chiaia, De Giovanni: “Ordinanza di de Magistris ridicola”. Il sindaco: “Il problema non è l’ordinanza”

Il presidente della Prima Municipalità, Francesco De Giovanni, accusa duramente l'amministrazione de Magistris Napoli, 20 novembre – “La sparatoria in via Bisignano è stato un evento ampiamente annunciato. Da tempo diciamo che ci scapperà il morto, e forse, solo allora gli incompetenti di Palazzo San Giacomo si renderanno conto dei guai enormi che stanno combinando”. A dirlo all'Ansa il presidente della Prima Municipalità, Francesco De Giovanni, in merito alla sparatoria che sabato notte ha coinvolto due gruppi di ragazzi nella zona dei baretti di Chiaia. “Hanno redatto un'ordinanza che abbiamo definito ridicola in ogni punto e che tutela soltanto i gestori dei baretti che continueranno a fare il loro porco comodo – aggiunge De Giovanni –. Abbiamo ricevuto i filmati fatti

Allerta meteo: scuole chiuse a Salerno, Avellino e Benevento per ordinanza dei sindaci

Nell'ordinanza si fa invito alle popolazioni residenti di evitare spostamento non necessari Lunedì 9 chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado sul territorio comunale di Salerno. A stabilirlo il sindaco Vincenzo Napoli a causa dell'eccezionale ondata di maltempo che si sta abbattendo in questi giorni sul territorio con forti nevicate. Anche il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, ha preso la stessa decisione: a causa del perdurare delle avverse condizioni meteo scuole chiuse anche nel capoluogo sannita. Analoga decisione per Avellino. L'allerta meteo perdurerà fino alle ore 6 di lunedì 9 gennaio e per questo motivo l'Amministrazione Comunale "invita la popolazione fino a quel momento ad evitare tutti gli spostamenti non indispensabili con particolare riguardo da/verso le zone collinari". Ma l'elenco dei

Bagnoli: arenile inquinato, sindaco de Magistris dispone il divieto di accesso

Dalle analisi, emersi valori di concentrazione di metalli e di idrocarburi policiclici aromatici superiori alla soglia consentita Napoli, 7 maggio - Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha disposto il divieto di accesso degli arenili di Bagnoli (Lido comunale, Lido Fortuna e Lido Arenile Bagnoli) perché gli arenili sono inquinati. Con un' ordinanza firmata oggi De Magistris, chiede anche che l'Autorità Portuale adotti tutte le misure necessarie affinché il divieto venga rispettato. Lo stop resterà in vigore fino a quando non saranno completate le opere di messa in sicurezza. Dalle analisi eseguite sui campioni di sabbia prelevati dagli arenili di Bagnoli sono emersi valori di concentrazione di metalli e di idrocarburi policiclici aromatici superiori alla soglia consentita per i siti ad

La pioggia ripulisce l’aria dallo smog. A Napoli, de Magistris revoca l’ordinanza di blocco della circolazione, da lunedì in vigore il vecchio piano

Da domani resta il blocco della circolazione per tutti i veicoli al di sotto della categoria Euro 4 Napoli, 3 gennaio - L'arrivo della pioggia ha ripulito l'aria di Roma, Napoli e Milano. I pm10 sono tornati sotto la soglia di allarme. In Lombardia anche per la caduta della neve sono calati gli inquinanti ma restano valori elevati a Monza, Como, Lecco e Varese. A Napoli stamani il sindaco de Magistris ha revocato, a partire da domani, il blocco totale delle auto e ripristinato lo stop, fino a marzo, per i veicoli più inquinanti al di sotto di Euro 4. Da domani, lunedì, mercoledì e venerdì lo stop alla circolazione è previsto dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,30 per

Stop alle auto per 6 giorni, divieto anche per veicoli Euro 4

Nuovo dispositivo di limitazione del traffico veicolare e riduzione temperarura impianti di riscaldamento Ai fini di una ulteriore azione di contrasto degli effetti nocivi delle polveri sottili è stata emanata un’Ordinanza Sindacale che prevede: - Il divieto di circolazione veicolare sull’intero territorio cittadino dalle 9.00 alle 17.00 del 2, 4, 5, 7, e 8, gennaio, e dalle 9.00 alle 12.00 del 3 gennaio. Sono comprese nel divieto anche le autovetture con classe di emissione Euro 4. - Fino al 6 gennaio la riduzione degli ambienti riscaldati a 18 gradi negli edifici civili e a 17 gradi negli edifici industriali. Inoltre la riduzione dell’orario di accensione del riscaldamento per un massimo di 9 ore.

Carnevale, multe salatissime per i buotemponi del cattivo gusto. De Magistris annuncia sanzioni severe per atti vandalici

Multe da 200 a 400 euro per il lancio di uova e bombolette spray Napoli, 11 febbraio – Il Carnevale è alle porte e a Napoli, come ogni anno, non mancano i timori per gli atti vandalici che di consueto rovinano i giorni di festa. Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris ha firmato a tal proposito un’ordinanza che fino al 22 febbraio vieta qualsiasi tipo di comportamento che possa “turbare la tranquillità delle persone o creare situazioni di pericolo”. Di conseguenza, no al lancio di uova, all’utilizzo di bombolette spray o di qualsiasi altro prodotto contenente sostanze imbrattanti o peggio ancora, urticanti. Per queste ultime, è stato previsto il divieto di uso, di acquisto e di vendita. I trasgressori saranno puniti con multe dai

Napoli, vietato rovistare nei cassonetti dei rifiuti. L’ordinanza di De Magistris

Crescente il mercato dei rifiuti a Napoli. Il sindaco emana un ordinanza, ora si rischia una sanzione di 500 euro Napoli, 27 novembre - Ordinanza del sindaco De Magistris impone il divieto di rovistare tra i rifiuti. A Napoli sembra sia diventata ormai una pratica sempre più  diffusa rovistare tra i rifiuti e mettere in vendita ciò che si trova. "tali persone- afferma De Magistris - si dedicano ormai quotidianamente a siffatta attività con attrezzature di fortuna mobili, anch'esse costituite da materiale prelevato dai rifiuti; per i loro spostamenti tali persone utilizzano sempre più spesso i mezzi di trasporto pubblico, portando al seguito tali materiali". Il provvedimento prevede una sanzione di 500 euro ai trasgressori ed è stata imposta la distruzione dei rifiuti prelevati e