Le mille gru di Sadako, laboratorio di origami nella mostra Senzatomica

Domenica 20 marzo dalle ore 11 alle ore 12 a Castel Sant’Elmo negli spazi della mostra Senzatomica Trasformare lo spirito umano per un mondo libero da armi nucleari è previsto un evento per grandi e piccini: un laboratorio di origami a cura di Cinzia Bovi Protagoniste la gru, realizzata con l’antica arte di piegare la carta, e la commuovente storia di Sadako Sasaki, la bambina vittima della bomba atomica diventata simbolo di pace e di speranza. A soli 11 anni, Sadako scopre di essersi ammalata di leucemia a causa dello scoppio della bomba a Hiroshima, avvenuta il 6 agosto 1946, e con la malattia vedeva svanire il suo sogno di diventare un’atleta. Una sua amica Chizuko Hamamoto, le parlò di una

Napoli: “L’impero dei Segni”, ricco programma di incontri sulla cultura giapponese

Settimana di eventi culturali ad ingresso libero dedicata al Giappone e alle sue arti, dal 29 gennaio al 5 febbraio organizzata dal collettivo NaDir \Napoli Direzione Opposta Presso gli spazi occupati dell’ex carcere minorile “Filangieri”, ora “Scugnizzo Liberato”, salita Pontecorvo 44, in collaborazione con i collettivi napoletani per la riappropriazione degli spazi urbani che fanno capo alle rete “Scacco Matto”, NaDir ha deciso di promuovere un ciclo di eventi mirati a valorizzare e conoscere meglio la cultura di un paese così lontano ma che ha invaso la nostra quotidianità occidentale, troppo spesso legandosi unicamente ad aspetti commerciali. Durante i cinque incontri che si terranno dal 29 gennaio al 5 febbraio, offriremo un piccolo viaggio tra immagini, colori, simboli e storie dal sapore

“Nonsolocarta” alla scoperta di sé stessi con gli origami di Port’Alba, Napoli

Al 26th Art, spazio eventi della storica cartoleria Amodio a Port’Alba Martedì 11 novembre appuntamento con, “Nonsolocarta” laboratorio di origami a cura di Alessandro Ripepi. Un affascinante viaggio alla scoperta dell’arte orientale del piegare la carta (o-ri-gami, termine derivato dal giapponese, ori piegare e kami carta) e alla scoperta di sé stessi. Il maestro Alessandro Ripepi, responsabile del progetto Origami Oh, infatti, oltre ad offrire ai partecipanti una lezione pratica, spiegando come si costruisce un modello di origami, nel corso dell’incontro illustrerà la storia e le origini di quest’antica arte sviluppando alcuni concetti parte di un itinerario interiore in cui l’origami è presentato come metafora dell’esistenza. E’ il momento giusto per chiedersi: quale piega vuoi dare ai tuoi eventi e in generale alla tua vita? La durata dell’incontro è di 45