Giornate Europee del Patrimonio, Palazzo Reale di Napoli “Un Due Tre… I-dee”

Appuntamento per domenica 22 settembre, alle ore 11, negli spazi di Palazzo Reale Storia, mitologia e mondo digitale, s’intrecceranno negli spazi del Palazzo Reale di Napoli in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019. Un appuntamento da non perdere, in programma per domenica 22 settembre, alle ore 11, caratterizzato da una performance site specific, che condurrà i visitatori alla scoperta di uno splendido dipinto recuperato dai depositi ed esposto eccezionalmente nell’Appartamento Storico. La performance art di Mauro Maurizio Palumbo prenderà il via dalla Fontana del Cortile d’onore dedicata alla Dea della Fortuna, ai cui piedi andrà in scena un racconto mitologico cantato in lirica, che proseguirà sullo Scalone d’Onore. Nell’ambulacro avrà luogo, invece, una danza antica, che si trasformerà in ultra contemporanea,

Serata conclusiva del Napoli Teatro Festival Italia

Alle alle ore 20, a Galleria Toledo, "Ho stretto i pugni e sono nato…" poemetto in musica e video. Nel Giardino Romantico di Palazzo Reale ore 22.30, l’ultima serata del Dopofestival Si chiude nel segno della musica, domani domenica 14 luglio, la dodicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia, diretto da Ruggero Cappuccio, che nell’ultima giornata di programmazione presenta alle ore 20, a Galleria Toledo, Ho stretto i pugni e sono nato… - Poemetto in musica e video frammenti per automazioni elettro meccaniche e giocattoleria di risulta, progetto, testi delle musiche e video di Enzo Mirone, con Marco Di Palo (violoncello e automazioni), Massimiliano Sacchi (clarinetti), Angelo Cavaliere (reparto tecnico). Lo spettacolo è la stesura in forma poetica del primo di tre movimenti di un’autobiografia immaginaria — in

Giornate Europee del Patrimonio: la Soprintendenza apre le Sale Pompeiane a Palazzo Reale

Sabato e la domenica mattina del 22 e 23 settembre aperture straordinarie delle Sale Pompeiane del Palazzo Reale La Soprintendenza Abap di Napoli apre gratuitamente al pubblico le sale pompeiane il sabato e la domenica mattina per divulgare la conoscenza di quei luoghi del nostro patrimonio dei Beni Culturali ancora poco noti. Le Sale Pompeiane furono realizzate da Clemente D’Agostino e Gennaro Maldarelli su progetto di Gaetano Genovesi nel 1840 ca. La coppia di tavoli parietali in commesso di marmi combinati a mosaico è di Giuseppe Canart, mentre il tavolo, che è un campionario di marmi antichi, pietre dure e pregiate è di manifattura napoletana del 1830. Palazzo Reale di Napoli-Sale Pompeiane Sabato e Domenica: 22. 23 settembre 2018 ore 09-13 Ingresso Gratuito

Grande successo per l’apertura straordinaria delle Sale Pompeiane al Palazzo Reale di Napoli

Appuntamento sabato e domenica mattina di giugno al Palazzo Reale di Napoli Napoli, 10 giugno - Grande successo di pubblico nelle Sale pompeiane del Palazzo Reale di Napoli, per le aperture straordinarie gratuite che la Soprintendenza abap di Napoli ha organizzato il sabato e la domenica mattina di giugno. Il soprintendente Luciano Garella ha dichiarato “il nostro intento è la divulgazione e la conoscenza di quei luoghi del nostro patrimonio dei Beni Culturali ancora poco noti che potranno costituire una vera scoperta per i cittadini e per i turisti”. Le Sale Pompeiane furono realizzate da Clemente D’Agostino e Gennaro Maldarelli su progetto di Gaetano Genovesi nel 1840 ca. La coppia di tavoli parietali in commesso di marmi combinati a mosaico furono realizzati da Giuseppe Canart mentre il tavolo,

Al via il Napoli Teatro Festival, inaugurazione a Palazzo Reale

Venerdì 8 giugno, ore 12, Palazzo Reale. Inaugurazione mostra dedicata a Tomasi di Lampedusa Napoli - Venerdì 8 giugno, alle ore 12, si inaugurerà, nel Salone d’Ercole di Palazzo Reale la mostra Giuseppe Tomasi di Lampedusa (1896-1957): un lettore europeo. Il percorso espositivo in dedica all’autore de Il Gattopardo, curato da Gioacchino Lanza Tomasi e José Vicente Quirante Rives, apre la programmazione dell’undicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia. Finanziato dalla Regione Campania (POC Campania 2014 – 2020), il festival è diretto, per il secondo anno, da Ruggero Cappuccio ed è organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival, presieduta da Luigi Grispello, con il Mibact - Polo Museale della Campania, diretto da Anna Imponente.

Selfie sul trono di Palazzo Reale, la denuncia del consigliere dei Verdi

Borrelli: “Sembrano del tutto fuori luogo e inaccettabili poi i commenti che alcuni stanno facendo sui social per condannare il comportamento delle quattro donne” "Sedute in quattro sul trono di Palazzo Reale a Napoli a farsi foto. Possibile che nessuno le abbia fermate?". La denuncia viene dal consigliere regionale dei Verdi della Campania, Francesco Emilio Borrelli, che diffonde la foto 'incriminata' tratta dai social. Secondo quanto spiega Borrelli, la foto è stata scattata durante il gala della rassegna "Wine and the City 2018", svoltosi il 10 maggio scorso a Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito. Sottolinea in una nota il consigliere regionale: "Alcune partecipanti alla cena hanno pensato bene, per farsi delle foto da pubblicare sui social, di percorrere la sala del

#RaccontaNapoli: Palazzo Reale di Napoli, dimora per un re mai giunto a Napoli

Il Palazzo Reale di Napoli a piazza del Plebiscito, nel centro storico Alla fine del Cinquecento, a Napoli arrivò la notizia di una possibile visita del re di Spagna Filippo III. Per l'occasione, nel 1599, il vicerè Fernandez Ruiz de Castro decise di far costruire una dimora per ospitare il re e la regina. Essi, tuttavia, non si recarono mai a Napoli. Il Palazzo divenne pertanto la residenza dei vicerè spagnoli, nonostante l'ex vicerè don Pedro de Toledo ne avesse già fatta realizzare una. Dopo circa centocinquanta anni divenne la sede dei Borbone ed infine, dopo l'unità d'Italia, la dimora venne utilizzata dai Savoia. Nel 1600, il Palazzo Reale fu commissionato a Domenico Fontana, prestigioso architetto e ingegnere maggiore del Regno. Egli

Presentata l’11^ edizione del Napoli Teatro Festival Italia

Undicesima edizione, dall'8 giugno al 10 luglio 2018 Napoli, 14 febbraio - Presentato in conferenza stampa, al Teatrino di Corte di Palazzo Reale, il programma del Napoli Teatro Festival Italia. L’undicesima edizione, la seconda diretta da Ruggero Cappuccio,  organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival, organismo in house della Regione Campania presieduto da Luigi Grispello, inizierà il prossimo 8 giugno e proseguirà fino al 10 luglio. Una stagione di grandi numeri che ascrive il Festival tra le realtà più attive e significative del panorama internazionale e che accoglie, nei 34 giorni di programmazione effettiva, ben 85 compagnie, tra nazionali ed internazionali, impegnate per 160 recite complessive. Proseguendo in una direzione avviata con successo nella passata stagione, la nuova edizione del Festival consolida un progetto culturale che individua, da quest’anno e fino al 2020, il suo principale

A Palazzo Reale gli Stati Generali dell’Idrogeno

Settima edizione della European Fuel Cell Technology Conference. Università, autorità e aziende (dal 12 al 15) a confronto sulle strategia energetiche ed il futuro della mobilità sostenibile. Italia in forte ritardo sulle direttive Europee Napoli, 11 dicembre – Si svolgerà a Napoli, al Teatro di Corte di Palazzo Reale dal 12 al 15 dicembre, la settima edizione della “European Fuel Cell Conference”. La quattro giorni dedicata al settore sulla strategia energetica e la mobilità sostenibile sarà inaugurata, nella prima giornata, dagli Stati Generali dell’Idrogeno e delle celle a combustibile ed, in particolare, analizzerà la posizione dell’Italia in netto ritardo sulla direttiva europea relativa alle decarbonizzazione totale e soprattutto dei sistemi di trasporto alternativi per merci e passeggeri. Nei tre giorni succesivi il

A Palazzo Reale “L’Arte non vera non può essere Arte”, ciclo di conferenze sul falso d’arte

Piano strategico nazionale 2017-2018 del Consiglio Nazionale Anticontraffazione (CNAC) Mercoledì 22 novembre alle ore 10.30, presso la Sala Accoglienza di Palazzo Reale, il Capitano Giampaolo Brasili, Comandante del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale di Napoli e l’architetto Luciano Garella Soprintendente di Napoli, nell’ambito del Piano Strategico nazionale 2017-2018 del Consiglio Nazionale Anticontraffazione (CNAC), finalizzato allo sviluppo della didattica e della ricerca scientifica sui beni culturali come strumenti fondamentali per la diffusione della cultura della legalità, presentano la conferenza “L’Arte non vera non può essere Arte”. Questa sinergia, formalizzata attraverso un Protocollo esecutivo, vedrà la condivisione della casistica in materia, sempre nel rispetto del segreto istruttorio e della privacy, attraverso i beni giudicati “falsi” dal Tribunale (beni oggetto di confisca e opere sequestrate o affidate

Ferdinando IV e Maria Carolina, al Palazzo Reale di Ischia la storia de “Gl’innamorati”

Una rivisitazione in chiave isolana della commedia di Goldoni: tutti i martedì dal 6 giugno al 5 settembre Ischia, 8 giugno - C’è un modo nuovo ed originale per addentrarsi nei meandri dell’antico casino borbonico di Ischia, l’antico Palazzo Reale che affaccia imperioso sul porto d’Ischia. E’ attraverso il teatro che la compagnia Uomini di Mondo, insieme con Cilindro Viaggi, propone una visita speciale ed esclusiva, tutti i martedì, dal 6 giugno al 5 settembre 2017. A partire dalle 21.30, i suggestivi spazi dell’immobile diventano il palcoscenico di “Gl’innamorati di Palazzo Reale”, un singolare adattamento della commedia di Carlo Goldoni ad opera di Corrado Visone, che ne cura anche la regia. La rappresentazione rimanda ai regnanti di Napoli. 1783, Sua Altezza Ferdinando

Maria Carolina attente il visitatore alla Reggia di Caserta per la vestizione. Due gli eventi in programma

Favole Seriche per il "Natale alla Reggia" con  la Vestizione di Maria Carolina e un concerto di musiche settecentesche con la Soprano Serena Stabile Caserta, 31 dicembre - Lunedì’ 2 e martedì 3 gennaio 2017 nell’ambito del “Natale alla Reggia” l’Associazione Favole Seriche di San Leucio di Caserta sarà di scena nel Palazzo Reale di Caserta con due eventi che porteranno il visitatore alla scoperta di vari aspetti della corte borbonica a cavallo tra settecento e ottocento. Lunedì 2 dalle ore 16.45 presso la sala Ferdinando II (in replica alle 17.15 e alle 18.00) ci sarà un Tableau vivant con tre rappresentazioni della Vestizione della Regina Maria Carolina. La regina, in intimo dell’epoca, sarà aiutata dalle sue cortigiane, che si muoveranno con

Restauro della facciata di Palazzo Reale, entro questo mese il ponteggio sarà smontato

Al restauro ha collaborato la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio Napoli - “Si sta avviando a conclusione il lavoro di restauro, con consolidamenti localizzati, dei prospetti interni ed esterni del palazzo reale di Napoli. Tra qualche giorno, verso la fine di settembre, sarà completato lo smontaggio dei ponteggi, già operato per il cortile d’onore, posti in essere sulla facciata principale" - così si legge in una nota del  Soprintendente Luciano Garella con la quale ci informa sull'andamento dei lavori di restauro che stanno interessando Palazzo reale di Napoli -. "L’intervento - continua Garella - si configura come la sommatoria delle esperienze professionali e delle competenze espresse dal personale del MiBACT, con particolare riferimento alla Direzione dei Lavori di cui si è occupata

L’alcova di Maria Amalia di Sassonia, la riscoperta e il restauro

Nell'anno delle celebrazioni di Carlo di Borbone un nuovo importante tassello si aggiunge alla storia dell'arte del Settecento napoletano dal Palazzo Reale di Napoli Dopo il ritrovamento, nel 1990, dei passetti ai lati dell'alcova della Regina, dipinti da Domenico Antonio Vaccaro, da saggi di pulitura nell'ambiente intermedio, appunto l'alcova, si appurò che l'affresco della volta era stato ricoperto da uno scialbo di intonaco e da una partitura di finti stucchi ornamentali di cartapesta dorata. Nel corso di un cantiere didattico avviato nel 2013 dal Corso di Laurea in Restauro dei beni culturali dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - settore dipinti murali, professor Simone Colalucci -, e attraverso un restauro diretto per il Palazzo Reale dalla dottoressa Annalisa Porzio, è venuta alla