Papa Francesco in visita nella Terra dei Fuochi il 24 maggio

Annuncio vescovo Di Donna, la sua presenza è una grazia speciale Papa Francesco sarà ad Acerra (Napoli) il prossimo 24 maggio per incontrare le popolazioni della Terra dei Fuochi in occasione del quinto anniversario della 'Laudato Si'. L'annuncio arriva dalla Diocesi di Acerra. "La presenza di Papa Francesco nelle nostre terre, e in particolare nella nostra diocesi di Acerra, è una grazia speciale - dice il vescovo Antonio Di Donna - perché il Papa viene ad ascoltare le sofferenze della nostra gente, e a ricordare le altre Terre dei Fuochi d'Italia". Papa Francesco - si apprende - arriverà nella prima mattinata di domenica 24 maggio 2020 ad Acerra; dopo aver attraversato la città, incontrerà i vescovi, i parroci, i sindaci dei Comuni della

Papa Francesco a Napoli

Ad accoglierlo il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il governatore della Campania Vincenzo De Luca Papa Francesco è a Napoli per partecipare ad un convegno di studi alla facoltà teologica dell'Italia meridionale. Ad accoglierlo il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il presidente della giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca oltre l'arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe. Il Papa è giunto in elicottero al parco Virgiliano e ha raggiunto in auto via Petrarca, destinazione la facoltà teologica dell'Italia meridionale (sezione San Luigi) dove si svolge il convegno di studi Veritatis Gaudium. Presente all'evento anche il presidente della Conferenza Episcopale Italiana, cardinale Gualtiero Bassetti. Ha inviato una lettera al convegno che ospita l'intervento di Papa Francesco anche il Patriarca ecumenico di Costantinopoli

Papa Francesco a giugno a Napoli al convegno organizzato dalla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale

Nell'occasione sarà presentato il documento sulla “Fratellanza Umana” firmato ad Abu Dhabi il 4 febbraio 2019 da Papa Francesco e dal Grande Imam di al-Azhar Ahmed al-Tayeb Napoli - "Con vivissima gioia informo che il Santo Padre Papa Francesco ha accolto l’invito a partecipare al Convegno organizzato dalla Sezione san Luigi della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (Gesuiti di Posillipo - Napoli) intitolato: “La teologia dopo Veritatis Gaudium nel contesto del Mediterraneo” che si terrà il 20 e 21 giugno 2019 nei locali rinnovati del complesso dei gesuiti in via Petrarca 115" - così Pino Di Luccio S.I. Vice Preside PFTIM. Il Convegno fa parte di una serie di iniziative che la Sezione san Luigi della PFTIM promuove dal 2016 per elaborare una teologia contestuale che

10 ritratti di San Paolo VI del Maestro Guadagnuolo

Domenica 14 ottobre Paolo VI sarà Canonizzato da Papa Francesco durante la Messa in Piazza San Pietro; il pittore Francesco Guadagnuolo ha dedicato una serie di ritratti in occasione del grande evento mondiale I ritratti di San Paolo VI trattano il progetto artistico-culturale ”Testimoni del nostro Tempo” ideato da Francesco Guadagnuolo; personalità del mondo culturale, politico e religioso rendono testimonianza, a vantaggio dei giovani di oggi, della vita, dell’opera e dell’insegnamento di alcuni tra i più noti personaggi della Chiesa e del mondo cattolico che più hanno inciso negli avvenimenti e nella storia del ventesimo secolo. Infatti, questa collezione è dedicata a Papa Paolo VI dal titolo: "Paolo VI: dieci parole ai giovani" un decalogo per i giovani del Terzo Millennio

50° anniversario della morte di Padre Pio, Papa Francesco in visita a Pietrelcina

Papa Francesco sarà in visita privata nella terra di Padre Pio. Il sindaco della cittadina del Beneventano, Masone: "Non ci aspettiamo folle oceaniche, ma la ‘vastità’ delle emozioni" Benevento, 16 marzo - In occasione del centenario dell’apparizione delle stimmate permanenti di Padre Pio e del 50°anniverario della sua morte, Papa Francesco sarà in visita a Pietrelcina, luogo delle radici del Santo del Gargano, e a San Giovanni Rotondo. Il programma diffuso dalla Sala Stampa della Santa Sede rivela che il Papa partirà alle 7 del mattino dall’eliporto Vaticano e si recherà in visita pastorale prima a Pietrelcina, nella diocesi di Benevento, e poi a San Giovanni Rotondo, nella diocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo. Papa Francesco sarà accolto, nel piazzale adiacente all’Aula liturgica

#VentiRighe – Il Papa incontra i sindacati: “Fate lavorare i giovani, non gli anziani”

Esagera Bergoglio? Eccede in postcomunismo se compensa con il suo immenso ascendente il nulla della sinistra che fu? Il Papa incontra i sindacati. “Fate lavorare i giovani, non gli anziani” ammonisce Francesco (ma forse senza fare i conti con il bilancio dell’INPS e il rischio di non poter più corrispondere la pensione a chi ne ha diritto). Poi, santa cosa, imputa ai sindacati, nella circostanza della Cisl, di somigliare sempre più ai partiti. Tema: le diseguaglianze sociali. Francesco ha definito inaccettabile il rapporto tra pensioni d’oro e chi non arriva alla fine del mese. Un nuovo patto sociale per il lavoro, auspica Francesco: meno ore di lavoro per chi è vicino al pensionamento per far posto ai giovani. E

#VentiRighe – I “vip” di Medjugorje

Come anticipato, Bergoglio vuole indagare sull’affare Medjugorje, esempio limite degli affari che gente senza ritegno lucra sulla credulità di fedeli sprovveduti, irretiti da fandonie su Cristi con le gote rigate da sangue e Madonne che piangono (grazie a un banale sistema di acqua pompata dal retro delle statue all’altezza degli occhi, ndr) Il giro di profitti sui colloqui a scadenze fisse della Madonna di Medjugorje con poveri cristi definiti “veggenti”, ha finalmente insospettito Papa Francesco che speriamo riceva dal cardinale Ruini, inviato in Serbia, prove di una mistificazione para religiosa. Intanto è da registrare l’elenco di personaggi noti, plagiati da chi tira le fila del miracolo che la Madonna di Medjugorje rinnoverebbe  con metodica puntualità grazie a confidenze riservate a persone

#VentiRighe – Medjugorje, Bergoglio vuole vederci chiaro

C’è chi ha giocato d’anticipo sulla sacra curiosità del solerte Bergoglio, fustigatore di piccole grandi degenerazioni del sistema introdotto del Clero nei secoli, in tutto o in gran parte estraneo al volere di Cristo e di suo Padre Sono i militanti del combattivo laicismo, teso a contestare assurdi dogmi, falsi miracoli e immaginifiche apparizioni di Madonne e Santi. Uno di molti territori d’indagine è certamente quanto ruota attorno al caso Medjugorje e ai cosiddetti veggenti che a scadenze prefissate, più rigorose delle cambiali, sarebbero destinatari di colloqui riservati, esclusivi, con la Madonna. Tra un’apparizione e l’altra, in luoghi del mondo dove si affollano i fan dei veggenti, la Madonna interpone il giusto spazio temporale per consentire di non  sovrapporre un’apparizione con l’altra

Giovani e lavoro, Mattarella ai vescovi: “ridurre le distanze tra Nord e Sud”

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo messaggio inviato ai vescovi delle Regioni del Sud scrive che “non ci sarà una vera ripresa, neppure nel resto del Paese, se dovesse aumentare ulteriormente il divario a discapito del Mezzogiorno” Napoli, 8 febbraio – “Ridurre le distanze tra Nord e Sud, far crescere le occasioni di impiego per le nuove generazioni, costituisce una necessità vitale per la nostra Italia”. È quanto scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato ai vescovi delle Regioni del Sud, riuniti alla Stazione Marittima di Napoli per una due giorni di dibattiti nella quale discutere e individuare proposte contro la disoccupazione giovanile nel Mezzogiorno. “Non ci sarà una vera ripresa, neppure nel resto del Paese,

#VentiRighe – Il papa scomodo

C’era da aspettarselo, era facile pronosticare che i nemici interni di Papa Francesco sarebbero andati all’attacco delle sue riforme La capitale si è svegliata con una sgradevole sorpresa e la rabbia di non poter incolpare i responsabili. Sui muri, nel centro vitale di Roma, nottetempo ignoti hanno affisso un manifesto che mostra papa Bergoglio con un’espressione opposta a quella abituale di serenità. Il suo volto nell’immagine che correda la scritta è di forte perplessità. Il sospetto che dietro all’anonimato degli autori si nasconda la quota del clero più reazionaria e conservatrice è avvalorato dal testo che gli addebita di aver commissariato Congregazioni, rimosso sacerdoti, decapitato l’Ordine di Malta e i Francescani dell’Immacolata, ignorato i Cardinali. Manca la firma, ma si può supporre che

#VentiRighe – Fruste, collari, scarpe con il tacco a spillo, vibratori, guinzagli, falli in lattice. Non c’è (quasi) più religione

200 preti pedofili, che abusano sui bambini, aprono un nuovo, orrendo fronte dell’indignazione mondiale che negli Stati Uniti ha rivelato immondi comportamenti del clero per merito di abili giornalisti d’inchiesta e di un film che ne ha raccontato l’impresa Parole dure di papa Francesco sul tema e di recente l’approssimativa statistica che conta duecento casi accertati di sacerdoti italiani coinvolti nella turpe violenza sui minori. Ma basta? Dal capo di questa Chiesa malata si aspetta una svolta rivoluzionaria che cancelli il divieto di sposarsi per preti e suore, obbedisca al dettato di Cristo (crescete e moltiplicatevi) erga omnes, cioè compresi i suoi ministri del culto e sani la piaga delle degenerazioni sessuali provocate dal diktat ecclesiastico sulla castità. In contemporanea con la

#VentiRighe – God save the Pope, Dio salvi il Papa

Anticonformismo: è il canone interpretativo del mandato che incautamente gli ha consegnato il conclave con la fumata bianca Francesco ha fatto brillare mine ad alto potenziale alla base del sistema che il clero ha messo su nei secoli con l’intento di edificare una piramide di potere non solo ecclesiastico, sostenuto da  decaloghi dogmatici estranei al dettato di Cristo. Uno per tutti il voto di castità dei preti, in antitesi con il precetto divino del “crescete e moltiplicatevi”. Chi c’è sotto le spoglie di successore del dimissionario Ratzinger? Sicuramente un capo fuori schema dell’immenso stuolo di cattolici soggiogati prima di lui dalla leadership tirannica di pontefici estranei all’evoluzione della società mondiale, protervamente chiusi a ogni attenzione per la vorticosa spinta al cambiamento,

#VentiRighe – Ma il Papa non dice NO

Sembra di essere tornati al tempo della Dc,  acchiappavoti con la mediazione del clero Non ingerisce nelle questioni della politica italiana e pur disilluso per l’elezione di Trump non manifesta direttamente il dissenso per la scelta del popolo americano, ma auspica che il mondo sia dalla parte dei deboli, dei poveri dell’umanità, qualunque sia il colore della pelle, il credo politico, la religione: non è difficile leggere tra le righe che il soggetto di questo breve prologo è Papa Francesco. Ora succede che su WastApp giri una fotografia che ritrae il muro di un edificio su cui i tifosi del NO hanno disegnato la figura del pontefice con in mano un pennello sporco di rosso e alla sue spalle, scritto con lo

Da Pompei 2.500 sfogliatelle per gli indigenti ospitati dal Pontefice

In occasione della canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta Napoli, 4 settembre - Da Pompei 2.500 sfogliatelle per i poveri, ospitati a pranzo in Vaticano da Papa Francesco. In occasione della canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta, in programma questa mattina alle 10.30 in piazza San Pietro a Roma, infatti, il Santo Padre al termine della solenne cerimonia ha inteso ospitare all’interno della Sala Nervi della Città del Vaticano circa 2.500 persone indigenti cui, alla fine del pasto, sarà servita la sfogliatella preparata e offerta dalla pasticceria De Vivo di Pompei. E non è tutto, perché gli ospiti potranno anche osservare dal vivo, nell’ambito di un “cooking show” organizzato nella Sala vaticana, le fasi di realizzazione del tipico dolce napoletano.