Bergoglio apre ai divorziati risposati: possibile la comunione

Per Bergoglio non c'è un via libera ai divorziati, ma dal momento che le situazioni sono diverse, non viene esclusa la possibilità di accesso ai sacramenti per chi non sia in "colpa grave" Roma, 8 aprile - Le tre parole chiave dell'esortazione apostolica firmata il 19 marzo e pubblicata ieri "Amoris Laetitia", sono "accompagnare", "discernere" e "integrare" chi vive in situazioni di irregolarità. Con queste parole, Papa Francesco tira le somme sui due Sinodi dei vescovi, riunitisi nell'ottobre 2014 e 2015, dedicati alla famiglia e alle nuove sfide. Il Papa scrive a riguardo delle situazioni irregolari - "La Chiesa possiede una solida riflessione circa i condizionamenti e le circostanze attenuanti. Per questo non è più possibile dire che tutti coloro che si

Papa Francesco a tutto campo. Unioni civili? Non mi immischio. L’aborto, un crimine

"Io non so come stanno le cose nel Parlamento italiano. Il Papa non si immischia nella politica italiana" Sull'aereo papale dal Messico all'Italia, sono numerosissimi gli argomenti affrontati da Papa Francesco; dalle unioni civili, questione nella quale dice di non volersi immischiare, ai casi in cui la contraccezione potrebbe essere tollerata; dal sogno del viaggio in Cina, all'accusa a Trump di non essere cristiano perché vuole erigere muri ai confini. Sulle Unioni civili il Papa rispondendo alle domande dei giornalisti, dice: "io non so come stanno le cose nel Parlamento italiano. Il Papa non si immischia nella politica italiana". E sul ddl unioni civili continua - "Nella prima riunione che io ho avuto con i vescovi nel maggio del '13 una delle cose che

Scalo di emergenza per EasyJet partito da Napoli, slitta la partenza di Papa Francesco per l’Avana

Problema tecnico e scalo di emergenza a Fiumicino Napoli, 12 febbraio - Un volo della compagnia EasyJet, partito da Napoli e diretto a Venezia, è stato costretto ad atterrare poco prima delle 8 all'aeroporto di Fiumicino. Il comandante, a quanto si è appreso, ha chiesto di poter atterrare allo scalo romano a causa di un presunto problema tecnico. Scattato subito, come da procedura, il dispositivo di sicurezza aeroportuale, il velivolo è atterrato, senza problemi, sulla pista 3 alle 7,53. La partenza di Papa Francesco alla volta dell'Avana, che era in programma alle 7,45, è slittata di circa mezz'ora a causa di un rallentamento delle operazioni di volo legato alla precedenza data all'atterraggio di emergenza, avvenuto pochi minuti prima delle 8, del volo EasyJet

“Il Matrimonio. La Riforma di Papa Francesco”, se ne discute a Torre del Greco

A Palazzo Vallelonga una serata di approfondimento sulla riforma del processo canonico fortemente voluta da Papa Francesco in materia di nullità matrimoniale Venerdì 5 febbraio, a partire dalle ore 17.30, a Torre del Greco, presso l’auditorium della Banca di Credito Popolare a Palazzo Vallelonga, avrà luogo la serata di approfondimento sul tema “Matrimonio. La Riforma di Papa Francesco”, organizzata dalla sezione San Tommaso d’Aquino della pontificia facoltà teologica dell’Italia Meridionale in collaborazione con il consiglio dell’ordine degli avvocati di Torre Annunziata ed il tredicesimo decanato dell’arcidiocesi di Napoli. L’evento, introdotto dai saluti di padre Rosario Borrelli (decano del presbiterio), di Gennaro Torrese (presidente del consiglio dell’ordine degli avvocati di Torre Annunziata) e di don Gaetano Di Palma (decano della sezione San Tommaso

Benigni, il Papa è pieno di misericordia

"Bergoglio cammina e non si ferma mai, verso il vangelo, verso Gesù" Città del Vaticano, 12 gennaio - Roberto Benigni alla presentazione del libro del papa, "Il nome di Dio è misericordia", in Vaticano afferma: "il papa è pieno di misericordia, è lì che la prende a piene mani in mezzo agli ultimi degli ultimi, la potrebbe vendere ad etti. Vuoi un etto di misericordia? Lui te la dà". Poi ha aggiunto: "il papa cammina e non si ferma mai, sembra faticare e fatica, sta tirando tutta la Chiesa verso il cristianesimo, verso il vangelo, verso Gesù. Un'opera incredibile". "E' l'uomo più grande del mondo, questo Papa mi piace tanto tanto, è meraviglioso, grande, umile e rivoluzionario come ha detto Scalfari, e loro

Giubileo: 800 missionari della Misericordia per i “peccati riservati”. Assolveranno tutto, anche il peccato di aborto

La sede Papale ha nominato 800 sacerdoti con la facoltà di assolvere tutti i "peccati riservati" col fine di "celebrare il sacramento della Riconciliazione per il popolo" senza nessun escluso Roma, 5 dicembre - Sono pronti per il Giubileo gli 800 "Missionari della Misericordia", ovvero gli 800 sacerdoti nominati esclusivamente dal Papa col compito di perdonare tutti quei "peccati riservati" finora assolti soltanto dalla Sede Apostolica (o Santa Sede). Questi provengono da tutto il mondo (60 sono italiani), e durante il "Giubileo della Misericordia", che avrà inizio il prossimo martedì 8 dicembre, potranno assolvere i peccati di: profanazione dell'Eucarestia, assoluzione del complice, violazione del sigillo sacramentale (che consiste nel rivelare quanto ascoltato durante la confessione), consacrazione del vescovo senza autorizzazione del Papa

Attentato a Parigi, Papa Francesco: “Utilizzare il nome di Dio per giustificare la strada della violenza e dell’odio è una bestemmia”

Dopo l'Angelus di questa domenica, Papa Francesco ha riespresso il suo cordoglio e la sua vicinanza alla Francia, accusando e condannando le "barbarie" di venerdì sera a Parigi "Desidero esprimere il mio dolore per gli attacchi terroristici che nella tarda serata di venerdì hanno insanguinato la Francia, causando numerose vittime. Al Presidente della Repubblica Francese e a tutti i cittadini porgo l’espressione del mio più profondo cordoglio. Sono vicino in particolare ai familiari di quanti hanno perso la vita e ai feriti". Sono queste le parole di Papa Francesco pronunciate oggi in Piazza San Pietro dopo l'Angelus domenicale in riferimento ai fatti di Parigi. Bergoglio, che già ieri aveva commentato gli attentati nella città francese dichiarandoli come fatti "non umani", anche oggi

Poste Italiane dona una bici ecologica a Papa Francesco

L'incontro tra l'Ad di Poste ed il Papa al termine dell'Udienza, nella giornata conclusiva del Meeting internazionale “Giustizia ambientale e cambiamenti climatici” Roma, 13 settembre - L'Amministratore delegato di Poste italiane Francesco Caio ha donato a Papa Francesco la bicicletta elettrica a pedalata assistita nel corso dell'udienza che si è tenuta lo scorso venerdì in Vaticano nella sala Clementina. L'Udienza è seguita alla giornata conclusiva del Meeting internazionale “Giustizia ambientale e cambiamenti climatici” promosso dalla fondazione per lo Sviluppo Sostenibile in vista della Conferenza sul clima che si terrà a Parigi. Nel corso del suo intervento al meeting, Caio ha illustrato i punti chiave intorno ai quali ruota il piano di sviluppo delle Poste 2020. In particolare il piano coniuga la tutela

Il Vaticano apre le porte ai migranti. L’appello di Papa Francesco: “Ogni parrocchia ospiti una famiglia di profughi”

Le due parrocchie de parrocchie del Vaticano ospiteranno due famiglie di immigrati. A tre mesi dal Giubileo della misericordia, Papa Francesco guida la chiesa verso gesti di solidarietà concreti in nome del Vangelo Papa Francesco da piazza San Pietro invoca l’aiuto di tutta la comunità cattolica per gli immigrati, lanciando l’appello affinché ogni parrocchia, ogni monastero, ogni santuario d’Europa accolga almeno una famiglia di profughi. Sarà la stessa Santa Sede a dare il buon esempio aprendo le porte a chi giunge nel nostro Paese in fuga dalla guerra in cerca di una nuova casa dove poter ricostruire il proprio futuro. – “Anche le due parrocchie del Vaticano accoglieranno in questi giorni due famiglie di profughi”. – “Ogni parrocchia, ogni comunità religiosa, ogni

Papa Francesco, dall’ottico a San Gregorio Armeno

Papa Francesco dall'ottico sbarca anche a San Gregorio Armeno: due artigiani hanno realizzato delle statuine che ritraggono il Pontefice mentre sceglie i suoi occhiali A San Gregorio Armeno, la strada nel centro di Napoli famosissima per i suoi splendidi presepi, sono spuntate le statuine del Papa dall'ottico. A realizzarle Marco Ferrigno e Genny Di Virgilio, titolari delle omonime botteghe della "via dei presepi", che, dopo aver visto in Tv Papa Francesco recarsi da un ottico presso Piazza del Popolo per cambiare le montature dei suoi occhiali, hanno pensato di omaggiare il Papa con un'altra delle tante statuine in suo onore. La statuina subito realizzata da Di Virgilio, proprietario della bottega messa in piedi dalla sua famiglia nel 1830, rappresenta Papa Francesco sorridente

Caporalato: controlli a tappeto delle campagne del Casertano

L'operazione congiunta di Polizia, Carabinieri, Finanza ed Ispettorato del lavoro ha interessato aziende agricole di diversi comuni in provincia di Caserta mettendo in luce una preoccupante situazione di sfruttamento degli immigrati Caserta, 22 agosto – Hanno setacciato 12 aziende agricole e controllato 88 operai di diversa nazionalità gli agenti delle forze dell’ordine di Caserta nel corso di una operazione congiunta, disposta con Ordinanza del Questore di Caserta Francesco Messina, che ha messo insieme Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale unitamente al personale dell’Ispettorato del Lavoro. Lo scopo dell’imponente operazione è di sgominare il caporalato e lo sfruttamento di lavoratori immigrati, così come definito in sede di comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal Prefetto. Diversi i

Contrastare le nuove forme di schiavitù: 70 sindaci incontrano il Papa

Occasione per discutere della correlazione tra cambiamenti climatici e nuove forme di schiavitù 21 e 22 luglio, "Schiavitù moderna e cambiamenti climatici: l'impegno delle città" il titolo del convegno a cui parteciperanno 70 sindaci che si incontreranno con Papa Francesco. L'evento è stato organizzato dalla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, allo scopo di approfondire le questioni trattate dall'enciclica "Laudato sì" di Papa Francesco e mettere in relazione i cambiamenti climatici e le nuove forme di schiavitù. La due giorni, si è aperta con l'udienza del Pontefice in Vaticano e produrrà una dichiarazione di "concreto impegno comune". Fin dall'inizio del suo pontificato, Papa Francesco, insieme ai leader delle religioni cristiana, musulmana, induista, buddista ed ebrea, ha preso  posizione contro la schiavitù moderna, ribadendo

Papa Francesco: “Chiesa disposta a stabilire data fissa per la Pasqua”

L'annuncio in occasione della meditazione nella basilica di San Giovanni in Laterano, per il raduno mondiale dei sacerdoti "La Chiesa è disposta a stabilire una data fissa per la Pasqua", in modo che possa essere festeggiata nello stesso giorno da tutti i cristiani, siano essi cattolici, protestanti o ortodossi. Papa Francesco lo annuncia durante la meditazione nella basilica di San Giovanni in Laterano, in occasione del raduno mondiale dei sacerdoti. Rispondendo a una domanda sull'ecumenismo e sui rapporti con la Chiesa ortodossa, sia di Costantinopoli che di Mosca, il Papa afferma che "la Chiesa cattolica è disponibile a rinunciare alla data determinata per la domenica di Pasqua dal primo plenilunio dopo l'equinozio di primavera".

La Giornata Mondiale dell’Ambiente punta il dito sugli sprechi. “C’è cibo per tutti ma non tutti possono mangiare”

L'Expo ospita l'evento internazionale che sfida gli sprechi. Lo sviluppo sostenibile resta l'obiettivo anche per il 2015. Una lezione rivolta alle istituzioni e ai cittadini Milano, 5 giugno - “Sette miliardi di sogni. Un Pianeta. Consumare con moderazione”. Il tema della Giornata Mondiale dell’Ambiente punta i riflettori sugli sprechi. Una sfida che il presidente Mattarella, presente alla cerimonia all’Expo Center, intende affrontare puntando su progetti di solidarietà e sull’impegno individuale di ogni cittadino. “Nutrire il pianeta è la sfida epocale che l’umanità ha difronte – ha detto il presidente Mattarella – Nutrire vuol dire assicurare finalmente il diritto al cibo e all’acqua per tutti gli abitanti della terra. Ma vuol dire anche restituire alla terra e, dunque, ai nostri figli e alle