Paestum riapre, per ora in Cina

Un segnale di speranza per superare la pandemia del Covid-19, la mostra “Paestum - una città del Mediterraneo antico” È di questa mattina la notizia della riapertura al pubblico della mostra “Paestum - una città del Mediterraneo antico”, inaugurata lo scorso 26 novembre a Chengdu, capoluogo della provincia del Sichuan, e chiusa all’indomani dell’emergenza sanitaria che ha messo in ginocchio la Cina. A comunicare le importanti novità è stato Wei Quan, direttore del Sichuan Museum, che ha indirizzato una missiva a tutto il Parco Archeologico di Paestum, nella persona del direttore, Gabriel Zuchtriegel. Dalle parole del direttore cinese si colgono sentimenti di solidarietà e speranza verso l’Italia che, proprio in questi giorni, sta vivendo momenti drammatici a causa del COVID 19. Un destino comune quello

Natale a Pompei, le iniziative del Parco Archeologico

24 , 26 e 31 dicembre giornate gratuite #IoVadoAlMuseo. E per i ragazzi in regalo il 24 dicembre il fumetto Vulcanalia Dal 24 dicembre e per tutte le festività natalizie i visitatori di Pompei potranno visitare l’area archeologica con alcune proposte speciali. All’Antiquarium di Pompei è allestita la mostra Gli Arredi della Casa di Giulio Polibio. Il racconto di una famiglia, di un personaggio pubblico, di individui strappati alla vita. Le loro abitudini, il vezzo e il desiderio di mostrare la propria ricchezza, attraverso il lusso negli arredi e negli oggetti di vita quotidiana. Oltre 70 oggetti, tra lucerne, porta lucerne, bruciaprofumi, vasellame per la cottura degli alimenti (pentole per bollire, tegami per friggere, olle per la bollitura di focacce e verdure), coppe

Firma convenzione tra Parco archeologico di Pompei e Comune di Castellammare

Palazzo Reale di Quisisana martedì 15 ottobre ore 12.30 sala convegni Martedì 15 ottobre 2019, alle ore 12.30, presso la Sala Convegni del Palazzo Reale di Quisisana, a Castellammare di Stabia, il Direttore Generale del Parco Archeologico di Pompei Massimo Osanna e il Sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino firmeranno la convenzione tra il il Parco Archeologico di Pompei  e il Comune di Castellammare di Stabia, finalizzata alla istituzione del Museo Archeologico intitolato a Libero D’Orsi nelle sale del Palazzo Reale di Quisisana. La firma della convenzione giunge al termine di un percorso avviato a metà degli anni ’90 per l’individuazione della nuova sede dell' “Antiquarium Stabiano”, chiuso dal 1997, e la realizzazione di un polo museale di eccellenza a Castellammare di Stabia, che

Passeggiate notturne nei siti archeologici vesuviani

Tornano i percorsi illuminati nei siti archeologici vesuviani, nell’ambito dei progetti di valorizzazione 2019, promossi dal Ministero per i beni e le attività culturali.  Tutti i venerdì e sabato dalle ore 20,30 alle 22,30 (ultimo ingresso ore 22,00) Gli scavi di  Pompei e la villa di Poppea ad Oplontis dal 23 agosto fino al 28 settembre, la Villa S. Marco a Stabia dal 16 agosto fino al 21 settembre e l’Antiquarium di Boscoreale dal 6 settembre fino al 12 ottobre saranno illuminati e aperti al pubblico tutti i venerdì e sabato - dalle ore 20,30 alle 22,30 (ultimo ingresso ore 22,00). A Pompei le passeggiate notturne interesseranno uno dei luoghi più monumentali del sito, l’area del Foro, cuore della vita politica, religiosa ed economica della città antica, attraverso un percorso

Sicurezza: firmato il protocollo d’intesa tra Parco Archeologico di Pompei e Procura

Da Pompei un modello pilota per contrastare il saccheggio e il traffico di reperti archeologici Un modello pilota di contrasto al fenomeno criminale di saccheggio dei siti archeologici e di  traffico dei reperti e opere d’arte è l’obiettivo alla base dalla collaborazione istituzionale tra il Parco Archeologico di Pompei e la Procura della Repubblica di Torre Annunziata, già avviata con successo da tempo e che si è formalizzato, con la firma di un protocollo d’intesa tra i due enti. Giovedì 1 agosto 2019 presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Torre Annunziata, il Procuratore F.F, Pierpaolo Filippelli e il Direttore Generale, Massimo Osanna hanno firmato il protocollo e illustrato i vari punti e gli impegni reciproci, del Parco e della Procura,

Appuntamento con la Morte con “Volcano Extravaganza”, Festival di arte contemporanea

Al Parco Archeologico di Pompei il capitolo conclusivo del Festival La morte e il destino ineluttabile sono il tema di un intervento artistico che, partendo dall’isola di Stromboli, si conclude al Parco Archeologico di Pompei il 21 luglio, nell’ambito di Volcano Extravaganza, Festival di arte contemporanea. A curare  il festival, alla sua nona edizione, concepito e promosso dal Fiorucci Art Trust, ogni anno viene invitato un artista internazionale che – insieme al Direttore del Trust Milovan Farronato – definisce un tema e seleziona gli altri artisti partecipanti. Il titolo di questa edizione, co-curata da Farronato con l'artista Maria Loboda, prende ispirazione da Appuntamento a Samarra, la parabola della morte inevitabile che apparve per la prima volta nel Talmud Babilonese nella storia mesopotamica del Sukkah 53°, come raccontato da W. Somerset Maugham nel 1933. L'oratore è la Morte

“Notte Europea dei Musei”, il programma per i siti archeologici vesuviani

Sabato 18 maggio dalle ore 20,30 alle 22,30 con ingresso a 1 euro sarà consentito l'accesso alle aree archeologiche di Pompei, la Villa San Marco a Stabia, la Villa di Poppea ad Oplontis e l’Antiquarium di Boscoreale E’ “Festa dei Musei” nei siti archeologici vesuviani. Il 18 maggio, nell’ambito dell’iniziativa  promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali le aree archeologiche di Pompei, la Villa San Marco a Stabia, la Villa di Poppea ad Oplontis e l’Antiquarium di Boscoreale saranno aperti in via straordinaria per la “Notte Europea dei Musei”, dalle 20,30 alle 22,30 (chiusura biglietterie alle ore 22) con ingresso a 1 euro (gratuito a Stabia e per i minori di 18 anni, come da normativa vigente). Doppia opportunità per i visitatori di  Pompei che potranno accedere sia

Pompei: visita al parco archeologico gratuita per il Santo Patrono

Giornata gratuita prevista per il giorno 8 maggio in coincidenza con la celebrazione della Santa Patrona della città La Direzione del Parco archeologico di Pompei informa che, in occasione della giornata gratuita prevista per il giorno 8 maggio - in coincidenza con la celebrazione della Santa Patrona della città - al fine di evitare un eccessivo sovraffollamento degli scavi di Pompei, si riserverà di chiudere l'accesso al sito, al raggiungimento dei 15mila ingressi entro le ore 12,00 e di riaprire dopo circa due ore, per consentire un adeguato deflusso dei visitatori presenti all'interno dell'area archeologica. La Direzione invita a usufruire degli accessi di Piazza Esedra e Porta Marina e ad evitare l'ingresso da Piazza Anfiteatro che potrebbe essere particolarmente congestionato per la contestuale presenza dei

“Pompei per tutti: visite silenziose”, iniziative di inclusione del Parco archeologico di Pompei

Presentazione delle iniziative di inclusione frutto del protocollo d’intesa tra l’Ente Nazionale Sordi e il Parco archeologico di Pompei Pompei sempre più accessibile e inclusiva. Grazie al protocollo d’intesa stipulato tra il Parco archeologico di Pompei e l’Ente Nazionale Sordi-Sezione Provinciale di Napoli (ENS) sarà possibile per le persone sorde avvalersi di un accompagnamento dedicato, per fruire al meglio il sito di Pompei e cogliere appieno le suggestioni e le atmosfere dei luoghi. Operatori specializzati sordi, madrelingua LIS, sono stati appositamente formati dal personale del Parco archeologico al fine di poter strutturare una visita al sito adeguata alle esigenze specifiche dei sordi consentendo di superare un’ulteriore barriera all’accessibilità del nostro patrimonio culturale. Ieri mattina, giovedì 22 novembre, il Direttore Generale Massimo Osanna e la Presidente ENS Sezione