Tangenziale di Napoli, da domani gratis

Non si pagherà il pedaggio fino al 5 novembre. Verifiche e lavori in tempi ristretti Domani il cda di Tangenziale di Napoli ratificherà lo stop al pagamento del pedaggio in vigore dalla mezzanotte di venerdì 25 ottobre fino al 5 novembre. Lo annuncia Tangenziale spa in una nota sulla vicenda delle verifiche al ponte di Capodichino che ha costretto alla chiusura di una delle tre corsie, aumentando i problemi di traffico sull'arteria. La decisione della sospensione del pedaggio, si legge nella nota, sarà deliberata per agevolare la cittadinanza in vista delle festività di Ognissanti e accoglie un invito formalizzato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Intanto proseguono le verifiche sulle condizioni del ponte: è già operativa l'impresa che realizzerà i lavori sul

Tangenziale di Napoli, dal 1° gennaio 2018 in vigore le nuove tariffe

In un comunicato, la società capitanata da Paolo Cirino Pomicino annuncia l'aumento delle tariffe. Per le auto si passa dai 95 centesimi attuali ad 1 euro tondo In attuazione della Convenzione Unica vigente, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministero dell’Economia hanno stabilito con Decreto  Interministeriale n.604 del 29.dicembre 2017 che: l’incremento della tariffa a km applicato, a partire dal 1° Gennaio 2018, all’Autostrada A56 Tangenziale di Napoli è pari al 4,31%. Il pedaggio, il cui ultimo adeguamento risale al 2014, è il costo del servizio offerto e prescindere dal percorso effettuato e dal tipo di mezzo in quanto il sistema di classificazione individua i veicoli in base agli assi. L’effettivo incremento del pedaggio dovuto risulta per la Tangenziale

Il pedaggio sulla Tangenziale di Napoli? Un voto dell’Europa potrebbe portarne all’abolizione

A Strasburgo è stato votato l'atto di indirizzo che per favorire la concorrenza e il mercato con la libera circolazione di merci chiede agli Stati Ue di revocare ogni concessione. Questo potrebbe portare all'abolizione del pedaggio sulla Tangenziale di Napoli Napoli, 14 febbraio – “Pagare il pedaggio della tangenziale di Napoli per uscire dalla cinta urbana è lesivo della concorrenza e gli Stati membri devono revocare le concessioni”. Lo ha affermato l'europarlamentare Fulvio Martusciello di Forza Italia, presentatore e relatore ombra di un emendamento sulla concorrenza, comunicando l'esito della votazione avvenuta oggi a Strasburgo. L'obiettivo della norma è quello di eliminare ogni concessione di strade che delimitino zone urbane, qualora tali concessioni comportino pagamenti di pedaggio, al fine di garantire la reale

Dillo a #NapoliTime – Tangenziale di Napoli: abolite il pedaggio

Ad aggiungersi al coro anche un'associazione territoriale del Vomero con un gruppo su Facebook Napoli, 27 dicembre - Come ogni fine d’anno ritorna alla ribalta delle cronache la notizia di un possibile ulteriore aumento del pedaggio sulla Tangenziale di Napoli (vai all'articolo), che potrebbe scattare con l’inizio dell’anno nuovo. L'aumento potrebbe portare il balzello, versato da lustri dai napoletani, dagli attuali 95 centesimi, per i veicoli a due assi, a un euro tondo. "L’unica strada di questo tipo in tutta Italia, se non in tutta Europa, dove gli automobilisti per transitare devono pagare un oneroso balzello – afferma Gennaro Capodanno, fondatore anche su Facebook di un gruppo che chiede da tempo l’abolizione del pedaggio sull’importante arteria cittadina -. Sarebbe davvero troppo continuare

Tangenziale di Napoli, possibile aumento del pedaggio per il 2017: è polemica ma si punta ad abolirlo

Il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, commenta le voci di un possibile aumento del pedaggio in Tangenziale Napoli, 26 dicembre – “Puntuale come le feste comandate, anche quest’anno, a ridosso della fine dell’anno, cominciano a circolare le voci di un aumento del pedaggio sulla Tangenziale di Napoli e chi è costretto a percorrerla ogni giorno comincia a temere di dover preventivare un aumento della spesa giornaliera del 5% visto che si parla di un ricotto verso l’alto, dai 95 centesimi all’euro pieno”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e i consiglieri comunali di Napoli, Stefano Buono e Marco Gaudini, informando che è stata inviata “una richiesta ufficiale di chiarimento, in veste istituzionale, visto che ai

Tangenziale di Napoli, de Magistris: “Quel pedaggio è un’anomalia”

Il sindaco fa richiesta al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per accedere agli atti e ai documenti della convenzione tra la società Tangenziale di Napoli S.p.A e l'Anas Napoli, 24 settembre - Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, ai sensi della legge sulla trasparenza ha presentato richiesta al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per accedere agli atti e ai documenti della convenzione tra la società Tangenziale di Napoli S.p.A – di cui è presidente Paolo Cirino Pomicino – e Anas. Nella nota indirizzata al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e alla Struttura di vigilanza sulle concessioni autostradali, de Magistris scrive: “Gli utenti corrispondono un pedaggio che ammonta a 0,95 euro senza che sia previsto alcuno sconto

Anno nuovo, nuovi rincari. E’ un 2015 all’insegna del salasso (anche) per gli automobilisti

Tra multe e pedaggi, percentuali di rincaro su autostrade (+1,32%) e violazioni Codice stradale (+0,8%) 3 gennaio – Il 2015 inizia all’insegna di nuovi rincari per gli automobilisti italiani. Da gennaio sono infatti scattati nuovi aumenti sia per i pedaggi autostradali (+1,32%) che per quanto riguarda le violazioni del codice stradale (+0,8%), con multe più salate rispetto allo scorso anno. Secondo quanto stabilito dal ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, il tetto massimo dei rincari è fissato all'1,5%, ma secondo le stime fornite dal Codacons gli aumenti si attesteranno mediamente all’1,32%. Ad Autostrade per l'Italia è stato riconosciuto un adeguamento dell'1,46%, mentre l'aumento dell'1,5% riguarderà Autovie Venete, Brescia-Padova, Milano Serravalle-Milano Tangenziali, Ativa, Cav, Autocamionale della Cisa, Autostrada dei Fiori, Tangenziale di Napoli,

Tangenziale di Napoli: automobilisti rischiano l’ennesimo aumento del pedaggio

Per gli utenti della tangenziale di Napoli, sarebbe il tredicesimo aumento di pedaggio dal 2001 ad oggi Potrebbe essere il tredicesimo aumento di pedaggio dal 2001, quello proposto dal Ministro Maurizio Lupi per l'A56, la Tangenziale di Napoli. L'ultimo, solo un anno fa, portò il prezzo da 90 a 95 centesimi. Ora, per i 270.000 utenti giornalieri dell'asse viario, potrebbe arrivare ad 1 euro. Il rischio, che potrebbe diventare reale ad inizio 2015, è contenuto nel piano di adeguamento delle tariffe autostradali, proposto dal titolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il decreto, pronto ma non ancora firmato, nel frattempo sta provocando accese polemiche tra gli utenti. Qualcuno ha reagito mandando email al Ministero, altri pensano ad una class action. La