Airola, detenuto tenta il suicidio nel carcere minorile, salvato dalla polizia penitenziaria

Ha tentato di uccidersi nella sua cella del carcere minorile di Airola un detenuto rumemo, ma l’uomo è stato salvato dal tempestivo intervento delle Agenti di Polizia Penitenziaria in servizio E’ accaduto ieri e a darne notizia è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE che plaude al provvidenziale intervento degli Agenti di servizio. “L’insano gesto – posto in essere mediante impiccaggione - non è stato consumato per il tempestivo intervento dei poliziotti penitenziari. Soltanto grazie all'intervento provvidenziale degli Agenti di sezione si è evitato che l'estremo gesto avesse conseguenze”, evidenzia Carmine d’Avanzo, Coordinatore nazionale per la Giustizia Minorile del SAPPE. “ieri, presso l'IPM di Airola, verso la mezzanotte, un detenuto minorenne di nazionalità rumena, ha tentato di togliersi la vita, mediante l'impiccagione con

Da detenuti ad acconciatori e massaggiatori, promossi 15 allievi nel carcere di Poggioreale

I corsi sono stati erogati da ACIIEF nella struttura penitenziaria nell'ambito del programma Garanzia Giovani. Alla consegna degli attestati l'assessore Marciani Nove acconciatori, sei massaggiatori estetici: in totale 15 qualifiche professionali regionali spendibili nel mondo del lavoro. Ma soprattutto una seconda opportunità per ragazzi che hanno commesso degli errori in passato e che non vogliono sbagliare più. Si sono conclusi i due corsi Garanzia Giovani organizzati dalla scuola di formazione ACIIEF nell'istituto penitenziario di Poggioreale. I corsi, della durata di 200 ore, sono stati destinati a giovani inoccupati tra i 18 e i 29 anni non impegnati in altre attività nella struttura penitenziaria, e si sono conclusi oggi con l'esame finale brillantemente superato. In nove sono diventati acconciatori, e hanno appreso le basi di taglio e messa

Formazione nelle carceri, cravatte realizzate dalle detenute di Pozzuoli

Ministero della Giustizia, E. Marinella, Regione Campania e Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili insieme per il progetto di sartoria artigianale presso la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli Napoli, 14 dicembre – “Il recupero della legalità passa attraverso la formazione professionale e il lavoro, strumenti fondamentali non solo a garanzia della sicurezza sociale ma anche come elementi cardine a prevenzione della recidiva. I commercialisti offriranno un formazione professionalizzante che permetterà l’inclusione sociale: in questo contesto i professionisti istruiranno i rudimenti di impresa, analizzando i processi base di una qualsiasi attività di produzione con corsi ed assistenza specifica”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli annunciando il protocollo di intesa per la formazione

Orlando e i calciatori del Napoli in visita al carcere di Nisida. Il ministro: “Sport è grande metafora. Sconfitte servono a riflettere”

Ad accompagnare il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, i calciatori del Napoli Hamsik, Mertens e il neo arrivato Pavoletti Napoli, 5 gennaio – Il carcere non ha solo uno scopo punitivo, ma anche e soprattutto di recupero. È questo l'importante messaggio che il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha voluto portare questa mattina con la sua visita al carcere minorile di Nisida. Ad accompagnarlo, durante la visita nella struttura che ospita i laboratori dove i detenuti si occupano di pasticceria, artigianato e cucina, i calciatori del Napoli Marek Hamsik, Dries Mertens e il neo arrivato Leonardo Pavoletti (vai all'articolo). Dai calciatori del Napoli, ha detto Orlando, “è arrivato un messaggio importante ai ragazzi: si può avere successo ma non bisogna dimenticarsi di

A Luisa Mattia il Premio Morante Nisida – Roberto Dinacci 2016

L’autrice riceverà il premio con gli altri vincitori a Napoli il prossimo 30 maggio Luisa Mattia si aggiudica il Nisida-Roberto Dinacci, sezione speciale del Premio Elsa Morante Ragazzi 2016, istituita in collaborazione con l’Istituto Penitenziario. I ragazzi di Nisida scelgono ogni anno il vincitore di questa sezione che è intitolata a Roberto Dinacci, giovane politico, morto prematuramente. Luisa Mattia, romana, è autrice di libri per ragazzi, coordina progetti di scrittura per la scuola, ed è tra le “penne” di Melevisione, trasmissione per bambini di Rai 3. Ha più volte incontrato i ragazzi di Nisida, che hanno anche messo in scena il suo libro La scelta. Ha ricevuto, tra gli altri, il Premio Pippi dedicato a Astrid Lindgren, e Premio

Al Teatro San Carlo “West Side Story” per i giovani delle comunità di accoglienza

Il noto musical di Broadway, per la prima volta nella città partenopea, rivolto ai ragazzi disagiati. Napoli, 28 giugno – Il Massimo napoletano prosegue nella sua iniziativa per il sociale. Ieri, in occasione della messa in scena del famoso musical americano “West Side Story”, ha ospitato i ragazzi dell'Istituto Penitenziario Minorile di Nisida, i giovani della comunità terapeutica “Il Pioppo” di Somma Vesuviana e della casa-famiglia “Matilde Sorrentino” di Torre Annunziata. Oggi pomeriggio, aprirà le porte agli ospiti della "Locanda di Emmaus" di Ercolano. In un teatro gremito di persone, la Sovraintendente Rosanna Purchia, insieme con Don tonino Palmese, referente di Libera Campania, ha dato il benvenuto ai ragazzi spiegando loro il contenuto della perfomance: "È la storia della rivalità di due bande