Lancia petardo dal balcone, ferita bimba 3 anni

Colpiti anche il padre con moglie e cognata. Denunciato 45enne Omessa denuncia di materiale esplodente e accensione e esplosione pericolosa. E' l'accusa nei confronti di un 45 enne di Torre del Greco (Napoli), denunciato dagli agenti del commissariato locale fermati in via Vittorio Veneto da un uomo che ha riferito di essere stato colpito da un petardo lanciato dal terrazzo di un appartamento di via Roma. L'esplosione aveva ferito anche la figlia di tre anni, la moglie e la cognata, medicate al Pronto Soccorso di Castellammare di Stabia. I poliziotti hanno individuato l'appartamento da cui erano stati lanciati i "botti" rinvenendo sul terrazzo diverso materiale pirotecnico. D.P. è stato denunciato mentre il materiale pirotecnico è stato sequestrato in quanto non detenuto in

Botti di Capodanno, per la donna ferita arrestato carabiniere

L'episodio è avvenuto per un petardo fatto esplodere a Sant'Agata dei Goti Benevento - Aveva ferito gravemente, nella notte di Capodanno a S. Agata dei Goti (Benevento), una donna di 36 anni con un petardo. Per un appuntato dei Carabinieri di 46 anni,è scattato questa sera l' arresto al termine delle indagini della Procura di Benevento. Il militare, che presta servizio fuori dalla Campania è accusato di detenzione e porto illegale di materiale esplosivo, reati commessi nelle immediate vicinanze di parchi e giardini pubblici e con le aggravanti dei futili motivi, della minorata difesa e della violazione dei doveri inerenti ad una pubblica funzione. La donna rimasta ferita stava festeggiando con altre persone l'arrivo del nuovo anno all'interno di una tensostruttura nel

Video shock: pescatori fanno esplodere gabbiano con un petardo. La petizione online: Punite chi ha fatto esplodere il gabbiano. Atti così richiedono pene esemplari

Più di 6000 firme in poche ore contro il gesto crudele e insensato di due pescatori sardi Un gesto di un’atrocità impensabile. A Siniscola, città di mare in provincia di Nuoro, dove essere umani e animali del porto dovrebbero aver imparato a convivere in armonia, due pescatori hanno commesso un’azione crudele e disumana: dopo aver catturato un gabbiano gli hanno legato al collo un petardo, dopodiché lo hanno liberato in volo. Pochi secondi dopo hanno assistito, divertiti e compiaciuti, a una raccapricciante scena che hanno ripreso con un telefonino: l’esplosione in mille pezzi del povero volatile. Fieri del loro “gabbiano kamikaze”, hanno pensato bene di diffondere il filmato sui social. In poco tempo sono stati rintracciati dai carabinieri e denunciati, ma quale

Petardo artigianale gli scoppia in faccia, muore sul colpo ventenne di Cava de’Tirreni (SA)

Salerno, 11 agosto – Marco Massa, di appena 19 anni, di Cava de’Tirreni in provincia di Salerno, è rimasto ucciso dallo scoppio di un potente petardo artigianale, un vero e proprio mortaio che egli stesso avrebbe preparato ed era in procinto di far esplodere. È accaduto nel primo pomeriggio di ieri, poco prima delle 15,00, nella frazione San Pietro della città metelliana, lasciando tutti sotto shock per il modo atroce in cui è morto il giovane perché, come raccontato dalle persone accorse sul posto, “la bomba gli ha fatto saltare la testa”. Doveva essere un giorno di festa per la famiglia di Marco, intenta a festeggiare il compleanno della nonna. Era proprio per farle una sorpresa che Marco voleva far scoppiare quel