Inaugurata la “nuova” piazza Garibaldi alla presenza del ministro De Micheli e del sindaco de Magistris

Il ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli assicura l'arrivo di fondi per il completamento delle linee 1 e 6 della metropolitana e su Piazza Garibaldi rivolge un appello ai napoletani: “Abbiate cura di questi spazi”. De Magistris: “Ora abbiamo il vento in poppa per completare i lavori del trasporto su ferro” Dopo anni di lavori volge al termine il restyling di piazza Garibaldi. Questa mattina è stata inaugurata la nuova piazza alla presenza del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, del presidente della metropolitana di Napoli Ennio Cascetta e degli assessori comunali Alessandra Clemente e Carmine Piscopo. “I soldi per continuare i lavori delle linee 1 e 6 della metropolitana di Napoli

Migranti richiedenti asilo in piazza a Napoli

A Napoli in 150 non trovati in strutture di accoglienza rischiano di perdere il diritto di ospitalità Napoli, 28 agosto - Circa 150 migranti rischiano di rimanere in strada a Napoli dopo che il 13 agosto scorso sono risultati assenti ad un controllo della Polizia nei centri di accoglienza straordinaria nei pressi della Stazione centrale. Oggi hanno manifestato, in corteo da piazza Garibaldi fino davanti alla Prefettura, per chiedere di non essere 'espulsi' dai centri. Si tratta di richiedenti asilo che temono di perdere il diritto a rimanere nelle strutture in attesa del pronunciamento sulla loro domanda d'asilo. A solidarizzare con i manifestanti varie associazioni antirazziste e centri sociali. L'assenza nei centri oltre le 21 - che fa scattare la decadenza dal diritto

International Street Food Napoli, al via la kermesse del gusto a piazza Garibaldi

50 operatori selezionati con proposte culinarie da Italia, Europa e dal mondo saranno a disposizione del pubblico per tre giorni dedicati alla degustazione del miglior food e beverage di strada Decine di piatti per tutti i gusti, dalla pasta alla pizza napoletana cucinate al momento, allo sfincione palermitano, dalla farinata ai panigacci da gustare caldi e conditi con affettati o formaggi. E anche tigelle, crescia, schiacciata toscana e timballini di anelletti al forno. La friciula piemontese, agnolotti fatti a mano, piadina romagnola e panelle dalla Sicilia. L'evento si svolgerà dal 5 al 7 maggio -a ingresso gratuito- nel centro commerciale naturale di Piazza Garibaldi davanti alla Stazione Centrale di Napoli. Per gli appassionati della carne non mancheranno i panini con la chianina,

Napoli, nuovo dispositivo di circolazione in piazza Garibaldi

Partirà il giorno 27 aprile la nuova disciplina di circolazione in piazza Garibaldi Napoli, 21 aprile - Si tratta del dispositivo necessario a ultimare la cantierizzazione della piazza e a concludere i lavori nella zona nord. Per questo motivo sarà istituito il doppio senso di circolazione nella corsia centrale di piazza Garibaldi, dalla stazione centrale alla rotatoria che circonda la statua di Garibaldi. I due sensi di marcia contrapposti saranno separati da uno spartitraffico. Pertanto, chi oggi percorre la parte centrale della piazza e si immette in via Milano – via Firenze per raggiungere corso Meridionale e il Centro Direzionale dovrà cambiare il proprio percorso. Dovrà percorrere corso Garibaldi e di qui, percorrendo la nuova strada realizzata in piazza Principe Umberto, immettersi su

Piazza Garibaldi, una storia infinita tra lavori e problemi vecchi e nuovi

Sembra un'odissea infinita quella che da anni i napoletani stanno vivendo con la compianta piazza Garibaldi. L'enorme piazza-cantiere vive non poche incertezze in questo periodo, ed i lavori ancora in corso, con i continui stravolgimenti di viabilità, tengono banco tra gli argomenti principali raccontati nella città. Se da una parte non si può fare a meno di criticare ciò che può sembrare necessario, come la chiusura del traffico e la nuova ztl che non pochi problemi ha arrecato ad automobilisti e vigili napoletani, bisogna anche dire che nonostante numerosi cartelli ed indicazioni scritte a caratteri cubitali, esse sembrano non viste o comunque ignorate da parecchi automobilisti, fatto che certo non aiuta l'organizzazione viabile della zona. È anche vero che questa nuova organizzazione,

Nuova viabilità di piazza Garibaldi, tra le proteste dei cittadini e le nuove direttive del comune

Napoli, 6 settembre - A pochi giorni dalla pedonalizzazione di piazza Garibaldi e dal nuovo piano di viabilità, reso necessario per accelerare i lavori della metropolitana, non mancano segnali di protesta da parte dei cittadini ed evidenti situazioni di disorganizzazione, che stanno in questi giorni paralizzando completamente il centro di Napoli e le sue strade. Sono diverse le situazioni non trasparenti e tanti i dubbi che i cittadini si pongono e pongono senza un'accurata risposta. Per cominciare il discorso area pedonale, che in una prima fase doveva essere garantita fino alla fine dei lavori, previsti almeno per la linea della metropolitana a dicembre di quest'anno, ma che pare possa anche durare oltre, secondo le volontà del comune che vuole rendere, nonostante

A settembre partono i lavori. Dal blog del Sindaco, i buoni propositi di De Magistris per Napoli

Napoli, 2 settembre - Dopo lo sfogo nei confronti di una stampa cieca - secondo i tweet del sindaco di Napoli - rispetto alle attività poste in essere dalla sua giunta, arriva direttamente sul blog di De Magistris, il calendario dei lavori di manutenzione che partiranno nel mese di settembre. "- Per fine settembre 2013, apriamo la seconda uscita della stazione metro LINEA 1 "Toledo" (Montecalvario nel cuore dei quartieri spagnoli) - Per dicembre 2013 terminano i lavori della LINEA 1 della metro Piazza Garibaldi, liberando così una parte della piazza dai cantieri; - 1 milione di euro per interventi di manutenzione stradale ed in particolare nelle zone:  Quartiere Fuorigrotta; Quartiere Soccavo tra cui Via Epomeo; Interventi su strade senza manutenzione da anni come: Corso Secondigliano, Via Bernardo Cavallino,Via

Rivoluzione di fine agosto: cambia la viabilità a Piazza Garibaldi

Napoli - Da venerdì 30 agosto sarà attuato il nuovo piano del traffico che prevede la pedonalizzazione di piazza Garibaldi e lo stravolgimento dei sensi di marcia delle strade intorno ad essa. Così, ciò che oggi conosciamo come un girone dantesco a causa di cantieri perenni, bancarelle selvagge, pedoni indisciplinati, fiumi incessanti di auto e motorini che non trovano mai pace, sarà trasformata in un’isola deserta dove, però verosimilmente, sarà possibile approdare solo via aerea. Ma vediamo il piano nel dettaglio: piazza Garibaldi, nel tratto compreso tra la rotatoria corso Lucci e via Ferraris fino all’incrocio con via Firenze - corso Novara - corso Meridionale sarà vietata alla circolazione. Verrà creata una zona pedonalizzata subito fuori della stazione centrale. Deroghe sono

Il quartiere Vicaria e il miglio sacro della prostituzione a Napoli

Napoli, 26 agosto - Quello della prostituzione è da sempre uno dei problemi principali della città di Napoli che accentua il degrado della vita notturna napoletana anche se spesso passa in secondo piano. Da tempo, in alcune zone di Napoli, capita  di vedere dei veri e propri "mercati del sesso"; è il caso di via Firenze, ad esempio, strada adiacente la più famosa piazza Garibaldi, denominata goliardicamente "il miglio sacro della prostituzione" per le sue differenti possibilità di scelte: dai transessuali alle donne di origini sudafricane, passando per signorine dell'est Europa fino a raggiungere, percorrendo migliaia di chilometri virtuali, quelle di origini orientali. Dulcis in fundo, alla fine della strada, possiamo addirittura trovare simpatiche signore in età da prepensionamento che offrono, per i più

‘Degrado zona Stazione centrale Napoli’

Sollecitata istituzione di una task force operativa (ANSA) - NAPOLI, 11 AGO - ''E' necessario intervenire con una task force operativa per eliminare il degrado nella zona della stazione centrale di Napoli che rappresenta il biglietto da visita della città''. E' questo il grido d'allarme lanciato da Pietro Russo, numero uno di Confcommercio imprese per l'Italia della provincia di Napoli. ''L'intero quartiere è invaso da stracci e rifiuti tirati fuori dai cassonetti e venduti da povera gente che trae profitto da queste mercanzie, senza alcun controllo''.

Napoli est, emergenza prostituzione minorile

Napoli, 24 luglio - E' vera emergenza prostituzione minorile nell'area orientale di Napoli. Tutto accade tra Via Nuova Poggioreale, il Corso Meridionale e in tutta l'area del Centro Direzionale.  Se di mattina queste zone rappresentano il dinamismo del capoluogo partenopeo, la sera si trasformano in luogo a rischio, emblema della mancanza di sicurezza e degrado. Queste aree hanno sofferto da sempre la mancanza di una politica di riqualificazione, ma oggi la situazione sembra degenerare a causa dell'aumento della prostituzione minorile che sembra abbia messo radici tra il Rione Luzzatti, Gianturco, Centro Direzionale e Corso Meridionale fino alle propaggini del centro di Napoli: Piazza Garibaldi. Il problema sta prendendo piede con effetti piuttosto importanti alimentato anche dagli sporadici controlli e la scarsa illuminazione