Coronavirus e crisi economica, la Regione Campania ha pronto un piano da 500 milioni di euro per poveri e aziende

Il piano economico-sociale è stato annunciato su Facebook dal governatore Vincenzo De Luca “Domani mattina presenteremo un piano economico-sociale della Regione Campania imponente per almeno 500 milioni di euro”. A dirlo il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in un video su Facebook nel quale fa il punto della situazione sui contagi da coronavirus Covid-19. “Il piano – ha aggiunto De Luca – prevede interventi a favore delle politiche sociali, delle fasce deboli, interventi nelle aree dove ci sono insediamenti di immigrati, interventi a favore delle aziende del turismo, commerciali, artigianali, liberi professionisti, aziende agricole della pesca, contributi alloggiativi e credito a tasso zero per le imprese. Cercheremo di non entrare in sovrapposizione con gli interventi degli enti nazionali e

Coronavirus e crisi economica, de Magistris: “Evitare che la camorra sfami i napoletani”

Al Comune di Napoli arriveranno dal Governo 7 milioni e 300mila euro per buoni spesa e generi alimentari di prima necessità: le cifre sono state rese note dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris Napoli, 30 marzo – “Dobbiamo evitare che le persone in difficoltà economica vengano sfamate dagli usurai e dalla criminalità organizzata”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante un'intervista a Rainews24. Il primo cittadino ha spiegato che “tra i vincitori di questa tragedia c'è di sicuro la criminalità organizzata che potrebbe trovare strada” e per questo c'è bisogno “attraverso catene di solidarietà di non lasciare lo spazio agli usurai”. “Bisogna tornare presto ad un'attività, non dico normale, ma riprendere il prima possibile, altrimenti conteremo a

Coronavirus, de Magistris al Governo: “Subito reddito di quarantena per chi è rimasto senza soldi”

Il sindaco di Napoli in un tweet lancia la sua proposta economica per aiutare le famiglie in condizioni di fragilità. Situazione difficile soprattutto nel Mezzogiorno, tanto che il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano ha proposto di allargare la platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza. Il senatore Sandro Ruotolo intanto torna a rivolgersi al Governo in tema di lavoro nero e lo fa con una lettera aperta al premier Conte: “Si estenda il reddito di cittadinanza anche a questa categoria di lavoratori invisibili. Servono soldi immediati per mettere il piatto a tavola”. Il governatore De Luca intanto fa sapere che entro martedì farà pervenire sul tavolo del Governo proposte in merito a un programma di aiuti “Il Governo deve istituire

Coronavirus, Sandro Ruotolo al Governo: “Tutelare anche i lavoratori in nero”

Il senatore chiede in un'interrogazione urgente di tutelare anche “i lavoratori della cosiddetta economia 'non osservata' cioè sommersa” che per molti nuclei familiari “specie al Sud” rappresenta “l'unico sostentamento economico” Napoli – “Ho chiesto ai Ministri del Lavoro, delle Politiche sociali e dell’Economia e Finanze, in questo momento terribile per il Paese, di non dimenticare gli ultimi, gli invisibili, i lavoratori della cosiddetta economia ‘non osservata’ cioè sommersa, in nero, che arriva quasi al 30% del Pil e specialmente nel Mezzogiorno d’Italia, e in particolare a Napoli, rappresenta per molti nuclei familiari l’unico sostentamento economico”. A dirlo il neoletto senatore Sandro Ruotolo (gruppo Misto) a proposito di un'interrogazione urgente presentata da egli stesso e sottoscritta, fra gli altri, dai parlamentari De

Consulta degli immigrati: così Napoli punta a migliorare l’integrazione

L'organismo è stato presentato quest'oggi a Palazzo San Giacomo dall'assessore Gaeta e dal sindaco de Magistris Napoli, 1 marzo – Il Comune di Napoli ha istituito, con una delibera di Giunta, la Consulta degli immigrati: l'organismo coinvolgerà le comunità straniere, le associazioni, gli Enti e i sindacati che operano nel settore dell'immigrazione, allo scopo di favorire l'integrazione dei migranti presenti sul territorio cittadino. “La Consulta sarà un organismo che consentirà, fra le altre cose, di presentare delle proposte all'Amministrazione”, ha spiegato parlando coi cronisti, a margine della conferenza stampa di presentazione, l'assessore alle Politiche sociali Roberta Gaeta. “Qualcuno – ha aggiunto Gaeta –, ci vuole far credere che gli stranieri portano via qualcosa, questo non è assolutamente vero. Per noi, quindi, è

Trasferimento dei rom alla caserma Boscariello, Gaeta: “In atto macchina del fango e strumentalizzazione politica”

L'assessore alla politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, dopo le proteste dei cittadini: “Il confronto con la comunità locale è stato costante e continuo” Napoli, 5 settembre – “Continuare a soffiare sul fuoco dell'intolleranza in un territorio che, oltretutto, non è interessato dal trasferimento della popolazione rom alla caserma Boscariello, fa pensare ad un mero pretesto per avviare la macchina del fango e della strumentalizzazione politica”. Lo ha affermato l'assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, in merito alle proteste di questi giorni contro il trasferimento dei rom rimasti senza abitazione a causa dell'incendio del campo in zona Cupa Perillo (vai all'articolo). “Dal giorno dell'incendio – ha aggiunto l'assessore –, il confronto con la comunità locale è

De Luca e il riferimento velato a de Magistris: “Qualche amministratore fa il pallista di professione”

Il nuovo attacco del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, avviene dai microfoni dell'emittente salernitana Lira TV Napoli, 9 giugno – Per il presidente della Regione Campania c'è qualche amministratore che fa “il pallista di professione, non può far altro che inventarsi una scusa al giorno per nascondere la propria incapacità”. Il riferimento velato è probabilmente indirizzato al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, con il quale De Luca non perde tempo di battibeccare a distanza un giorno sì e l'altro pure. “Io non faccio una polemica inventata – ha affermato De Luca durante il monologo settimanale a Lira tv –. Le polemiche le fanno quelli che non fanno niente e hanno bisogno di

Politiche sociali e assistenza ai disabili, lite Regione-Comune sugli arretrati

L’assessore comunale al Welfare, Roberta Gaeta, conferma la ripresa delle attività di assistenza tra oggi e lunedì. L’assessore alle politiche sociali della Regione Campania, Fortini: “Le partite debitorie che si stanno risolvendo non c’entrano nulla. Il problema è garantire da oggi l’assistenza” Napoli, 6 maggio – È scontro tra Regione Campania e Comune di Napoli sui terreno delle politiche sociali. Il governatore Vincenzo De Luca accusa l’Amministrazione de Magistris di avere scarsa attenzione “verso chi vive una condizione di svantaggio”. Ma l’assessore al Welfare del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, non ci sta e replica a muso duro, confermando tra l’altro la ripresa delle attività di assistenza tra oggi a lunedì. “Sono assolutamente d’accordo con il governatore De Luca: le politiche

“Giochi senza barriere” e gli ostacoli di un Stato che taglia i fondi ai disabili. Anche i parametri ISEE rivisti a favore delle casse statali.

Martedì 12 Giugno 2012 dalle ore 10 alle 21, presso la Villa Comunale di Napoli si realizzeranno le attività di una festa speciale: “Giochi senza barriere”. Un evento straordinario organizzato dall’associazione “tutti a scuola onlus” a favore di bambini e familiari disabili. La festa vedrà la partecipazione della Polizia di stato, Guardia di finanza, Vigili del fuoco, Polizia municipale, Accademia aeronautica, Unitalsi Campania, artisti di strada, pagliacci, cantanti, attori e volti noti dello spettacolo nazionale (alla manifestazione dello scorso anno si esibirono Roberto Vecchioni, Valentina Stella, Sal Da Vinci e Tony Tammaro), oltre i 450 volontari dell’associazione che distribuiranno pasti gratuiti a mezzogiorno. Tra le tante attività ci saranno anche giochi gonfiabili, un maneggio con i cavalli, e la pet therapy. L’associazione