Coronavirus: controlli della Polizia al Rione Pignasecca

Controlli ed informazione ai residenti del Rione Pignasecca da parte dalla Polizia Napoli, 22 marzo - Il Rione - dove più volte sono stati segnalate situazioni di mancato rispetto della normativa anti-Covid 19 - è stato raggiunto dagli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale e dei Commissariati di zona. I poliziotti hanno informato i residenti sulla necessità di scaglionare gli orari di uscita per fare la spesa ed hanno verificato che negli esercizi commerciali, venisse rispettata la distanza di sicurezza fra i clienti per evitare pericolosi assembramenti. L' invito rivolto ai cittadini è quello di ridurre le uscite ai casi di necessità e di osservare con rigore le raccomandazioni per evitare il contagio

Terra Fuochi: sequestrate otto aziende

Operazione interforze. De Magistris, ripristineremo salubrità "Action day" contro i crimini ambientali con un intervento interforze che ha visto la presenza dell'Esercito, della Polizia Metropolitana, della Guardia di Finanza, della Polizia di Stato e dei Carabinieri Forestali. Le operazioni di polizia giudiziaria sono state coordinate dal comandante della Polizia Metropolitana, Lucia Rea. Dieci le aziende controllate - nelle aree di Sant'Anastasia, Cercola, Volla, Pomigliano d'Arco e Casalnuovo - di cui 8 sequestrate. Gestione e smaltimento illecito dei rifiuti e degli scarti delle lavorazioni nonché esercizio abusivo della professione i reati contestati. "Si tratta di una nuova operazione della task force sulla 'Terra dei Fuochi' - ha sottolineato il Sindaco Metropolitano, Luigi de Magistris - alla quale la Città Metropolitana offre, con il

San Giorgio a Cermano. Nuova sede del Commissariato di Pubblica Sicurezza

Il Consiglio approva la convenzione per la costruzione nell'area Ex Insud Case San Giorgio a Cremano, 28 novembre - Nuova sede del Commissariato di Pubblica Sicurezza. Oggi in consiglio comunale è stata approvata dalla maggioranza la convenzione tra  l'amministrazione, guidata dal sindaco Giorgio Zinno, il Ministero degli Interni e l'Agenzia del Demanio per erigere ex novo il Commissariato di Polizia di Stato nell'area ex Insud Case, in via Manzoni. La struttura occuperà una parte dell'area di proprietà comunale e sarà interamente realizzata del Ministero degli Interni, con parcheggi interrati destinati alle vetture delle forze dell'ordine mentre, secondo la convenzione,  parte della superficie esterna resterà a servizio dei residenti e degli avventori dei locali e negozi della zona. Questa soluzione  è stata quella preferita dal

Agenti uccisi a Trieste, uno era di Pozzuoli

Originario di Pozzuoli. Era figlio di poliziotto ora in pensione. Il sindaco proclamerà lutto cittadino E' Pierluigi Rotta, 34 anni, agente scelto nato a Pozzuoli uno degli agenti uccisi nella sparatoria avvenuta ieri intorno alle 17 nella Questura di Trieste. Era figlio di un poliziotto che lavorava presso la Questura di Via Medina a Napoli. L'altra vittima è Matteo De Menego, 31 anni di Velletri. Entrambi uccisi da un uomo fermato per indagini relativa ad una rapina di uno scooter avvenuto in mattinata. Due sospetti erano stati infatti condotti in Questura, nell’ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico, e uno dei due avrebbe aggredito un agente sfilandogli l'arma con la quale ha poi sparato a tre agenti, uccidendone due. L'aggressore e il complice sono

Scontri per l’arrivo di Zingaretti a Napoli

Un manifestante ferito e medicato al Pellegrini Napoli, 29 aprile - Momenti di tensione all'esterno del teatro Sannazaro di Napoli, dove un gruppo di una trentina di disoccupati hanno attuato un presidio in attesa dell'arrivo del leader del Pd Nicola Zingaretti. C'è stato un contatto tra i manifestanti e le forze di polizia presenti sul posto: uno dei disoccupati è stato ferito alla fronte. La situazione è poi tornata sotto controllo. Il bilancio degli scontri, secondo le verifiche effettuate negli ospedali, è di un manifestante ferito e medicato al Pellegrini. I manifestanti hanno segnalato alcuni contusi nelle loro file. Zingaretti è stato fatto entrare nel teatro da un ingresso laterale. Alcuni dei partecipanti all'appuntamento sono stati insultati al loro arrivo dai disoccupati. Gli

14 kg di cocaina sequestrati a Napoli

Valore di mercato, 2,5, milioni. Arrestato corriere Napoli, 20 marzo - Circa 14 chili di cocaina sono stati sequestrati dalla Polizia a Napoli. Li stava trasportando un corriere partito con un'auto da San Giovanni a Teduccio, periferia occidentale della città, e diretto a Giugliano, Comune dell'entroterra, che è stato intercettato dagli agenti della Squadra Mobile. Antonio Niglio, 23 anni, già denunciato in passato, è stato bloccato nel pomeriggio di ieri alla guida di una "Panda", in via Nuova Sant'Antonio dopo un breve inseguimento. Nel bagagliaio dell'auto c'erano 13 involucri con un nastro adesivo che recava la scritta "CR7" per un peso complessivo di circa 14 chili. Il valore di mercato della partita di cocaina sequestrata è di 2 milioni e mezzo di euro.

Decima edizione di “Dona un sorriso – Il Villaggio del Sorriso”

A Nola un evento di beneficenza in favore dei bambini Sabato 12 gennaio dalle ore 16.00 si terrà presso la scuola secondaria statale di I grado “G. Merliano- L. Tansillo” di Nola (in Via Seminario,68) la decima edizione di “Dona un sorriso - Il Villaggio del Sorriso”, evento di beneficenza organizzato dall’Associazione Onlus “Noi Polizia” ,in collaborazione con l’organizzazione no profit Gente attiva, entrambe presiedute dal diìottor Gennaro Sannino, in collaborazione con l’Accademia Universitaria degli studi Giuridici Europei nella persona del Magnifico Rettore professor Giuseppe Catapano e con l’Associazione “Merola è Napoli” rappresentata dall’artista Giuseppe Cascella. L’evento, moderato da Alfredo Mariani, pone l’accento sulla centralità dei bambini all’interno della società, i cui diritti sono talvolta calpestati dall’egoismo e malvagità degli uomini ed i sorrisi spenti , affogati tra lacrime e

Spara sotto casa della ex poi investe un poliziotto

60enne finge di arrendersi e sperona volante, bloccato dalla polizia Napoli, 2 dicembre - Un 60enne a Napoli spara sotto la casa della ex, poi investe un poliziotto e viene arrestato per atti persecutori, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, violenza privata. Fermato da una pattuglia, ha finto di arrendersi e, quando i poliziotti sono scesi dalle auto, ne ha investito uno per poi speronare una delle volanti per aprirsi un varco, ma senza risultato. L'uomo aveva sparato diversi colpi d'arma da fuoco quali avvertimenti per la sua ex compagna, che voleva interrompere ogni genere di rapporto con lui. La vittima ha denunciato che l'uomo, in passato, vista la sua volontà di interrompere ogni relazione con lui, manifestata più volte, la minacciava

18 colpi d’arma da fuoco a Monte di Dio, ferito un parcheggiatore abusivo

L'uomo è stato sottoposto a intervento chirurgico. Indaga la Polizia Napoli, 9 luglio - Diciotto colpi d'arma da fuoco sono stati esplosi la scorsa notte da sconosciuti in via Supportico d'Astuti, in zona Monte di Dio, a Napoli. A far scattare l'allarme è stata una guardia giurata che ha udito gli spari ed ha chiamato la polizia. Il fatto è accaduto intorno alle 2,30 della scorsa notte. Gli agenti giunti sul posto hanno trovato i 18 bossoli esplosi da tre armi di calibro diverso ed alcune macchie di sangue. Successivamente in Questura è giunta la segnalazione di un uomo ferito a colpi d'arma da fuoco, ricoverato in gravi condizioni all'ospedale 'Loreto Mare'. L'uomo, 32 anni, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico

Pozzuoli, uccide la madre e si costituisce

La donna colpita è stata colpita con un corpo contundente e un coltello Pozzuoli, 28 giugno -  Un uomo di 32 anni di cui non si conoscono le generalità ha ucciso la madre, al culmine di una lite, e poi si è costituito al locale commissariato di Polizia confessando il delitto. E' accaduto a Pozzuoli. L'uomo ha colpito la donna, in casa, con un corpo contundente e con un coltello. L'episodio si è verificato nei pressi dell'ospedale La Schiana. Nel vicino comune di Qualiano, il 3 maggio scorso, un 37enne affetto da crisi depressive uccise la madre e si barricò in casa: dopo nove ore di trattative i corpi speciali dei carabinieri fecero irruzione nell'appartamento, catturandolo vivo.

Sgombero abitazioni a Pozzuoli, tensioni tra residenti e agenti in assetto antisommossa

Sgombero di alcune abitazioni contenenti amianto in via Generale Dalla Chiesa, nella zona di Arco Felice Pozzuoli, 15 maggio - Tensioni stamattina a Pozzuoli (Napoli) dove le forze di polizia, in assetto antisommossa, sono in stato di allerta per lo sgombero di alcune abitazioni fatiscenti che si trovano via Generale Dalla Chiesa, nella zona di Arco Felice, lungo la direttrice Domitiana. Si tratta di abitazioni dove è presente anche amianto, installate dopo il terremoto del 1980, dove alloggiano alcuni gruppi familiari. Durante lo sgombero della prima abitazione, uno degli occupanti si è sentito male. E' stato chiamato il 118, per lui niente di grave. Una ventina di persone ha cercato di impedire - anche incendiando masserizie in strada - lo sgombero che, dopo

Stupro di gruppo, turista inglese drogata e violentata: 5 arresti

In penisola sorrentina, l'indagine della polizia porta in carcere cinque uomini dipendenti della struttura alberghiera presso cui la turista soggiornava Meta di Sorrento, 14 maggio - Gli agenti di Polizia del Commissariato di Sorrento e della Squadra Mobile di Napoli, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, stanno eseguendo tra Massa Lubrense, Vico Equense, Portici e Torre del Greco, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque persone ritenute responsabili di violenza sessuale di gruppo con l'aggravante dell'uso di sostanza stupefacente nei confronti di una turista inglese. I fatti risalgono alll'ottobre 2016, quando i cinque uomini, tutti dipendenti dell'albergo presso cui soggiornava la turista insieme alla figlia, avrebbero prima drogato la donna con la cosiddetta "droga dello stupro" (Z-drugs e benzodiazepine)

Cocaina liquida, scoperta centrale di “estrazione” a Marano

Cocaina liquida nascosta nei vestiti, fermati un italiano ed un peruviano Napoli, 13 maggio - Una centrale di 'estrazione' per la droga è stata scoperta dalla Polizia a Marano (Napoli). Bloccati due incensurati, un italiano ed un peruviano, all'interno di un'abitazione in cui avevano allestito un laboratorio per l'estrazione di cocaina da abiti intrisi dello stesso stupefacente. L'operazione conferma un modus operandi che va sempre più diffondendosi e che vede il Perù tra i Paesi esteri più spesso coinvolti con la cocaina liquida nascosta tra i vestiti per poi essere estratta. Gli uomini della Squadra Mobile sono entrati attraverso il terrazzo della mansarda comunicante. La presenza di solventi e di soluzioni chimiche potenzialmente pericolose ha richiesto tutte le cautele necessarie per garantire il

Sparatoria a Napoli, grave 20enne ferito al torace

Colpito al torace, sottoposto a intervento chirurgico all’ospedale Loreto Mare. Indaga la polizia Napoli, 8 aprile - Agguato a Napoli. Un giovane di 20 anni, V.J.M., è stato ferito gravemente con colpi d'arma da fuoco. L'episodio è avvenuto intorno alle 12 in via Giovanni Tappia, nei pressi della sua abitazione nella zona cosiddetta delle "Case Nuove". Secondo le prime notizie fornite dalle forze dell'ordine, sono quattro i colpi di pistola che hanno raggiunto il torace del ragazzo. Soccorso immediatamente, il ragazzo è stato portato nel vicino ospedale Loreto Mare, dove in condizioni gravissime, è stato sottoposto a intervento chirurgico. La polizia ha avviato indagini per ricostruire modalità e contesto del ferimento.