Capitaneria di Porto, 154° anniversario della fondazione del Corpo

Celebrazione presso la sede della Direzione Marittima di Napoli Si è celebrato oggi, presso la sede della Direzione Marittima di Napoli, il 154° anniversario della fondazione del Corpo, avvenuta il 20 luglio 1865, in occasione della quale sono stati ripercorsi gli eventi salienti che hanno caratterizzato i 30 anni trascorsi dalla costituzione della Guardia Costiera, avvenuta nel 1989 con provvedimento a firma dell’allora Ministro della Difesa Zanone e dell’allora Ministro della Marina Mercantile Prandini. La Guardia Costiera, che costituisce l’articolazione del Corpo delle Capitanerie di porto a carattere tecnico operativo, è stata dunque al centro del convegno presieduto dal Direttore Marittimo e Comandante del porto di Napoli, Ammiraglio Ispettore (CP) Pietro G. Vella, che ha accolto, nella sede partenopea del Corpo, anche

Innovazione, così il porto di Napoli si apre alle startup

L'Innovation Seafront Summit incubatore di idee con Alilauro e Nastartup:  dal food al turismo, dalla logistica all'agricoltura, i giovani diventano sempre più protagonisti Il futuro passa per il porto di Napoli. Che diventa un hub dell’innovazione, aprendosi all’hi-tech in una lunga giornata dedicata alle startup. Perché la digitalizzazione dell’industria portuale è fondamentale per attrarre operatori giovani e creare posti di lavoro. Mercoledì 10 luglio, nella nuovissima Volaviamare HQ del molo Beverello, che si candida a incubatore di startup, la community NAStartUp e la compagnia marittima Alilauro hanno dato vita all’Innovation Seafront Summit, un incontro tra esperti per discutere su iniziative per trasferire il know how tecnologico delle aziende hi-tech e delle startup al porto di Napoli. “Creare un network che, attraverso la tecnologia,

Napoli, il porto diventa hub dell’innovazione

Mercoledì 10 luglio NAStartUp e Volaviamare Alilauro lanciano l’Innovation Seafront Summit: così dalle 17 le idee dell’hi-tech si presentano alla community di investitori e grandi imprenditori Il porto di Napoli diventa un hub dell’innovazione. Guardando al futuro e aprendosi all’hi-tech in una lunga giornata dedicata alle startup. Mercoledì 10 luglio, nella Volaviamare HQ del molo Beverello, che si candida a essere incubatrice di startup, NAStartUp e Alilauro propongono tre eventi: alle 17, l’Innovation Seafront Summit, un incontro tra esperti per discutere su iniziative per trasferire il know how tecnologico delle aziende hi-tech e delle startup al porto di Napoli; alle 17.30, un corso gratuito di project management, tenuto da Paola Mosca, management & coaching consultant; a seguire il tradizionale appuntamento di NaStartupDay, giunto all’undicesima edizione, con nuove idee innovative che si presenteranno

De Magistris regala manuali diritto ai ministri

Dediche a Salvini, Di Maio e Toninelli, #Napoliportoaperto Napoli, 8 gennaio - Tre manuali di diritto della navigazione offerti, con tanto di dedica autografa, dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris ai ministri Salvini, Di Maio e Toninelli. In un video su Youtube, de Magistris torna sulla polemica aperta con il Governo in merito alla Sea Watch e ai porti aperti: il sindaco viene ripreso mentre si reca in una libreria universitaria in via Mezzocannone, acquistando i tre volumi. "Li ho comprati di tasca mia e li offro con rispetto ai tre ministri, nello spirito di un confronto giuridico sul tema. Con la speranza che quando si affermano postulati giuridici essi siano fondati sul diritto e non solo sulla declaratoria politica". De Magistris

Sea Watch, continua lo scontro a distanza tra de Magistris e Salvini

Il sindaco: “Eletto democraticamente, non mi dimetto certo per ordine suo”. Il ministro dell'Interno: “Si occupi dei problemi di Napoli. Se vuol fare il velista e aprire i porti lo faccia, ma la competenza è del Ministero dell'Interno” Napoli, 4 gennaio – Continua lo scontro a distanza tra de Magistris e Salvini sull'accoglienza dei migranti. Dopo le dichiarazioni del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dettosi pronto a non applicare il dl sicurezza, il primo cittadino partenopeo nella giornata di ieri aveva invitato, attraverso una lettera, il comandante della Sea Watch a dirigire la nave verso il porto di Napoli. Da qui la reazione del ministro dell'Interno Matteo Salvini, che ha affermato: “Se qualche sindaco non è d’accordo si dimetta. Orlando e

Porto di Napoli, ripartiti i lavori di dragaggio

I lavori prevedono l’escavo dei fondali ed il riempimento della cassa di colmata Napoli - E’ ripartito il cantiere per l’escavo dei fondali del porto di Napoli. Il verbale di ripresa dei lavori è stato consegnato al raggruppamento di imprese cui spetta il compito di eseguire l’opera (importo 25 milioni di euro). L’Arpac ha validato il piano di monitoraggio integrativo sulla qualità dell’acqua, richiesto all’AdSP del Mar Tirreno Centrale. La verifica è consistita in un maggior numero di giornate di prelievo ed in un maggior numero di stazioni di campionamento delle acque. I lavori, nuovamente operativi, prevedono il dragaggio di 1.300.000 m3 di materiali presenti nei fondali dello scalo, indispensabile per l’attracco di navi con maggiore pescaggio, sino a 16 metri di

Tragedia al porto di Napoli, un morto ed un ferito a bordo traghetto

Due turisti restano schiacciati da una vettura sulla nave in partenza per Palermo Napoli, 18 giugno - Una persona morta ed un'altra ferita. E' questo il bilancio di un grave incidente avvenuto a bordo di un traghetto in partenza dallo scalo "Immacolatella", nel porto di Napoli. Una autovettura, per cause ancora in corso di accertamento, ha schiacciato due stranieri - si tratta di due cittadini indonesiani - diretti a Palermo. Per il primo, purtroppo, non c'è stato nulla da fare. Il secondo, invece, ferito in maniera grave, è stato soccorso e trasferito in ospedale. La Guardia Costiera sta proseguendo "accertamenti e rilievi scientifici" dopo l'incidente nel porto di Napoli con un'auto che ha schiacciato due indonesiani, uno dei quali è morto. Al

Cura del ferro per il porto di Napoli, firmato protocollo d’intesa con le FS

Nasce un gruppo di lavoro congiunto per delineare interventi e un nuovo collegamento con infrastruttura nazionale Firmato a Roma da Maurizio Gentile, Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), e Pietro Spirito, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Tirreno Centrale, il protocollo d’intesa per il potenziamento infrastrutturale del porto di Napoli. L’accordo istituisce un gruppo di lavoro congiunto che nei prossimi sette mesi individuerà gli interventi di sviluppo infrastrutturale necessari al collegamento dello scalo marittimo partenopeo con la rete ferroviaria nazionale. In particolare il gruppo di lavoro approfondirà la soluzione progettuale che prevede la realizzazione di una nuova stazione e terminal ferroviario con modulo di 750 metri, in prossimità dell’attuale impianto di Napoli San Giovanni Barra. Il gruppo di lavoro completerà

Spirito: Porto di Napoli possibile volano economia se migliorano infrastrutture

l presidente dell’Autorità Portuale è intervenuto al forum promossa dai commercialisti napoletani Napoli - “Sul Porto di Napoli c’è molto ancora da fare, è un lavoro di lunga lena. Guardiamo ai porti di Napoli, Salerno e Castellammare come possibile volano per la regione ma solo se siamo in grado di apportare dei miglioramenti nella qualità delle infrastrutture pubbliche che gli operatori privati devono poi saper sfruttare”. Lo ha detto Pietro Spirito, presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale intervenendo al forum promosso dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli sul ruolo e i compiti dell’Organismo Indipendente di Valutazione. Per Spirito l’Oiv “è uno stimolo a migliorare l’efficienza e la misurazione delle performance. Gli enti pubblici e le imprese, hanno

Autorità portuale, per i porti di Napoli e Salerno calo del traffico croceristico, in crescita le altre voci

AdSP Mar Tirreno centrale: porti di Napoli e Salerno positive le principali voci di traffico Nei primi otto mesi del 2017 le principali componenti di traffico registrano una significativa crescita nei porti di Napoli e Salerno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Entrambi i porti, infatti, segnano nel settore del traffico commerciale un risultato estremamente positivo: nel settore nel container l’aumento è pari all’11,07% nel porto di Napoli (343.883 contenitori in teu movimentati nei primi otto mesi del 2017 contro i 309.606 dello stesso periodo del 2016) e del 13,07% nel porto di Salerno (287.243 nel 2017 contro i 254.048 del 2016 contenitori in teu). La crescita complessiva dell’Adsp Tirreno Centrale raggiunge l’11,97%, con un totale complessivo contenitori movimentati di 631.126. Confermata

Porto di Napoli, i Verdi chiedono che il presidente Spirito intervenga contro lo smog

Per il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, l’inquinamento del porto sommato a quello di auto e moto, “crea un mix insopportabile e pericoloso” “Molte cose sono migliorate nel Porto di Napoli dopo l’arrivo di Pietro Spirito alla guida dell’Autorità portuale, che ha messo fine a un lungo commissariamento che aveva, nei fatti, bloccato gran parte delle attività, ma c’è ancora molto da fare e bisognosa cominciare concretamente a risolvere il problema dell’inquinamento derivante dai fumi rilasciati dalle navi che approdano nello scalo napoletano”. Lo afferma in una nota il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, con i consiglieri comunali del Sole che Ride, Stefano Buono e Marco Gaudini. Nel corso dei vari incontri con Spirito, ricordano i consiglieri, “abbiamo

Riparte l’economia in Campania: sostenuto incremento del traffico nei porti di Napoli e Salerno

I dati resi noti dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale mostrano, nel primo trimestre del 2017 rispetto al 2016, un incremento del 13,22% del traffico merci Il traffico container dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale registra, nel primo semestre del 2017 rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, un aumento del 10,52%, suddiviso tra un incremento del porto di Napoli pari all’10,71% e del porto di Salerno pari all’10,30%. Nel secondo trimestre del 2017, rispetto all’analogo trimestre del 2016, si rileva un aumento complessivo pari al 13,22%, in accelerazione rispetto al primo trimestre. Questi dati testimoniano una ripresa dell’economia campana nel quadro di una crescita del tessuto produttivo nazionale, che stavolta coglie i segni di una economia mondiale non ristagnante. L’indice

Stazione Alta Velocità di Afragola, Delrio annuncia: “Apre a giugno”

Delrio ha annunciato anche il dragaggio del Porto di Napoli per luglio Napoli, 20 aprile - A giugno sarà aperta la stazione Alta Velocità di Afragola. Lo ha annunciato quest'oggi il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, intervenendo a Napoli nel corso della presentazione del piano operativo dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centrale alla Stazione marittima. Delrio ha anche annunciato il dragaggio delle acque del porto di Napoli a Luglio. “Abbiamo buone notizie - ha detto il ministro - e già un anno fa avevamo anticipato che il Porto di Napoli sarebbe diventato importantissimo nel panorama italiano”. Delrio sostiene che i dati sul Porto confermano la crescita “in termini di passeggeri e merci”. A queste buone notizie fanno

Porto di Napoli: presentazione del Piano Operativo Triennale

Giovedì 20 aprile il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti sarà alla Stazione marittima per la presentazione del POT Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio sarà presente, giovedì 20 aprile, ore 10.00, alla Stazione Marittima (piazzale Angioino, porto) per un pubblico confronto sul Piano Operativo Triennale 2017-2019 dei porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia. Si tratta della prima iniziativa di discussione pubblica sul programma di sviluppo dei porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia. Il programma dell’evento prevede che l’incontro si apra con i saluti del Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, del Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, del Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, per poi proseguire con la presentazione del Piano Operativo da parte