Positano incontra Capri, la Campania punta sull’impresa danza

Nasce un circuito regionale. Prima tappa Capri Danza International, 8 agosto. Aspettando il Premio Léonide Massine, Positano 5 settembre 2 agosto - Positano città della danza tutto l'anno, centro aggregatore e propulsore di una Campania che punta per la prima volta sul "sistema danza" come "impresa culturale diffusa" e attrattore per il turismo di qualità mettendo in rete il premio più prestigioso, la 43esima edizione di Positano Danza Premio Massine (Spiaggia Grande, 5 settembre) e un Gala tra gli eventi di punta dell'estate caprese, “Capri Danza International” (Certosa San Giacomo, 8 agosto). Cuore del progetto “Positano incontra Capri” firmato da Laura Valente per il Comune della costiera amalfitana (al quale la Regione Campania ha attribuito il massimo punteggio per aderenza alle direttive europee) saranno

“Le statue movibili” al Positano Teatro Festival

Appuntamento domenica 2 agosto  2015, ore 21 a Montepertuso Dopo la strepitosa voce e interpretazione di Massimo Masiello sul belvedere di Nocelle, domenica 2 agosto a Montepertuso alle ore 21,00, arriva il terzo appuntamento itinerante del Positano Teatro Festival, diretto da Gerardo D'Andrea, all’insegna delle  risate nel solco della tradizione del teatro di Petito, con lo spettacolo “Le statue movibili” che il regista Lello Serao rielabora con una compagnia di giovani attori e la partecipazione straordinaria di una beniamina del pubblico: l’attrice Nunzia Schiano in scena con il veterano Niko Mucci. “Le statue movibili” con Nunzia Schiano, Ciro Esposito, Niko Mucci, Daniela Ioia, Biagio Musella, Raffaele Parisi, Ciro Pellegrino. Foto di scena: Giuliano Longone. Scene a cura degli allievi del corso di scenografia

Anteprima del Festival per le vie di Positano

Questa sera con Mario Zinno e spettacolo di guarrattelle con Irene Vecchia Anteprima del Positano Teatro Festival - Premio Annibale Ruccello, la rassegna diretta da Gerardo D’Andrea. A partire dalle 18,00, si potrà assistere all’oramai tradizionale parata per le vie del centro del Carrello dei Comici: uno dei carrelli messo a disposizione dalla società dei porter di Positano che porterà in giro l’attore e cantante Mario Zinno che dedicherà al Festival la poesia scritta appositamente da Enzo Moscato “Zezeria 'e Pulecenella”, e le note di canzoni tipiche della tradizione napoletana. Zinno sarà accompagnato dai musicisti e dalle danzatrici del gruppo folcloristico “Positano Senza Tempo”, diretto da Luigi Staiano e Giulia Talamo. La serata, alle ore 20,00, sarà poi tutta dedicata al pubblico

Costa d’Amalfi Puppets Festival 2014: da Positano a Furore marionette e burattini di tutta Italia

Prosegue la II edizione della kermesse dedicata al mondo delle marionette. Spettacoli e laboratori di arte creativa per tutta l’estate, fino al 14 settembre Nell’estate 2014 impazza il Costa d’Amalfi Puppets Festival, la kermesse dedicata al mondo delle marionette e dei burattini, giunta quest’anno alla sua seconda edizione. L’evento è stato organizzato dalla Compagnia degli Sbuffi, ed ha allietato turisti e residenti già a partire dagli inizi di luglio, proseguendo con spettacoli e laboratori di arte creativa fino al 14 settembre. La sorprendente iniziativa che gode del sostegno economico da parte dell’Ente Provinciale del Turismo, ha ottenuto l’adesione da molti dei comuni costieri come Ravello, Amalfi, Maiori, Positano, Praiano, Cetara, Furore, Conca dei Marini, Vietri sul Mare e Minori. Come ha spiegato la direttrice

Hotel a Positano, dove dormire nella “città verticale”

Un paradiso a portata di mano: vicoli suggestivi, dove trovare non soltanto case private, ma anche piccoli alberghi, botteghe tipiche e ristorantini. Incastonata su una scogliera rocciosa affacciata su uno dei mari più belli d'Italia, Positano è, sin dall'epoca dei romani, una delle destinazioni vacanziere più rinomate. Tutto merito della bellezza dei paesaggi e della pittoresca struttura urbanistica a cui si deve l'appellativo di "città verticale". Il clima, particolarmente mite d'estate, ne fa una meta perfetta per una vacanza al mare. Se alla bellezza dei luoghi e dei paesaggi aggiungete la presenza di decine di strutture alberghiere, ospitate all'interno di suggestive costruzioni con viste struggenti, capirete  per quale motivo Positano sia una delle destinazioni turistiche più amate. Non corrisponde a verità la diceria

Lo scrittore Ken Follett in chiave blues ospite a Positano

Domenica 30 giugno si aprirà la XXI edizione della rassegna letteraria “Positano, mare, sole e cultura”, ospite d’onore lo scrittore Ken Follett nelle vesti di bassista con la sua band rock-blues Damn Right I Got Blues. Follet, di origini gallesi, laureato in filosofia all’University College di Londra, prima di essere scrittore di successo mondiale è stato giornalista, prima al South Wales Echo poi all’Evening News e anche attivista laburista, di recente al seguito di Gordon Brown. Ha iniziato a scrivere romanzi come hobby fino alla pubblicazione de La cruna dell’ago (1978), primo best-seller che insieme ai seguenti Triplo (1979), L’uomo di Pietroburgo (1980), Il codice Rebecca (1982), Sulle ali delle aquile (1983), Un letto di leoni (1986)fa parte del genere thriller-spionaggio. Ma raggiunge

Positano. XXI edizione della Festa del Pesce. NApoliEXtraCOmunitaria e la sfilata de ‘O Pazzariello.

Nell’ambito della XXI edizione della Festa del Pesce, che si terrà a Positano sabato 29 settembre, a fare da magica cornice all’evento sarà anche quest’anno la spiaggia del Fornillo; la manifestazione unica in costa d'Amalfi nel suo genere prevederà, a partire dalle ore 19.00, la distribuzione sugli stabilimenti balneari di piatti a base di pesce preparati da vari ristoranti di Positano ed un corollario di eventi musicali e spettacoli che coinvolgeranno i partecipanti in un vortice di allegria e divertimento. In piazza dei Mulini, dalle ore 17.30, ci sarà la sfilata de ‘O PAZZARIELLO, a cura di NApoliEXtraCOmunitaria ovvero la famiglia Terracciano, gruppo che nasce alla fine del 1995, affonda le proprie radici nella cultura contadina e popolare dell’hinterland vesuviano che