Dossier Caritas: famiglie più povere e sempre più italiani che chiedono aiuto

Presentato il Dossier Regionale sulle Povertà 2017 della Caritas Campania Il Dossier regionale sulle povertà in Campania è una pubblicazione annuale realizzata sin dal 2004 dalla Delegazione regionale Caritas, per dare una voce ed un volto ai tanti poveri che ogni giorno si rivolgono ai Centri di Ascolto in cerca di aiuto. Lo sforzo compiuto in questi anni dalle Caritas diocesane della Campania ha permesso di evidenziare gli aspetti fondamentali del fenomeno della povertà in Campania, ma soprattutto ha mostrato come questo sia cambiato e sia evoluto nel tempo. L’edizione 2017 è stata presentata sabato scorso, 18 novembre, alla vigilia della prima Giornata mondiale dei poveri indetta da Papa Francesco, a Pozzuoli nella Diocesi di Mons. Gennaro Pascarella – delegato CEC per

Pozzuoli celebra la Giornata Mondiale dei Poveri

Domenica 19 novembre si terrà a Licola nella parrocchia di san Massimo Domenica 19 in tutto il mondo si celebrerà la prima Giornata Mondiale dei Poveri. Una iniziativa voluta da papa Francesco a conclusione del Giubileo della Misericordia. Il tema 蠓Non amiamo a parole ma con i fatti”, che riprende il passo del Vangelo: "Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità" (1 Gv 3,18). La Giornata si svolgerà anche a Pozzuoli e per volontà del vescovo, monsignor Gennaro Pascarella, si terrà nella parrocchia di san Massimo e santa Maria Goretti di Licola. Alle ore 12 si terrà la Santa Messa presieduta dal vescovo a cui seguirà una preghiera ecumenica e il pranzo insieme

Si cercano volontari: in piazza per la “Zuppa della Bontà” in aiuto dei senza fissa dimora

Progetto Arca cerca volontari per sostenere le persone senza dimora Fondazione Progetto Arca onlus, da oltre 20 anni impegnata nella preparazione e nella distribuzione di pasti alle persone che si trovano in stato di grave povertà ed emarginazione in diverse città d'Italia, lancia un appello a tutti i napoletani. La Fondazione, infatti, cerca volontari per un grande evento che si terrà contemporaneamente in numerose piazze italiane il 30 settembre e l’1 ottobre, in vista della Giornata mondiale di lotta alla povertà (che si celebra ogni 17 ottobre). Si chiama zuppa della Bontà, è giunto alla sua terza edizione, e nasce con l'obiettivo di raccogliere fondi per offrire assistenza e pasti caldi a migliaia di persone senza dimora durante il periodo invernale. I volontari scenderanno in piazza nei principali luoghi di passaggio della città per offrire una confezione di zuppa della Bontà, a fronte

Aumentano i poveri alle mense, la Caritas cerca volontari per agosto

Ne servono almeno 50 per garantire funzionamento nel periodo estivo. L'appello è stato lanciato dalla Caritas della Diocesi partenopea Napoli, 29 luglio - Servono volontari, almeno 50, per le mense della Caritas di Napoli che resteranno aperte nel mese di agosto. L'appello è rivolto a chiunque voglia dare una mano, perché le persone meno fortunate possano, anche durante questo mese, mangiare almeno un pasto. L'appello è stato lanciato dalla Caritas della Diocesi partenopea. Da un lato, la turnazione dei volontari (molti dei quali sono in ferie ma che durante tutto l'anno ne garantiscono il funzionamento) e dall'altro l'aumento di chi si rivolge alle mense diocesane. Di qui la richiesta di un maggior numero di persone per questo periodo. Sono 14 le mense della

#VentiRighe – Troppi ricchi. Troppi poveri

Warren Buffet, guru mondiale della finanza: “Responsabili sono persone come me” Che Papa Francesco gli abbia impartito la benedizione? Che gli dei della iustitia lo abbiano illuminato e redento, che il rimorso per le diseguaglianze sociali lo spaventi nella prospettiva di finire all’inferno? Non è dato attribuire a queste presunzioni le cause che inducono mister Warren Buffet, guru mondiale della finanza, a incolparsi dei mali che gravano sulla diseconomia. “Responsabili sono persone come me” si autodenuncia l’amministratore delegato di Berkshire Hathwayil, terzo al mondo nella classifica degli straricchi con un patrimonio di 72,7 miliardi di dollari. Buffet mette sotto accusa se stesso e i soci del “club” capeggiato da Bill Gates (Microsoft 79,2 miliardi), seguito dal re messicano della telefonia Carlos Slim

#VentiRighe – Se quattrocento vi sembran molti, provate voi a farli bastare

Secondo il dizionario di Devoto e Oli, la povertà non chiede aggettivi qualificativi per definirla, per quanto è lampante il significato del termine Pur privandosi del loro illuminato contributo linguistico anche chiunque abbia testa per pensare e non chiuda gli occhi per non sapere, reagisce al dramma di povertà antiche, vecchie e nuove con il più diretto, rabbioso e inascoltato atto d’accusa per la  violenza che la società dei ricchi infligge alla quota di umanità succube. Come rispondono Paesi accreditati di regimi democratici è presto detto. Scrollando nei fatti le spalle, ma fingendo, con il rito esclusivamente verbale di parole al vento che non costano e non cambiano di una virgola la sostanza del problema. L’alibi, poco pubblicizzato per non essere sputtanati,

I “lunedì della famiglia”, a Napoli “Da Franco” pizza e cinema gratis per le famiglie indigenti

La pizzeria Franco di Napoli lancia i “lunedì della famiglia” in collaborazione con le Acli di Napoli. Da lunedì 20 febbraio Il 2017 si apre con un pieno di novità per Francesco Gallifuoco, pizzaiolo-patron della pizzeria-ristorante Franco, ubicata a due passi dalla Stazione Centrale di Napoli. Gallifuoco, da sempre molto sensibile alle problematiche sociali, ha appena stipulato un accordo con le Acli (Associazioni cristiane lavoratori italiani) di Napoli per regalare ogni settimana un lunedì “speciale” a una famiglia con ridotte possibilità economiche. Alle famiglie di volta in volta selezionate dalle stesse Acli, dando la preferenza a quelle con bambini piccoli, verrà offerto l’ingresso al cinema e una serata in pizzeria. L’iniziativa dei “lunedì della famiglia” partirà il 20 febbraio e andrà avanti fino alla fine

#VentiRighe – Malati di povertà

Nessun dubbio, prima ancora del ciclone Trump, che minaccia di abbattersi su mezzo mondo, la priorità per il nostro Paese è tutta in un numero, impressionante se aggiunto alla parola povertà Undici milioni di italiani affidano la salute all’imponderabile e alla fatalità del proprio destino. Non si curano più, impossibilitati a sostenere l’onere di analisi, medicinali e interventi chirurgici non urgentissimi. Complica la vita degli ammalati il gap che differenzia a favore del Nord la qualità del servizio sanitario nazionale nel Sud del Paese. Un esempio: perché la cronaca racconta solo di ospedali del napoletano costretti a ricoverare i pazienti su barelle nelle corsie, notizia ricorrente sul più grande ospedale del Sud, il Cardarelli o, caso estremo, in terra nei corridoi,

Un mito vero, la pizza

“Addò se trova mo chillommo ’e penna ca scrivere sapesse, chiaro e ttunno, c’’a pizza nosta, comme ’a meglia nenna , è a cosa cchiù priggiata ’e tutt’’o  munno”. Firmato Giovanni Panza e tradotto “Dove si trova  uno scrittore che sappia comparare  l’immagine della pizza napoletana con la più bella delle fanciulle” Oppure la canzone di Astrominicoe Salluzzi: Si mo fosse nu scultore a ’sta pizza io, parola mia d’onore, lle facesse ’o monumento… Chesta pizza è assaje strafina: furastiero sient’a mme, si te magne sta reggina (la famosa Margherita), tu te siente cchiù d’ ’o rre. Non serve tradurre. Serve capire perché la pizza sia un mito mondiale. Prima di tutto ha di pregiato il sapore. Nelle decine di varianti che

#VentiRighe – L’Etica? C’era una volta. Furto per fame. La Milano di mister Hu

“Etica”, in tutti i dizionari della nobile lingua italiana, è omologa di “morale” e nei libri di filosofia campeggia con il suo severo monito a tenere giusti comportamenti degli uomini nei confronti del bene e del male E’ che “etica” non è più parte fondamentale della politica italiana, dominata da tempi ormai lontani da altre categorie e in sintesi da corruzione, illeciti di ogni genere tangentopoli varie, nepotismi, arricchimenti illegali. Imputati di anti etica se ne trovano ovunque, basta recarsi in emeroteca e sfogliare i quotidiani di ogni appartenenza imprenditoriale e politica. Dietro i conventi delle Carmelitane Scalze, all’alba di ogni giorno, si sfidano le fazioni in competizione per conquistare la vetta del potere politico e aggregarsi all’establishment che lo usa

Caritas parrocchiali della Diocesi di Pozzuoli: presentati i dati sulla povertà nell’area flegrea

5° Convegno delle Caritas parrocchiali della Diocesi di Pozzuoli: Pozzuoli, 15 novembre - Due giorni di confronto per i circa 300 partecipanti al 5° Convegno delle Caritas parrocchiali della Diocesi di Pozzuoli. L'’11 novembre al Teatro della parrocchia di Sant’'Artema a Monterusciello e il 12 nella Basilica Cattedrale si sono confrontati gli operatori delle Caritas sul tema “"La comunicazione linguaggio della Misericordia"”. Un tema scelto per stimolare i tanti volontari ad utilizzare con più efficacia i mezzi di comunicazione con l’'obiettivo di far conoscere meglio le attività della Caritas. Dopo i saluti di don Giuseppe Cipolletta, direttore della Caritas Diocesana e di don Fernando Carannante, vicario episcopale alla Carità, ha relazionato Fabio Zavattaro, giornalista vaticanista del Tg1 della Rai. "È più

Povertà: ecco il “Sostegno all’inclusione attiva” alle famiglie del Comune di Napoli

Assessore Gaeta: "Avvio del sostegno all’inclusione attiva (SIA), il sussidio in sostegno delle famiglie per superare la condizione di povertà" Napoli, 7 ottobre - A partire dal giorno 10 ottobre 2016 i cittadini potranno presentare le domande per l'accesso alla misura di contrasto alla povertà denominata “Sostegno all'inclusione attiva”, volta a favorire la fuoriuscita delle famiglie in condizioni di grave deprivazione materiale, “Il Comune di Napoli – dichiara l'assessore al Welfare Roberta Gaeta - è costantemente attento nel garantire a tutta la cittadinanza condizioni di vita dignitose: in quest'epoca di grave crisi economica e di riduzione delle risorse a disposizione degli Enti locali risulta assolutamente prioritario per questa Amministrazione trovare risposte attuabili ed implementare tutte le misure disponibili da destinare alle

Istat: oltre 4 milioni di italiani in condizione di povertà assoluta, la metà al Sud

I dati diffusi nell'audizione alla Camera sul ddl Poverà 1 milione 470mila famiglie, nel 2014, residenti in Italia sono in condizione di povertà assoluta ovvero 4 milioni e 102mila individui (6,8% della popolazione). I dati sono stati diffusi dall'Istat durante un'audizione del ddl Povertà alla Camera. Il fenomeno appare più diffuso tra le famiglie del Mezzogiorno, dove vi sono circa 704 mila famiglie (l'8,6%) in condizioni di povertà, pari a 1,9 milioni di individui poveri. Si osservano livelli assoluti di povertà nelle famiglie con cinque e più componenti (16,4%), sopratutto se coppie con tre o più figli (16%), e per le famiglie con membri aggregati (11,5%); aumenta l'incidenza in famiglie con almeno tre figli minori e scende nelle famiglie di e con anziani

4 mln di poveri in Italia, ActionAid: aumentare le risorse

4 mln di persone vivono in povertà assoluta in Italia e servono 7 mld all'anno per assisterli La disponibilità di risorse per la lotta alla povertà scarseggia e quelle attuali no  sono sufficienti a coprire i bisogni di 4 milioni di individui in povertà assoluta. E' quanto affiora dal rapporto "L’Italia e la lotta alla povertà nel mondo - Un'agenda a 360°', giunta alla sua decima edizione, presentato a Roma da ActionAid, organizzazione che lotta contro la povertà e le disuguaglianze sociali in tutto il mondo (oltre 45 paesi), in occasione dell’evento 'Italia - Brasile la partita decisiva. Dall’eredità dell'Expo2015 al countdown verso ‪#‎Rio2016". Secondo ActionAid, "queste risorse sono state stimate nella proposta di reddito d’inclusione sociale in circa 7 miliardi di euro