Tra Montecitorio e Villa Fondi costumi e rarità del ‘700 napoletano

Villa Fondi de Sangro e la Galleria dei Presidenti della Camera dei Deputati ospiteranno la mostra presepiale di Giuseppe Ercolano Napoli, 19 dicembre - Il Comune di Piano di Sorrento valorizza le tradizioni natalizie ed il '700 napoletano. Lo storico complesso di Villa Fondi de Sangro, sede del Museo archeologico della Penisola Sorrentina, ospiterà infatti fino al 12 gennaio una mostra presepiale di Giuseppe Ercolano, sapiente artigiano che Vittorio Sgarbi ha definito “maestro della memoria”. Nelle stesse date l’artista esporrà anche alla Galleria dei Presidenti  della Camera dei Deputati. Scandagli di tradizione, presepi come rappresentazione della vita, di un fare artistico ed artigianale che affondano le proprie radici nel settecento e anche più su. Punta tutto sulla tradizione la sessione “Christmas Time” del

Illumina la Notte, boom di presenze a San Martino Valle Caudina

I mercatini tornano il 22 e 23 dicembre, tradizione, gastronomia, musica e divertimento Avellino, 18 dicembre - “Illumina la Notte” è entrata nel vivo. Boom di presenze ieri sera. Nonostante il freddo, in numerosi hanno visitato il borgo irpino in occasione della kermesse invernale (vai all'articolo). Ad attrarre sono stati gli eventi andati in scena nella splendida cornice del centro storico: i mercatini di Natale, il Presepe nel Presepe a grandezza naturale e le esibizioni degli artisti di strada. Venerdì 22 e sabato 23 dicembre si replica con gli spettacoli, la musica e i tradizionali mercatini caratterizzati da una vasta scelta di prodotti tipici. Ecco il programma dei prossimi giorni: il 20 dicembre - dalle ore ore 16,00 - presso Corso Vittorio Emanuele saranno presenti i mercatini

Natale a Forio, nasce il Presepe della solidarietà

Generi alimentari al posto dei pastori. Inaugurato il cartellone di “Note di Natale”: spazio a musica, enogastronomia e tradizione Pasta e passate di pomodoro, scatolette di tonno e caffè. I generi alimentari sostituiscono i pastori nell’originale “Presepe della solidarietà” di Forio, dove intorno alla tradizionale capanna con la Natività è il cuore degli ischitani a comporre un mosaico interamente fatto di generi alimentari, destinati ai concittadini più poveri: situazioni di difficoltà economica che non mancano sull’isola, e che in parte risultano acuite dal terremoto dello scorso 21 agosto. La composizione, nata da un’idea del maestro Gaetano Maschio e giunta alla quinta edizione, ha ufficialmente aperto domenica sera, all’oratorio dell’Assunta di Forio nella basilica di Santa Maria di Loreto, il programma di

Natale alla Reggia di Portici: mostra presepiale, visite teatralizzate, festa in costume e melodie natalizie

Via libera alla seconda edizione di “Natale in Reggia”, un evento presentato ieri alla stampa, previsto fino al week end dell’Immacolata “Natale in Reggia”, organizzato dal Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli in collaborazione con il Centro Musa, patrocinato dalla Soprintendenza per i beni Architettonici, Paesaggistici, Storici e artistici di Napoli, della Città metropolitana di Napoli e dai Comuni di Portici e di Ercolano, quest’anno, nel fine settimana dell’8, 9 e 10, ospiterà anche danze e seminari a cura dell’Associazione “Borboni si nasce”. "Siamo fieri e lusingati di prendere parte a questa bellissima manifestazione che, come noi, ha a cuore la rivitalizzazione dei palazzi e siti storici", ha dichiarato l’avvocato Laura Esposito, presidente dell’Associazione “Borboni si Nasce”. A Portici, con il

A San Martino torna “Illumina la notte”, il presepe a grandezza naturale e il tipico “Catuozzo”

Il sindaco Pisano: “Tante le novità. Restituiremo al Villino Del Balzo la sua funzione culturale” Dopo il grande successo dello scorso anno, a San Martino Valle Caudina (Av) torna la manifestazione più attesa dell'inverno caudino, ma non solo. Sono tante le novità di questa edizione di "Illumina la Notte. La Luce con l'arte di via Varco”: a partire dalla straordinaria partecipazione  degli artisti di via Varco (Rotondi). Anche quest'anno l'amministrazione guidata da Pasquale Pisano, con la preziosa collaborazione della Pro Loco cittadina, propone un cartellone turistico ricco di eventi che animerà il centro storico dall'8 dicembre al 6 gennaio. Il paese è in fermento ed è ormai tutto pronto per la kermesse invernale. Tra le tante attrazioni della manifestazione anche quest'anno spicca quella del suggestivo “Presepe

Natale a Ischia: il ricco programma di Forio con Gospel, cabaret e cantine

Dal 10 dicembre al 7 gennaio, un cartellone di eventi e appuntamenti imperdibili all’ombra del Torrione sul filo conduttore di musica ed enogastronomia Le mille sfumature del Natale di Forio sono un’intensa melodia che prenderà forma, dal 10 dicembre attraverso un programma ricco e articolato. Sono le “Note di Natale”, secondo il fortunato canovaccio degli scorsi anni: tradizione e musica, street food e cabaret, animazione e – ultima novità – trekking e visita alle cantine, perché l’inverno - sull’isola d’Ischia - è solo un’illusione. Comune di Forio e Pro Loco Panza, forti di una collaborazione sempre più solida, hanno così dosato con equilibrio gli ingredienti di una succulenta ricetta, che non mancherà di appagare gli appetiti del pubblico, tendendo una mano agli sfollati del

“Il Presepe Vivente” di Boscotrecase

Oltre duecento i figuranti animeranno la prima edizione del Presepe nell’antica contrada Oratorio. Occasione per conoscere vecchi mestieri e scoprire antiche tradizioni boschesi. Venerdì 6 gennaio dalle ore 18:30 Boscotrecase (Napoli), 3 gennaio - Fede e tradizione saranno gli ingredienti della prima edizione de Il Presepe Vivente che si terrà il 6 gennaio 2017 nel pittoresco e suggestivo centro storico di Boscotrecase, in uno dei quartieri più antichi, Oratorio, organizzato dalla Chiesa Patronale Sant'Anna. Un viaggio sensazionale nella storia e nelle tradizioni, di raccoglimento mistico in cui i vari elementi evangelici, leggendari, simbolici, liturgici e popolareschi faranno vivere appieno lo spirito del Santo Natale. Il Presepe Vivente di Boscotrecase porterà l’antica contrada Oratorio, custode di antiche tradizioni e porta sul mondo, in quella splendida e magica

Cantine, presepe teatrale e baccalà: a Forio un appuntamento da non perdere

“Note di Natale” celebra enogastronomia e tradizione: le suggestioni di “Quanne nascette Ninno” di Gaetano Maschio ed Edoardo Cocciardo Ischia, 28 dicembre - Saperi e sapori si intrecciano in un venerdì di assoluto spessore a Forio, inserito nel cartellone di eventi “Note di Natale”, con la regia di Pro Loco Panza e Comune di Forio. Ci sono la tradizione e la fede ma anche enogastronomia e cultura contadina dell’isola. Il 30 dicembre è dunque un giorno da non perdere. A cominciare da “Cantinando con Babbo Natale”, una visita guidata attraverso i luoghi che testimoniano il millenario rapporto dell’isola d’Ischia con il vino. Nell’anno che celebra il cinquantenario della Doc, Forio propone così, a partire dalle 10, un tour attraverso tre suggestive cantine con degustazione di vini

VIDEO – Omaggio all’Arte presepiale napoletana: mostra a Castel dell’Ovo

5^ Mostra dell’Arte Presepiale delle Pro loco di Napoli e della sua Provincia, dal 4 dicembre all'8 gennaio 2017 Napoli, 25 dicembre - Questo il video girato da noi di NapoliTime è un'anteprima di ciò che la visita offrirà ai nostri lettori, napoletani e turisti, che si recheranno in questi giorni alla mostra di Castel dell'Ovo. La mostra è stata inaugurata domenica 4 dicembre presso le antiche carceri di Castel dell’Ovo. Organizzatori l'Unpli provinciale di Napoli, la manifestazione, alla sua quinta edizione, ha lo scopo di evidenziare come l’Arte Presepiale appartenga alla nostra tradizione partenopea e di far conoscere  la suggestiva atmosfera  di  cultura dei  capolavori di artigiani che imprimono di passione le loro opere, tutte di alto livello, opere di Maestri selezionati dalle varie Pro

Il presepe napoletano in Campidoglio a Roma. Raggi (M5s): “Rafforza il legame con Napoli”

Il presepe è stato inaugurato questa mattina dalla sindaca pentastellata e dagli assessori al Commercio e al Sociale Roma, 15 dicembre – “Siamo qui per inaugurare un presepe concesso gratuitamente per le festività da un'associazione napoletana 'I sedili di Napoli' e siamo molto onorati di poter ospitare qui la natività che è la parte centrale della tradizione religiosa. Sappiano quanto la tradizione presepiale sia parte integrante della napoletanità, quindi ospitare questo presepe rafforza il legame con Napoli”. Lo ha dichiarato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervenendo all'inaugurazione del presepe installato in Campidoglio. Presto per dire se seguiranno altre iniziative volte a “rafforzare il legame” con la città di Napoli, oltre a questa che appare essere meramente simbolica. Probabilmente all'amministrazione comunale partenopea

“Il Fantasma dei Natali passati” al complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore

La tradizione del presepe napoletano nella visita guidata teatralizzata, sabato 26 e domenica 27 dicembre 2015 (ore 19:00) Guardando l’antico presepe napoletano, si possono notare figure un po’ tetre, alcune demoniache, ritenute depositarie di messaggi terrificanti, che sono pian piano scomparse nel tempo presente, ma sopravvivono nella costante presenza del pozzo, del ponte e dell’acqua. Rendendo omaggio ad uno dei personaggi più noti del racconto di Charles Dickens “Canto di Natale” e all’opera “Il Presepe popolare napoletano” del Maestro Roberto De Simone, sabato 26 e domenica 27 dicembre 2015 (ore 19:00) l’Associazione Culturale NarteA accende i riflettori con “Il Fantasma dei Natali passati”, una visita guidata teatralizzata per rivivere le emozioni della festa più tradizionale dell'anno al Complesso Monumentale di San Lorenzo

“Le anime del presepe” al complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco

Apertura straordinaria della chiesa, del museo e dell'ipogeo da sabato 19 dicembre fino a domenica 17 gennaio 2016 Nel seicentesco Complesso di Santa Maria delle anime del Purgatorio ad Arco, è cominciato nella serata di ieri 19 dicembre l'evento “le anime del presepe” che si prolungherà fino a domenica  17 gennaio 2016, e attraverso il quale sarà possibile riscoprire l’antica simbologia legata ai luoghi e ai personaggi del presepe della tradizione napoletana, simbologia dove convivono il sacro e il profano, la spiritualità e la realtà quotidiana, il mondo dei vivi, dei morti e delle anime diaboliche. Non è quindi una ricostruzione scenografica quella che verrà proposta, ma una lettura delle scene e dei personaggi attraverso la logica di un codice onirico della

San Gregorio Armeno accoglie Mattarella, a modo suo

Un nuovo arrivato nella bottega “Di Virgilio” La perfetta copia di terracotta del neo eletto Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è stata costruita presso la bottega Di Virgilio, a San Gregorio Armeno. La famosa stradina del centro storico di Napoli accoglie così, a modo suo, il Capo dello Stato, con un rito bene augurale. Tra la sua struttura di trenta centimetri e giacca blu si nota un particolare, un corno portafortuna al polso della statuina. "Un augurio al nuovo presidente che faccia un buon lavoro e con tanto di corno rosso!" questo è il messaggio del piccolo oggetto rosso da parte dell’artigiano Gennaro Di Virgilio.

Il giornalista Peppe Savà nel presepe di San Gregorio Armeno

Tra i pastori non solo le statuine del premier Renzi, del rapper Rocco Hunt, del regista Paolo Sorrentino o del solito di Berlusconi con la palla al piede Napoli – Un cronista con Ipad assiste, in abiti contemporanei, alla Nascita per antonomasia, e ne riferisce ai propri lettori sul web. C’è un po' di ironia e un occhio strizzato alla contemporaneità nell’edizione 2014 del presepe di via San Gregorio Armeno, la celebre strada degli artigiani del presepe, famosa in tutto il mondo per le innumerevoli botteghe dedicate all’arte presepiale. Quest’anno, fra i personaggi del presepe, gli artigiani partenopei hanno voluto far apparire Giuseppe Savà, giornalista siciliano, precursore dell’informazione locale via web. Tra il bue e l’asinello, accanto a Maria e a Giuseppe, fra le statuine di ventuno centimetri,