La “protesta delle bare e delle trombette”, giorno di passione per i dipendenti SELAV

Continua il presidio permanente sotto palazzo San Giacomo dei dipendenti della Selav all’insegna dell’esposizione di bare finte ed annunci funebri La protesta ormai ha una chiara colonna sonora ovvero l’assordante suono delle trombette utilizzate generalmente sugli spalti degli stadi. "Molti commercianti della zona - spiegano i manifestanti - pur confermando la loro solidarietà ai dipendenti della Selav cominciano ad accusare il peso di questa forma di protesta. Dal Palazzo continua invece un ancora più assordante silenzio. Né il Sindaco, né il vicesindaco né altri hanno dato la loro disponibilità ad un incontro prigionieri delle decisioni della nuova società subentrata: la Citelum che non intende in alcun modo assumere tutti i dipendenti della Selav." I dipendenti della Selav invocano invece il "rispetto degli

Monta la protesta dei docenti precari di Terza Fascia. Vespa (AnDDL): “Contro la politica che non decide saremo nuovamente in piazza”

L'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori organizza una nuova manifestazione di protesta a Roma, il 4 settembre in piazza Montecitorio a partire dalle ore 9,30, per la stabilizzazione dei docenti precari con pluriennale esperienza "È emergenza sociale - scrive il professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori e Coordinatore UIL Scuola Precari. A settembre saranno 180mila i contratti a tempo determinato per mancanza di docenti di ruolo. Ancora un anno in emergenza! E ancora di più degli anni passati! Stabilizzare i docenti precari si deve e si può". E qui la proposta si fa di una semplicità estrema, a mo' di sfida verso i politici di tutti gli schieramenti che, dice il professor Vespa, "predicano

Croceristi in rivolta nel golfo di Napoli: “rispettate il tour”

Brusco cambiamento di rotta a causa delle condizioni meteomarine sfavorevoli fa arrabbiare i croceristi Passeggeri in rivolta per il mancato rispetto dell' itinerario concordato di un tour nel Golfo di Napoli sulla motonave "Myriam", della "Gestur srl". La motonave, con circa 200 passeggeri, era partita da Pozzuoli diretta a Capri ed Amalfi per una minicrociera che prevedeva un tuffo al largo dell'isola azzurra ed un' escursione ad Amalfi, con pranzo a bordo. Costo, 50 euro. L'itinerario ha subito un brusco cambiamento a causa delle condizioni meteomarine sfavorevoli. Il comandante della motonave, ha puntato su Ischia. E quando ha informato dell'impossibilità di proseguire la crociera è stato aggredito verbalmente da un gruppo di passeggeri. Sono volate ingiurie e spintoni mentre il capitano faceva

Navigator e M5s protestano sotto la sede della Regione Campania

La manifestazione di protesta a seguito delle dichiarazioni del governatore di non voler firmare convenzione Napoli, 22 luglio - Protestano davanti alla sede della Regione Campania, a Napoli, per chiedere di poter iniziare il loro lavoro: sono gli idonei del concorso per navigator, coloro che dovranno guidare chi percepisce il reddito di cittadinanza nella ricerca di un lavoro. Protestano davanti alla sede della Regione Campania assieme ai consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle "perché De Luca non vuole firmare" per stipulare la convenzione con l'Anpal, l'Agenzia nazionale per il lavoro, che permetterà ai vincitori del concorso di iniziare a lavorare. Eppure, sottolineano, "in sede di Conferenza Stato-Regione lo stesso De Luca si è impegnato a sottoscrivere lo schema di convenzione per il

Napoli, da Scampia al centro storico striscioni contro Salvini

Su Facebook: "Prendi una bomboletta, un telo grande e visibile, scrivi 'Salvini Napoli non ti vuole', esponi lo striscione da una finestra o un balcone di casa"" Napoli - Dal rione Sanità allo storico quartiere Materdei, dai Decumani alle Vele di Scampia: crescono in città gli striscioni contro il vicepremier e ministro degli Interni Matteo Salvini, atteso oggi pomeriggio a Napoli per una riunione del comitato provinciale per la sicurezza. Una iniziativa spontanea che si alimenta attraverso i social (su Facebook è stato creato un gruppo ad hoc, con una ventina di iscritti) e che oggi viene rilanciata da Potere al Popolo e dagli attivisti di "Je so pazzo". "Prendi una bomboletta, un telo grande e visibile, scrivi 'Salvini Napoli non ti

Gli autisti Ncc in fila per chiedere il reddito di cittadinanza

Nuove regole 'danneggiano categoria', inscenata una provocazione anti Governo Napoli, 13 marzo - Decine di autisti in fila davanti ad un ufficio postale di Napoli nei pressi della sede della giunta regionale della Campania per chiedere il Reddito di Cittadinanza. E' la protesta rivolta al Governo dei conducenti NCC che, in tutta Italia sono scesi in piazza per chiedere che venga rivisto il nuovo regolamento che, secondo i rappresentanti di categoria, danneggia il servizio da loro offerto. "Siamo qui sotto il palazzo della Regione Campania - ha spiegato Gennaro Lametta, coordinatore Interprovinciale Federnoleggi - per chiedere al presidente De Luca che si è dimostrato sensibile alla nostra vertenza, di intervenire in ambito della Conferenza Stato Regioni, per chiedere le adeguate giuste modifiche

Scuola, Vespa (AnDDL): “Chi lavora da 36 mesi deve essere stabilizzato”

Sul precariato, Vespa: "La soluzione è semplice e la Uil Scuola la porta avanti con determinazione" Riportiamo l'intervista a Pasquale Vespa, Presidente di AnDDL e Coordinatore UIL Scuola Precari, a cura di OggiScuola.it sul tema istruzione. Diplomati Magistrale. Dopo la sentenza gemella del CdS si attende la Cassazione il 12 marzo. Quale secondo il sindacato è la soluzione più idonea per le maestre?  La soluzione l’ha definita la politica, ci sarà il concorso straordinario. Un concorso che agevolerà però anche chi ha accumulato i due anni di esperienza previsti dal bando grazie ad un ricorso e ad una semplice cautelare. Nel frattempo le Gae Infanzia storiche, maestre anche loro, non sono state opportunamente tutelate dalla politica. Come Presidente di AnDDL ho sempre affermato

Uil Scuola Napoli e Campania: i precari si mobilitano per la fase transitoria

Appuntamento con il sit-in di protesta di giovedì 13 dicembre ore 14.30 alla Prefettura di Napoli in piazza del Plebiscito. Una delegazione chiederà di incontrare il prefetto Napoli, 6 dicembre - "E' ora di dire basta! Basta alle discriminazioni. Basta alle prese in giro. Basta alle proposte farlocche e mortificanti per i Lavoratori. In una sola espressione basta precariato! Chi ha pluriennale esperienza va stabilizzato. Chi ha vinto un concorso deve andare in ruolo subito!" E' per questi motivi che giovedì 13 dicembre alle ore 14.30, la Uil Scuola di Napoli e Campania con il Segretario regionale Luigi Panacea e il neo Coordinatore Uil Scuola Precari della Campania Pasquale Vespa danno appuntamento a tutti i precari della al sit-in di protesta

De Laurentiis acquista il Bari Calcio, scoppia la protesta dei tifosi partenopei.

Ufficiale l'acquisto della società pugliese appena fallita. A breve l'accordo tra De Laurentiis e il Comune di Napoli sullo stadio San Paolo, vicina l'intesa per altri cinque anni È ormai ufficiale l'acquisto della società pugliese appena fallita. La trattativa si è conclusa alle 21: Aurelio De Laurentiis ha acquistato il Bari Calcio, a breve l'accordo tra De Laurentiis e il Comune di Napoli sullo stadio San Paolo, vicina l'intesa per altri cinque anni. Il Bari calcio riparte dalla Serie D, il sindaco del capoluogo pugliese indicherà alla Figc per l’assegnazione del titolo sportivo la Ssc Bari del patron del Napoli. È stato il primo cittadino, Antonio Decaro, a dare la notizia spiegando di averlo "scelto perché ha mostrato passione e competenza. Gestisce una società che partecipa

Napoli, occupanti abusivi minacciano di lanciarsi nel vuoto per opporsi a distacco elettrico

L'intervento per il distacco delle utenze elettriche in un edificio di suore occupato abusivamente nel centro storico Napoli, 2 giugno - Momenti di tensione stamane nel centro storico di Napoli, dove una squadra tecnica, sostenuta dalle forze dell'ordine, ha tentato di eseguire il distacco dell'elettricità in un edificio d'epoca, appartenente a un istituto religioso femminile, che sei famiglie occupano abusivamente da un paio d'anni. Distacco motivato dalle condizioni di vetustà e insicurezza degli allacci, ma che secondo gli occupanti sarebbe stato il preludio al loro sgombero. Alcuni degli occupanti si sono quindi sporti dalle finestre minacciando di lanciarsi nel vuoto e invitando i turisti a fotografare "questa immagine di ingiustizia" della città di Napoli. L'edificio di quattro piani - nella zona di piazza

Ospedale Monaldi, protesta del comitato genitori bimbi trapiantati

Chiusura cardiologia pediatrica al Monaldi, appello al presidente della Repubblica Mattarella Napoli, 15 marzo -  Manifestazione di protesta del comitato genitori bimbi trapiantati che hanno bloccato l'uscita dell'ospedale Monaldi. I genitori manifestano contro quelle che definiscono "le bugie" della Regione Campania e della direzione del Monaldi riguardo l'assistenza fornita ai piccoli pazienti. Il comitato denuncia che lunedì è morto un bimbo di 13 anni ricoverato in un reparto per adulti, e rivolge un appello al capo dello Stato Sergio Mattarella. La protesta - spiegano i rappresentanti del comitato - nasce dalla chiusura del reparto di Cardiologia e di Terapia intensiva pediatrica. "Un reparto - dice Dafne Palmieri, presidente del comitato oggi al settimo giorno di sciopero della fame - la cui attività è sospesa

Acerra, ex dipendenti Montefibre protestano perchè senza sostegno economico

"Dopo chiusura nessun sostegno economico malgrado le promesse" Acerra (Napoli) - Alcune decine di dipendenti della ex Montefibre di Acerra (Napoli) hanno bloccato stamane i cancelli dell'area industriale dell'ex colosso chimico per protestare contro il mancato sostegno economico promesso loro nei mesi scorsi. Gli ex lavoratori hanno impedito l'ingresso ai dipendenti delle poche aziende presenti nell'area industriale, che si occupano di produzione di energia e di componentistica. "A dicembre - spiega Domenico Beneduce, rappresentante della Cgil - per circa la metà degli oltre 300 lavoratori della ex Montefibre è terminata anche la mobilità. A loro, a fine 2018, si aggiungerà anche l'altra metà. I lavoratori ora rivendicano il sostegno economico promesso nei mesi scorsi, in attesa che partano le progettualità previste per

Blocco dei trasporti Anm a Napoli: fermi autobus e metro Linea 1. Comune di Napoli: “atto di gravissima irresponsabilità”

I dipendenti della Samir hanno bloccato banchine e depositi impedendo l'uscita dei mezzi creando particolare disagio a studenti e lavoratori Blocco dei trasporti pubblici a Napoli dalle ore 6 di questa mattina per la rivolta dei lavoratori della Samir, la ditta di pulizie di Anm (azienda napoletana mobilità), che vanta 5 milioni di euro arretrati non pagati. I dipendenti della Samir hanno bloccato banchine e depositi impedendo l'uscita dei mezzi creando particolare disagio a studenti e lavoratori. Dopo la riunione di ieri in prefettura si è saputo che gli emolumenti di gennaio per i 337 dipendenti della ditta saranno percepiti addirittura entro il 15 di febbraio. Restano in regolare servizio invece le Funicolari di Montesanto, Centrale, Chiaia e Mergellina. Duro il comunicato stampa del Comune di Napoli

A Napoli corteo di protesta delle imprese di pompe funebri

No a delibere che prevedono organico minimo per ditte onoranze Napoli, 28 dicembre - Un lungo corteo funebre da Benevento a Napoli: protestano così le piccole e medie imprese del settore contro tre delibere della Giunta regionale della Campania che introducono nuove regole. Le delibere attuano una legge regionale del 2013 e prevedono, per tutte le imprese di onoranze funebri, un organico minimo di personale composto da un direttore tecnico e almeno 4 dipendenti assunti a tempo indeterminato. Un atto, secondo il Comitato nato spontaneamente e che vede insieme molte realtà della provincia beneventana, che mette sullo stesso piano le piccole e medie imprese con quelle di grandi dimensioni. Così, per protestare, le imprese hanno formato una colonna di 50 carri