Test d’ingresso con doppia chance

  La grande rivoluzione lanciata dal Suor Orsola coinvolge le iscrizioni ai corsi di laurea in Economia, Giurisprudenza, Psicologia e Scienze delle Comunicazione Una buona notizia per molti studenti che soffrono lo stress da ‘test d’ingresso’ all’Università. A Napoli all’Università Suor Orsola Benincasa per molti corsi di laurea a numero programmato (Economia, Giurisprudenza, Psicologia e Scienze della Comunicazione) quest’anno ci sarà una doppia chance di accesso. Una prima sessione di test a Luglio con la possibilità di ‘ripetizione’ a Settembre per chi non dovesse superarlo o per chi non abbia ancora definito la sua scelta universitaria. Un’opportunità valida per il Corso di laurea triennale in Economia, il primo in Italia specificamente dedicato alla Green Economy, per il corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione,

Da Giurisprudenza al Restauro dei beni culturali: ultimi giorni per le iscrizioni ai Test d’ingresso alle Facoltà umanistiche

Comunicazione, Giurisprudenza, Green Economy e Psicologia, scadono domani a mezzanotte le iscrizioni ai test d’ingresso. Fino al 6 ottobre sono aperte le iscrizioni alle selezioni per il Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali direttamente abilitante alla professione del restauratore Archiviati i test d’ingresso nelle Facoltà scientifiche arriva ora il momento di mettersi alla prova per gli studenti che vogliono iscriversi alle Facoltà umanistiche. In particolare all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli c’è tempo fino alla mezzanotte di domani martedì 26 settembre per iscriversi ai numerosi test d’ingresso (tutti gratuiti) per i corsi di laurea di ambito umanistico ed economico-giuridico. Dalla grande novità del primo corso di laurea italiano in Economia aziendale e Green economy all’eccellenza consolidata dell’unico corso di laurea

Le coccole servono a ritrovare pace e battere lo stress, così la pensa 1 italiano su 2 #Coccoliamocidipiù

Le coccole sono l’analgesico perfetto, secondo buona parte degli italiani, per risolvere i problemi quotidiani Al giorno d’oggi sembra quasi che non ci sia più posto per ricoprirsi di coccole: gesti che regalano sicurezza e aiutano a staccarsi dalle varie preoccupazioni quotidiane attraverso piccoli e dolci momenti di piacere; ma invece ben 1 italiano 2, che rappresenterebbe circa di 53% della popolazione, ne sente il bisogno. Per il 66% degli italiani servono a ritrovare la pace, per il 54% semplicemente per rilassarsi, e, invece, per il 48% ad appianare le tensioni familiari o di coppia. A grande sorpresa, da quanto è emerso da un sondaggio promosso dall’Antica Gelateria del Corso per il #CoccolaDay2015, realizzata tramite un monitoraggio web su sui social networks