Contest Cosplay Horror per la prima edizione di Napoli Horror Festival

Primo premio un viaggio in Transilvania. Appuntamento dal 13 al 15 settembre all’Ex Base Nato di Bagnoli Continuano le novità per la prima edizione del Napoli Horror Festival, che avrà luogo dal 13 al 15 settembre all’Ex Base Nato di Bagnoli, organizzato da Cooperativa Mestieri del Palco in collaborazione con la Compagnia CRASC. Dopo la Parata Zombie a via Toledo con circa 200 partecipanti, l’organizzazione della manifestazione ha promosso una serie di iniziative per coinvolgere direttamente gli appassionati del genere e premiarli attraverso il concorso letterario e di corti cinematografici. Per il Concorso dedicato ai corti sono arrivate 855 proposte artistiche provenienti da tutto il mondo, tra cui Iran, Giappone, Canada, Turchia, Argentina e Polonia. Le sorprese non finisco qui ed è possibile iscriversi

Spot illusori, volgari e sessisti: 441 le segnalazioni e 10 pubblicità censurate

All'Iap sono arrivate 441 segnalazioni a causa di pubblicità false, volgari e sessiste. La maggior parte delle pubblicità in questione vengono dai Comuni, ora sottoposti a protocolli da rispettare Integratori fatti passare per facili rimedi per una linea perfetta, trattamenti "miracolosi" contro rughe, cicatrici o cellulite, succhi di frutta promossi come toccasana contro il colesterolo, prodotti spacciati per biologici. Per non parlare di spot sleali, sessisti, volgari ed ammiccanti ed a volte con immagini violente e ripugnanti. A causa di tutto ciò, dall'inizio del 2015 alla fine di giungo, all'Iap (Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria) sono arrivate 441 segnalazioni di cui la metà ha riguardato l'uso inappropriato dell'immagine della donna causando, poi, 10 casi di blocco del messaggio pubblicitario.  A raccontarlo è Vincenzo Guggino,

Capri: multe salatissime per chi fa pubblicità invasiva

Vita dura per gli operatori turistici che offrono i propri servizi ai numerosi visitatori dell'isola dei faraglioni mediante pubblicità petulante e invasiva. Per chi viola la delibera approvata dal consiglio municipale di Capri multe fino a ad un massimo di 300 euro Napoli, 25 giugno - A Capri offrire servizi ai turisti, che ogni anno e accorrono numerosi per visitare le meraviglie del piccola isola che sorge nel golfo di Napoli, in modo petulante, potrebbe essere una modalità di pubblicità invasiva punibile con multe che arrivano fino a 300 euro. Lo ha deciso la giunta municipale approvando una delibera con la quale si stabilisce che chi viola l'ordinanza in materia di pubblicità ambulante potrà vedersi notificare contravvenzioni salatissime. Un provvedimento che va

25 novembre, una giornata per non dimenticare le donne vittime di violenza

Roma, 25 novembre - Maria Argentina Minerva, Antonia Maria Teresa, Patria Mercedes. Le sorelle Mirabal, tre sorelle dominicane, che il 25 novembre del 1960 vennero uccise a bastonate dagli uomini del regime di Trujillo, poi spinte in un burrone per inscenare un incidente. La loro unica colpa è stata quella di essere uscite di casa per andare a far visita ai mariti in carcere. Ilaria, Monica, Maria Pia, Tatiana, Lavinia, Rodika, Paola, Marilia, Maria Grazia, Antonella, Lucia, Erica, Cristina, Laura, Nicoletta. Solo alcune tra le 79 vittime di femminicidio in Italia. Solo nell’ ultimo anno. Alcune di loro si erano macchiate della colpa di aver messo fine ad una storia d’amore. Altre portavano in grembo una vita non desiderata. Altre ancora

Grillo attacca Boldrini. Spot TV e stereotipi femminili, si parla di donne sul blog più famoso d’Italia

Roma, 2 ottobre – Negli scorsi giorni si è consumata la polemica sulle dichiarazioni della Presidente della Camera Laura Boldrini, durante un convegno sui media. La reazione più poderosa si è avuta, come ormai spesso accade, sul blog di Beppe Grillo. In un post del 28 settembre intitolato "Boldrini e le mamme" leggiamo: “Laura Boldrini ha affermato che all' estero non andrebbero mai in onda spot pubblicitari con una mamma che serve la colazione ai figli e al marito. Il Blog ha fatto una ricerca e il video sopra ne è il risultato.” Sul blog è poi presente un video della ricostruzione delle parole della Boldrini, con alcune pubblicità straniere in cui la mamma si occupa delle faccende domestiche e in particolare della tavola.