Lunarte, XII edizione: teatro, musica, video, letteratura nei cortili del borgo Laurenzi dalle 19.00 fino a notte fonda

L'evento a Casanova di Carinola, in provincia di Caserta, in programma sabato 1 settembre Nei cortili nascosti nel cuore di Casanova di Carinola, in provincia di Caserta, ritorna per il dodicesimo anno consecutivo, Lunarte. Performance teatrali, concerti, video installazioni, libri, momenti dedicati al gusto e altro ancora. Tanti gli artisti ospiti di questa nuova edizione, in programma per sabato 1 settembre, che quest’anno si svolgerà nei cortili e vicoli del borgo Laurenzi. Lunarte nasce nel 2007 da un’idea dall'associazione Circuito socio-Culturale Caleno e sin dalla prima edizione l’evento è organizzato con il patrocinio del Comune di Carinola. Da diverse edizioni l’associazione si avvale della collaborazione di Etérnit e di numerosi partner.  La volontà è quella di coniugare la cultura con la valorizzazione del territorio,

Buon compleanno Comicon, la fiera del fumetto compie 20 anni

La fiera più attesa dagli amanti del fumetto si terrà alla Mostra d'Oltremare dal 28 aprile al 1 maggio Anche quest'anno, a Napoli, dal 28 aprile al 1 maggio, si rinnoverà l'appuntamento con il Comicon. L'attesissima fiera del fumetto per festeggiare i suoi 20 anni vedrà impiegati nuovi spazi espositivi alla Mostra d’Oltremare e a Castel dell’Ovo dove verrà ospitata la mostra Vent’anni di Fumetto in Italia 1998 – 2018, che racconterà l’evoluzione della Nona Arte nel nostro Paese in un viaggio tra case editrici, autori, temi e personaggi. Lorenzo Mattotti, eccellenza del fumetto e dell’illustrazione, al quale era stata dedicata una mostra durante la prima edizione della fiera, sarà il Magister di quest'anno. Egli ha realizzato il manifesto per il Comicon 2018 il

Pulcinella, la sciantosa e il gran maestro per la rassegna Forcella Transit

Sabato 13 gennaio alle ore 11 nel Complesso dell'Annunziata Napoli - Sabato 13 gennaio alle ore 11 nel Complesso dell'Annunziata, nell'ambito del progetto Forcella Transit, Murìcena Teatro presenta “Pulcinella, la Sciantosa e il Gran Maestro”, spettacolo con Marianita Carfora, Raffaele Parisi e Carlo Vannini che mischia la tradizione della maschera e del varietà con i canoni contemporanei e artistici della street art, dando vita ad un’esperienza artistica universale in grado di adattarsi all’ambiente in cui opera. Caratteristica che ritroviamo nella storia lunga secoli della maschera di Pulcinella in grado, fino ad oggi, di sopravvivere alle “modifiche” e “revisioni” che ne caratterizzano il percorso. Celebre è l’incontro tra la maschera e Antonio Petito, le cui capacità di inserire negli spettacoli elementi di attualità,

“Mozart alla corte di Pulcinella”, farsa in musica alla alla Domus Ars

Uno spettacolo in cui la realtà si intreccia con il sogno, un concerto dove le note mozartiane si mescolano alla grande musica del Settecento napoletano Il Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano è giunto quest’anno alla XVIII edizione grazie all’impegno e alla cura dell’Associazione Domenico Scarlatti (che quest’anno festeggia i suoi 35 anni di attività) e all’associazione Il Canto di Virgilio. Ad inaugurare la manifestazione, che si svolge a Napoli dal 7 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018, la farsa in musica, “Mozart alla corte di Pulcinella”, giovedì 7 dicembre ore 21 alla Domus Ars di via Santa Chiara, 10 prodotta dell’associazione Il canto di Virgilio. Mozart alla Corte di Pulcinella. Uno spettacolo al limite del grottesco dove le vicende del viaggio giovanile del genio di Salisburgo si mescolano ai ricordi di

“Le felicissime peripezie amorose di Pullecenella Citrullo”, la Commedia dell’Arte ad Ottaviano

Mercoledì 2 agosto ore 21.00 presso il castello Mediceo di Ottaviano L’Accademia Vesuviana del Teatro di Gianni Sallustro propone "Le felicissime peripezie amorose di Pullecenella Citrullo". Lo spettacolo, vincitore del Fringehart festival, si propone di analizzare e “far toccare con mano” un periodo storico felice e di fondamentale importanza per il teatro italiano: la Commedia dell’Arte. Ottaviano, 1876. Michele De Medici, principe di Ottaviano ha da poco ristrutturato il famigerato palazzo Mediceo per festeggiare le sue nozze con Marulli e per festeggiare la sua nomina a senatore del regno unito d’Italia.  È per questo che ingaggia una compagnia di attori per animare con il teatro la festa in maschera che ha deciso di organizzare il 28 Febbraio 1876. La compagnia di attori metterà

Teatro: “Le felicissime peripezie amorose di Pullecenella Citrullo”

Giovedì 11 maggio alle 21,00 l’Accademia Vesuviana del Teatro di Gianni Sallustro sarà protagonista al “Fringe Hart” festival organizzato dal cinema Hart di Napoli (via Crispi,33) e da Wunderkammer diretto artisticamente da Marialuisa Firpo e Diego Nuzzo In scena lo spettacolo “Le felicissime peripezie amorose di Pullecenella Citrullo” con cui l’Accademia si propone di analizzare la Commedia dell’Arte. Ritmo, comicità, frizzi, lazzi, allegria, giochi amorosi, balli e canti sono gli elementi che costituiscono lo spettacolo. “Prendete una delle maschere più popolari del teatro napoletano, - dice Sallustro - Pulcinella che vuole raggiungere la felicità a tutti i costi ed otterrete una serie di scene legate alla Commedia dell’Arte ed alle antiche storie napoletane che avevano per protagonisti le “guarrettelle” cioè i burattini”. Il

CarnevalEpomeo, il Carnevale di Via Epomeo: un evento fra contemporaneo e recupero della memoria storica

"Nell'edizione del 2017, il CarnevalEpomeo ho cercato di creare una relazione fra le espressività di una cultura contemporanea e i segni della tradizione più antica" sostiene il direttore Artistico dell'evento, Franco Cutolo "Bisogna dare fiducia alla cittadinanza", sostiene invece Giovanni Adelfi, Presidente dell'Unione Imprese Centro Commerciale Epomeo "investendo nel lavoro sul territorio. Tutti noi dobbiamo dimostrare che, nonostante le terribili sciagure che si sono abbattute su Soccavo, il quartiere è vivo ed è popolato da tanta gente per bene che con la malavita non ha nulla a che fare". E' in quest'ottica che va inquadrato il progetto del Carnevale di Via Epomeo, un evento che racchiude in sé un messaggio di speranza, un riscatto sociale ad opera di cittadini e commercianti onesti.

Omaggio ad Antonio Petito, il più grande Pulcinella dell’ ‘800 Napoletano

In scena, al Giardino degli Aranci di Giffoni Valle Piana, "Il Treno a Vapore" per la regia di Rodolfo Fornario Giffoni Valle Piana, 10 agosto  - Figlio di un altro celebre Pulcinella, Salvatore Petito, e di donna Peppa, impresaria di un baraccone nel quale si rappresentavano spettacoli per il popolo, in famiglia, per la sua estrema vitalità, era soprannominato Totonno 'o pazzo. Fu proprio il padre a dargli il battesimo teatrale, cedendogli la maschera nel corso di una rappresentazione teatrale al Teatro San Carlino di Napoli. È questa la storia di Antonio Petito, una delle figure più importanti della scena napoletana dell'Ottocento, al quale i prossimi ospiti di Giffoni Teatro hanno deciso di rivolgere un omaggio. Domani sera, martedì 11 agosto, per

Anteprima del Festival per le vie di Positano

Questa sera con Mario Zinno e spettacolo di guarrattelle con Irene Vecchia Anteprima del Positano Teatro Festival - Premio Annibale Ruccello, la rassegna diretta da Gerardo D’Andrea. A partire dalle 18,00, si potrà assistere all’oramai tradizionale parata per le vie del centro del Carrello dei Comici: uno dei carrelli messo a disposizione dalla società dei porter di Positano che porterà in giro l’attore e cantante Mario Zinno che dedicherà al Festival la poesia scritta appositamente da Enzo Moscato “Zezeria 'e Pulecenella”, e le note di canzoni tipiche della tradizione napoletana. Zinno sarà accompagnato dai musicisti e dalle danzatrici del gruppo folcloristico “Positano Senza Tempo”, diretto da Luigi Staiano e Giulia Talamo. La serata, alle ore 20,00, sarà poi tutta dedicata al pubblico

Carnevale 2015: nasce a Napoli la cravatta di pulcinella

La storica sartoria di Ugo Cilento ha realizzato per il carnevale anche cravatte con le maschere di Arlecchino, Colombina, Gianduia e Rugantino Nasce a Napoli la cravatta di pulcinella, nonostante l'idea sia bizzarra e scherzosa, l'accessorio realizzato interamente a mano non perde affatto la sua naturale eleganza. L'erede dell'azienda fondata nel 1780, Ugo Cilento, presenta la sua idea con queste parole: —"A fine dicembre mi divertiva l'idea di vivere il carnevale in maniera diversa quest'anno e di dedicare all'Italia tutta, una cravatta che potesse dare allegria e simpatia a tutti". Cilento aggiunge di aver raggiunto i suoi obiettivi, ovvero, realizzare una cravatta che rispetti l'eleganza ma che sia scherzosa. Non solo pulcinella, infatti i maestri artigiani napoletani hanno realizzato anche altre maschere della