Sequestrano i dipendenti e rapinano una pizzeria a Soccavo

Fermato un rapinatore tradito da un cellulare, ricercato il complice Napoli, 24 giugno - Un giovane di 31 anni, Luigi Capriello, è stato arrestato dalla polizia a Napoli perchè ritenuto responsabile di sequestro di persona e rapina. Insieme con un complice, ora ricercato, è accusato di aver compiuto una rapina in una pizzeria del quartiere Soccavo. É stato rintracciato dagli agenti in Via Giustiniano nascosto dietro ad un cancello mentre a terra continuava a squillare un telefonino vicino ad uno scooter col motore ancora caldo; un agente ha risposto alla chiamata e una persona ha detto di essere il proprietario dell'apparecchio che gli era stato sottratto poco prima. Secondo quanto accertato dagli agenti, una rapina effettivamente era stata compiuta da due persone in

Camorra, 5 arresti per il clan Nappello

Autori di una rapina che aveva fruttato un bottino di 25mila euro Napoli, 3 giugno - Un altro colpo al clan camorristico dei Nappello è stato inferto dalla polizia con l'arresto di cinque rapinatori che si vanno ad aggiungere ai sei estorsori arrestati lo scorso 25 maggio. I poliziotti del commissariato Scampia e della Squadra Mobile partenopea, con l'ausilio degli agenti del Reparto Prevenzione e Crimine Campania, hanno dato esecuzione all'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di: Michele Menna, 22 anni, Pasquale Palma, di 36, Pasquale Limatola, 37, Pasquale Flagiello e Gennaro Ruggero detto "a cannola" di 48 anni, tutti affiliati al gruppo camorristico dei Nappello, attivo nel quartiere di Miano. Le indagini hanno consentito di ricostruire il modus operandi dei rapinatori che,

Baby rapinatori intrappolati in negozio, arrestati

Napoli, donna chiude la porta e malviventi restano bloccati Napoli, 8 maggio - Tre minorenni si improvvisano rapinatori ma restano intrappolati nel negozio dove volevano mettere a segno un colpo. Una donna infatti riesce a sgattaiolare fuori ed a chiudere la porta dell'esercizio. Le telecamere li riprendono, costretti a deporre le armi prima di riuscire a scappare: fuga inutile, perché dopo poco i carabinieri li bloccano. E' accaduto alla periferia orientale di Napoli: per i tre 17enni l'accusa è di tentata rapina a mano armata. (Ansa)

Rapina a supermercato finisce in tragedia nel Napoletano

Il bilancio è di 10 feriti di cui uno grave per un conflitto a fuoco e incidente stradale causato dalla fuga dei malviventi Napoli, 15 marzo - Una tentata rapina ad un supermercato, una sparatoria in cui rimangono ferite alcune persone, una fuga rocambolesca dei banditi terminata con un incidente stradale in cui vengono coinvolte altre persone. Sembra la trama di un film western invece è quanto accaduto oggi ad Ottaviano, in provincia di Napoli. L'obiettivo dei due banditi era un supermarket della catena "Etè". Il tentativo di rapina è poi sfociato in una sparatoria in cui sono rimaste ferite una decina di persone tra cui un carabiniere e un dipendente. Quest'ultimo, soccorso, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico all'ospedale Villa

Vomero, assaltata una banca. Esplosi numerosi colpi d’arma da fuoco

Due banditi hanno tentato di svaligiare la sede della Credem esplodendo colpi di pistola mentre alcuni ragazzini uscivano da una vicina scuola. Il colpo è stato sventato grazie all'intervento di una guardia giurata Napoli, 23 marzo - Due banditi hanno letteralmente preso d'assalto una banca esplodendo colpi d'arma da fuoco tra i passanti terrorizzati e mentre alcuni ragazzini stavano uscendo da scuola. Il tutto è accaduto poche ore fa, nel cuore del Vomero, quartiere collinare di Napoli. L'obiettivo dei malviventi era la sede Credem sita in via Enrico Alvino, a pochi metri di distanza da un istituto scolastico secondario: il "Giuseppe Mazzini" da cui si apprestavano ad uscire gli studenti nel momento in cui i banditi hanno cercato di svaligiare la banca. Il colpo

Rapinavano farmacie, ultimo tentativo al Vomero, finiti in manette

Colti in flagranza di reato dai carabinieri mentre stavano per rapinare l'ennesima farmacia al Vomero. Decisivi i video di altre farmacie rapinate Napoli, 14 marzo - La fine di un incubo per le farmacie del napoletano. Due rapinatori seriali sono finiti in manette grazie al tempestivo intervento dei carabinieri del comando provinciale di Napoli mentre stavano per mettere a segno l'ennesimo colpo in una farmacia del Vomero. Si tratta di Francesco Finelli, 32 anni, e del suo complice Salvatore Mirabella di 33 anni. Il Finelli è stato bloccato dalle forze dell'ordine nella farmacia "Astuni", sita in via Piscicelli, dove aveva fatto irruzione armato di pistola e minacciato il titolare di dargli l'incasso della giornata. Colto in flagranza di reato, i militari lo hanno

Via Chiaia a Napoli: accoltellato per aver reagito ad una rapina

Giovane 35enne in condizioni gravi dopo varie coltellate al torace ed al fianco Napoli, 1 novembre - Questa notte, poco dopo le 2.00, nel quartiere di Chiaia, un uomo di 35 anni è stato ferito gravemente da due rapinatori. Quest'ultimi, avevano avvicinato due ragazze che erano in compagnia dell'uomo con l'obiettivo di sottrargli le borse. Il trentacinquenne, non curante della pistola e del coltello in possesso dei malviventi, si è opposto alla minaccia dei due, venendo ferito da numerose coltellate. Il ragazzo è ora ricoverato in prognosi riservata all'ospedale "Loreto Mare". Per l'identificazione dei malviventi, gli investigatori hanno trovato nell'abitazione di uno dei due la felpa ed i pantaloni ancora sporchi del sangue della vittima.

Guido Lombardi gira il suo nuovo film “Take five” a Napoli.

Guido Lombardi, promettente regista napoletano, esordì con il cortometraggio Vomero Travel del 2010. Nel 2011 conquistò il Leone d’Oro del Futuro-Premio Opera Prima Luigi De Laurentis, al festival del cinema di Venezia, con il film Là Bas-Educazione criminale, una storia di immigrazione, di droga, di camorra e di speranze per un futuro migliore. Oggi, lo ritroviamo con il suo nuovo film, Take five, per cui ha appena iniziato le riprese. Il soggetto è stato scritto a quattro mani con Gaetano Di Vaio che ne è anche produttore e protagonista. Girato interamente a Napoli, città di cui si susseguono gli scorci più caratteristici, ma anche i più nascosti e svariati: dal cuore dei Quartieri Spagnoli al lungomare con vista mozzafiato, fino all’insolito intrico delle condutture fognarie