“Rapporto sul turismo 2017”, la Campania al 7° posto fra le regioni italiane per presenze turistiche

Lo studio è stato curato da UniCredit e Touring Club Italiano. La Campania è la prima regione del Sud con 19 milioni di presenze. Il settore dà lavoro a circa 87.000 addetti con una quota dell’8,8% sul totale occupati in Italia Napoli, 17 luglio – Il turismo continua a essere un driver decisivo per il nostro Paese. L’industria turistica italiana vale, infatti, oltre 70 miliardi di euro (ovvero il 4,2% del Pil) che salgono a 172,8 miliardi di euro (il 10,3% del Pil) se si aggiunge anche tutto l’indotto. E in questo contesto la Campania con oltre 18,8 milioni di presenze turistiche, si classifica al 7° posto fra le regioni italiane (ai primi posti si confermano il Veneto con 63,2 milioni, la Toscana con 44,3 milioni e la Lombardia con 37,8 milioni). A

Rapporto Migrantes: 4,8 milioni di italiani hanno lasciato il Bel Paese. Ecco l’analisi storica dei dati dell’emigrazione italiana dal 2006 al 2016

In dieci anni la mobilità italiana è aumentata del 54,9%. Destinazioni preferite Argentina, Germania e Svizzera. Nell’ultimo anno, 107.529 italiani hanno lasciato il Paese Roma, 6 ottobre - Si è tenuta a Roma, presso l'Auditorium “V. Bachelet” – The Church Palace, Domus Mariae, l'XI edizione del “Rapporto Italiani nel Mondo” realizzato dalla Fondazione Migrantes. Dopo il saluto introduttivo di Monsignor Guerino Di Tora, Vescovo Ausiliare di Roma e Presidente della Fondazione Migrantes, i dati del Rapporto sono stati presentati da Delfina Licata, curatrice del volume “La mobilità italiana tra appartenenze multiple e spazi urbani”. Ma ecco il Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes, presentato questa mattina a Roma. Dal 2006 al 2016 la mobilità italiana è aumentata del 54,9% passando da poco

Rapporto Ecomafia 2015: “Business sempre più ricco e pari a 22 mld di euro”

80 reati al giorno nel 2014, con aumenti nel settore dei rifiuti e del cemento. Cresce l’incidenza criminale nelle quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa (Puglia, Sicilia, Campania e Calabria) Il giro di affari delle ecomafie non accenna a diminuire: nel 2014 ha raggiunto i 22 miliardi di euro, con un incremento di 7 miliardi rispetto al 2013. L'anno passato si chiude con 29.293 reati, circa 80 al giorno (quasi 4 ogni ora). Aumentano nel settore dei rifiuti (più 26%) e del cemento (più 4,3%). Questa la fotografia scattata dal rapporto Ecomafia 2015 di Legambiente presentato quest'oggi a Roma. La Puglia risulta la regione italiana in testa per numero degli illeciti (15,4% su totale nazionale), fra l'altro in crescita. Nel centro Italia,

Lavoro, 1 miliardo di ore di cassa integrazione nei primi 10 mesi del 2014. Ottobre il mese più critico 

Il 10° rapporto Uil sulla cassa integrazione mostra dati critici, ad ottobre 118 milioni di ore di Cig La crisi morde sempre più ferocemente e a risentirne sono i lavoratori. Il 10° rapporto 2014 UIL (NOVEMBRE 2014) mostra uno scenario nero, quasi un miliardo di ore di cassa integrazione solo nei primi dieci mesi dell'anno. Le ore di CIG autorizzate si concentrano principalmente nel mese di ottobre, che risulta essere il secondo mese più critico con oltre 118 milioni di ore. Il permanere dello stato di crisi investe non solo le grandi aziende ma anche quelle piccole e piccolissime. "Numeri che danno plasticamente, l’immagine drammatica di un paese che, come al gioco dell’oca, ritorna alla casella di partenza” - afferma il segretario confederale