De Magistris sulla manovra di Governo: “Create aspettative di cambiamento e invece riprendono i tagli ai Comuni”

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, critica la manovra economica del governo Conte definendola “in continuità con il passato” “Devo registrare forte insoddisfazione perché il Governo nei confronti degli Enti locali aveva creato aspettative di cambiamento e invece con la manovra riprendono i tagli ai Comuni che erano stati interrotti da Gentiloni. Ci sono misure che vanno a colpire fortemente gli Enti locali e ci sono misure esclusivamente a favore di alcuni Enti”. A dirlo il sindaco di Napoli e vicepresidente Anci, Luigi de Magistris, in merito alla manovra economica del governo Conte. “Vorrei ricordare al Governo – ha aggiunto il primo cittadino – che in Italia molti Comuni sono in predissesto o in dissesto e, come accade a Napoli, già

MCL: disillusione al Sud, fuga di cervelli ma anche di operai

Carlo Costalli, Movimento cristiano lavoratori: "dal Sud del Paese se ne vanno anche quelli che hanno voglia di lavorare e che non aspettano certo il reddito di cittadinanza" Napoli - "La speranza è un tema importantissimo e il segnale della disillusione dei giovani è legato a una cosa che colpisce molto: se ne vanno ma non solo i cervelli, che è un danno per il Paese, ma se ne vanno anche persone che sono disponibili a tipi di lavori anche tecnici, manuali o industriali". Lo ha detto il presidente nazionale del Movimento cristiano lavoratori, Carlo Costalli, nella giornata inaugurale della II edizione della Active school jobs promossa dall'Mcl di Napoli insieme con l'Arcidiocesi. "Questo significa - ha aggiunto - che dal Sud

#VentiRighe – Lui c’era: il commento di un italiano alla trasferta Usa di Di Maio

La trasferta negli States di Di Maio apostrofata da Mario Fittipaldi, cardiochirurgo pediatrico italiano Ha sperato di cavarsela via agenzie di stampa che hanno raccontato la presuntuosa trasferta negli States del rampante Di Maio su cui il movimento del “comico” genovese scommette per  la designazione ad aspirante premier. A suo disdoro, era presente per un convegno internazionale anche il giovane Mario Fittipaldi, cardiochirurgo pediatrico italiano. Il giudizio sul giovanotto che fatica a coniugare i verbi al congiuntivo e conferma a più riprese la modesta frequentazione con la cultura, si evince dal racconto di un’ indagine sul campo condotta durante l’ascolto del nientemeno che vicepresidente della Camera. Passi sull’incapacità di seguire corsi universitari, dice Fiittpaldi, ma il deficit culturale è incompatibile con il far politica

#VentiRighe – Se quattrocento vi sembran molti, provate voi a farli bastare

Secondo il dizionario di Devoto e Oli, la povertà non chiede aggettivi qualificativi per definirla, per quanto è lampante il significato del termine Pur privandosi del loro illuminato contributo linguistico anche chiunque abbia testa per pensare e non chiuda gli occhi per non sapere, reagisce al dramma di povertà antiche, vecchie e nuove con il più diretto, rabbioso e inascoltato atto d’accusa per la  violenza che la società dei ricchi infligge alla quota di umanità succube. Come rispondono Paesi accreditati di regimi democratici è presto detto. Scrollando nei fatti le spalle, ma fingendo, con il rito esclusivamente verbale di parole al vento che non costano e non cambiano di una virgola la sostanza del problema. L’alibi, poco pubblicizzato per non essere sputtanati,

“A Napoli c’è gente ca se pùzza ‘e fàmma”, ma il reddito minimo cittadino è rimasta una bella promessa

Le parole del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, al congresso fondativo di Sinistra Italiana a Rimini hanno fatto tornare alla mente la promessa fatta da de Magistris in campagna elettorale: l'istituzione del reddito minimo cittadino a Napoli Napoli, 21 febbraio – Sarebbe dovuto partire dall'1 gennaio 2017, ma così non è stato: del reddito di cittadinanza a Napoli, o meglio del reddito minimo cittadino, si sono perse le tracce dopo che il sindaco Luigi de Magistris, in piena campagna per le Comunali, ne aveva promesso l'istituzione. Così se ne torna a parlare dopo che il primo cittadino, ospite al congresso fondativo di Sinistra Italiana tenutosi a Rimini domenica scorsa, dal palco ha affermato: “La proprietà privata si tutela se non

Garanzia Giovani, ministro Poletti contestato dagli Lsu. De Luca: “Basta sceneggiate”

Il presidente della Regione litiga al convegno con i disoccupati in sala e si scaglia contro il reddito di cittadinanza, che a suo dire è “un'idiozia” e “incrementa il lavoro nero” Napoli, 28 luglio – Il reddito di cittadinanza è “un'idiozia, non solo in Campania, ma anche in Italia”. Lo ha detto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, intervenendo al convegno Da Garanzia Giovani al Jobs Act, tenutosi presso l'auditorium della Regione al Centro Direzionale. “Non ho mai capito come si finanzia – ha affermato De Luca –. C'è la guerra dell'Isis alle porte e i Cinque Stelle parlano di limitare la spesa nel comparto sicurezza. Alle domande specifiche che fai loro relative al reddito di cittadinanza su