Renzi torna a parlare in pubblico dopo il referendum: “Il Pd potrebbe vantarsi del Jobs Act”. E attacca il M5S: “Sono solo un algoritmo”

Intervistato da Repubblica, l'ex premier annuncia una nuova classe dirigente per il Pd, difende il Giglio magico e torna ad intestarsi il 41% del referendum “Il Pd potrebbe vantarsi di un Jobs Act votato dalla sinistra, di unioni civili votate dai cattolici (ma senza la stepchild adoption, ndr), della legge sul

#VentiRighe – Un Matteo gongola, l’altro piange

Tra quanti esultano per la sonante vittoria del NO c’è l’ineffabile Salvini che, ricordiamo solo per chi non avesse sott’occhio le sue  nobili credenziali, è il capoccia di un movimento para regionalista ispirato ai principi antidemocratici di razzismo, omofobia, sessismo e altre affinità con questi connotati Davanti ai microfoni degli intervistatori

Referendum, anche in Campania stravince il “No”

Il dato regionale riguardante l'affluenza indica il 58,88% degli aventi diritto. Il “No” raccoglie il 68,5% delle preferenze, i “Sì” si fermano al 31,5% #NapoliNapoli, 5 dicembre – Anche dalla Campania arriva un forte “No” alle riforme costituzionali del governo Renzi. Quella che dagli analisti era stata considerata la Florida d'Italia,

Twitter Time – I cinguettii sul referendum

Grazie a tutti, comunque. Tra qualche minuto sarò in diretta da Palazzo Chigi. Viva l'Italia! Ps Arrivo, arrivo😀 — Matteo Renzi (@matteorenzi) 4 dicembre 2016 #Salvini: Ciaone Renzi, stia sereno. #Rainews #referendum— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) 4 dicembre 2016 Evviva! #HaVintoLaDemocrazia https://t.co/ezFowLACFW— Beppe Grillo (@beppe_grillo) 4 dicembre 2016 #Referendum, #Renzi: domani Cdm, poi mi dimetterò da

Referendum, primi exit poll danno il NO in vantaggio

Il primo exit poll per il referendum costituzionale fa registrare una forchetta del 12% con il Sì tra il 42% e il 46% mentre il No al 54% - 58%. Il premier Renzi ha convocato per la mezzanotte una conferenza stampa - Il primo exit poll ponderato sui voti realmente scrutinati

Referendum, matite cancellabili: a Napoli interviene la polizia

Anomalie registrate al seggio 6, nell'Istituto Palizzi Napoli, 4 dicembre - A Napoli è intervenuta anche la polizia in un seggio, sollecitata da una elettrice, dopo le discussioni relative all'utilizzazione delle matite per il voto al referendum il cui tratto, secondo diverse denunce, può essere cancellato. A riportare la notizia è il