Da Scauri a Napoli per scaricare rifiuti, denunciato

Identificato grazie alle telecamere di sorveglianza Napoli - Un 58 enne, conducente di un furgone, aveva sversato alla periferia orientale di Napoli circa due tonnellate di rifiuti provenienti da Scauri (Latina). Inoltre, si accingeva ad abbandonare due lavatrici e decine di pedane in legno per l'imballaggio. Già segnalato da alcuni cittadini e dai giornali, è stato identificato grazie alle telecamere di sorveglianza, e denunciato dalla polizia municipale. L'uomo, di Napoli, aveva sversato in via Galileo Ferraris, materiali per imballaggi e teli di plastica provenienti da una serra. Gli agenti della municipale lo hanno intercettato con un carico di due lavatrici dismesse e decine di pedane da imballaggio, di cui voleva disfarsi nella stessa zona. Il 58 enne è stato denunciato per trasporto

Napoli, EnergyMed 2020 bonifiche in primo piano

Al centro della XIII edizione di EnergyMed ci saranno le bonifiche dei territori martoriati negli anni scorsi dallo sversamento criminale di rifiuti. Si svolgerà dal 26 al 28 marzo alla Mostra d’Oltremare di Napoli Il progetto di "Hub Tecnologica Campania", nasce per promuovere il valore del risanamento del territorio e del recupero ambientale in Campania e ha scelto EnergyMed come suo primo evento strategico. l'incontro prevederà conferenze tecniche e scientifiche, momenti di confronto tra esperti, colloqui con i cittadini e con le scuole di Giugliano. Inolte, per verificare quello che è stato fatto e il percorso ancora da intraprendere, visite direttamente sulla Terra dei fuochi.  Insomma, "Hub Tecnologica Campania” porterà a Napoli un evento centrato sul tema delle tecnologie e sulle

Bagnoli, partono i lavori per la bonifica

Dovrebbe terminare nel 2024. Stanziati 500 milioni di euro Parte la bonifica nell'area dell'ex Italsider di Bagnoli. Le ruspe scavano il terreno e i camion portano via per lo smaltimento le 5500 tonnellate di cumuli di rifiuti contaminati dell'ex area Morgan. Finalmente dopo 27 anni. In ogni caso i cantieri sono in funzione, al lavoro operai, anche se non sono ancora molti. La bonifica di Bagnoli dovrebbe terminare nel 2024. Stanziati 500 milioni di euro per bonifica e riqualificazione ambientale di cui 320 milioni allocati da Invitalia, 71 milioni derivanti da giacenze della struttura commissariale, 45 milioni del Comune per la bonifica a mare, 38 milioni della Regione per le infrastrutture. Ma per il progetto complessivo, quello che ridisegnerà la nuova area occidentale

San Felice a Cancello, scoperto un lago di rifiuti tossici nella cava

Elettrodomestici, plastica, amianto e anche carcasse d'auto in circa 5 mila metri quadrati Scoperta di rifiuti tossici a San Felice a Cancello, in una cava dismessa da anni, la cosiddetta Cava Gigli. I vigili del fuoco di Caserta hanno trovato in questa cava, rifiuti di ogni genere. Elettrodomestici, plastica, amianto e anche carcasse d'auto, qualsiasi tipologia di rifiuti si trova in questa cava di circa 5 mila metri quadrati. Trasformando la cava di conseguenza in un vero e proprio lago di veleni. Le forze dell'ordine stanno cercando di fare chiarezza in queste ore. Accertamenti in corso sulla proprietà della cava, ovviamente sequestrata. Le analisi delle acque si stanno svolgendo in collaborazione con l’ARPAC per verificare eventuali presenze di sostanze tossiche, la loro

Napoli, in arrivo le macchinette mangia-plastica: soldi in cambio di bottiglie

Carta di Napoli, accordo internazionale per la salvaguardia del clima Le macchinette mangia-plastica arriveranno su tutto il territorio nazionale, ad annunciarlo è stato il ministro Sergio Costa, proprio da Napoli, durante l’assemblea Cop21 che ha come obiettivo quello di stilare la Carta di Napoli, un accordo internazionale per la salvaguardia del clima. Costa afferma: "Nel Decreto Clima è prevista la possibilità per i comuni, con fondi appropriati, di installare in tutto il territorio Italiano le macchinette mangia-plastica. Finalmente ci saranno anche in Italia, ma prevediamo una diffusione sistematica affinché la filiera della gestione della plastica sia la più corretta, così da trovare in mare sempre meno plastica. “La riduzione dei rifiuti e il riciclo degli esistenti è la base per il nostro

Legge di bilancio, de Magistris: “I soldi ai Comuni non arriveranno”

Il sindaco di Napoli, durante un'intervista a Rtl 102.5, parla di legge di bilancio, rifiuti in città e del rapporto con il governatore della Campania Vincenzo De Luca “In manovra di bilancio c'è qualcosina ma siamo molto lontani dal dar fiato alle città e non si comprende che, se fai ripartire le città, ripartono i servizi, la qualità della vita, si fanno più investimenti e gli imprenditori possono aprire delle attività. Dopo quasi nove anni da sindaco non ho trovato un governo che abbia deciso di invertire la rotta e rilanciare il Paese attraverso le comunità, i territori e le città”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante un'intervista a Rtl 102.5. “Noi – prosegue il sindaco – abbiamo

Stop al termovalorizzatore di Acerra, ecco il piano

Il piano prevede lo stoccaggio dei rifiuti a Casalduni, Caivano, San Tammaro e Polla Si è conclusa in modo unanime la conferenza dei servizi convocata dalla Regione Campania, con la partecipazione della città Metropolitana di Napoli delle province e delle rispettive società provinciali per la raccolta dei rifiuti per affrontare il periodo di un mese di stop per manutenzione del termovalorizzatore di Acerra. Grazie alle gare espletate dalle società provinciali, dalla A2a e dalla Regione Campania, spiegano dall'ente regionale, 40.000 tonnellate saranno evacuate fuori Regione nel periodo del fermo del termovalorizzatore. Le restanti 42.000 tonnellate saranno destinate a depositi temporanei per un periodo non superiore a 90 giorni. I depositi temporanei sono distribuiti nelle diverse province, secondo il principio di prossimità. I siti

Terra dei Fuochi, 1217 sversamenti illeciti

Ripuliti 208 siti. SMA Campania aumenta azione contrasto Sono 1217 gli sversamenti illeciti nel territorio della "Terra dei Fuochi" segnalati dal 1 gennaio 2019 ad oggi alla piattaforma i.TER, realizzata dalla Regione Campania per il monitoraggio dei progetti di infrastrutture. Dai controlli di SMA Campania, società in house della Regione, è emerso che in 260 siti su 2017, i depositi di rifiuti erano costituiti da materiale infiammabile e avrebbero potuto determinare altrettanti inneschi di roghi. I dati sono stati diffusi nel corso di un sopralluogo al Presidio operativo di Marcianise - uno dei quattro istituiti dalla Regione Campania - del sottosegretario all'Ambiente Salvatore Micillo, del coordinatore del "Piano d'azione per il contrasto dei roghi dei rifiuti", Fabrizio Curcio, del viceprefetto Gerlando Iorio, incaricato

In fiamme azienda di stoccaggio rifiuti nel Salernitano

Quarto incendio nel giro di un solo anno che si sviluppa all'interno della gestione privata dei rifiuti nel Comune di Battipaglia Salerno - Un vasto incendio di rifiuti si è sviluppato nel primo pomeriggio all'interno di un'azienda che stocca rifiuti speciali non pericolosi nella zona industriale di Battipaglia (Salerno). Alta la nuvola di fumo nero che si è levata, bene visibile anche da lontano. "Si tratta - ha commentato il sindaco di Battipaglia Cecilia Francese - di un atto irresponsabile da parte del privato che quest' amministrazione non esiterà a denunciare. Il Comune ha messo in campo ogni azione preventiva affinché questo non accadesse. È possibile, infatti, reperire sul sito l'ordinanza di smaltimento e bonifica". Forte preoccupazione del sindaco di Eboli, Massimo

Greenpeace a Pozzuoli contro l’inquinamento da plastica

Appuntamento domani 25 maggio alle 10.30 presso la spiaggia Le Monachelle di Pozzuoli Il gruppo locale di Greenpeace Napoli svolgerà il prossimo 25 maggio alle 10.30, presso la spiaggia Le Monachelle di Pozzuoli, la pulizia del litorale dai rifiuti e la catalogazione degli imballaggi e dei contenitori di plastica raccolti. Questa iniziativa, parte di una serie di attività del movimento #BreakFreeFromPlastic - di cui fa parte anche Greenpeace - segue un protocollo ben preciso e replicabile su scala mondiale, che ha il duplice scopo di quantificare tutte le tipologie di rifiuti presenti sulle spiagge e identificare i marchi che contribuiscono maggiormente a generare l’inquinamento da plastica. "Da anni le grandi aziende continuano a immettere sul mercato enormi quantitativi di plastica, principalmente usa

Gestione rifiuti, Bassolino esce definitivamente dal processo

L'ex sindaco di Napoli: "lunghezza dei processi danneggia gli innocenti e premia i colpevoli" Napoli, 22 maggio - Antonio Bassolino esce definitivamente dal processo su presunte irregolarità nella gestione regionale del ciclo rifiuti. Pur essendo i reati ipotizzati ormai prescritti, il tribunale di Napoli si era espresso nel merito con una sentenza di piena assoluzione. Poi la procura aveva fatto appello per trasformare l'assoluzione di merito in assoluzione per prescrizione, nei confronti di Bassolino e di altri 26 indagati. Oggi la Corte di appello ha dichiarato inammissibile l'impugnazione del pm. "La Corte di Appello conferma il pieno proscioglimento di Bassolino ma non si sana la sofferenza esistenziale del lungo tempo di attesa. Un altro caso che conferma la urgente e indispensabile necessità

Deposito rifiuti, indagato padre di Di Maio

A seguito di inerti e di vecchia carriola in casa Mariglianella Napoli - Antonio Di Maio, padre del vicepremier e ministro del Lavoro, Luigi, è indagato dalla procura di Nola per deposito incontrollato di rifiuti. L'iscrizione è avvenuta a seguito del ritrovamento da parte della polizia municipale nell'appezzamento di terreno attiguo alla vecchia masseria di famiglia nel Comune di Mariglianella (Napoli), di alcuni rifiuti inerti, di alcuni vecchi secchi e di una carriola. A seguito dell'ispezione dei vigili le aree furono messe sotto sequestro. L'avvocato Saverio Campana, che assiste Antonio Di Maio, raggiunto telefonicamente spiega di non voler rilasciare dichiarazioni sulla vicenda.

Raccolta differenziata, Ottaviano al top tra i Comuni ricicloni. E arrivano le guardie ambientali

Luca Capasso, sindaco di Ottaviano: “Siamo al quinto posto in tutta la regione tra i Comuni nella fascia da 20mila a 50mila" Napoli, 23 novembre - “Ancora una volta il Comune di Ottaviano si conferma tra i Comuni più ricicloni della Campania, con una percentuale di raccolta differenziata che si attesta intorno al 76%. È un grande risultato, frutto dell’impegno dell’amministrazione comunale, dell’assessorato all’ambiente e della collaborazione fondamentale dei cittadini”. Così Luca Capasso, sindaco di Ottaviano commenta i dati del Rapporto Comuni Ricicloni 2018 di Legambiente Campania. Aggiunge Capasso: “Siamo al quinto posto in tutta la regione tra i Comuni nella fascia da 20mila a 50mila abitanti e, nella stessa fascia, siamo i primi in tutta l’area nolana e vesuviana. Ma, soprattutto,

Terra dei Fuochi, De Luca contro il Governo: “Mistificazione della realtà che danneggia la Campania”

Il governatore ha firmato solo uno dei due protocolli sulla Terra dei Fuochi “Quello a cui abbiamo assistito in questi giorni è un’opera di mistificazione della realtà che danneggia la Campania, i suoi cittadini e la sua economia”. A dichiararlo il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante una conferenza stampa convocata dopo la firma del protocollo d'azione per la Terra dei Fuochi. Il governatore, mostrando una cartina con la mappa dei roghi in Italia, ha aggiunto che “la Terra dei Fuochi non è in Campania, ma nel Nord del Paese”. La Regione Campania ha firmato solo uno dei due protocolli sulla Terra dei Fuochi. “C'erano due protocolli, uno lo abbiamo firmato, l'altro no”, ha spiegato De Luca. “Il protocollo firmato