Napoli, migliaia di partecipanti al corteo migranti contro Lega e M5S

Ad aprire il corteo lo striscione, "Aprite i porti, Welcome refugees" Napoli, 13 giugno - Nella giornata di ieri è stato messo in atto un corteo dei migranti contro la Lega e il M5S durante il presidio a largo Berlinguer indetto dalla Rete antirazzista, dal movimento Migranti Napoli e da Potere al Popolo. I manifestanti sono arrivati in corteo da piazza Garibaldi. Ad aprire il corteo lo striscione 'Aprite i porti, Welcome refugees'. Un messaggio ribadito su un altro striscione anche in inglese e in francese. Dopo il presidio, i manifestanti si sono diretti davanti la Prefettura e poi alla Stazione Marittima al grido di 'Tutto il mondo detesta Salvini', 'Assassini' e 'Apriamo i porti, mandiamo via Salvini'. Versata vernice rossa sulle bandiere della

#VentiRighe – Sgombero a Roma. Colpa di tutti, cioè di nessuno?

“Extracomunitari ladri stronzi dovete morire subito. Se mi date della razzista non me ne frega un c…o” L’aria che tira nel guazzabuglio della politica italiana ha il marchio del caos indotto dal sistema dei partiti per mascherare la colpevole incertezza sul futuro prossimo e a lungo termini. A questa premessa fa capo la nebulosa contrapposizione tra chi difende la violenza della polizia, che a Roma ha operato lo sgombero di abitazioni occupate da migranti e chi mette in stato di accusa le cariche di agenti in assetto anti sommossa. Nello scambio di accuse si inserisce la polemica partitica sulle responsabilità. L’ordine di sgombero si deve alla Raggi, a cui spetta l’assistenza agli immigrati, il tipo di intervento è competenza di Questura

Napoli, dalla nave “Fasan” sbarcano altri 900 rifugiati

Tra i migranti anche tre donne incinte e 149 minori, 117 non accompagnati Napoli, 11 settembre - E' attraccata ieri al porto di Napoli la “Virginio Fasan” con a bordo 877 immigrati. La fregata della Marina Militare italiana, del capitano Marco Bagni, ha riportato in salvo direttamente nel canale di Sicilia circa cento migranti e recuperato i restanti da altre navi di soccorso. Tra questi sono stati stimati anche 149 minori, di cui 117 non accompagnati, e tre donne incinte. Provenienti per la maggior parte da Somalia, Gambia, Egitto, Eritrea, Nigeria, Sudan, Siria, Senegal ed Etiopia, portano tutti nel loro bagaglio storie difficili, storie di guerra e di povertà. Lo stesso Bagni ha spiegato che ha avuto modo di parlare con dei Siriani

E’ la Giornata Mondiale del Rifugiato: celebrazioni a Napoli in via Partenope

Via Partenope 36, la location per il seminario di approfondimento Napoli, 20 giugno - È il comune di Napoli a promuovere l'evento della Giornata Mondiale del Rifugiato con la tutela dell'UNHCR (United Nations High Commissioner for Regufees - Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) che si terrà oggi 20 giugno nella città partenopea. Il fine dell'avvenimento è quello di sensibilizzare i cittadini a proposito di coloro che sono costretti a migrare per sfuggire a guerre, violenze e miseria. Il tema di quest'anno sarà il Villaggio, per farci capire che ognuno di noi è un elemento che migra ed è per questo che non bisogna perdere quella benignità che ci è sempre appartenuta. Per coinvolgere il maggior numero di persone possibili e mostrargli in