Ad Angri una grande opera di street art dedicata al patrono San Giovanni Battista

Marta Lorenzon e Nicholas Perra concludono l'opera promossa dal Comune di Angri e prodotta da Inward Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana Si è conclusa la grande opera di street art su facciata realizzata nel Comune di Angri, e più precisamente nel Rione Alfano, da Marta Lorenzon con il supporto di Nicholas Perra. L'intervento, dal titolo “Stay Angri, stay foolish”, ha catturato l'attenzione degli angresi, in particolar modo durante la processione dedicata al patrono San Giovanni Battista, svoltasi domenica 30 giugno. Durante la serata, tra riti religiosi e fuochi d'artificio, gli artisti hanno avuto la possibilità di partecipare ad un significativo ed entusiasmante momento di aggregazione non solo religioso ma anche culturale. La festa patronale di San Giovanni Battista ad Angri affondale sue

Ottaviano, torna il presepe vivente nel centro storico

Torna anche quest'anno il presepe vivente nel centro storico di Ottaviano, precisamente nel quartiere San Giovanni L’appuntamento è per domani, sabato 5 gennaio, dalle 17 alle 22. L’evento è organizzato dalla Comunità Parrocchiale “San Giovanni – San Lorenzo”, coordinata dal parroco don Simone Savino, con il patrocinio del Comune di Ottaviano e dell'Ente Parco Nazionale del Vesuvio. Il presepe vivente a San Giovanni è ormai una tradizione: centinaia di figuranti ed oltre 40 postazioni che rievocano gli antichi mestieri della tradizione vesuviana, in uno scenario suggestivo come quello del centro storico ottavianese. “Ogni anno la realizzazione di questo evento è accompagnato dall'impegno del comitato, sempre presente e disponibile, dal parroco don Savino e da tutti i residenti del centro storico che ci consentono di

Sparatoria a San Giovanni, due feriti

Pluripregiudicato colpito a braccio. Colpi anche in centro città con un ferito Napoli, 13 aprile - Una sparatoria, nel rione Villa, quartiere di San Giovanni a Napoli. E poi due persone ferite con colpi d'arma da fuoco. E' accaduto nel pomeriggio ed è in fase di verifica gli eventuali legami con gli episodi. All'ospedale Loreto Mare, ferito ad un braccio, è arrivato un pluripregiudicato che potrebbe avere legami di parentela con un capo clan proprio del quartiere San Giovanni, proprio lì dove oggi pomeriggio sono stati segnalati alla Polizia di Stato dei conflitti a fuoco. C'è poi un altro ferito, questa volta nel centro della città, un 30enne colpito in maniera lieve in via Porta San Gennaro. L'uomo è stato soccorso e ricoverato all'ospedale

Digita, parte il secondo semestre. Presentazione dei project work dell’Academy nella sede di San Giovanni

Saranno presentati nella mattinata di giovedì 5 aprile i project work dei corsisti dell'Academy Digita nella sede della 'Digital Transformation and Industry Innovation Academy-Digita', al Polo Universitario di San Giovanni a Teduccio in Corso Nicolangelo Protopisani, 70 di Napoli La Academy in partnership con Deloitte Digital è nata con l'obiettivo di fornire a giovani talenti le competenze necessarie a colmare il gap tra le aziende e l'ecosistema Digital e Industry 4.0. e l’attività didattica, dopo il primo semestre di studio, prevede un secondo semestre svolto in collaborazione con aziende su progetti di mercato. Dopo la prima challenge tenutasi il 24 gennaio, in cui i discenti di DIGITA, divisi in sette gruppi, hanno presentato progetti di Digital Transformation di prodotti e servizi nel settore lusso, giovedì 5 aprile, dalle 9 alle 13, ci sarà la presentazione dei project work da parte di Deloitte e delle aziende partner. Il

Botti di fine anno, 35 feriti. Spari in aria prima della mezzanotte, forse una “stesa”, colpito un 12enne affacciato al balcone

23enne perde dita e 27enne rischia occhio. Nel 2017 le vittime dei fuochi di fine anno erano 46 Napoli, 1 gennaio - E' di 35 feriti il bilancio dei festeggiamenti per il Capodanno tra Napoli e provincia. Il più piccolo ha solo 8 anni ed è ferito alla mano destra per un scoppio di un petardo. Nel dettaglio a Napoli sono state 22 le persone ferite per lo scoppio di botti e 13 in provincia. Un 23enne ha perso due dita della mano destra mentre un 27enne di Castel Volturno rischia di perdere l'occhio destro. Un 52enne di Casavatore è stato ricoverato per lesioni al braccio e alla nuca mentre un 49enne di Portici ha riportato ustioni su diverse parti del corpo.