Musica contro le mafie a Sanremo

Premi agli artisti, incontri con gli studenti, showcase Si è conclusa ieri 4 febbraio a Casa Sanremo la premiazione della decima edizione del Premio “Musica contro le mafie”. La serata, presentata da Claudio Guerrini, conduttore radiotelevisivo e storica voce di RDS; sancisce un lungo percorso di sensibilizzazione iniziato oltre un anno fa e che ha permesso alla manifestazione di raggiungere enormi riscontri con numeri da record: oltre 500 artisti hanno risposto alla call e ben 10 sono stati i finalisti live durante la “5 giorni di Musica contro le mafie” di Cosenza. Alla premiazione hanno partecipato, insieme al Coordinamento di Libera della Provincia di Imperia, anche gli studenti delle scuole di Sanremo, Imperia, Arma di Taggia, Ventimiglia e Bordighera, che oltre a svolgere un ruolo

Sanremo su Marte, la 69^ edizione del Festival della canzone in diretta su Radio Marte

In diretta dai “temporary studios” sanremesi, dal 4 al 10 febbraio. Abbinata al Festival, anche una selezione di giovani artisti emergenti   Radio Marte seguirà la 69ª edizione del Festival di Sanremo, in diretta dalla postazione allestita presso lo store Carpisa di Via Matteotti, a pochi metri dal Teatro Ariston.  La squadra marziana sarà composta dalle voci di Gigio Rosa, Rosanna Iannacone, Dino Piacenti, Francesco Mastandrea e Marco Critelli, coadiuvati tecnicamente da Gianluca Carbone, Alfredo Maiorano e Paco. Dagli studi di Capodichino, Gianni Simioli al mattino e Fabiana Sera nella fascia pomeridiana, ospiteranno i numerosi collegamenti e le interviste ai protagonisti del Festival.  Dal 4 al 10 febbraio, sarà possibile seguire aggiornamenti, gossip, dettagli e curiosità su Sanremo, anche sul nuovo canale Radio Marte TV, sul 655

Area Sanremo in tour il concorso per nuovi talenti

Scoprire potenziali talenti, e fornire loro la possibilità di crescita artistica e professionale  adesso sarà possibile grazie al Concorso ufficiale Area Sanremo Tour 2017 L’unico concorso ufficiale itinerante rivolto ai giovani talenti dai sedici ai trentasei anni, che  offre a titolo gratuito, l’opportunità di valorizzare le proprie doti vocali per  poter accedere ad Area Sanremo, dal quale verranno scelti i concorrenti per la sezione giovani della manifestazione canora più importante d’Italia: il Festival di Sanremo 2018. L’organizzazione del Concorso per tutto il territorio nazionale è stata affidata dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo ad Anteros Produzioni S.r.l., la quale si avvarrà dell’operato di referenti locali. La direzione artistica sarà affidata al maestro Vincenzo Sorrentino pianista, compositore, direttore d’orchestra, che da sempre, è

#VentiRighe – Perle di Sanremo

La riconosciuta simpatia di Francesco Totti, immarcescibile asso della Roma, non è la sola dote del calciatore L’esibizione al Festival, culminata con la divertente trovata del pallone firmato e lanciato in loggione del teatro Ariston ha un retrò apprezzabile. Il compenso per l’esibizione festivaliera sarà devoluto a diverse associazioni benefiche. Parte della cifra andrà a un ragazzo disabile per l’acquisto di un macchinario speciale. La sua non è generosità estemporanea. In beneficienza sono andati i compensi per la partecipazione al Grande Fratello, Buona domenica,  C’è posta per te, Paperissima e i diritti televisivi del matrimonio. Le buone regioni del no al nucleare Italiani, avveduti, a suo tempo hanno bocciato con un referendum l’ipotesi di costruire centrali nucleari sul territorio nazionale. Decisione saggia,

#VentiRighe – Sanremo, le signore (e signorine) del calcio

Quel mattacchione di Carlo Conti cosa non tira fuori dal cappello a cilindro del Festival per toccare la vetta di audience record Esiliata la prassi delle vallette, pesca nella cronaca del gossip con intuito da stagionato uomo Tv. Così. Da Meteo al calcio. Le carriere televisive delle maggiorate fisiche con la testa pensante conquistano il visto per luminose carriere nel mondo del pallone. Con programmi sportivi hanno decollato Simona Ventura, la Rai Paola Ferrari, la Sky Ilaria D’Amico e in tempi recenti Diletta Leotta che ha spiccato il volo dai cieli bassi di Meteo, raccontato con un accattivante sorriso e curve da capogiro, per approdare nello staff del giornalismo sportivo di Murdoch. Al centro di un furto informatico di sue immagini hard,

#VentiRighe – Sanremo, il tormentone canoro

A Carlo Conti asso pigliatutto degli show televisivi, la Rai riconosce la sommetta di 650mila euro Sanremo: è molto vicino il pericolo di rigetto della kermesse canora nazionale causato dal tamburellante spot televisivo che la Rai impone ai suoi abbonati con la voce stentorea di Carlo Conti. Il conduttore, direttore artistico del festival e di Radio Rai, annuncia al mondo che “Tutti  cantano Sanremo”,  con il supporto di animali che sembra pronuncino la frase muovendo la bocca (immagini colte con astuzia mentre masticano il  cibo). Sono noti alcuni compensi dei cosiddetti ospiti. Il comico Crozza metterà in tasca centomila euro (duecento milioni delle care e vecchie lire),  Mika, Ricky Martin e Tiziano Ferro cinquantamila. E Zucchero? Non si sa. Il solo gratis

Gli Stadio con “Un giorno mi dirai” si aggiudicano la 66^ edizione del Festival di Sanremo

Secondo posto per Francesca Michielin con "Nessun grado di separazione", al terzo posto la coppia Caccamo-Iurato con il brano "Via di qui" Gli Stadio, con la canzone "Un giorno mi dirai", si aggiudicano la 66^ edizione del Festival di Sanremo. La band emiliana si è aggiudicata anche il Premio della Sala Stampa Radio-tv-web Lucio Dalla - Sezione Campioni e quello per la Miglior Musica Giancarlo Bigazzi. Gli Stadio hanno vinto anche la serata delle cover con La sera dei Miracoli. "Non avremmo mai pensato di vincere il Festival di Sanremo", ha commentato sul palco Gaetano Curreri. Ironia della sorte il pezzo con cui gli Stadio hanno vinto era stato scartato lo scorso anno dal festival. Ma era una versione diversa, commenta Curreri. Dietro

Sanremo 2016, al via la 66^ edizione del festival canoro. Tutti i nomi dei Vip ospiti delle cinque serate che inchioderanno l’Italia alla Tv

Attesa per il via di Sanremo 2016, con un omaggio ai 65 vincitori delle edizioni precedenti del Festival. Carlo Conti ha scelto di dare il via alla 66^ edizione del Festival con un omaggio ai 65 vincitori delle edizioni precedenti. Grande attesa per l'arrivo di sir Elton John nel rovente clima del dibattito sulle unioni civili. Tra gli ospiti Laura Pausini, "che sarà protagonista di un medley", come annunciato da Carlo Conti, e il rapper franco-congolese Maitre Gims, che ha raggiunto il successo con il singolo Est-ce que tu m'aimes?. Anche Aldo, Giovanni e Giacomo, che festeggiano i 25 anni di carriera, saliranno sul palco e fanno sapere che devolveranno il loro cachet a tre associazioni. Marta e Gianluca di Zelig, già visti lo scorso

Iskra Menarini, voce dell’anima, per decenni vocalist di Lucio Dalla, ci lascia un ricordo del grande artista e si racconta a NapoliTime.

Iskra Menarini, un'artista che ha attraversato la musica a 360°, dal rock al blues al jazz al pop, ed ha trovato il culmine del suo meritato successo al fianco del compianto Lucio Dalla, col quale ha collaborato per oltre 20 anni. Persona sensibilissima dalla verve musicale camaleontica, voce appassionante e grintosa ai massimi livelli, ha perfettamente sintetizzato la figura della cantante per eccellenza, sia per doti timbriche che tecniche. Vanta di collaborazione con artisti enormi, quali Zucchero, Antonacci, Carboni, Patty Pravo, solo per citare pochissimi esempi, ed ha avuto l'umiltà di debuttare nella sezione giovani del Sanremo 2009, dimostrando una forte carica per nulla minore rispetto ai suoi giovani colleghi gareggianti. Iskra, come hai iniziato i tuoi primi passi nella musica? "Tutte le cose secondo

Dove finiscono i soldi degli italiani: Sanremo 2012, arriva Celentano

Il compenso di Adriano Celentano a Sanremo è un insulto alla miseria, al sacrificio degli italiani voluto dal governo Monti. Sacrificio solo per noi, mentre anche il famosissimo "molleggiato" fa parte della casta. La sua richiesta è di 1.200.000 euro, gliene hanno accordati 900.000 ovvero 10.000 euro al minuto. Soltanto da una settimana gli italiani hanno pagato il canone della Rai e già si pretende nuovamente di mettere le mani in tasca ai cittadini. Il canone è una tassa voluta dallo Stato ed è un dovere pagarla. Ma dove vanno a finire i nostri soldi? Come investe, lo Stato, il nostro denaro? Il nostro compito, il compito di tutti i cittadini è controllare. Non c'è che dire, le cifre destano sgomento.