Omicidio Rea: Parolisi trasferito nel carcere di Santa Maria Capua Vetere

Accolta la richiesta di trasferimento al carcere di Santa Maria Capua Vetere dell'ex caporal maggiore Salvatore Parolisi, dopo la condanna a 20 anni per l'omicidio della moglie Melania Rea, nei giorni scorsi è stato trasferito nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Proprio lui aveva chiesto il trasferimento mesi fa per poter stare più vicino ai suoi familiari. Sarà quindi nella provincia casertana che sconterà la sua pena, pena ricalcolata e arrivata a 20 anni dopo che la corte d 'Assise ha escluso l'aggravante della crudeltà. Parolisi nel processo è stato difeso dai suoi avvocati Gentile e Biscotti e si è sempre dichiarato innocente per l'omicidio della moglie che morì in un bosco colpita da 35 coltellate.

Il carcere di Salerno base operativa per continuare a delinquere

Missive estorsive inviate dalla cella, cellulari per comunicare con l'esterno. Indagato ex agente di polizia penitenziaria Salerno, 26 febbraio - Un gruppo di 7 persone, alcune in carcere, avrebbero ordinato almeno 7 estorsioni nei confronti di imprenditori e commercianti che operavano nella zona dei Piacentini e in Piana del Sele. Gli indagati si sarebbero conosciuti nel carcere di Salerno e da lì avrebbero commissionato il crimine: scrivevano lettere ai fini estorsivi. Il gip del tribunale di Salerno ha emesso nella mattinata di ieri l’ordinanza di custodia cautelare, eseguita dalla Squadra mobile insieme alla polizia penitenziaria di Salerno. L’ordinanza è stata emessa anche all'indirizzo di Giovanni Arcaro, ex agente di polizia penitenziaria e in pensione dal 2013, che al momento dei fatti svolgeva servizio proprio presso la

Trovato cadavere con cranio sfondato, è giallo nel casertano

Santa Maria Capua Vetere, 4 settembre - Giallo nella provincia di Caserta, dove ieri sera è stato ritrovato un cadavere, probabilmente una donna, in evidente stato di decomposizione. Il corpo si trovava nei pressi della stazione ferroviaria di Santa Maria Capua Vetere, in un deposito semi abbandonato delle ferrovie dello stato. Coperto di stracci e traversine di legno, il cadavere era ben nascosto e ad un primo esame potrebbe avere il cranio sfondato. Ulteriori accertamenti verranno verificati all'istituto di medicina legale di Caserta dove avverrà l'autopsia. Intanto le indagini della polizia hanno portato l'ipotesi che il corpo possa appartenere ad Antonietta Afieri, una donna scomparsa da alcune settimane e di cui si è occupata anche la famosa trasmissione "Chi l'ha visto?".

Quattro anni, muore travolto dalla tv

La tragedia nel Casertano. É arrivato già morto in ospedale (ANSA) - SANTA MARIA CAPUA VETERE (CASERTA), 30 LUG - Tragedia a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) dove un bambino di 4 anni è morto dopo essere stato travolto dal televisore di casa. Il piccolo è arrivato già cadavere in ospedale; i medici gli hanno riscontrato un grave trauma da schiacciamento della cassa toracica. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Ad accorgersi della tragedia il padre che era in un'altra stanza. L'uomo ha trasportato il bimbo al locale ospedale ma durante il tragitto il piccolo è deceduto.