Meningite fulminante: bimba di 12 mesi muore al Santobono

Genitori rifiutano ricovero, poi la bimba viene trasferita in eliambulanza al Santobono Napoli, 15 gennaio - Una bimba di 12 mesi, proveniente da Ischia (Napoli), è morta la scorsa notte nell'ospedale Santobono di Napoli verosimilmente a causa di una meningite fulminante. La piccola è giunta nel capoluogo partenopeo nella prima mattinata di ieri, in eliambulanza, dopo essere stata nel pronto soccorso dell'ospedale Rizzoli di Ischia per ben due volte: sabato 13 gennaio, alle 23 e poche ore dopo, alle 3 di domenica 14 gennaio. La prima volta - secondo quanto informa l'Asl Napoli 2 Nord - i genitori hanno rifiutato il ricovero disposto dal pediatra; la seconda volta il medico ha disposto l'immediato trasferimento della piccola al Santobono dove è giunta con

De Luca: “Sono dei cafoni i medici che mi hanno contestato”

Il governatore torna a parlare della contestazione subita qualche giorno fa al convegno della Cgil Napoli, 14 dicembre – “Mi scuso per la voce roca ma è colpa di una discussione con i sindacati pochi giorni fa. Tu vai in un posto e c'è un gruppo di cafoni che si sente in diritto di alzare la voce”. Lo ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante l'inaugurazione del reparto di terapia intensiva dell'ospedale Santobono di Napoli, tornando a parlare della contestazione subita qualche giorno fa da un gruppo di medici al convegno della Cgil. In quell'occasione il governatore fu accusato di aver favorito alcuni dirigenti (vai all'articolo). “Uno degli elementi di plebeismo a Napoli e in Campania è il

In fin di vita bimbo investito da auto pirata

Ricoverato al Santobono di Napoli è stato operato d'urgenza, in prognosi riservata Torre Annunziata, 9 dicembre - È stato operato il bambino di 10 anni di origine cinese residente con la famiglia a San Giuseppe Vesuviano (Napoli) investito ieri sera, verso le 20.30, da un'auto pirata nella zona di Rovigliano a Torre Annunziata, dove il padre gestisce un'attività commerciale. L'intervento, eseguito all'ospedale Santobono dove il piccolo è stato trasportato, si è reso necessario per provare a rimuovere alcuni ematomi formatisi nella zona celebrare causati delle gravi ferite riportare nell'impatto avvenuto nella zona che si trova a ridosso della vicina Pompei. Il bimbo resta in prognosi riservata e, stando alle notizie che trapelano dagli organi inquirenti, sarebbe in pericolo di vita. Sul caso indagano

“È colpa mia se piaccio alle donne?” al Teatro Diana, spettacolo di beneficenza

Con una compagnia d'eccezione, “L’Adrenalina”, composta esclusivamente da medici del Santobono che lavorano nell’area emergenza dell’ospedale pediatrico napoletano Napoli - Sarà il Teatro Diana di Napoli ad ospitare, mercoledì 12 aprile, alle 21, “È colpa mia se piaccio alle donne?”, esilarante spettacolo firmato da Salvatore Sottile e prodotto dalla Fondazione Santobono Pausilipon, portato in scena per l’occasione da “L’Adrenalina”, la compagnia instabile del Santobono composta esclusivamente da medici che lavorano nell’area emergenza dell’ospedale pediatrico napoletano. Professionisti che, spogliatisi per qualche ora dei loro camici, hanno deciso di dedicare tempo ed energie all’insolita attività finalizzata alla raccolta fondi per beneficenza o destinati all’acquisto di dotazioni tecnologiche volte a migliorare l’assistenza dei piccoli degenti. In particolare, il ricavato di questo evento sarà utilizzato per

Spari nel centro storico di Napoli, ferita bimba di 10 anni

Feriti anche tre immigrati, forse una ritorsione per motivi di pizzo Napoli, 4 gennaio - Una bimba di 10 anni è stata ferita accidentalmente al piede da un colpo d'arma da fuoco sparato in via Annunziata, centro storico di Napoli. Ancora incertezza sulla dinamica dei fatti e su chi abbia sparato. La piccola è ricoverata all'ospedale Santobono, dove le hanno estratto il proiettile. Indaga la polizia. Tre extracomunitari sono stati feriti nella stessa circostanza nella quale è stata colpita per errore anche la bambina. Il fatto è accaduto nel mercato della Maddalena dove folta è la presenza di commercianti di colore. I tre sono stati portati all'ospedale Loreto mare mentre la bambina è ricoverata nell'ospedale Santobono per una ferita a un piede.

Gigi e Ross testimonial di “Re-Life, children’s tech project”. Obiettivo: finanziare postazioni di rianimazione pediatrica per il Santobono Pausilipon di Napoli

Presentazione al pubblico del progetto “per l'acquisto di 15 postazioni di rianimazione pediatrica Napoli - Mercoledì 30 novembre alle ore 11.30, nel Salone delle Partenze dell'Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino, Gesac, Fondazione Banco di Napoli, Meridonare e Associazione Sostenitori Ospedale Santobono Onlus, presenteranno al pubblico il progetto Re-Life, children's tech project che sta raccogliendo fondi per finanziare 15 postazioni di rianimazione pediatrica per l'AORN Santobono Pausilipon di Napoli. Grazie alla sinergia tra Gesac e Meridonare, una parte dei fondi per il Santobono saranno raccolti grazie alla campagna di crowdfunding pubblicata sulla piattaforma Meridonare.it, figlia della Fondazione Banco di Napoli, e in aeroporto attraverso il Donamat che permetterà ai viaggiatori di sostenere la realizzazione del progetto. Il Donamat potrà essere utilizzato con contante

“Regalaci un libro!”: l’iniziativa culturale a Volla per i bambini dell’ospedale Santobono di Napoli

Cultura, istruzione e divertimento. iniziativa di solidarietà per l’ospedale “Santobono – Pausillipon” di Napoli per rendere al vita di un bambino, ricoverato in ospedale, un pizzico più spensierata E Volla ci hanno pensato. Anche nella piccola cittadina alle falde del Vesuvio, arriva l’iniziativa di solidarietà per l’ospedale “Santobono – Pausillipon” di Napoli: “Nessuno può fare tutto, ma tutti possono fare qualcosa” – è questo lo slogan scelto da tre ragazzi per l’iniziativa Regalaci un libro! in favore dei piccoli pazienti ricoverati. “E’ un’iniziativa che abbiamo scelto di portare anche qui a Volla, perché il sorriso di un bambino, specie se malato, è la cosa più bella che dobbiamo perseverare. E, questa raccolta di libri e giochi, non farà altro che alleggerire le giornate stressanti

“Donate libri alla biblioteca dei bimbi!” L’iniziativa dei volontari del reparto pediatria dell’Ospedale Santobono Pausilipon di Napoli

Annunciato da pochi giorni l’appello da parte dei volontari che prestano servizio all’Ospedale Pediatrico Santobono Pausilipon di Napoli di donare libri alla biblioteca dei piccoli della struttura pediatrica; già numerosissime sono state le adesioni e le donazioni da parte del generoso popolo napoletano, e non solo L’iniziativa è partita da un appello su Facebook di una mamma ad amici, editori e librai di donare libri per addolcire le giornate dei piccoli ricoverati che ha da subito ricevuto l’appoggio del dottor Paolo Siani, direttore del reparto di pediatria del Santobono, convinto che non di sole medicine e cure abbiano bisogno i piccoli ospiti ma anche di distrazione, di ambienti accoglienti che possano alleviare i ‘soggiorni forzati’ divenendo così luoghi di ascolto e

Appuntamento con “I colori di ABIO” al Santobono

ABIO Napoli, dal 2000  ancora una volta dalla parte del bambino e con l'impegno di sempre di donare sorrisi ed accompagnarlo durante l'ospedalizzazione, inaugura il progetto pilota "I colori di ABIO" al Santobono Il mondo dei bambini è fatto di colori, di fantasia, di creatività, di immaginazione che li conduce attraverso la crescita nella realtà.  L'atrio antistante l'accettazione/CUP del Padiglione Ravaschieri verrà inondato di colori e disegni come una tela, e saranno realizzati un angolo lettura per i bimbi ed i loro genitori ed un angolo dedicato al progetto della raccolta differenziata. Pareti dipinte di colori ed immaginazione, attraverso cui raccontare al bambino che anche in Ospedale può ritrovare il suo mondo, fatto di favole, gioco, sorrisi in compagnia dei propri

Giugliano: bimbo ferito da un proiettile vagante

Il bambino ha riportato una ferita all'arcata sopraccigliare ma le sue condizioni non sono gravi. Il piccolo di 9 anni è stato ferito dalla schegge di un infisso colpito da un proiettile esploso in lontananza contro il balcone della sua abitazione. I Carabinieri stanno indagando sull'accaduto Napoli, 9 settembre - Ieri sera, a Giugliano in Campania (Napoli), un bambino di 9 anni è stato ferito, in maniera non grave, dalla scheggia di un infisso partita a causa di un proiettile vagante esploso contro il balcone della sua abitazione dove si trovava con la madre di 35 anni. I genitori terrorizzati l'hanno trasportato all'ospedale Moscati di Aversa raccontando l'accaduto ai sanitari che sono prontamente intervenuti per evitare il peggio. Il bimbo ha una

Neonata abbandonata vicino rifiuti

A Calvizzano giovane donna sente il pianto e la recupera Napoli, 10 maggio - Una neonata è stata trovata nei pressi di un bidone della spazzatura in via Ritiro, a Calvizzano, in provincia di Napoli. Ad accorgersi della presenza della bimba, nata da poche ore, è stata una donna che intorno alle 12.30 rientrava in casa e ha sentito il pianto. La neonata era avvolta in un asciugamano ed era stata poggiata a terra, vicino a un cassonetto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. La bimba è stata trasportata all'ospedale di Giugliano e poi all'ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Le sue condizioni sono buone. I carabinieri indagano per identificare chi ha abbandonato la bimba. La piccola è stata chiamata Maria dai sanitari

Bimba morta a Napoli, infezione a polmone

Medico indagato per l'ipotesi di omicidio colposo (ANSA) - NAPOLI, 16 FEB - Si è conclusa in serata l'autopsia sulla bimba di 8 mesi deceduta venerdì a Napoli, dopo essere stata dimessa dall'ospedale Santobono il giorno prima. Secondo indiscrezioni, durante l'autopsia è stata rilevata un'infezione al polmone destro. Nell'inchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Luigi Frunzio, proprio per consentire l'esecuzione dell'autopsia, un medico del Santobono è stato iscritto nel registro degli indagati, come atto dovuto, per l'ipotesi di omicidio colposo. FOTO: tratta da ansa.it

Bimba morta a Napoli, medico indagato

Piccola era stata dimessa da ospedale Santobono (ANSA) - NAPOLI, 16 FEB - Un medico è indagato per la morte di Rosa, la bimba di 8 mesi deceduta venerdì mattina a Napoli. L'avviso è stato firmato dal procuratore aggiunto Luigi Frunzio e dal pm Emilia Gentile come atto dovuto per consentire la autopsia della bimba oggi nell'obitorio del Secondo Policlinico di Napoli. La piccola, che viveva coi genitori a Ponticelli, è morta dopo essere stata dimessa dall'ospedale pediatrico Santobono dove era stata curata per una bronchiolite. FOTO: tratta da ANSA.it

Costruiamo insieme un posto caldo e sicuro dove accogliere le mamme dei bimbi ricoverati al Santobono

Mercatino di beneficenza, "Una Casa per..." Prende corpo l’idea di due giovani professioniste, Carla Recupito,  organizzatrice di eventi di lusso e Katia Vitale, giornalista presso Napoli TV,  dopo aver ascoltato l’appello di solidarietà lanciato da Padre Leonardo, di supportare un progetto molto importante ma nella stesso tempo complesso: la realizzazione di un posto caldo e sicuro dove accogliere le mamme dei bimbi ricoverati presso il Santobono, l’ospedale Pediatrico più grande del Sud. “UNA CASA PER...” sarà un mercatino di beneficenza che si svolgerà domenica 21 dicembre  dalle  ore  9.00 alle ore 14.00 per ripendere dalle 17.30 alle 19.30 presso il  sagrato della chiesa Beata Vergine dell’Immacolata al Vomero. La Casa di Accoglienza sarà costruita all’ultimo piano della chiesetta della Piccola Pompei, chiesa filiera del