Coronavirus, è di Procida capo team

Le tre donne che hanno isolato il virus abituate alle emergenze E' tutto al femminile il team di ricercatrici italiane che allo Spallanzani di Roma, ha isolato il nuovo coronavirus. Tre donne, protagoniste dell'impresa che consentirà di sviluppare terapie ed un possibile vaccino. Maria Capobianchi la direttrice del laboratorio di Virologia dell'Inmi Spallanzani 67enne nata a Procida, laureata in scienze biologiche e specializzata in microbiologia, dal 2000 lavora allo Spallanzani. Concetta Castilletti, 56 anni, siciliana di Ragusa responsabile della Unità dei virus emergenti, specializzata in microbiologia e virologia. La giovane ricercatrice Francesca Colavita, 30 anni di Campobasso da 4 anni al lavoro nel laboratorio dopo diverse missioni in Sierra Leone per fronteggiare l'emergenza Ebola. Un podio "rosa" che viene dal Mezzogiorno d'Italia

Prima edizione del Premio Campania Terra Felix. Il grande giornalismo per i Campi Flegrei

Il Premio è dedicato ai giornalisti che si sono occupati di turismo, cultura, ambiente, storia, archeologia, beni culturali, enogastronomia, sociale, sport, scienza e lavoro Venerdì 15 dicembre - alle ore 17 - nella Sala dell'Ostrichina del Complesso Borbonico del Fusaro, a Bacoli (Napoli), si terrà la premiazione della prima edizione del Premio giornalistico Internazionale "Campania Terra Felix" dedicato ai giornalisti che si sono occupati di turismo, cultura, ambiente, storia, archeologia, beni culturali, enogastronomia, sociale, sport, scienza e lavoro. Presenta la serata la giornalista Rosaria Morra. La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione della Stampa Campana - Giornalisti Flegrei presieduta dal giornalista Claudio Ciotola. Riceveranno il premio alla carriera: Antonio Sasso, direttore del quotidiano “Il Roma”, Gianfranco Coppola, giornalista Rai, il celebre giornalista Emilio Fede e Antonio Romano di “Radio Amore”. La commissione

#VentiRighe – Scienza, avanti tutta

Quattro passi nell’affascinante territorio della ricerca inducono all’ottimismo sui progressi dell’umanità ma contemporaneamente sollecitano nuovo impegno nell’esplorazione di spazi decisivi per il bene della Terra 9 meno uno, più uno = 9 Per un pianeta disconosciuto, uno nuovo di zecca, nel senso dell’inedito, ricompone il numero nove, di quanti ne conosce l’uomo. L’Osservatorio astronomico della California informa di averne scoperto uno grande dieci volte più della Terra nel sistema solare esterno, a considerevole distanza da Nettuno, cioè lontanissimo. Quello declassato per dimensioni infime è, Plutone, un pigmeo per gli scienziati. E’ l’unica novità dello sconfinato territorio delle ricerche che il mondo ha compiuto nell’anno appena concluso? Certo che no. Passi in avanti nella terapia dei tumori, forme di fusione nucleare spendibili? Vediamo. Di

Settimana Robotica Europea 2016, convegno a Meta: “Robotica e tecnologia per il sociale: applicazione alle scienze cognitive e relazionali”

L'interazione  tra scienza, solidarietà e tecnologia è al centro del convegno organizzato dall'Associazione L'Agapè di Napoli e dal Piano Sociale di Zona NA33 (Penisola Sorrentina) con la collaborazione del Comune di Meta L'appuntamento è per lunedì 12 dicembre alle ore 10.00 presso la Sala Consiliare del Comune di Meta (NA). Il convegno con l'introduzione del Sindaco di Meta Giuseppe Tito e dell'Assessore alle Politiche Sociali Angela Aiello, vedrà la partecipazione di esperti e rappresentati delle Istituzioni, del mondo accademico e scientifico, del volontariato e delle associazioni attive nelle tematiche sociali e relazionali per un approccio condiviso e multidisciplinare ai temi dei disagio cognitivo-relazionale coniugando le diverse esperienze e modalità operative. Un'occasione di confronto e di approfondimento partendo dalle applicazioni della robotica per l'apprendimento fino ad affrontare il tema

Al via la 30^ edizione di Futuro Remoto, la festa della scienza

"Costruire", a Napoli in piazza del Plebiscito dal 7 al 10 ottobre La XXX edizione di Futuro Remoto ha come per titolo "Costruire" ed è promossa dalla Fondazione Idis - Città della Scienza, dall'Università degli Studi di Napoli Federico II e dall'Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli in partnership con la Seconda Università degli Studi di Napoli, l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale, l'Università degli Studi di Salerno, il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali e in collaborazione con tutte le altre Università della Regione Campania, i centri di ricerca, le istituzioni e fondazioni culturali, il mondo delle imprese e del lavoro. Quest'anno, dopo il successo dell'ultima edizione che ha registrato più di 150.000 visitatori, Futuro

Samantha Cristoforetti, dall’Accademia Aereonautica di Pozzuoli allo spazio

Si realizza il sogno di quando era bambina all'insegna della scienza. “Nutrizione e salute” il tema portante della missione Il suo nome è Samantha Cristoforetti ed è la prima donna italiana nello spazio. È partita domenica 23 alle ore 22.01 (ora italiana) dal cosmodromo di Bajkonour in Kazakistan. Dopo 6 ore circa e un viaggio tranquillo a bordo della Soyuz TMA-15M, finalmente è arrivata alla Stazione spaziale internazionale. “È andato tutto benissimo, abbiamo visto immagini spettacolari, la prima alba e le stelle”, queste le prime parole appena giunta in orbita. La mamma, in collegamento da Mosca, le ha chiesto: “Lo spazio è come te lo aspettavi?”. “Molto meglio!”, ha risposto Samantha entusiasta. Era tutta la vita che la Cristoforetti si preparava per andare

Futuro Remoto 2014: un viaggio nel mare e nei suoi misteri a Città della Scienza

Un percorso espositivo permanente dedicato al mare dal 31 ottobre al 9 novembre L’appuntamento con Futuro Remoto - alla sua 28esima edizione - è dedicato al mare, “un tema affascinante ed evocativo ma al contempo ricco di risvolti scientifici e tecnologici di grande interesse”. La manifestazione, che costituisce ormai un  che rappresenta olifica e nde  evento di cultura e di divulgazione scientifica e tecnologica nella nostra città, propone per questo anno un viaggio a tutto tondo alla scoperta del mondo marino, delle sue meraviglie, dei suoi “abitanti”, delle sue problematiche. Il visitatore viene portato alla conoscenza di questo affascinante mondo attraverso percorsi espositivi - Il mare in mostra, una rassegna cinematografica CINEmareMOTO - con proiezione di film e documentari – incontri, conferenze,

Stazione Toledo come il Cern: l’arte si arricchisce di scienza

Inaugurato un rilevatore di raggi cosmici nel tunnel della metro dell'arte, primo in Italia Napoli - Dallo scorso 5 maggio la stazione Toledo della linea 1 della metropolitana di Napoli è diventato luogo di scienza. È stato installato ed inaugurato un rilevatore di raggi cosmici nel tunnel della stazione, a 40 metri di profondità. Lo strumento, realizzato dai Laboratori nazionali del Gran Sasso dell'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), è una sorta di telescopio che permette di vedere i raggi cosmici, ossia particelle invisibili sprigionate dal Sole o da stelle più lontane che arrivano continuamente sulla Terra. Rivelando i raggi cosmici, i fisici dell'Infn ricavano informazioni preziose sull'evoluzione e la composizione dell'Universo, per risolvere gli enigmi della materia oscura e dell'antimateria, con