Scosse di terremoto ad Ischia, nessun danno

Avvertite tre lievi scosse tra Forio e Serrara Fontana Ischia, 9 dicembre - Tre eventi sismici si sono verificati sul versante Sud-Ovest dell'isola d'Ischia (Napoli) registrati dagli strumenti dell'INGV (Istituto nazionale di geologia e vulcanologia) dell'Osservatorio Vesuviano, classificati di piccola entità ma con epicentro ad una profondità modesta e per questo avvertiti dalla gran parte della popolazione residente nei Comuni di Forio e Serrara Fontana. Paura tra la gente, che ricorda ancora le disastrose scosse dell'agosto 2017, ma nessun danno. La prima scossa si è verificata alle 3,14 di magnitudo 0,8 ad una profondità di 1,09 km di profondità nelle zone tra Montecorvo e il Cuotto nel Comune di Forio. La seconda alle 9,30 con magnitudo 1,3 ad una profondità di 1,57 km,

Vesuvio, sciame sismico di 41 scosse. L’Osservatorio Vesuviano: “Cautela, non allarmismo”

Ben 41 piccoli episodi sismici si sono verificati nell'area del cratere del Vesuvio ieri dalle 16:04 alle 23:44 Nell'area craterica del Vesuvio, ieri, si sono verificati ben 41 piccoli terremoti dalle ore 16.04 alle ore 23.44. A comunicarlo è stato l'Osservatorio Vesuviano che ha rilevato gli eventi tellurici e che li ha tenuti sott’occhio ed ha giudicato sotto controllo. "Si è trattato di uno sciame composto da sismi di bassa magnitudo da -0,4 a un massimo 1.1 della scala Ritcher - spiega Francesca Bianco, direttrice dell'Osservatorio Vesuviano - L'epicentro è stato localizzato nell'area craterica del Vesuvio. Una zona soggetta, al contrario dei Campi Flegrei, a una subsidenza, cioè abbassamento. Naturalmente i terremoti non sono stati avvertiti e non abbiamo evidenziato particolari anomalie

Bradisismo: la terra trema a Pozzuoli e nelle zone in prossimità della Solfatara

Sciame sismico dalle 16,30 e le 18,30 ha interessato la zona dei Campi Flegrei in prossimità del vulcano Solfatara Pozzuoli, 30 agosto - Uno sciame sismico tra le 16,30 e le 18,30 ha interessato ieri la zona dei Campi Flegrei in prossimità del vulcano Solfatara. Le scosse sono state avvertite a Bagnoli, Agnano e dalla popolazione di Pozzuoli. Il fenomeno sismico è durato circa due ore come confermato dai responsabili dell'Osservatorio vesuviano, con una scossa di maggiore entità di 1.7 gradi della scala Richter alle ore 17,45 nettamente avvertita dalla popolazione e che ha creato non poco spavento per il boato che l'ha preceduta. Gli eventi sismici sono da attribuire al fenomeno del bradisismo che si presenta con periodicità nella zona e non

Ultim’ora: forti scosse avvertite dalla popolazione nella zona dei Campi Flegrei

Sciame sismico nei Campi Flegrei. Forti scosse sono state avvertite dalla popolazione tra Agnano, Bagnoli e Pozzuoli, in prossimità della Solfatara. La prima intorno alle 9,20, l'ultima in questo momento intorno alle 9,38, ma continua lo sciame. Al momento non si conoscono i particolari degli eventi sismici. Non risultano danni ma forte spavento. Vi aggiorneremo non appena ci giungeranno dati di analisi del fenomeno registrato. Una quinta forte scossa percepita alle 9.55 Poi la sesta e la settima alle 9.58 e 9.59 8^ scossa di minore entità percepita alle 10.02 9^ scossa alle 10.13 AGGIORNAMENTO - Quelle riportate sono le scosse avvertite dalla popolazione nei pressi del vulcano Solfatara. La percezine degli eventi sismici è stata tale da mettere in allerta la popolazione. A partire dalle 7.26