A scuola con il vaccino, la Regione Campania punta su antinfluenzale e mascherine per tutti gli studenti

Iniziato oggi il confronto sulle regole in vista del prossimo anno scolastico, in attesa della definizione delle linee guida nazionali Vaccini antinfluenzali, mascherine e ampi margini discrezionali riconosciuti ai pediatri sui tamponi: sono queste alcune misure verso le quali si sta orientando la Regione Campania per la ripresa delle lezioni scolastiche in autunno, in attesa della definizione delle linee guida nazionali. Ne hanno parlato quest'oggi in un incontro il governatore Vincenzo De Luca e le rappresentanze dei medici pediatri della Campania. All'incontro era presente l'assessore regionale alla Pubblica Istruzione Lucia Fortini e in videoconferenza il deputato e pediatra Paolo Siani. “Abbiamo voluto questo primo incontro per avviare subito un confronto diretto con i medici pediatri, per ascoltare le loro proposte, e per

AnDDL: “Un concorso lotteria dislocato in tutta Italia è il ringraziamento ai docenti”

Vespa, presidente AnDDL: "Non saranno i concorsi-lotteria a definire la bravura di docenti" "Le forze politiche trovino un altro modo, diverso da una prova itinerante a crocette, per assumere i docenti precari che in questi anni hanno salvato la scuola italiana o si accolleranno la responsabilità di lasciare ancora una volta cattedre vuote nel prossimo anno scolastico, per poi ricorrere nuovamente all'abuso della reiterazione di contratti a termine". Lo dichiara in una nota Pasquale Vespa, presidente dell’Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori (Anddl). "Non saranno i concorsi-lotteria a definire la bravura di docenti che per anni hanno ricoperto incarichi sostenendo il sistema dell’istruzione, assumendosi tutti i doveri di un insegnante di ruolo e non avendo diritto a nessun tipo di

Coronavirus, Psicologia: docenti chiedono aiuto, con incertezza sale stress

Zaza (Ido): 5 punti per usare l'ansia con efficacia Roma 10 aprile - "Nell'arco di queste settimane sono giunte, allo sportello d'ascolto sul sito Diregiovani.it, tantissime richieste di aiuto di docenti che esprimono le proprie preoccupazioni rispetto ai cambiamenti che stanno vivendo con gli studenti e le famiglie. Timori che si aggiungono all'incertezza sulle conseguenze che tali situazioni produrranno nel futuro. In questo periodo è, quindi, più che naturale trovarsi a dover gestire un aumento dei livelli di ansia, percepiti sia sul piano personale che professionale". Lo dichiara Francesca Zaza, psicoterapeuta dell'IdO, nel corso online di formazione a distanza gratuito 'La gestione dell'ansia e dello stress in situazioni di emergenza', voluto dal ministero dell'Istruzione (Miur) e realizzato insieme all'Istituto di Ortofonologia

Scuola, Vespa (AnDDL): “Soddisfazione per il parere del CSPI. Ora Conte ascolti il Presidente della Repubblica”

"Rivolgiamo un appello al dialogo costruttivo a tutte le forze politiche che si dichiarano al fianco dei lavoratori e favorevoli alla loro stabilizzazione. Apriamo il confronto" "Accogliamo con soddisfazione il parere espresso dal CSPI. Il documento che abbiamo potuto leggere sottolinea quello che l'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori dice da sempre: la procedura concorsuale straordinaria prevista è punitiva nei confronti dei Lavoratori e non favorisce la stabilizzazione dei Precari con pluriennale esperienza. Come Associazione proponiamo una procedura telematica per Titoli e Servizio per stabilizzare a scorrimento, in un triennio chi ha esperienza almeno di 36 mesi e va assunto a tempo indeterminato, non falcidiato da un concorso a crocette". Questa la proposta del professor Pasquale Vespa, presidente di

Flashmob “Dillo ad Azzolina”, la protesta dei precari ai tempi del Coronavirus

L'appuntamento è per lunedì 30 marzo sui canali social dell'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori con il video appello dei docenti precari che chiedono a gran voce di essere stabilizzati non esodati "Siamo tappati in casa con un costante filo diretto con i nostri ragazzi. Si fa quel che si può tra mille difficoltà, logistiche e psicologiche, sia nostre che dei nostri studenti. Ma la vita continua e deve contnuare. Ci auguriamo che presto si esca dall'emergenza ma intanto la situazione dei Docenti Precari con anni ed anni di esperienza è sempre maledettamente critica con la Spada di Damocle dei bandi che il ministro Azzolina non vede l'ora di pubblicare. Quel concorso a crocette che mette a rischio il

Premio Letterario NapoliTime, per un San Valentino tra libri e giovani critici letterari

Incontro di approfondimento in vista della fase di redazione delle recensioni dei giovani critici dei dieci istituti scolastici di Napoli e provincia Napoli, 15 febbraio - E' stato un San Valentino particolare quello vissuto dai giovani critici letterari e dagli scrittori del Premio NapoliTime giunto alla sua VII edizione. Si è svolta nella giornata di ieri, presso l'Istituto di Istruzione Superiore “Vittorio Emanuele II”, l'atteso incontro-confronto tra studenti e autori sui libri in gara. Il Premio NapoliTime, lo ricordiamo, si fregia del Patrocinio Morale del Comune di Napoli e della Regione Campania ed è organizzato dalla nostra testata giornalistica e dall'Associazione Onlus di promozione territoriale "Ecomuseo del Mare e della Pesca dei Campi Flegrei" presieduta dal professor Pasquale Vespa. Alla presenza degli

Bullismo, Falco (Corecom Campania): aumentano le violenze ma nel 2019 solo 500 denunce

Lunedì 10 febbraio a Monte di Procida ci sarà la seconda tappa della campagna “@scuolasenzabulli” promossa dal Corecom Campania Monte di Procida – “Oltre la metà degli studenti italiani dagli 11 ai 17 anni hanno subito violenze dai bulli ma le denunce sono davvero poche e non raggiungono nemmeno 500 casi in Italia. Un corto circuito che deve essere superato spiegando ai ragazzi che denunciare è possibile, anzi doveroso. E che non sono soli in questo momento così delicato perché le forze dell’ordine, gli insegnanti e, soprattutto, i genitori sono pronti e preparati a dare loro il sostegno necessario grazie anche  agli incontri che organizziamo tra tutti i protagonisti della lotta al bullismo”. Lo ha detto Domenico Falco presidente del Corecom Campania,

Concorso Scuola, 80 domande in 80 minuti e i precari si giocano il lavoro

E' scontro tra M5s e Sindacati. Su Facebook la senatrice Felicia Gaudiano pubblica una foto dove si legge "Azzolina stoppa i sindacati", poi la cancella "80 domande in 80 minuti. I minuti in cui si giocherà il futuro dei Lavoratori precari che attendevano che si passasse dal precariato infinito alla stabilizzazione, dalle promesse elettorali ai fatti. Fatti negati da questa maggioranza di governo ed in primis dal M5s che di parole ne ha spese a quintalate in campagna elettorale dalla parte dei precari". Questo il commento del professor Pasquale Vespa, presidente dell'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori. 45 domande sulla propria classe di concorso, 30 domande sulle competenze didattico metodologico e 5 domande di lingua straniera. Senza fornire il database

Scuola, AnDDL a Bologna in difesa del diritto al lavoro

Appuntamento venerdì 17 gennaio alle ore 14,00 presso l'Istituto Aldini Valeriani via Bassanelli, 9/11 e Lumino Day, fiaccolata per il lavoro a piazza Maggiore "Dopo l''assemblea di Terni e la manifestazione di Roma sulle scale del Miur, seguita dalle fiaccolate di Napoli, poi Parma, Padova, Milano e ancora Napoli è ora la volta di Bologna. E siamo in procinto di organizzare altre assemblee e fiaccolate in tutta Italia per ribadire a lettere cubitali che la nostra battaglia è per il Diritto al Lavoro sancito dalla nostra Carta Costituzionale e questo deve essere rispettato in primis dallo Stato - così il presidente Pasquale Vespa, dell'Associazione nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori -. Non è possibile - continua il professor Vespa - che

Precariato Scuola, AnDDL propone Formazione e G36 per una vera stabilizzazione

Al posto della "procedura delle crocette" l'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori presenta al Miur e al Senato le proprie proposte per la stabilizzazione dei precari Sono giorni di fibrillazione per i precari storici di Terza Fascia con decennale esperienza. Attendono che il Parlamento vari un provvedimento che doveva portare alla loro stabilizzazione quando però in effetti di stabilizzazione nel Decreto Scuola n. 126/2019 non si fa nemmeno cenno. Tutto infatti è demandato ad una "scrematura" con il sistema delle crocette, in un "quiz della vita". Il precario che sbaglia una crocetta si giocherà il posto e l'abilitazione, quando invece dovrebbe essere formato e stabilizzato visto che per anni ha servito lo Stato e consentito il corretto funzionamento della

LuminoDay, fiaccolata per il Lavoro. In Europa le firme della Petizione AnDDL

La Petizione AnDDL va avanti. Le firme saranno consegnate a Bruxelles a supporto di una denuncia che l'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori ha intenzione di presentare alla Commissione Europea Lumino Day, fiaccolata per il Lavoro, la manifestazione organizzata da AnDDL a viale Trastevere su gradini del Ministero della Pubblica Istruzione a Roma, ieri 22 novembre. E' stato un evento particolarmente sentito e partecipato. Sono accorsi a Roma da tutte le Regioni d'Italia i coordinatori territoriali dell'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori, insieme ai soci ed ai tanti precari che in queste settimane si sono attivati per la raccolta firme della Petizione per la Stabilizzazione di tutto il personale precario lanciata dal presidente AnDDL, il professor Pasquale Vespa. All'appello

Ponticelli, progetto contro dispersione scolastica

Le associazioni Ayekantun, Nati per leggere, Aporema e Scienza Semplice Una insolita "visita guidata" per mostrare il lavoro della scuola a favore dei giovanissimi di Ponticelli, quartiere della periferia orientale di Napoli. Questa mattina l'assessore con delega alla scuola, Annamaria Palmieri, ha fatto visita alle Face Zone, le tre location realizzate nell'ambito di FA.C.E. Farsi Comunità Educanti, un progetto nazionale che vede capofila la Fondazione Reggio Children e, qui a Napoli, in partnership con l’istituto comprensivo 70 Marino Santa Rosa, l’associazione Atelier Remida Campania e l’Assessorato all’Istruzione del Comune di Napoli. Il progetto è nato per rispondere alla povertà educativa della periferia orientale e potenziare l’accesso ai servizi educativi attraverso una serie di attività, assolutamente gratuite, che possano rispondere ai bisogni dei

Scuola: #LuminoDay, fiaccolata per il lavoro

La protesta della Scuola si concentrerà a Roma sulle scale del Ministero della Pubblica Istruzione di viale Trastevere con una fiaccolata sulle note di Mozart Ancora una volta i prof precari si mobilitano e questa volta lo faranno con un flash mob, denominato #LuminoDay, che vedrà illuminare le scale del Ministero della Pubblica Istruzione di viale Trastevere a Roma con una fiaccolata sulle note del Requiem di Mozart, a sottolineare la morte della scuola pubblica sotto la scure di interventi legislativi che ne hanno fortemente compromesso la mission. L'appuntamento è per venerdì 22 novembre alle ore 14.30 e ad organizzare la manifestazione di protesta è l'Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori (AnDDL). Si parla tanto di continuità didattica e di

Scuola, Decreto “Salva Precari” o esodo in massa per decine di migliaia di lavoratori?

60mila docenti precari attendono la fase di stabilizzazione che anche questa volta non ci sarà Dopo mesi di confronto con le sigle sindacali rappresentative CGIL CISL UIL SNALS e GILDA e un accordo siglato l'11 giugno e sfumato dopo la crisi di governo di agosto, il primo ottobre va in porto un accorto tra governo e sindacati che lascia l'amaro in bocca a tutti i precari della scuola. Un risultato, quello raggiunto, che ha visto anche un ritardo nella pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per la mancata firma del Capo dello Stato Sergio Mattarella. Profili di incostituzionalità e tanti esclusi hanno prodotto un testo che, dopo qualche modifica, ha poi visto incardinare il testo firmato nell'iter parlamentare con l’assegnazione alle commissioni parlamentari competenti,