Al carcere di Poggioreale il primato del sovraffollamento

Campania al secondo posto in Italia per numero detenuti Napoli, 29 maggio - E' del 133,9% il sovraffollamento nelle carceri della Campania. Questo uno dei dati diffusi dal Garante dei detenuti alla presentazione della relazione annuale sullo stato dei penitenziari regionali. Maglia nera al carcere di Poggioreale dove il sovraffollamento raggiunge il 157,81% Seguono Benevento (154%), Pozzuoli e Arienzo (151%), Secondigliano (144%). La Campania è la seconda regione in Italia per numero di detenuti con 7830 persone (7343 uomini, 396 donne), a fronte di una capienza di 6.477 unità. Il dato negativo è di un esubero di presenze nelle celle di 1395 persone. Al primo posto la Lombardia con 8610 carcerati in 18 istituti, terza la Sicilia con 6509 detenuti in 234 istituti.

Festino di Capodanno a base di droga nel carcere di Secondigliano

Preso detenuto-corriere tornato in carcere dopo Natale a casa Napoli, 31 dicembre - Maxi sequestro di sostanze stupefacenti nel carcere napoletano di Secondigliano dove i cani antidroga della polizia penitenziaria hanno verosimilmente sventato un festino di Capodanno in cella a base di droga: il finissimo fiuto di Igor e Cesare ha consentito di scoprire un detenuto, a cui era stato concesso di trascorrere il Natale in famiglia, tornato nell'istituto penitenziario dopo un permesso premio con nell'intestino numerosi ovuli contenenti hashish. L'uomo e' stato denunciato. "Nonostante lo Stato investa milioni di euro per i detenuti - ha commentato Ciro Auricchio, segretario regionale dell'Uspp - con programmi di trattamento, corsi di studio, lavoro e attività socio/ricreative, molti tradiscono la mano tesa della collettività". Il

Secondigliano, blitz dei carabinieri nei rioni sotto il controllo dei clan

Perquisizioni ed arresti, a Napoli, nel 'Rione dei Fiori' e nelle 'Case celesti', zone dei clan Di Lauro e degli Scissionisti Napoli, 16 ottobre - I carabinieri della compagnia Stella hanno effettuato controlli nel quartiere di Secondigliano: diversi i sequestri di droga. A finire in manette, per spaccio, Giovanni Porzio, 30enne già noto alle forze dell'ordine, e Mario Frezza, 35 anni, incensurato, entrambi sorpresi mentre cedevano droga a tossicodipendenti. Le loro perquisizioni personali e l'ispezione dei luoghi dove si aggiravano hanno portato al recupero e al sequestro di 44 cilindretti contenenti cocaina, 34 di eroina e 9 di "crack". Recuperate e sequestrate anche 301 dosi di eroina, 25 di cocaina e un caricatore per pistola bifilare. Nel corso dell'operazione eseguiti anche diversi

Campo rom a Scampia, Gaeta: “basta agitare le piazze, la situazione dei Rom è sotto controllo”

Gaeta: "accogliere temporaneamente e in emergenza i rom sfollati dopo il maxi incendio" In una nota stampa l'assessore Roberta Gaeta interviene nella polemica esplosa in seguito alla decisione di trasferire circa 300 rom nell'ex caserma dei carabinieri Boscariello e sulla manifestazione di protesta organizzata per domani da alcune associazioni, per impedirne il trasferimento: “Ho chiesto ai cittadini di unire le forze per non creare danni al territorio: chi continua ad agitare le acque trascina la popolazione nel fango della strumentalizzazione politica, che poco si addice alla gestione di un'emergenza umanitaria” spiega l'assessore Gaeta. “Nelle ultime 24h ho incontrato delegazioni di cittadini, comitati e associazioni di Scampia e di Miano, cui hanno partecipato anche le Municipalità, nonchè l'associazione dei commercianti di Secondigliano per

Trasferimento dei rom alla caserma Boscariello, Gaeta: “In atto macchina del fango e strumentalizzazione politica”

L'assessore alla politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, dopo le proteste dei cittadini: “Il confronto con la comunità locale è stato costante e continuo” Napoli, 5 settembre – “Continuare a soffiare sul fuoco dell'intolleranza in un territorio che, oltretutto, non è interessato dal trasferimento della popolazione rom alla caserma Boscariello, fa pensare ad un mero pretesto per avviare la macchina del fango e della strumentalizzazione politica”. Lo ha affermato l'assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli, Roberta Gaeta, in merito alle proteste di questi giorni contro il trasferimento dei rom rimasti senza abitazione a causa dell'incendio del campo in zona Cupa Perillo (vai all'articolo). “Dal giorno dell'incendio – ha aggiunto l'assessore –, il confronto con la comunità locale è

Incendio campo rom, de Magistris: “La città ha diritto di sapere chi sono i responsabili di questo atto criminale”

Il sindaco, nel corso della seduta odierna del Consiglio comunale, intervenendo in Aula sulla vicenda dell’incendio del campo rom di Scampia, ha rivolto un appello a forze dell’ordine e magistratura affinché si trovino al più presto i responsabili Napoli, 4 settembre – “Voglio sapere chi ha ritenuto, in questo preciso momento, di appiccare quell’incendio e sono sicuro che magistratura e forze dell’ordine lavoreranno in questa direzione”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenendo in Aula durante la seduta odierna del Consiglio comunale, sulla vicenda dell’incendio del campo rom di Scampia (vai all’articolo). “Alle forze dell’ordine e alla magistratura va tutto il mio sostegno – ha affermato –, ma la città deve sapere e comprendere chi ha avuto interesse

Al via la raccolta fondi per “campoAperto”, l’impresa agricola nel carcere di Secondigliano

Sosteniamo campoAperto, un'impresa agricola sociale sorta sui terreni del carcere di Secondigliano. A Napoli, l'iniziativa della società Cooperativa Sociale L’Uomo e il Legno https://youtu.be/kjHFa826wsM L'impresa, operativa da oltre un anno, è nata con lo scopo di offrire ai detenuti un percorso concreto di riabilitazione tramite un lavoro regolarmente retribuito: CampoAperto focalizza inoltre la produzione agricola sui prodotti tipici campani famosi in tutto il mondo, combinandone l’eccellenza con il concetto di consumo critico: agricoltura bio, filiera corta, tradizione artigianale. Pomodorini del Piennolo del Vesuvio, melanzane lunghe napoletane, zucchine San Pasquale. Due ettari di terreno che, grazie ad un contratto di comodato d’uso stipulato con l’Amministrazione Carceraria, danno vita a questi ed altri prodotti grazie proprio al lavoro dei detenuti, sostenuti dal tutoraggio e dall’accompagnamento da parte degli operatori della cooperativa. “Con campoAperto –

Camorra: la Guardia di Finanza sequestra ingente patrimonio, recuperati due quadri di Van Gogh

I dipinti di inestimabile valore erano stati trafugati dal museo Van Gogh di Amsterdam Napoli, 30 settembre - Vi sono anche due quadri di Van Gogh, definiti di valore inestimabile, tra i beni ritrovati nell'operazione della Guardia di Finanza che ha eseguito a Napoli un sequestro patrimoniale per diverse decine di milioni di euro nei confronti di del clan camorristico degli Amato - Pagano, i cosiddetti scissionisti attivi nelle zone di Secondigliano e Scampia. E' stato il Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli che, nell'ambito di indagini condotte dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, ha eseguito un sequestro patrimoniale per diverse decine di milioni di euro nei confronti di un'associazione camorristica dedita al traffico internazionale di cocaina. Tra i beni sottoposti a sequestro

Secondigliano, il ministro Orlando visita il carcere. “Fatti sforzi per introdurre innovazione”

Il Guardasigilli ha fatto un breve giro all'interno della struttura e ha preso nota di alcuni problemi riguardanti il funzionamento della sanità interna Napoli, 18 agosto – Visita del ministro della Giustizia Andrea Orlando nel carcere di Secondigliano. Accompagnato dal direttore dell'istituto penitenziario, Liberato Guerriero, e da Giulia Russo in rappresentanza del Provveditorato regionale, il Guardasigilli ha fatto un breve giro all'interno della struttura visitando l'ufficio matricola, il reparto infermeria e infine il padiglione Adriatico. “Nel carcere di Secondigliano – ha affermato il ministro all'Ansa – sono stati fatti sforzi per produrre elementi di innovazione. Mi sono stati posti alcuni problemi che riguardano il funzionamento della sanità interna (continuo turnover del personale medico) e anche il sostegno ulteriore che si può dare

Secondigliano Block Party, una kermesse con danzatori, artisti musicisti ed associazioni

Venerdì 24 e sabato 25 torna il Secondigliano Block Party nel parco “San Gaetano Errico” in viale delle Galassie L’evento, il cui nome si rifà alle “feste del rione” organizzate negli anni ’70 nel Bronx, è organizzato dal Larsec – Laboratorio di Riscossa Secondiglianese ed anche quest’anno rientra nella rassegna “Giugno Giovani” patrocinata dall’Assessorato ai Giovani, alla Creatività e all’Innovazione del Comune di Napoli. Musicisti, pittori, danzatori, body painters, writers, circensi, poeti ma anche squadre di rugby, bike polo ed associazioni di ginnastica artistica e arti marziali provenienti da tutta la Campania: tutto in due giorni dalle 18 alle 22. I musicisti che si alterneranno: Giobbe, Roberto Ormanni & il Quarter, gli Editti e Antonio D’Angiò, Vittorio Amato e Manuel Miranda; Nello Romagnuolo, Giordano

Secondigliano, ragazza ferita da un colpo di pistola mentre era affacciata al balcone di casa

La vittima è una 21enne incensurata ha raccontato lei i fatti come sono accaduti e si è fatta medicare all'ospedale "San Giovanni Bosco" Napoli, 5 giugno - Una ragazza di 21 anni è stata ferita la scorsa notte a Napoli, raggiunta da un colpo di pistola sparato da persone sconosciute mentre - stando al racconto che lei stessa ha fatto ai Carabinieri - era affacciata al balcone della propria abitazione, a Secondigliano, alla periferia della città. La ragazza, che non ha precedenti penali, è andata con mezzi propri all'ospedale "San Giovanni Bosco", dove i medici le hanno riscontrato una ferita da arma da fuoco all'anca. Sul luogo del ferimento sono intervenuti i Carabinieri della Sezione investigazioni scientifiche del Comando provinciale di Napoli

Civati: “Contro la camorra basta operazioni di facciata”

Dopo le raffiche di mitra contro la stazione dei Carabinieri e i morti ammazzati nel centro storico di Napoli, il leader di Possibile annuncia che sarà a Napoli il 28 aprile per individuare una strategia comune con de Magistris "Nelle ultime ore appare gravissima l’escalation criminale, di matrice camorristica, che sta interessando Napoli e il suo hinterland. Una nuova guerra fra clan fatta di sparatorie, ferimenti e uccisioni senza che lo Stato riesca a intervenire con azioni adeguate. Le cronache riportano degli spari contro la caserma dei carabinieri di Secondigliano, della vandalizzazione della targa in memoria di Silvia Ruotolo (alla cui famiglia va tutta la nostra solidarietà), del ferimento di un ragazzo ad Acerra. E ancora gli spari sotto casa di

Coisp, sindacato di Polizia: solidarietà ai Carabinieri per i fatti di Secondigliano. Occorrono fondi per il controllo del territorio

Sull'episodio accaduto nella notte del 20 aprile, con i circa 40 colpi di kalashnikov esplosi contro la caserma dei Carabinieri di Secondigliano – Miano, si esprime anche il sindacato di Polizia Co.I.S.P. Dalle prime indagini sembra che gli autori siano ragazzi molto giovani. E’ la cosiddetta “paranza” che sempre più spesso viene utilizzata per atti dimostrativi come le “stese” o come appunto l’azione contro i militi dell’Arma che, vuoi per l’armamento usato, vuoi per l’atto in sé, dimostrano un provocatorio e sempre più sfacciato atteggiamento di sfida nei confronti delle istituzioni. Di fronte a un atto del genere non sono mancate le manifestazioni di solidarietà e di vicinanza sia da parte del mondo politico che dai rappresentanti dello Stato. Anche il Sindaco

Spari contro la stazione dei Carabinieri di Secondigliano, de Magistris: “chiediamo al Governo più forze dell’ordine”

“La città ha bisogno di più controllo del territorio e sicurezza, soprattutto ora che è diventata una delle città internazionali a maggiore respiro”. Così il primo cittadino ai microfoni della web tv comunale Napoli, 21 aprile - “Solidarietà mia personale e come sindaco, oltre che di tutta l'Amministrazione, all'Arma dei Carabinieri: un'istituzione talmente solida che non si fa certo intimidire da questo episodio così grave”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando ai microfoni della web tv comunale il raid avvenuto martedì notte contro la stazione dei Carabinieri di Secondigliano (vai all'articolo). “Questo episodio – ha aggiunto de Magistris – è un'ulteriore occasione non solo per mostrare vicinanza assoluta alle donne e gli uomini dell'Arma, ma anche per