Napoli-Torino 2-1. Al San Paolo decidono i gol di Manolas e Di Lorenzo

Tutto facile per la formazione di Gattuso tra le mura amiche. Peccato solo per il gol di Edera nei minuti finali, che ha permesso al Toro di accorciare e ha mandato su tutte le furie l'allenatore del Napoli NAPOLI (4-1-4-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Hysaj; Fabian, Lobotka (35' st Allan), Zielinski; Politano (39' st Elmas), Milik (29' st Mertens), Insigne. Allenatore: Gattuso TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Baselli (21' st Meite), Rincon (38' st Verdi), Lukic, Ansaldi; Belotti, Zaza (38' st Edera). Allenatore: Longo MARCATORI: 19' pt Manolas (N), 37' st Di Lorenzo (N), 46' st Edera (T). ARBITRO: Mariani di Aprilia Al San Paolo il Napoli batte 2-1 il Torino nell'anticipo della 26esima giornata del campionato di Serie A. Partita

Il Napoli ospita il Torino al San Paolo per la 26esima giornata del campionato di Serie A

Dopo l'ottima prova in Champions con il Barcellona per gli Azzurri è tempo della sfida ai granata di mister Longo. Squadre in campo questa sera alle ore 20.45 Napoli e Torino si affrontano questa sera al San Paolo in uno degli anticipi della 26esima giornata del campionato di Serie A. Match importante per tutte e due le formazioni, che stanno vivendo un momento diametralmente opposto. Il Napoli infatti sembra stia uscendo dalla crisi e nelle ultime gare ha collezionato ottimi risultati sia in campionato che nelle altre competizioni (Coppa Italia e Champions). Il Torino invece è una squadra in piena crisi, i granata non sembrano più in grado di vincere e l'ultimo successo risale all'11 gennaio (in pratica 5 sconfitte consecutive

Brescia-Napoli 1-2. La formazione di Gattuso espugna il Rigamonti e conquista tre punti importanti

Al gol di Chancellor per il Brescia nel primo tempo rispondono Insigne (su rigore) e Fabian Ruiz nella ripresa BRESCIA (4-3-2-1): Joronen; Sabelli, Chancellor, Mateju, Martella; Bisoli, Tonali, Bjarnason (65' Skrabb); Dessena (85' Ndoj); Zhmral, Balotelli. Allenatore: Lopez. NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme (86' Allan), Elmas (76' Zielinski); Politano, Mertens (67' Milik), Insigne. Allenatore: Gattuso. MARCATORI: 26' Chancellor (B), 49' Insigne (N), 53' Fabian Ruiz (N) ARBITRO: Orsato della sezione di Schio Il Napoli batte 2-1 il Brescia nell'anticipo della 25esima giornata del campionato di Serie A grazie ai gol di Insigne (su rigore) e Fabian Ruiz nel secondo tempo della gara. Partita non bella quella del Rigamonti, a tratti noiosa specie nella prima frazione di gioco. A

Serie A, il Napoli affronta il Brescia in trasferta per l’anticipo della 25esima giornata del campionato

Squadre in campo al Rigamonti di Brescia a partire dalle ore 20.45. Non ci sarà turnover da parte di Gattuso, che dovrebbe riproporre una formazione simile a quella che ha battuto il Cagliari domenica scorsa. I padroni di casa devono fare a meno dello squalificato Ayè e degli infortunati Torregrossa, Cistana e Romulo ma recuperano Tonali e Joronen Il Napoli sarà impegnato questa sera con il Brescia per l'anticipo della 25esima giornata del campionato di Serie A. Partita insidiosa quella del Rigamonti, anche perché il Brescia è alla disperata ricerca di punti salvezza. Finora i padroni di casa hanno fatto male: appena 2 i punti conquistati da quando è iniziato il 2020. Il cambio allenatore (dopo l'esonero di Corini è arrivato

Serie A, il Napoli affronta il Cagliari in trasferta

Squadre in campo alle ore 18. Gattuso senza Koulibaly, Lozano, Milik e Allan, con quest'ultimo non convocato perché secondo l'allenatore non si è allenato bene Il Napoli quest'oggi affronta il Cagliari al Sardegna Arena in gara valida per la 24esima giornata del campionato di Serie A. Dopo il pesante Ko subito al San Paolo con il Lecce nell'ultima di campionato i ragazzi di Gattuso hanno battuto l'Inter nell'andata dei quarti di finale di Coppa Italia e sono alla ricerca di un po' di continuità. Finora gli Azzurri sono stati belli con le grandi, mentre si sono persi completamente con squadre che lottano per la salvezza o da metà classifica, perché con queste sono chiamati a fare la partita e a

Napoli-Lecce 2-3. Ospina e l’arbitro inguaiano gli Azzurri

Primi due gol dei pugliesi ampiamente parabili dal portiere del Napoli, tra i peggiori in campo della formazione di Gattuso. Al 72' episodio chiave della gara, sull'1-2 del Lecce l'arbitro Giua decide di non fischiare un rigore solare, scegliendo di non vedere l'azione al Var. Nel finale magia di Mancosu su punizione sulla quale stavolta Ospina non può niente e gol di Callejon al 90' perfettamente inutile. In generale il Napoli però fa troppo poco davanti ai 50mila spettatori di casa NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Lobotka (1' st Mertens), Demme, Zielinski; Politano (17' st Callejòn), Milik, Insigne (32' st Lozano). All. Gattuso LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Donati; Deiola (46' st Paz), Majer (23' st Petriccione),

Serie A, il Napoli ospita il Lecce al San Paolo davanti a quasi 50mila spettatori

Squadre in campo quest'oggi alle ore 15. Gattuso ritrova Koulibaly in difesa e dovrebbe schierare il nuovo acquisto Politano dal primo minuto, così come Lobotka (al posto di Allan non al meglio) e Demme Napoli, 9 febbraio – Il Napoli ospita il Lecce al San Paolo in gara valida per la 23esima giornata del campionato di Serie A. Allo stadio ci sarà il pubblico delle grandi occasioni, quasi 50mila spettatori a supportare i ragazzi di mister Gattuso complice l'orario favorevole, oltre che l'importanza della gara. Nonostante il Lecce non sia avversario blasonato la gara è di grande interesse, perché il Napoli è impegnato a conquistare quanti più punti possibili per tentare di tornare nella parte alta della classifica (quella che vale

Sampdoria-Napoli 2-4. Vittoria sofferta ma meritata per gli Azzurri al Marassi

Il Napoli va in vantaggio con Milik a inizio partita e raddoppia con Elmas a poco meno della metà del primo tempo. La Samp accorcia al 26' con una magia dell'ex Quagliarella. A inizio ripresa due gol annullati per parte, uno alla Samp per fallo di mano di Gabbiadini in occasione del gol di Ramirez, l'altro al Napoli per fuorigioco di Zielinski. Poi la Samp trova il pari proprio con Gabbadini su rigore (fallo di Manolas su Quagliarella). All'83' Napoli di nuovo in vantaggio con Demme, chiude i giochi il gol Mertens allo scadere dei minuti di recupero SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Thorsby, Tonelli, Colley, Augello; Ramirez (23' st Maroni), Linetty, Ekdal, Jankto (34' st Vieira); Quagliarella (30' st Bonazzoli), Gabbiadini. All.

Serie A, il Napoli affronta la Samp al Marassi nel posticipo della 22esima giornata

Squadre in campo al Luigi Ferraris a partire dalle ore 20.45. Il Napoli è chiamato a confermarsi dopo le vittorie con Lazio e Juve. Gattuso dovrà fare a meno di Fabian Ruiz (non convocato) e probabilmente di Demme (influenzato) ma ritroverà Allan, Koulibaly e Mertens: gli ultimi due partiranno probabilmente dalla panchina insieme al nuovo acquisto Matteo Politano Il Napoli affronta questa sera la Sampdoria al Luigi Ferraris di Genoa per il posticipo della 22esima giornata di Serie A. Partita delicata e importante per i ragazzi di mister Gattuso, chiamati a confermarsi dopo le vittorie con la Lazio (in Coppa Italia) e la Juventus nell'ultima di campionato. Gli Azzurri hanno infatti bisogno di vittorie per scalare la classifica e tentare di

Serie A, il Napoli affronta al San Paolo la Juve capolista

Squadre in campo alle ore 20.45. Gattuso costretto ancora a fare a meno di Koulibaly, Ghoulam, Allan, Mertens. Rientra Maksimovic, che però dovrebbe partire dalla panchina. Juve senza Chiellini, Danilo e De Sciglio Napoli, 26 gennaio – Il Napoli affronta la Juventus nel posticipo della 21esima giornata del campionato di Serie A. I Bianconeri guidati dall'ex Maurizio Sarri arrivano al San Paolo da capolisti, mentre gli Azzurri a questo punto della stagione si ritrovano, al contrario di ogni aspettativa a inizio campionato, nella parte destra della classifica: cioè non lontani dalle squadre che lottano per non retrocedere. L'ultima prova in campionato della squadra di Gattuso è stata pessima, partita vinta 2-0 dalla Fiorentina proprio al San Paolo. In Coppa Italia si

Napoli-Fiorentina 0-2. La crisi degli Azzurri si fa sempre più grave

Al San Paolo il Napoli passeggia e i Viola conquistano i tre punti con un gol di Chiesa nel primo tempo e Vlahovic nella ripresa NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Luperto; Allan (11' st Demme), Fabian Ruiz, Zielinski (19' st Lozano); Callejon (30' st Llorente), Milik, Insigne. All. Gattuso. FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Ger. Pezzella, Caceres; Lirola, Benassi, Pulgar, Castrovilli, Dalbert (42' st Ceccherini), Cutrone (21' st Vlahovic), Chiesa (33' st Sottil). All. Iachini. MARCATORI: 26' pt Chiesa (F), 29' st Vlahovic (F) ARBITRO: Pasqua della sezione di Tivoli Così non va e non si può continuare. Al San Paolo in uno degli anticipi della 20esima giornata la Fiorentina batte il Napoli 2-0 grazie ai gol di Federico Chiesa nel primo tempo e

Serie A, il Napoli affronta la Fiorentina al San Paolo nell’anticipo della 20esima giornata

Squadre in campo alle ore 20.45. Emergenza in difesa per gli Azzurri con scelte per Gattuso praticamente obbligate Dopo aver passato il turno negli ottavi di Coppa Italia battendo il Perugia 2-0, il Napoli è pronto a tornare in campo questa sera per la sfida con la Fiorentina, valida per la 20esima giornata del campionato di Serie A. Inizia oggi per le squadre la prima giornata del girone di ritorno e il Napoli dovrà assolutamente cercare di iniziare a fare punti se vuole puntare a conquistare l'accesso all'Europa League. Da qui alla fine, infatti, sarà un tour de force e la formazione di Gattuso è chiamata a fare un girone pazzesco: l'accesso alla prossima Europa League infatti potrebbe avvenire per il

Serie A, il Napoli affronta all’Olimpico la Lazio per l’ultima gara del girone d’andata

Squadre in campo alle ore 18. Tante assenze in mezzo al campo per la formazione di Gattuso: il Napoli dovrà fare a meno di Mertens, Koulibaly, Ghoulam, Maksimovic, Younes e Meret. Inzaghi costretto a rinunciare allo squalificato Parolo mentre Correa, non al meglio, si accomoderà inizialmente in panchina Napoli, 11 gennaio – Dopo aver perso con l'Inter in casa per il Napoli si avvicina un altro impegno difficilissimo, gli Azzurri infatti questa sera affronteranno all'Olimpico di Roma la Lazio per la 19esima giornata del campionato di Serie A, ultima gara del girone d'andata. Partita che capita nel peggior momento per Insigne e compagni, il cambio allenatore finora sul piano dei risultati non ha dato i suoi frutti mentre qualcosa si è

Napoli-Inter 1-3. Gli Azzurri regalano la vittoria alla formazione di Conte grazie a errori macroscopici

Doppietta di Lukaku a cui risponde Milik nel finale di primo tempo. Nella ripresa l'Inter chiude i giochi con Lautaro Martinez, tutto solo davanti a Meret grazie a una papera di Manolas NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj (36' st Lozano), Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Allan, Fabian Ruiz (39' st Llorente), Zielinski; Callejon, Milik, Insigne. All. Gattuso. INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva, Gagliardini (11' st Barella), Brozovic, Vecino (28' st Sensi), Biraghi; L. Martinez, R. Lukaku (43' st Borja Valero). All. Conte. MARCATORI: 14' pt Lukaku (I), 33' pt Lukaku (I), 39' pt Milik (N), 17' st L. Martinez (I) ARBITRO: Doveri di Roma. Al San Paolo l'Inter batte il Napoli 3-1 nel posticipo della 18esima giornata del campionato di Serie A grazie