Salvini sul prossimo sindaco di Napoli: “Sarebbe bello fosse leghista”

L'ex Ministro degli Interni ha fatto tappa a Sorrento per ufficializzare il passaggio alla Lega dei sindaci di Positano (De Lucia) e Sorrento (Cuomo) “Mi piacerebbe che il prossimo sindaco di Napoli venisse indicato dalla Lega”. Così Matteo Salvini, segretario della Lega ed ex ministro dell'Interno nel Governo Conte 1, parlando con i giornalisti a Sorrento, dove ha fatto tappa per ufficializzare l'adesione al suo partito dei sindaci di Positano (Michele De Lucia) e Sorrento (Giuseppe Cuomo). Secondo Salvini “sono tre le 'D' da mandare a casa: De Luca, de Magistris e Di Maio”. “La Campania – ha aggiunto Salvini – muore di rifiuti e di ecoballe non smaltite, non vedo l'ora di mandare via De Luca perché la Regione non ha

Comune di Napoli, de Magistris sul suo successore: “Candideremo un ragazzo come sindaco”

Il primo cittadino anticipa una delle prossime mosse per le comunali del 2021 e ribadisce la presentazione di liste per le elezioni regionali in Campania del 2020 “La mia idea, sulla quale lavorerò, è quella di avere come prossimo sindaco un ragazzo giovane. Si valuterà poi alla fine se questa sarà o meno una scelta giusta”. A dirlo il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, nel corso di un'intervista al programma radiofonico Barba&Capelli di Radio CRC. Il primo cittadino ha così svelato una delle prossime mosse per le elezioni comunali del 2021. Inoltre ha ribadito l'intenzione di presentare una lista per le elezioni regionali in Campania del 2020, affermando: “Credo che ad un certo punto bisogna cambiare, sia per se stessi

Fico si schiera a favore di de Magistris: “No alla sfiducia”

Il presidente della Camera si è espresso sulla mozione di sfiducia che i gruppi di opposizione nel Consiglio comunale di Napoli vorrebbero presentare contro il sindaco de Magistris “Penso che il Consiglio comunale di Napoli debba restare in carica 5 anni, perché bisogna dare il tempo a tutti di lavorare per poi essere giudicati”. A dirlo il presidente della Camera, Roberto Fico, a margine del nono congresso degli iscritti al Partito Radicale in corso alla fondazione Foqus di Napoli. Fico interviene così in maniera netta rispetto alla decisione delle forze di opposizione in Consiglio comunale di presentare una mozione di sfiducia contro il sindaco de Magistris. E lo fa nonostante i due consiglieri comunali pentastellati Matteo Brambilla e Marta Matano abbiano

Predissesto, de Magistris: “Il Governo decida da che parte stare. Ai sindaci viene dato sempre il cerino in mano”

Il sindaco di Napoli: “Hanno dato 5 miliardi e mezzo alle banche. I sindaci non hanno mai osato, pur potendolo fare, chiedere miliardi di euro” Napoli, 11 settembre – “Se vogliamo dare concretezza a parole molto serie del presidente della Repubblica (“la politica rifletta sul clima”, ha detto Mattarella in riferimento ai fatti di Livorno, ndr), evitando che rimangano un monito, il Governo nello scrivere la manovra finanziaria, da qui a 20 giorni, deve decidere se in questo Paese sono più importanti i manager delle banche venete e gli F35, oppure i cittadini, i territori, i beni comuni, i giovani, il lavoro e la solidarietà”. Lo ha dichiarato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando quest'oggi con i giornalisti a

De Magistris: “Dossier contro di me non mi meraviglia. Fanno di tutto per farmi fuori”

Il sindaco di Napoli commenta la notizia secondo cui un ex dirigente dell'ufficio patrimonio stava preparando un dossier contro di lui alla vigilia delle elezioni comunali, alle quali de Magistris correva per la riconferma a primo cittadino Napoli, 25 novembre – “Quello che leggo non mi meraviglia. Ho sempre detto che in questi anni, prima da magistrato e poi da sindaco, hanno fatto, stanno facendo e faranno di tutto per farmi fuori dal punto di vista istituzionale”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando la notizia secondo cui un ex dirigente dell'ufficio patrimonio stava preparando un dossier contro di lui alla vigilia delle elezioni comunali, alle quali de Magistris correva in cerca della riconferma a primo cittadino.

De Magistris all’assemblea della Cna: “Sud non è zavorra. Creare condizioni per competere in parità”

“Napoli è cambiata, c'è voglia di sentirsi protagonisti e compito della Repubblica è rimuovere gli ostacoli”, ha affermato de Magistris durante il suo intervento in apertura dell'assemblea nazionale della Cna Napoli, 22 ottobre - “Dobbiamo creare le condizioni per consentire a tutti di competere in condizioni di parità. Napoli è cambiata tanto, c'è voglia di sentirsi protagonisti e compito della Repubblica è rimuovere gli ostacoli”. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante l'intervento di apertura dell'assemblea nazionale della Cna (Confederazione Nazionale dell'artigianato e della Piccola e Media Impresa) alla Mostra d'Oltremare. “Napoli – ha aggiunto – non vuole perdere la vocazione industriale ma è una città soprattutto di commercio e i giovani dimostrano che con competenza e amore

De Magistris sul mancato incontro con Renzi: “La presenza di Nastasi inquina un limpido incontro istituzionale”

“Se il presidente del Consiglio intende fare un incontro alla necessaria presenza di un commissario, che riteniamo illegittimo e sul quale la città si è espressa, si pone una questione istituzionale che non può essere marginalizzata, è una questione nazionale e non locale”, ha affermato de Magistris durante un'intervista a Radio24 Napoli, 14 settembre – Quest'oggi il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, è stato ospite della trasmissione “24 Mattino - Attenti a quei due” di Radio24, ed è tornato sul mancato incontro di lunedì scorso con il presidente del Consiglio Matteo Renzi (vai all'articolo). “Renzi l'ultima volta ha detto di essere disponibile a incontrarmi, ma solo se ci fosse stato il commissario per Bagnoli, come se senza triangolo istituzionale non

Renzi a Napoli, salta l’incontro con de Magistris. Il sindaco: “Non si capisce perché debba partecipare anche il commissario di Bagnoli”

Dopo l'apertura di Palazzo Chigi all'incontro, il primo cittadino ha declinato l'invito per la presenza di Salvo Nastasi, Commissario nominato mesi fa dal governo per la bonifica di Bagnoli Napoli, 12 settembre - Niente da fare. Il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris non sono, almeno per il momento, destinati a incontrarsi. Dopo che de Magistris aveva nelle scorse ore chiesto un incontro a Renzi (vai all'articolo), da Palazzo Chigi avevano aperto a questa possibilità dando appuntamento al Teatro San Carlo, dove questa sera il presidente del Consiglio assisterà al gala in onore del tenore Jonas Kaufmann. Tuttavia il sindaco, non appena saputo della presenza di Salvo Nastasi, commissario nominato mesi fa dal Governo

De Magistris proclamato sindaco: “un’emozione enorme e diversa rispetto a 5 anni fa”

“Vedo un futuro straordinario per Napoli, perché in città si avverte grande energia. Ripartiamo da dove abbiamo cominciato, cercando di lavorare soprattutto nei luoghi della sofferenza materiale e umana”. Lo ha affermato a margine della cerimonia di proclamazione il sindaco di Napoli, de Magistris Napoli, 27 giugno – Inizia ufficialmente oggi il secondo mandato di Luigi de Magistris da sindaco di Napoli. La proclamazione è avvenuta alle ore 13 di quest'oggi nel Saloncino dei Busti di Castel Capuano, con il presidente del Tribunale di Napoli, Ettore Ferrara, che ha conferito ufficialmente l'incarico di primo cittadino a de Magistris. Il presidente del Tribunale, Ferrara, ha espresso al sindaco gli auguri della città, “che ha fiducia e speranza e che oggi è idealmente

La rabbia del sindaco de Magistris: “Renzi distrugge la scuola pubblica e taglia ai Comuni”

Su Facebook, de Magistris va all'attacco del premier Matteo Renzi e annuncia l'assunzione a settembre di 370 maestre. Poche ore prima, il sindaco di Napoli aveva protestato vibratamente per le modifiche del Governo al decreto 33 dello Sblocca Italia, giudicando l'inserimento del Comune di Napoli nella cabina di regia per Bagnoli “un contentino” “Renzi distrugge la scuola pubblica e taglia ai Comuni per impedire il funzionamento dei servizi pubblici locali. Noi, a Napoli, in controtendenza al liberismo imperante, abbiamo aperto asili nido, rafforzato e migliorato la refezione scolastica”. Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che ha anche annunciato l'assunzione nel mese di settembre, a seguito di concorso effettuato, di 370 maestre, metà precarie

Si spaccia per il cugino del sindaco de Magistris, la Procura di Napoli indaga sulla vicenda

Con la falsa identità del cugino del sindaco di Napoli Luigi de Magistris appariva un imprenditore fidato ai suoi interlocutori. La Procura di Napoli ha aperto un'indagine a carico di ignoti per accertare il reato di sostituzione di persona, de Magistris sarà ascoltato come parte lesa Napoli, 29 maggio - "Piacere sono il cugino del sindaco Luigi de Magistris"; è in questo modo che un uomo si presentava in occasioni pubbliche: eventi, convegni e manifestazioni stringendo mani numerose persone spacciandosi per un vicino parente del primo cittadino di Napoli, come una sorta di biglietto da visita, che gli consentiva di apparire agli occhi dei suoi ignari interlocutori come un imprenditore fidato in ragione di quella illustre parentela. Si tratta di una bizzarra

De Magistris esulta per la sentenza del Consiglio di Stato: “Napoli ti amo”

Il Consiglio di Stato ieri ha confermato la decisione del Tar Campania: de Magistris torna a fare il sindaco legittimato dalla doppia sentenza Napoli, 21 novembre — “Ha vinto il popolo, hanno vinto i napoletani, ha vinto Napoli. Napoli ti amo”. Lo scrive nella serata di ieri il sindaco di Napoli Luigi De Magistris sulla sua pagina facebook. “È una felicità improvvisa perché aspettavamo tutti il verdetto domani. Sono molto contento” - commenta così de Magistris la decisione del Consiglio di Stato che ieri ha confermato la decisione del Tar Campania che circa un mese fa lo aveva reintegrato nella carica di sindaco di Napoli. La legge Severino in questo caso specifico non ha trovato il riscontro sperato dal Parlamento, che aveva