Napoli in Comune si schiera per la rielezione di de Magistris. Domani la conferenza stampa di Possibile con Civati

Secondo il movimento politico Possibile: “Napoli deve intraprendere una strada di autonomia e di grande partecipazione” Napoli, 15 febbraio – Le forze di sinistra si schierano con il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, candidato alle Elezioni comunali 2016. Per questo motivo Rifondazione Comunista, Sinistra Ecologià e Libertà, Possibile e Comunisti italiani proveranno a presentare una lista unitaria a sostegno delle rielezione dell'attuale primo cittadino partenopeo. L'accordo è stato raggiunto ieri dall'assemblea di Napoli in Comune, coalizione in cui rientrano alcuni partiti di sinistra, associazioni e movimenti della città. Alla Domus Ars di Napoli erano presenti, oltre al sindaco, anche gli assessori della giunta facenti parte dell’area politica che confluirà nella coalizione: Ciro Borriello e Sandro Fucito, consiglieri comunali di maggioranza, Tonino

Sondaggi: Swg, Ixè e Datamedia registrano le intenzioni di voto di primavera

I sondaggi degli istituti Swg, Ixè e Datamedia mettono a confronto le intenzioni di voto nella settimana di inizio primavera. Solo Ixè, non registra un calo netto del Nuovo Centrodestra, dovuto secondo Swg e Datamedia alle dimissioni del Ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi Secondo l'istituto Swg, che mette a confronto le intenzioni di voto degli italiani al 19/03 rispetto al 12/03 cresce il Partito Democratico (+0,5%), che passa dal 39,2% al 39,7%. Il Movimento Cinque Stelle, si conferma la seconda forza politica del paese e guadagna più di un punto percentuale, passando dal 16,5% al 17,7% (+1,2%). In leggera crescita anche Sel, che passa dal 3,2% al 3,4% (+0,2%). Forza Italia, non è più il terzo partito del Paese e appare in

Primarie per la scelta dei Parlamentari. PD e SEL chiamano i propri elettori alle urne il 29 e 30 dicembre.

A Napoli ed in provincia si vota domani sabato 29 dicembre dalle ore 8,00 alle 21,00. Qui la lista dei  candidati PD. Il 29 e 30 dicembre si svolgeranno le elezioni primarie per stabilire i candidati in Parlamento del Partito Democratico (PD) e di Sinistra, Ecologia e Libertà (SEL). In alcune regioni come Piemonte, Liguria, Lombardia, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania e Calabria si voterà il 29 dicembre dalle 8,00 alle 21,00, in altre come il Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna il 30, Sulla scheda dei democratici sarà possibile indicare i nomi di due candidati, un uomo ed una donna, senza differenziazione di destinazione (Camera o Senato), mentre per SEL, gli elettori riceveranno due