Noemi è fuori pericolo, la nonna: è stato un miracolo

La bimba "è sveglia, cosciente e si alimenta autonomamente. La bambina respira spontaneamente senza necessità di supporto di ossigeno" Napoli, 20 maggio - La piccola Noemi, ferita in un agguato lo scorso 3 maggio in piazza Nazionale a Napoli, non è più in pericolo di vita. Lo annuncia il bollettino diffuso dall'ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Noemi "è sveglia, cosciente e si alimenta autonomamente. La bambina respira spontaneamente senza necessità di supporto di ossigeno. I parametri vitali sono stabili e il quadro clinico è in miglioramento. La prognosi quoad vitam è sciolta. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 7 giorni". "Voglio ringraziare tutto il popolo italiano e anche tutti quelli che dall'estero ci fanno sentire la loro vicinanza. E' bellissimo e ci

Sparatoria a Napoli, Noemi è sveglia e cosciente

La bambina respira spontaneamente ma necessita ancora di un supporto di ossigeno La piccola Noemi "è sveglia, cosciente e presenta una buona motilità di tutti e quattro gli arti. La bambina respira spontaneamente ma necessita ancora di un supporto di ossigeno ad alti flussi". Così nel bollettino medico diffuso oggi dall'ospedale Santobono. "Proseguono gli esami diagnostici di routine, utili a monitorare l'evoluzione della condizione clinica della bimba. I parametri vitali sono stabili e il quadro clinico appare stazionario. La prognosi resta riservata. Il prossimo bollettino - conclude la nota - sarà diramato tra 48 ore".

Noemi respira spontaneamente, il Cardinale Sepe va a trovare la piccola

"Noemi sta in condizioni stabili, sta in respiro spontaneo. Soltanto arricchito con un po' di ossigeno" Napoli, 11 maggio - "Quello che è avvenuto è un miracolo. Appena Noemi starà bene la porterò dal Papa". Così il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, al termine di una visita alla piccola Noemi, rimasta ferita durante una sparatoria a Napoli. "Le ho portato un peluche, ha sorriso con gli occhi. Abbiamo detto il 'Padre Nostro' tutti assieme e lei ha mosso le labbra", ha aggiunto l'arcivescovo. Questo il bollettino medico riferito da Massimino Cardone, primario del reparto di rianimazione pediatrica dell'ospedale Santobono: "Noemi sta in condizioni stabili, sta in respiro spontaneo. Soltanto arricchito con un po' di ossigeno". "La bambina ha avuto un grosso trauma ad

Arrestate due persone per il ferimento di Noemi

E' Armando Del Re l'uomo accusato di aver sparato alla piccola in piazza Nazionale a Napoli Napoli, 10 maggio - Due persone sono state arrestate per l'agguato di venerdì scorso a Napoli nel quale sono stati feriti la piccola Noemi ed un uomo, Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del killer in Piazza Nazionale. Insieme ad Armando Del Re, l'uomo accusato di aver sparato, è stato bloccato un altro uomo, il fratello Antonio, che avrebbe fatto da complice. Armando Del Re sarebbe stato bloccato sulla Siena-Bettolle. All'operazione avrebbero partecipato agenti della polizia, finanzieri e carabinieri di Napoli. Il fratello invece è stato fermato nell'hinterland napoletano, nei pressi di Nola: ha dato supporto logistico ad Armando. A entrambi viene contestata la premeditazione.

Noemi respira spontaneamente, migliorano le condizioni della bimba colpita da un proiettile ai polmoni

La prognosi permane riservata, in attesa del prossimo bollettino medico Napoli, 10 maggio - Da questa mattinata la piccola Noemi "è stata portata ad uno stato di sedazione non profonda e attualmente evidenzia una valida respirazione spontanea, supportata da ossigeno ad alti flussi, senza necessità di ventilazione meccanica". Sono incoraggianti le notizie dal bollettino medico del Santobono Pausilipon sulle condizioni di Noemi. "Nella giornata di ieri la bambina è stata sottoposta a broncoscopia sia a destra che a sinistra, così da permettere di liberare i bronchi da muchi e coaguli. La prognosi permane riservata. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 24 ore.

Sparatoria a Napoli, bimba di 4 anni è molto grave

Operata nella notte è in prognosi riservata Napoli, 4 maggio - La bambina di quattro anni ferita nel corso di una sparatoria verificatasi nel pomeriggio di ieri, ricoverata presso l'Ospedale Santobono, è stata operata nella notte. Attualmente la bambina, ricoverata presso il reparto di Terapia Intensiva, è in coma farmacologico indotto. Le sue condizioni cliniche appaiono estremamente gravi, si apprende dall'azienda ospedaliera. Il proiettile che l'aveva raggiunta è stato rimosso. Nella notte si è recato in ospedale anche il sindaco Luigi de Magistris "per verificare personalmente - dice - le condizioni di salute della piccola e portare la forza della solidarietà della città ai bravi medici che stanno prestando le cure per salvare la piccola creatura. Vedere un proiettile grande quasi quanto

Spari a piazza Nazionale: tre feriti, una bimba di 4 anni è grave

In gravi condizioni un pregiudicato di 32 anni Napoli, 3 maggio - Tre persone, tra la quali una bambina di 4 anni, sono state ferite a Napoli da colpi di arma da fuoco sparati tra la folla poco prima delle 17.30, all'angolo tra piazza Nazionale e via Polveriere, periferia orientale. La bambina è stata ferita gravemente. "Un proiettile le ha attraversato i polmoni da destra a sinistra, senza però ledere il cuore - ha detto all'ANSA il dg del "Santobono", Anna Maria Minicucci - conficcandosi tra le costole". La piccola non è in pericolo di vita e si sta procedendo a stabilizzarla, in attesa dell' intervento chirurgico. La bambina era insieme alla nonna, di 50 anni, colpita ad un gluteo da un proiettile. Sono molto gravi

Sparatoria al Vasto, de Magistris: “Lavoriamo con le comunità migranti per la sicurezza di tutti”

Il sindaco commenta l'ennesimo episodio di violenza avvenuto ieri nel quartiere Vasto Napoli, 3 agosto – “Napoli è una città che vuole costruire una comunità coesa, con diritti e doveri per tutti ed è per questo che stiamo lavorando molto con tutte le comunità migranti per la sicurezza di tutti, per la coesione e la fratellanza e per affrontare nel modo migliore il tema dell'integrazione e per non alimentare guerra e violenza”. Così all'Ansa il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, nel commentare la sparatoria che ieri ha coinvolto Diabel Cissè, ambulante senegalese di 32 anni. Secondo le ricostruzioni il giovane è stato raggiunto da tre colpi di pistola esplosi da due persone a bordo di uno scooter. A commentare il fatto

Sparatoria a San Giovanni, due feriti

Pluripregiudicato colpito a braccio. Colpi anche in centro città con un ferito Napoli, 13 aprile - Una sparatoria, nel rione Villa, quartiere di San Giovanni a Napoli. E poi due persone ferite con colpi d'arma da fuoco. E' accaduto nel pomeriggio ed è in fase di verifica gli eventuali legami con gli episodi. All'ospedale Loreto Mare, ferito ad un braccio, è arrivato un pluripregiudicato che potrebbe avere legami di parentela con un capo clan proprio del quartiere San Giovanni, proprio lì dove oggi pomeriggio sono stati segnalati alla Polizia di Stato dei conflitti a fuoco. C'è poi un altro ferito, questa volta nel centro della città, un 30enne colpito in maniera lieve in via Porta San Gennaro. L'uomo è stato soccorso e ricoverato all'ospedale

Far West Napoli, raid in Piazza Trieste e Trento – VIDEO choc su Facebook

Il consigliere Borrelli: "Delinquenti sparano e girano armati tra la folla. Situazione ormai fuori controllo. Serve impegno straordinario anche per non fermare la rinascita turistica di Napoli" Napoli, 11 aprile - Una ragazza che fugge terrorizzata, un ragazzo che alza le mani pensando ad una rapina, altri che cercano riparo all'arrivo di un giovane con una pistola in mano col volto coperto e di un altro, sempre armato, alla ricerca di qualcuno: è l'ultima scena del Far West Napoli, un raid in Piazza Trieste e Trento, a ridosso di Piazza Plebiscito, dove, nella notte tra il 5 ed il 6 aprile, secondo il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli (che pubblica il video su fb) sono stati sparati alcuni colpi

Sparatoria a Napoli, grave 20enne ferito al torace

Colpito al torace, sottoposto a intervento chirurgico all’ospedale Loreto Mare. Indaga la polizia Napoli, 8 aprile - Agguato a Napoli. Un giovane di 20 anni, V.J.M., è stato ferito gravemente con colpi d'arma da fuoco. L'episodio è avvenuto intorno alle 12 in via Giovanni Tappia, nei pressi della sua abitazione nella zona cosiddetta delle "Case Nuove". Secondo le prime notizie fornite dalle forze dell'ordine, sono quattro i colpi di pistola che hanno raggiunto il torace del ragazzo. Soccorso immediatamente, il ragazzo è stato portato nel vicino ospedale Loreto Mare, dove in condizioni gravissime, è stato sottoposto a intervento chirurgico. La polizia ha avviato indagini per ricostruire modalità e contesto del ferimento.

Sparatoria a Chiaia, de Magistris: “Più controlli, ma niente militarizzazioni”

Il sindaco: “Serve un punto di equilibrio tra diritto alla mobilità, alla sicurezza e alla quiete pubblica” Napoli, 23 novembre – “Sì a maggiori controlli delle forze dell'ordine, no alla militarizzazione”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando coi cronisti al termine del Comitato per l'ordine e la sicurezza che si è tenuto oggi in Prefettura a seguito della sparatoria di pochi giorni fa a Chiaia tra due gruppi di ragazzi (vai all'articolo). “Sono favorevole alla presenza di maggiori controlli di polizia, lo sto chiedendo da due anni. Però vanno fatte azioni ordinarie, non prove muscolari, perché queste non portano a nulla. Il territorio va militarizzato con la cultura”, ha aggiunto de Magistris. “La gente deve stare tranquilla,

Sparatoria a Chiaia, De Giovanni: “Ordinanza di de Magistris ridicola”. Il sindaco: “Il problema non è l’ordinanza”

Il presidente della Prima Municipalità, Francesco De Giovanni, accusa duramente l'amministrazione de Magistris Napoli, 20 novembre – “La sparatoria in via Bisignano è stato un evento ampiamente annunciato. Da tempo diciamo che ci scapperà il morto, e forse, solo allora gli incompetenti di Palazzo San Giacomo si renderanno conto dei guai enormi che stanno combinando”. A dirlo all'Ansa il presidente della Prima Municipalità, Francesco De Giovanni, in merito alla sparatoria che sabato notte ha coinvolto due gruppi di ragazzi nella zona dei baretti di Chiaia. “Hanno redatto un'ordinanza che abbiamo definito ridicola in ogni punto e che tutela soltanto i gestori dei baretti che continueranno a fare il loro porco comodo – aggiunge De Giovanni –. Abbiamo ricevuto i filmati fatti

Spara alla polizia, arrestato 19enne dopo un inseguimento

Recuperata l'arma, una pistola semiautomatica calibro 7,65 e sei cartucce Napoli, 11 febbraio - Sfrecciava, in sella ad uno scooter, a velocità sostenuta nel centro di Napoli e quando ha visto che era inseguito da una pattuglia degli agenti della polizia di Stato non ha esitato ad impugnare una pistola e ad esplodere due colpi di pistola. Il fatto è accaduto la scorsa notte, in via Sant'Anna dei Lombardi. In manette è finito Salvatore Giacalone, 19 anni, residente ai Quartieri Spagnoli, ritenuto dagli investigatori ex appartenente al gruppo delle "Teste Matte". Giacalone è stato bloccato dopo un inseguimento terminato quando il mezzo è finito contro una vettura in transito. L'altra persona che era alla guida dello scooter è riuscito a dileguarsi, benché nell'impatto