Calcio Napoli, arriva finalmente la firma della convenzione per l’uso dello Stadio San Paolo

Dopo un lungo tira e molla il Comune di Napoli e la Società Sportiva Calcio Napoli hanno firmato la convenzione d'uso dello Stadio San Paolo. Sarà valida per 5 anni, rinnovabili per altri 5 Napoli, 17 ottobre − Dopo una lunga querelle il Comune di Napoli e la SSC Napoli hanno finalmente firmato la convenzione d'uso dello Stadio San Paolo, alla presenza tra gli altri del sindaco Luigi de Magistris e del presidente Aurelio De Laurentiis. La svolta si è avuta negli ultimi giorni, quando la società ha versato nelle casse del Comune gli arretrati delle scorse stagioni per l'uso dell'impianto, più altri soldi relativi ai canoni pubblicitari. La convenzione prevede per la SSC Napoli l'uso non esclusivo, se non per le

Ritardi nei lavori allo stadio San Paolo: lite De Laurentiis-de Magistris

Botta e risposta con de Magistris su stadio San Paolo ed accuse al fratello Claudio de Magistris Napoli, 11 maggio - Una lite accesa quella andata in scena tra il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Durante una conferenza stampa, il presidente della SSC Napoli, ha accusato il Comune di Napoli e, nello specifico il sindaco, di ritardare i lavori allo stadio San Paolo. L’accusa rivolta al sindaco è specifica: non usufruendo del credito sportivo, ma aspettando i fondi delle Universiadi, avrebbe così favorito il fratello, Claudio de Magistris, che lavora nel settore della musica al fine di organizzare i concerti. Il presidente del Napoli afferma: ”Mi sono sentito dire da Auricchio (capo di

Stadio San Paolo, de Magistris: “Con l’offerta giusta referendum per venderlo”

Il sindaco di Napoli ha spiegato che con l’offerta giusta si potrebbe considerare l’ipotesi di una cessione dello Stadio San Paolo Nel caso arrivasse un’offerta valida potrebbe essere presa in considerazione la vendita dello Stadio San Paolo. Lo ha spiegato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante un’intervista a Mattina 9, programma televisivo dell’emittente Canale 9-7 Gold. “Personalmente credo che lo stadio vada riqualificato e ristrutturato così come stiamo facendo e che una struttura come il San Paolo non valga meno di cinquanta milioni di euro”, ha detto il primo cittadino. Tuttavia, ha aggiunto, “se dovesse venire De Laurentiis, o qualcun altro, con una cifra congrua non la riterremmo una follia. Non è certo il Maschio Angioino o Castel dell’Ovo

#VentiRighe – Sindaco, ti scrivo questa lettera che spero leggeraiv

Da recapitare a Federico Sboarina neo sindaco di Verona, eletto da Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia cioè dal peggio della destra: in un elegante pacco rivestito da carta di pregio con impresso in bella evidenza il logo del Vesuvio, Sboarina troverebbe una grande medaglia di latta e la dedica “Alla città leader del razzismo nazionale”, con l’attestato di adesione all’invio firmata “i napoletani” Non accadrà. Dalle nostre parti non esiste un razzismo al contrario e ci basta aver compassione per i veronesi amministrati da Sboarina. Ieri, niente di nuovo allo stadio Bentegodi del Verona, dove il Napoli ha umiliato con il suo gioco spettacolare, creativo, autoritario un avversario pavido, inutilmente difensivista, a disagio nel confronto impari con gli azzurri

Bagnoli, De Vincenti: “Piano urbanistico tipo Expo di Milano”

Il Ministro della Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, ha spiegato che ci saranno tanti “spazi verdi” e sono state previste “una serie di attività orientate a scienza, innovazione ed economia del Mare”. Bocciata l'idea, lanciata pochi giorni fa da De Laurentiis, di costruire a Bagnoli il nuovo stadio del Napoli Napoli, 10 luglio – “Per Bagnoli? Il Piano Urbanistico è pronto. Nel progetto abbiamo ampliato moltissimo gli spazi verdi e previsto una serie di attività orientate a scienza, innovazione ed economia del mare, dalla pesca al turismo, ad attività avanzatissime sul piano tecnologico come il monitoraggio e la tutela dei nostri mari. Un piano d'avanguardia, come riconosce il Comune stesso, che ha chiesto tre aggiustamenti, ormai concordati. Manca

Ufficiale, Adam Ounas è del Napoli: il primo acquisto degli azzurri

Il tweet di De Laurentiis: “Benvenuto a Napoli Adam!”. Ounas, calciatore franco-algerino classe '96, ha firmato il contratto che lo legherà al Napoli per i prossimi 5 anni Napoli, 3 luglio – “Benvenuto a Napoli Adam!”. Poche semplici parole, com'è nello stile del presidente Aurelio De Laurentiis, per il quale i 140 caratteri di Twitter sono pure troppi: tanto è bastato per ufficializzare l'acquisto di Adam Ounas da parte del Napoli. Poco dopo, anche sui canali social ufficiali della SSC Napoli, è stato comunicato l'acquisto del calciatore. Il franco-algerino, che questa mattina ha svolto le visite mediche nella clinica romana di Villa Stuart per poi partire alla volta di Castel Volturno, arriva al Napoli dal Bordeaux per 10 milioni di euro

#VentiRighe – Calcio batte 5Stelle 1 a 0

Si è concluso con la netta vittoria del populismo calcistico il ping-pong che ha consentito ai media di riempiere senza sforzo pagine e pagine Lo stadio della Roma si farà a Tor di Quinto, a dispetto della logica, dell’allarme per un’area a rischio idrogeologico e dell’irragionevole priorità concessa alle bizze della Roma, alle fibrillazioni degli ultra e alla libido di parte dei grillini che contano di tradurre in consenso partitico l’euforia del tifo giallorosso. In Campidoglio,  alle prese con i disastri della capitale, si sono arresi all’incredibile ricatto del proprietario della Roma, l’americano James Pallotta, al suo “Se non si fa lo stadio Tor di Quinto dovremo dar via i nostri migliori calciatori”. Ha vinto e i mugugni di pentastellati contrari all’operazione

Stadio San Paolo, il Consiglio comunale approva delibera su convenzione ponte

La convenzione disciplinerà i rapporti tra Comune e Società Sportiva Calcio Napoli, fino a quando non sarà trovato un accordo per il progetto di ristrutturazione dello Stadio San Paolo Napoli, 24 ottobre – Ieri sera dopo 12 ore di dibattito è arrivata la fumata bianca per la convenzione ponte che disciplinerà i rapporti tra Comune di Napoli e calcio Napoli, fino a quando non sarà trovato un accordo per il progetto di ristrutturazione dello Stadio San Paolo. In Consiglio comunale la delibera sulla stipula della convenzione è stata approvata a maggioranza: 23 sì, 7 no e 1 astenuto. È previsto un aumento del canone di affitto da 651mila a 781mila euro. Il canone per la vendita degli spazi pubblicitari passa dai 3mila

Stadio San Paolo: prezzi curve non superiori ai 15 euro per tutte le competizioni

Mozione del consigliere comunale Santoro (Ncd) Il membro del consiglio comunale Santoro (Ncd) ha presentato una mozione secondo cui i prezzi dei biglietti nelle gare casalinghe del Napoli in curva non devono superare i 15 euro, quindi prezzi più popolari per portare più tifosi allo stadio. In passato molti tifosi si sono lamentati con la SSC Napoli per i prezzi in alcuni casi esorbitanti dei biglietti per curva A e curva B, poi già dalla scorsa stagione le presenze sugli spalti di Fuorigrotta sono calate incredibilmente e con questa mozione le presenze (almeno nelle curve) dovrebbero tornare ad aumentare. Al momento la mozione che quindi dovrebbe tenere i prezzi a meno di 15euro per campionato, coppa Italia e Europa League è passata con 31

Stadio San Paolo, è guerra per lo spaccio in curva A

La rissa tra i pusher è avvenuta domenica sera in curva A durante Napoli-Sampdoria Napoli, 2 settembre - La curva A, che contiene circa 20mila tifosi ogni partita, è da sempre una zona con forte presenza di criminalità organizzata e domenica durante il primo match casalingo della stagione si è verificata una rissa tra gli esponenti del clan del Rione Sanità, Sequino-Esposito, e gli esponenti del clan di Forcella, vicini ai Sibillo. L'obiettivo di questi due clan è sicuramente quello del controllo e la gestione della vendita di hashish e cocaina nel centro storico. Secondo quanto dichiarato da alcuni testimoni alle forze di polizia il tutto si è scatenato quando i pusher della Sanità hanno intimato i Sibillo di lasciare lo stadio, quindi  i

Napoli-Torino, stasera al San Paolo gli azzurri in cerca dei punti che fanno morale

Dopo l'Europa League, Benitez e Ventura cercano conferme in Serie A Napoli, 5 ottobre - Sfida importante al San Paolo, ultima della fitta serie di gare che hanno occupato i partenopei nelle ultime settimane. Il Napoli deve letteralmente prendere il Toro per le corna per guadagnarsi il terzo successo consecutivo, dopo le vittorie contro Sassuolo e Slovan, in un periodo tutt'altro che facile. Ma il match che si disputerà stasera alle ore 20.45 non è una passeggiata, vista la tenacia dimostrata dai granata in quest'inizio stagione. E' un Torino che deve mandare segnali fiduciosi ai suoi tifosi, amareggiati dalle illustri cessioni di Immobile e Cerci. A Quagliarella e ad Amauri verrà dunque affidato il reparto offensivo; in loro appoggio el Kaddouri agirà tra

Accordo raggiunto: lo Stadio San Paolo sarà ristrutturato

De Magistris: "ci sarà uno stadio unico, nella città più creativa del mondo” Napoli, 8 aprile – Dopo le vicissitudini degli ultimi giorni, è stato finalmente trovato un accordo tra la società sportiva Calcio Napoli ed il Comune che porterà alla ristrutturazione dello Stadio San Paolo. Il Napoli, ha fatto sapere lo stesso presidente De Laurentiis, ha provveduto a saldare i debiti contratti con il Comune per l’affitto dello stadio, con l’erogazione di un bonifico pari a 6.232.792,71 euro, iva compresa. Il pagamento è stato tempestivo, considerando che il Comune ha inviato l'ordine di riscossione alla società soltanto lo scorso venerdì 4 aprile. Il Sindaco De Magistris, soddisfatto dell’accordo preso, ha dichiarato ai microfoni di Radio Kiss Kiss che: “Tutto va nel binario giusto, c’è

Calcio, sequestrati 5 mln al Napoli

Vicenda stadio, provvedimento procura Corte dei Conti (ANSA) - ROMA, 19 FEB - La GdF di Napoli sta notificando un decreto di sequestro conservativo fino a concorrenza di oltre 5 mln sui conti correnti e depositi bancari del Napoli. Il provvedimento, secondo quanto si apprende, è stato emesso dalla procura della Corte dei Conti della Campania in seguito agli accertamenti disposti dopo l'esposto di un consigliere del Comune su presunti danni all'erario e connesse responsabilità amministrativo-contabili per la convenzione tra Comune e Napoli per l'utilizzo dello stadio.

Iskra Menarini, voce dell’anima, per decenni vocalist di Lucio Dalla, ci lascia un ricordo del grande artista e si racconta a NapoliTime.

Iskra Menarini, un'artista che ha attraversato la musica a 360°, dal rock al blues al jazz al pop, ed ha trovato il culmine del suo meritato successo al fianco del compianto Lucio Dalla, col quale ha collaborato per oltre 20 anni. Persona sensibilissima dalla verve musicale camaleontica, voce appassionante e grintosa ai massimi livelli, ha perfettamente sintetizzato la figura della cantante per eccellenza, sia per doti timbriche che tecniche. Vanta di collaborazione con artisti enormi, quali Zucchero, Antonacci, Carboni, Patty Pravo, solo per citare pochissimi esempi, ed ha avuto l'umiltà di debuttare nella sezione giovani del Sanremo 2009, dimostrando una forte carica per nulla minore rispetto ai suoi giovani colleghi gareggianti. Iskra, come hai iniziato i tuoi primi passi nella musica? "Tutte le cose secondo