Milan-Napoli 1-1. Al Meazza un pari che non serve a nessuno

Nell'anticipo della tredicesima giornata il Napoli passa in vantaggio con Lozano e si fa riprendere poco dopo dal Milan, a segno con Bonaventura. La formazione di Ancelotti sempre più lontana dalle prime due in classifica e anche la qualificazione alla prossima Champions League (in caso di vittoria di Lazio e Roma) rischia di essere compromessa MILAN (4-3-3): G.Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Paquetà, Biglia (73' Calabria), Krunic; Rebic (1'st Kessie), Piatek (85' Leao), Bonaventura. Allenatore: Pioli. NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Callejon (58' Mertens), Allan, Zielinski, Elmas; Insigne (64' Younes), Lozano (83' Llorente). Allenatore: Ancelotti. MARCATORI: 24' Lozano (N), 29' Bonaventura (M) ARBITRO: Orsato di Schio. Nel secondo anticipo della tredicesima giornata del campionato di Serie A la gara al Meazza tra

Milan-Napoli. Al Meazza sfida tra due squadre in crisi

Squadre in campo alle ore 18. Ancelotti verso la conferma del modulo 4-4-2, ma con una mediana inedita per avere maggiore solidità nella zona centrale del campo Napoli, 23 novembre – Dopo due settimane di pausa dovuta alle soste per le nazionali torna la Serie A. In gara valida per la tredicesima giornata il Napoli è chiamato ad affrontare il Milan allo stadio Meazza. Una sfida, quella di stasera, che si può tranquillamente definire tra due squadre in crisi, per questo dura per entrambe e dagli esiti molto incerti. La formazione di Ancelotti nelle ultime quattro partite di campionato ha portato a casa solo tre punti, distanziandosi non solo dalle prime due della classe, Juventus e Inter, ma anche dalla zona

Fiorentina-Napoli 0-0. Tante occasioni, nessun gol

All'Artemio Franchi i Viola bloccano gli Azzurri sullo 0-0, con Lafont che si supera e salva il risultato in più occasioni FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Ceccherini, Pezzella, Hancko (12' st Victor Hugo), Biraghi; Dabo, Edimilson, Veretout; Chiesa, Muriel, Gerson (24' st Mirallas; 36' st Simeone). All: Pioli NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui 6' pt (Ghoulam); Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Mertens (17' st Milik), Insigne (32' st Verdi). All: Ancelotti ARBITRO: Calvarese di Teramo L'anticipo della 23esima giornata del campionato tra Fiorentina e Napoli termina 0-0. Un punto ciascuno che sta stretto soprattutto alla formazione di Ancelotti: gli Azzurri, infatti, avrebbero meritato la vittoria ma il gol non è arrivato, nonostante le tante occasioni da rete avute. Se il gol non è

Fiorentina-Napoli. All’Artemio Franchi gara ricca di insidie per gli Azzurri

Squadre in campo stasera alle ore 18. Emergenza in difesa per la formazione di Pioli Napoli, 9 febbraio – Il Napoli affronta questa sera la Fiorentina allo stadio Artemio Franchi in gara vadida per la 23esima giornata del campionato di Serie A. Gli Azzurri proveranno a riscattarsi dalle ultime prestazioni, fuori casa di certo non esaltanti. Tra campionato e Coppa Italia infatti la formazione di Ancelotti ha siglato zero gol con Inter e Milan. Con la Fiorentina di Pioli però la gara si presenta tutt'altro che agevole e pensando a cosa è successo l'anno scorso i ricordi non sono affatto piacevoli, visto che la Fiorentina fu la squadra che mise fine al sogno scudetto degli Azzurri. Una gara che fu persa

Napoli-Fiorentina 1-0. Al San Paolo decide la gara un gol di Insigne

Il Napoli sale a quota 9 punti, momentaneamente in vetta con la Juve (che oggi giocherà col Sassuolo) NAPOLI (4-4-2): Karnezis; Hysaj, Koulibaly, Maksimovic, Mario Rui; Allan, Hamsik, Zielinski; Callejon (70' Ounas), Mertens (57' Milik), Insigne (82' Rog). All. Carlo Ancelotti FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi; Benassi (80' Pjaca), Veretout (64' Edimilson), Gerson (60' Dabo); Chiesa, Simeone, Eysseric. All. Stefano Pioli MARCATORI: 79' Insigne (N) ARBITRO: Michael Fabbri (Ravenna) Il Napoli batte 1-0 la Fiorentina in uno degli anticipi della 4a giornata di Serie A e sale a 9 punti in classifica, momentaneamente in vetta con la Juve (oggi impegnata col Sassuolo). Decide la gara un gol di Insigne al 79', frutto di una combinazione con Milik, partito inizialmente dalla panchina e subentrato

Napoli-Fiorentina. Azzurri chiamati a reagire dopo la brutta sconfitta con la Samp

Squadre in campo al San Paolo stasera alle ore 18 Napoli, 15 settembre – Si torna in campo dopo la sosta per le nazionali. Il Napoli affronterà la Fiorentina al San Paolo questa sera alle ore 18 in uno degli anticipi della 4a giornata del campionato di Serie A. Entrambe le formazioni arrivano all'incontro con 6 punti in classifica ma i viola hanno una partita in meno, da recuperare mercoledì in casa della Sampdoria. Proprio al Marassi è caduto il Napoli prima della sosta perdendo 3-0. Ancelotti e la squadra ripartiranno dagli errori di Marassi, cercando di non commetterli davanti ai circa 20mila supporter di casa che assisteranno al match nel catino di Fuorigrotta. Pochi, segno che tra i tifosi è

Fiorentina-Napoli 3-0. Al Franchi si infrange il sogno scudetto degli Azzurri

Tripletta di Simeone per i viola. Napoli in 10 uomini dall’8’ minuto del primo tempo per espulsione di Koulibaly FIORENTINA (4-3-2-1): Sportiello; Laurini (dal 17' s.t. Bruno Gaspar), Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Veretout, Badelj (dal 38' s.t. Cristoforo), Benassi; Chiesa, Saponara (dal 30' s.t. Eysseric); Simeone. All. Pioli. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho (dal 10' Tonelli), Hamsik (dal 13' s.t. Zielinski); Callejon, Mertens (dal 13' s.t. Milik), Insigne. All. Sarri. MARCATORI: al 34' p.t., al 17' s.t. e al 48' s.t. Simeone ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo. Firenze, 29 aprile – La Fiorentina batte 3-0 il Napoli al Franchi grazie a una tripletta del Cholito Simeone. Azzurri mai davvero in partita: la vittoria della Juve con l’Inter (con tanto di polemiche per

Fiorentina-Napoli. Per gli Azzurri una partita da non sbagliare

Squadre in campo alle ore 18 al Franchi di Firenze. Dopo la vittoria della Juve con l’Inter, il Napoli è chiamato a tenere il passo dei bianconeri Napoli, 29 aprile – Il Napoli scenderà in campo questa sera alle ore 18 al Franchi di Firenze per la sfida con la Fiorentina. Gara cruciale per la banda Sarri, soprattutto dopo il successo della Juve con l’Inter. In caso di vittoria con la formazione di Pioli, gli Azzurri resterebbero a una sola lunghezza di distanza e potrebbero continuare a sperare in un passo falso dei bianconeri, quando mancano ormai poche gare dal termine del campionato. Il Napoli deve dimostrare di credere ancora al sogno scudetto, perché con un solo punto di distacco tutto

Napoli-Fiorentina 0-0. Gli Azzurri non approfittano del mezzo passo falso di Juve e Inter

Al San Paolo finisce a reti inviolate, nonostante sia Napoli che Fiorentina abbiano avuto diverse occasioni per andare in gol NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Chiriches, Mario Rui; Allan (dal 31' s.t. Rog), Jorginho (dal 37' s,t. Diawara), Hamsik; Callejon, Mertens, Zielinski (dal 29' s.t. Ounas). All. Sarri FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Laurini (dal 33' s.t. Gaspar), Pezzella, Astori, Biraghi; Benassi, Badelj, Veretout; Chiesa (dal 28' s.t Gil Dias), Simeone, Thereau (dal 22' s.t. Sanchez). All. Pioli ARBITRO: Fabbri di Ravenna Napoli, 10 dicembre – Al San Paolo Napoli e Fiorentina non vanno oltre lo 0-0 nella gara di campionato valida per la 14esima giornata di Serie A. Davanti a 50mila tifosi Azzurri la banda Sarri fallisce l'operazione sorpasso nei confronti dell'Inter, che nonostante il

Napoli-Fiorentina. Gli Azzurri proveranno a lasciarsi alle spalle un momento complicato

Dopo i due k.o con Juventus e Feyenoord, il Napoli spera di tornare al finalmente al successo Napoli, 9 dicembre – Momento complicato per il Napoli, che dopo due K.o con Juventus e Feyenoord, domani al San Paolo proverà a tornare al successo nella gara con la Fiorentina valida per la 14esima giornata di Serie A. Gli Azzurri hanno voglia di riscatto e soprattutto di riprendersi il vertice della classifica, dopo il sorpasso dell'Inter nel turno precedente. La Fiorentina, invece, dopo aver collezionato due pareggi con Spal e Lazio, arriva dalla netta vittoria col Sassuolo. L'atteggiamento tattico dei viola potrebbe essere quello di chiudersi in difesa, per poi cercare di colpire in contropiede. Gara delicata quindi per la banda Sarri, che

Inter-Napoli 0-1. Gli azzurri vincono di misura e si portano a un punto dalla Roma

Decide Callejon, che sfrutta un pasticcio del giapponese Nagatomo INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Medel, Murillo (dal 32' s.t. Andreolli), Nagatomo; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Joao Mario (dal 14' s.t. Perisic), Eder (dal 27' s.t. Banega); Icardi. All. Pioli. NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (dal 18' s.t. Rog), Diawara, Hamsik (dal 27' s.t. Allan); Callejon, Mertens (dal 35' s.t. Milik), Insigne. All. Sarri. MARCATORE: Callejon al 43' p.t. ARBITRO: Rocchi di Firenze Milano, 30 aprile – Il Napoli batte l'Inter 1-0 grazie al gol di Callejon nel finale di primo tempo e si porta a un punto dalla Roma, seconda in classifica. La 34esima giornata del campionato vede la Juve ormai sicura dello scudetto, con Roma e Napoli che probabilmente lotteranno fino all'ultima giornata

Serie A, al San Siro c’è Inter-Napoli. Nerazzurri in difficoltà ma guai a sottovalutarli

Momento di difficoltà per l'Inter, da 5 partite senza vittorie. Napoli impegnato nella rincorsa al secondo posto e desideroso di tornare alla vittoria dopo il pareggio sul campo del Sassuolo Napoli, 29 aprile – Si avvicina la grande sfida tra Inter e Napoli. Le due squadre si affronteranno domani sera al San Siro (ore 20.45) nel posticipo della 34esima giornata di serie A. I nerazzurri vivono un momento complicato: nelle ultime 5 partite non sono arrivate vittorie e la formazione di Pioli non ha ben figurato, con il tecnico che è finito nel mirino della dirigenza. L'obiettivo della qualificazione in Europa League, che i proprietari cinesi avevano dato al tecnico parmense, rischia di non essere centrato, tanto che dopo l'ultimo scivolone

Serie A, il Napoli ospita l’Inter al San Paolo. Gara fondamentale per due squadre dalla classifica deficitaria

Squadre in campo alle ore 20.45. Sarri, vista l'assenza per squalifica di Mertens, si affiderà a Gabbiadini come punta centrale. Sulla fascia destra possibile l'impiego di Maggio, perché Hysaj non è al meglio della condizione Napoli, 2 dicembre – Dopo il pareggio interno con il Sassuolo, il Napoli ospiterà questa sera l'Inter per l'anticipo della quindicesima giornata del campionato di serie A. Non c'è sfida più difficile potesse al momento capitare agli azzurri, visto che i nerazzurri da quando Stefano Pioli siede sulla loro panchina sembrano avere un altro passo. Pioli è poi un po' la bestia nera del Napoli, visto che sulle panchine di Bologna e Lazio ha vinto 4 volte al San Paolo. L'ultimo suo successo nell'impianto di Fuorigrotta

Serie A, Napoli atteso all’Olimpico per il match con la Lazio

Fischio d'inizio alle ore 20.45. Sarri costretto a fare a meno di Allan e Hysaj, entrambi squalificati. Lazio con l'infermeria piena Roma, 3 febbraio – Liquidato l'Empoli con un bel 5-1 domenica scorsa, il Napoli torna subito in campo per il turno infrasettimanale di serie A. Gli azzurri, infatti, questa sera saranno impegnati allo Stadio Olimpico di Roma per il match con la Lazio. La formazione di Maurizio Sarri è alla ricerca della settima vittoria consecutiva in campionato, che permetterebbe di eguagliare il record stabilito nella stagione 87-88 ma soprattutto di respingere l'assalto della Juventus, che è a sole due lunghezze dal Napoli. Anche per la Lazio di Pioli quella di stasera è una partita importante. I biancocelesti, reduci da sette